1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Alitalia, trattative sulla governance. Da Fs il presidente, caccia all’ad: i nomi (Il Sole 24 Ore)

QUOTAZIONI Atlantia
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ieri è partito ufficialmente il tavolo di confronto tra Ferrovie dello Stato e Atlantia, per definire il piano industriale della nuova Alitalia. Le trattative sono volte anche a nominare i vertici e il governo societario. La famiglia Benetton della holding Atlantia, stando a quanto riporta oggi Il Sole 24 Ore, il piano industriale dovrebbe «cambiare profondamente» rispetto a quello preparato da Fs e Delta.

“Per Atlantia il piano è troppo a favore di Delta e di Air France-Klm (di cui Delta ha il 9%, per un valore di 408 milioni di dollari nel bilancio 2018, quasi il quadruplo dei 100 milioni di euro che Delta dovrebbe iniettare nella Nuova Alitalia). I manager di Atlantia dovranno discutere anche con Delta le richieste di avere più voli verso NordAmerica e Asia per sviluppare i ricavi. Altro tema sarà il miglioramento dell’efficienza dell’handling di Fiumicino, Atlantia vorrebbe più tagli. Alcune fonti dicono che parte dell’handling potrebbe essere trasferito ad Aeroporti di Roma, controllata da Atlantia”.

Su chi sarà l’amministratore delegato della nuova Alitalia, una procedura di selezione è stata affidata alla società di cacciatori di teste Egon Zehnder, che spesso lavora con il ministero dell’Economia. Il Sole ha fatto riferimento ad alcuni nomi che circolano da giorni in modo informale:

Sono quelli “di Fabio Lazzerini, direttore commerciale di Alitalia, Stefano Paleari, commissario di Alitalia, Ugo de Carolis, a.d. di Aeroporti di Roma, Roberto Scaramella, partner di Oliver Wyman che ha competenze in aviazione, sta seguendo il lavoro di Fs come advisor industriale, ex a.d. di Meridiana”.

“Le Fs esprimeranno direttamente anche il presidente della Nuova Alitalia. Una figura che avrà anche un ruolo nelle relazioni istituzionali”.