1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse europee deboli, Ibex in controtendenza

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nonostante l’effetto rialzista innescato dalla nomina di Janet Yellen alla guida della Federal Reserve, le borse europee chiudono la seduta con il segno meno. Anche oggi a frenare i listini ci hanno pensato le tensioni in arrivo da Washington dove, al nono giorno di shutdown e con la necessità di alzare il tetto del debito, le posizioni di democratici e repubblicani sono ancora lontane.

Il listino tedesco, il Dax, è sceso dello 0,46% a 8.516,69 punti, il Ftse100 ha perso lo 0,44% a 6.337,91 e il Cac40 è arretrato dello 0,16% a 4.127,05. L’unico segno più è dell’Ibex, salito dell’1,29% a 9.439 punti.

Nel corso della prima parte indicazioni rialziste sono arrivate dal dato relativo la produzione industriale tedesca, salita ad agosto dell’1,4% mensile. Dopo il -1,1% della precedente rilevazione, gli analisti avevano stimato un incremento di un punto percentuale.