1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Rating ›› 

Asia orientale: Banca mondiale, la crescita rallenterà nel 2016 e 2017 a causa della Cina

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La crescita economica dell’Asia orientale e Pacifico in via di sviluppo proseguirà ma a ritmo più lento nei prossimi anni a causa del rallentamento della Cina. Lo prevede la Banca mondiale (World Bank) nel rapporto pubblicato oggi. Secondo le nuove stime, l’economia dell’area dell’Asia orientale dovrebbe rallentare dal 6,5% nel 2015 al 6,3% nel 2016 e al 6,2% nel 2017-18. La previsione riflette il graduale spostamento della Cina verso una economia più sostenibile che dovrebbe crescere del 6,7% nel 2016 e del 6,5% nel 2017, rispetto al 6,9% nel 2015. Questa prospettiva, avverte però la Banca mondiale, è a rischio se i Paesi non proseguiranno sulla strada delle riforme strutturali e non continueranno a dare priorità a politiche monetarie e fiscali che riducano la vulnerabilità. “Lo sviluppo dell’Asia Orientale e Pacifico continua a contribuire fortemente alla crescita globale. L’area ha rappresentato quasi due quinti della crescita globale nel 2015, più del doppio rispetto al contributo combinato di tutte le altre regioni in via di sviluppo “, si legge nel rapporto dlela World Bank.