Analisi tecnica su Ferrari e Stellantis

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ferrari

Ferrari è in via di miglioramento dal punto di vista tecnico. Il titolo è riuscito a riportarsi sopra la media mobile 200 periodi accorciando poi le distanze dalla resistenza a 178 euro. Questo rimane il livello da superare per proseguire al rialzo verso i successivi target a 183 e 186 euro, ultimo ostacolo che separa Ferrari dai massimi storico del 4 gennaio a 191 euro. Al ribasso, invece, il primo supporto si colloca in area 172 euro, che coincide con la parte passa del gap down che si era formato tra le sedute del 11 e 14 giugno scorso e dove passa la media mobile. La rottura di tale livello darebbe sfogo ai ribassisti con primo target 169 euro e poi a scendere la trend line rialzista di lungo periodo avviata dai minimi di aprile 2020 e confermata a marzo di quest’anno.

Stellantis

Quadro grafico positivo per il titolo Stellantis che prosegue la scalata tenendosi ancora lontano dalla trend line rialzista di lungo periodo costruita sui minimi di marzo e settembre dello scorso anno. Dopo aver toccato il massimo storico a 17,55 euro lo scorso 8 giugno, sono scattate le prime prese di beneficio che hanno portato il titolo fino a test di area 15 euro, livello di supporto che per il momento ha tenuto. Una chiusura sotto 15 euro darebbe un segnale di debolezza con primo target 13,75 euro e poi a scendere 12,54 euro, il ritracciamento di Fibonacci del 38,2% (di tutto l’uptrend avviato a marzo 2020). In questa fascia di prezzo transita anche la media mobile 200 periodi. Al rialzo, invece, si dovrà attendere almeno un recupero di 16 euro per tentare un nuovo assalto ai precedenti massimi in area 17,55 euro.


Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eurostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!