1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Biden e i prossimi passi: la prima sfida è contenere il Covid e stabilizzare economia Usa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

A inizio mese, dopo la massiccia affluenza alle elezioni presidenziali (il dato più alto in oltre 100 anni), il presidente eletto Joe Biden è arrivato al vertice del Paese, battendo il presidente uscente Donald Trump (che al momento non ha ancora ammesso la sconfitta). I Democratici hanno mantenuto una maggioranza alla house of representatives, pur perdendo qualche seggio. Il controllo del Senato non è però ancora stato deciso e la Georgia ospiterà due ballottaggi per i seggi al Senato.

A qualche distanza di settimane dall’esito delle presidenziali, nel report “Next Steps For President-Elect Biden: Containing Coronavirus And Stabilizing The U.S. Economy” S&P Global Ratings ha provato a gettare lo sguardo oltre. “Crediamo che Biden, nel suo primo anno (e certamente nei suoi primi 100 giorni), si concentrerà sul contenimento del coronavirus e sull’ottenere migliori cure o un vaccino per le famiglie americane – affermano gli analisti dell’agenzia di rating Usa -. Il suo prossimo importante compito sarà quello di aiutare i settori che lottano contro le perdite economiche e chi ha perso il lavoro a causa del virus – in particolare creando posti di lavoro come investimento per il futuro”.

“Supponendo che al Congresso si verifichi una situazione di stallo, molte delle promesse di politica strutturale a lungo termine del Presidente eletto potrebbero non concretizzarsi per qualche tempo – aggiungono ancora gli esperti di S&P -. L’Executive order rappresenta per Biden la modalità per portare avanti molte delle sue iniziative in altri ambiti”. Secondo l’agenzia qualhe margine di cooperazione tra Democratici e Repubblicani potrebbe esserci, nonostante il divario tra i due partiti a Capitol Hill “sia ampio e profondo”. “Ci sono alcune sovrapposizioni in settori come il commercio e la sicurezza nazionale – spiegano nel report -. Ci potrebbe essere una qualche forma di sostegno bipartisan per l’aumento della spesa infrastrutturale, a seconda del progetto”.