1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Crisi Opengate, arriva l’esposto contro Bca Intesa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Opengate, l’azienda simbolo della new economy italiana, era probabilmente destinata a fallire. Ma sulla crisi dell’azienda informatica avrebbe pesato anche il comportamento delle banche e segnatamente di Intesa. A esserne convinto è il curatore fallimentare di Opengate, che si è spinto a chiedere un risarcimento “monstre”. In ballo c’è la restituzione di circa 260 milioni di euro; parte della somma è costituita da prestiti a suo tempo concessi dalla banca e parte come risarcimento danni. “Abbiamo individuato elementi di responsabilità, chiediamo al giudice di valutarli”, ha dichiarato il curatore fallimentare Giovanni Golemme. Da parte sua la replica di Banca Intesa è netta: “Non condividiamo affatto la ricostruzione fatta dal curatore, la pretesa ci appare infondata”, ha spiegato una portavoce dell’istituto di credito. Secondo i promotori della causa la banca si sarebbe preoccupata di incassare una serie di crediti, alimentando un illusorio salvataggio di Opengate. L’atto di citazione è stato depositato nei giorni scorsi al tribunale civile di Varese: si annuncia dunque una battaglia legale attorno all’ultima fase di vita del gruppo informatico, il primo ad essere quotato al nuovo mercato ma dichiarato fallito nel novembre del 2003.