Analisi tecnica su Intesa Sanpaolo e Deutsche Bank

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Intesa Sanpaolo

Intesa Sanpaolo ha un’impostazione grafica rialzista che è stata confermata ieri con il superamento del livello statico a 2,33 euro. Il prossimo ostacolo verso l’alto è rappresentato dalla resistenza a 2,42 euro, che coincide con la parte bassa del gap down che si era formato a fine febbraio 2020 per la crisi covid. Con il break di tale livello in forza il titolo potrebbe spingersi fino a 2,50 euro, andando così a chiudere il gap. Il target invece più ambizioso sono i massimi pre-covid a 2,63 euro, toccati il 18 febbraio 2020. Al ribasso, invece, la rottura del supporto di breve a 2,33 euro, dove passa anche la trend line rialzista di medio periodo costruita sui minimi di novembre e aprile, potrebbe generare delle prese di profitto con target 2,11 e 2,06 euro.

Deutsche Bank

Deutsche Bank ha dato una dimostrazione di forza staccando con un ampio gap up il livello 10,16 euro con la candela long day ad alta volatilità che ha portato il titolo fin sopra quota 11 euro. Dopo aver toccato il massimo a oltre 3 anni a 11,77 euro è scattata qualche presa di beneficio che potrebbe provocare una fase di correzione più mercata alla rottura del supporto a 11 euro. I successivi target si collocano a 10,56 e 10,16 euro, area di prezzo dove passa anche la trend line rialzista di medio periodo costruita sui minimi di settembre e febbraio. Al rialzo, invece, bisognerà attendere almeno il superamento di 11,68 euro per un nuovo assalto ai massimi di periodo in area 12 euro e poi target a salire.


Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eurostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!