Mediaset, oltre 6,10 un segnale positivo per il mercato

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il primo mese di contrattazioni del 2008 ha riservato amare sorprese per il titolo Mediaset, con un ribasso che, fino ai minimi dell’11 febbraio, si è aggirato intorno ai 20 punti percentuali. Sono proprio tali minimi però, individuabili a quota 5,42/40 e toccati due volte nel giro di un mese, a fornire una possibile base per un recupero delle quotazioni che vada oltre il rimbalzo messo a segno finora che ha consentito al titolo di avvicinare la resistenza a 6,10 euro. La sua violazione, sostenuta da incremento di volumi e confermata in chiusura di seduta darebbe al mercato un segnale positivo sul titolo, mettendo fine al trend ribassista di breve, con spazi di prosecuzione del rialzo in direzione della trendline ribassista discendente dal gennaio 2007 e della resistenza statica di quota 6,45 dove Mediaset potrebbe prendere fiato. Posizioni al rialzo potrebbero essere aperte sulla rottura confermata di quota 6,10 euro, con stop loss a 5,90. Un nuovo indebolimento di Mediaset potrebbe condurre, al contrario, a un nuovo test del suddetto supporti di area 5,42/40, previa rottura del livello intermedio in area 5,80. La violazione al ribasso di 5,42/40 sarebbe un segnale decisamente negativo con obittivo del movimento a 4,75 euro.


Operatività: possibile apertura posizioni long sopra quota 6,10 confermata in chiusura con stop loss in area 5,90 e obiettivi 6,22 e 6,45. Nuove posizioni short su violazione al ribasso di 5,42/40.


Alessandro Piu


Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eurostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!


Commenti dei Lettori