1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Per Alcoa utili migliori del previsto, ma deboli ricavi. Massiccio taglio della forza lavoro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Al via l’earning season statunitense con i conti di Alcoa che non sembrano aver convinto appieno con il titolo sceso con decisione dell’after-hours. Se da un lato i profitti sono andati oltre le attese nonostante la contrazione del 92% rispetto a un anno fa, a deludere sono stati i ricavi scesi ben più delle attese. Il colosso dell’alluminio ha inoltre annunciato ingenti tagli della forza lavoro. 
Alcoa, che come di consueto fa da apripista alla stagione delle trimestrali Usa, ha riportato nel primo trimestre un utile rettificato per azione (EPS) di 0,07 dollari per azione, oltre gli 0,02 dollari indicati dal consensus Bloomberg. I ricavi si sono attestati a 4,95 miliardi di dollari, in calo del 15% anno su anno e sotto i 5,2 mld delle attese degli analisti. La flessione è stata causata dai prezzi bassi dell’alluminio e dal dollaro forte. Alcoa ha ridotto la sua forza lavoro di 600 posizioni nell’unità prodotti e soluzioni ingegneristiche nel primo trimestre e prevede una ulteriore riduzione di 400 posizioni nel 2016. Il colosso dell’alluminio sta valutando anche altri 1000 tagli. Alcoa ha abbassato le sue previsioni per il consumo globale di alluminio per quest’anno e diminuito la sua proiezione circa il deficit di mercato con la crescita della domanda cinese in rallentamento.
L’earning season statunitense è attesa ancora debole sul fronte utili. L’ufficio di ricerca Factset si attende una stagione delle trimestrali statunitensi negativa a causa dei deboli risultati delle imprese del settore energia e di quello finanziario. Le aspettative di Factset sono fissate per una flessione a/a del 9,1% degli utili delle imprese dell’S&P500 nel primo trimestre 2016 (anche le prospettive di Reuters sono per un calo del 10% circa). In caso fossero confermate le aspettative negative sarebbe il quarto trimestre consecutivo con utili in flessione, evento che non si riscontrava dal periodo 4T 2008 – 3T 2009 (nel pieno della crisi finanziaria).