1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Bnl chiude il 2004 in rosso, in vendita le attivita’ argentine

QUOTAZIONI Ubi Banca
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Bnl ha archiviato un altro esercizio, il quarto di fila, senza dividendo. Il consiglio di amministrazione di Bnl, che si è riunito ieri a Roma sotto la presidenza di Luigi Abete, ha esaminato i risultati operativi preliminari del gruppo conseguiti nel quarto trimestre 2004 e approvato i criteri per la formazione del bilancio 2004. Ebbene i dati relativi all’ultimo trimestre dell’esercizio 2004 hanno segnato una ulteriore conferma dei miglioramenti in corso, in particolare in termini di crescita di redditività. “Il risultato operativo consolidato sale infatti del 31% circa rispetto a quello del terzo trimestre, raggiungendo i 269 milioni di euro”, si apprende dal comunicato. “Tale risultato è raggiunto grazie ad un incremento del margine di intermediazione di oltre il 10% attestandosi a 756 milioni, pur in presenza di una crescita dei costi operativi prossima all’1,5%”. Mentre il margine di interesse è salito del 5%. Tutto questo però non basta. “Questo significativo risultato operativo, unito alla piena realizzazione degli interventi non ricorrenti a presidio della qualità dell’attivo, induce a prevedere che l’esercizio 2004 chiuda con una lieve perdita netta a livello consolidato”, si apprende dalla nota. Il cda ha inoltre dato anche mandato al direttore generale di finalizzare la cessione della filiale argentina, nonostante le rimostranze dell’imprenditore locale e scio Franco Macrì. Il CdA è stato, infine, informato dell’avvenuta cessione, lo scorso 4 febbraio, dell’intera partecipazione detenuta da Bnl International Investments in Unibanco mediante offerta pubblica di vendita per un controvalore complessivo di circa 43,2 milioni di euro che ha generato una plusvalenza di circa 2,2 milioni di euro sul valore di bilancio a fine 2004.