Tenaris: la risalita verso le resistenze a 14,60 euro potrebbe offrire nuovi spunti per il medio termine

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dall’analisi del daily chart di Tenaris emerge un quadro tecnico in miglioramento nel breve periodo, ma con un’impostazione ancora ribassista nel medio/lungo. Le quotazioni infatti, dopo aver testato il supporto statico a quota 13,45 euro con la candela del 5 maggio scorso, hanno intrapreso una veloce risalita che le ha portate al confronto con gli ex supporti di area 14,50-14,60 euro. A tal proposito, è rilevante la tenuta del supporto dinamico disegnato sul grafico con i top del 16 e 22 novembre 2016, attualmente transitante in area 13,50 euro.

 

Adesso rimane da valutare il comportamento del prezzo del titolo al confronto con le resistenze (ex supporti) prima citate. In caso di rottura di questo livello, confermata in chiusura, il titolo potrebbe subire una rapida accelerazione con obiettivo a 15 euro. In caso di respinta, invece, i corsi potrebbero seguire l’andamento discendente di medio periodo e tornare ad appoggiarsi al livello psicologico a 14 euro. La mancata tenuta di questo livello potrebbe determinare ulteriori flessioni lungo la linea di tendenza descritta in precedenza e fino a riportarsi verso il supporto statico di lungo periodo posto nei pressi di quota 13,45 euro. Pertanto, gli investitori che volessero implementare strategie short potrebbero effettuare ingressi in vendita su nuovi test della resistenza statica a quota 14,60, con stop loss a 14,84 e target price 14 e 13,50 euro.


Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eurostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!


Commenti dei Lettori