1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse europee positive, i rally delle banche spingono Milano

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le indicazioni arrivate da Pechino, a marzo le esportazioni del dragone hanno segnato il primo incremento in nove mesi mettendo a segno un +11,5%, spingono l’azionario di Eurolandia. In corrispondenza del giro di boa il Dax segna un +2,2%, il Cac40 avanza del 2,5% e l’Ibex segna un +2,37%. +1,41% del Ftse100 spinto dal comparto minerario (+3,06% per Glencore, +4,12% di Rio Tinto, +6,11 per Anglo American).

Tonfo invece per Tesco (-5,48%) che nonostante il ritorno all’utile ha registrato un calo dei ricavi da 56,93 a 54,43 miliardi di sterline. Tra gli assicurativi +1,86% per Allianz, nonostante JPM abbia ridotto il rating a “neutral”, e +5,24% di AXA, promossa a “overweight”.

A spingere il listino milanese, il Ftse Mib sale del 3,77% a 18.102, sono gli istituti di credito dopo le rassicurazioni sul piano Atlante. In particolare evidenza Mps (+9,57%), che secondo indiscrezioni dovrebbe cedere Npl per 220 milioni, e l’accoppiata Unicredit-Intesa Sanpaolo (+8,65 e +7,06%) che recupera dopo i cali innescati dai numeri sull’impegno dei due istituti nel Fondo Atlante.