1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Bufera trading su titoli di Wall Street scuote la Fed, si dimettono Kaplan e Rosengren

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Federal Reserve sotto tiro con due suoi esponenti che in sequenza hanno annunciato le loro dimissioni in seguito al loro coinvolgimento in controversie per la negoziazione di titoli nel corso del 2020. Robert S. Kaplan, ex dirigente di Goldman Sachs di lunga data, lascerà il suo ruolo di capo della Federal Reserve Bank di Dallas il mese prossimo. Anche Eric S. Rosengren, capo della Federal Reserve Bank di Boston, andrà via 9 mesi prima del previsto.

Kaplan ha riconosciuto la controversia sul trading come motivo della sua partenza. “La Federal Reserve si sta avvicinando a un punto critico della nostra ripresa economica mentre decide il futuro percorso della politica monetaria. Sfortunatamente, la recente attenzione alla mia informativa finanziaria rischia di diventare una distrazione per l’esecuzione di quel lavoro vitale da parte della Federal Reserve”, ha affermato Kaplan in una nota.

Rosengren accelera di nove mesi il suo pensionamento pianificato e nel suo caso ha addotto motivi di salute per la sua partenza anticipata.

Powell pronto a cambiare regole etiche della Fed

Le dimissioni fanno seguito all’annuncio della Fed questo mese che il presidente Jerome H. Powell aveva ordinato una revisione delle regole etiche della banca centrale alla luce delle preoccupazioni che circondano le operazioni. Quando gli è stato chiesto della sua fiducia in Kaplan e Rosengren durante una conferenza stampa la scorsa settimana, Powell ha espresso disappunto per quanto accaduto. “Nessuno del FOMC è felice di trovarsi in questa situazione, di avere queste domande sollevate”, ha detto Powell.

La polemica si è sollevata dopo le rivelazioni del Wall Street Journal secondo cui Kaplan in particolare aveva eseguito operazioni per grandi quantità dollari in società di grandi nomi come Amazon, Apple e Delta Air Lines.

In seguito alle rivelazioni, sia Kaplan che Rosengren hanno affermato che avrebbero venduto le loro azioni per evitare l’apparenza di un conflitto. Sono state sollevate domande perché la Fed ha effettuato acquisti di asset per trilioni di dollari volti ad aiutare il funzionamento dei mercati e ha acquistato obbligazioni societarie da società a grande capitalizzazione tra cui Apple.

Kaplan ha insistito sul fatto di non aver fatto nulla di sbagliato. “Durante il mio mandato, ho aderito a tutti gli standard e le politiche etiche della Federal Reserve”, ha affermato nella sua dichiarazione mensile. “Le mie attività di investimento in titoli e le mie comunicazioni hanno rispettato le regole e gli standard di conformità della banca”.

Tuttavia, il problema ha avuto ripercussioni sulla Fed, con i funzionari che si sono impegnati a rafforzare le regole in modo che tali potenziali conflitti non si ripetano. “Dobbiamo apportare modifiche e lo faremo di conseguenza”, ha detto Powell la scorsa settimana. “Questa sarà una revisione approfondita e completa. Raccoglieremo tutti i fatti e cercheremo modi per rafforzare ulteriormente le nostre regole e i nostri standard”.