Ce la posso fare? - Pagina 8
Grecia, New York o Maldive: quanto accantonare ogni mese per la vacanza dei sogni e quanto si risparmia investendo tali somme
Tento di vacanze per milioni di italiani chiamati a scontrarsi con il problema budget. Le ferie estive, qualunque sia la meta, rappresentano probabilmente la spesa extra più importante ogni anno. …
Piazza Affari archivia luglio con una giornata no, balzo PIL non basta. Debacle di Enel e Saipem dopo i conti
Finale di ottava sottotono per Piazza Affari in una giornata cadenzata dal newsflow legato ai conti trimestrali e al riaccendersi della miccia M&A tra le banche con l’avvio dei colloqui …
L’Italia di Draghi corre il doppio del previsto, PIL fa nettamente meglio di Germania e Francia. Rischio frenata in mesi autunnali con variante delta
Sorpresa positiva dal Pil dell'Italia che nel secondo trimestre ha accelerato più del previsto, dando un segnale incoraggiante riguardo la ripresa economica in atto dopo un inizio 2021 in lieve …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #71

    Data Registrazione
    Apr 2018
    Messaggi
    94
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    81 Post(s)
    Potenza rep
    858997
    Citazione Originariamente Scritto da Raekon Visualizza Messaggio
    Concordo. Quell’utente non scrive né accede più al sito dal 2008. Non voglio pensare al peggio, speriamo stia bene e abbia semplicemente deciso di smettere. Quello che è certo è che è un bel monito alle generazioni future che si affacciano al mondo della borsa. MAI esagerare, MAI correre rischi eccessivi. Se non si sa esattamente quello che si sta facendo e i rischi che si stanno correndo NEL DETTAGLIO, anche nei casi più improbabili, non fare nulla. Nel dubbio, attenersi all’operatività più elementare. NO marginazione, NO prodotti a leva, NO short selling, NO eccessiva concentrazione su singole posizioni. Anche così si può rimanere scottati, solo di azioni e obbligazioni long. Ma di sicuro qualcosa in tasca vi rimarrà. La storia è fatta per imparare dagli errori e dai sacrifici del passato, quando pensate di poter entrare sui mercati e fare una rendita col trading, pensate che per una persona che ce l’ha fatta, una ha perso tanti, spesso troppi soldi. È un mondo fatto di euforia quando si guadagna e depressione/sconforto più totale quando si perde. State attenti, e rischiate solo quello che potete permettervi di rischiare. SEMPRE.
    Ciao, quale piattaforma consigli di utilizzare per simulare l'acquisto di azioni italiane e straniere, Etf, Fondi, ecc... per vedere senza utilizzare soldi reali, quanto si perde o guadagna in base all'andamento reale dei mercati?

    Per l'acquisto reale di azioni, Etf e Fondi, quale banca consigli? Esistono banche o piattaforme che hanno costi di negoziazione delle azioni bassi o nulli?

    Quali sitiweb offrono buoni spunti operativi e news?

  2. #72
    L'avatar di karl1
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Messaggi
    33,312
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    8310 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Un consiglio non tecnico ma psicologico; se si decide di tradare con 10.000 € e si vuol vedere in quanto tempo si è capaci di demolire il capitale:
    in caso di gain ritirare in contanti la vincita o almeno la metà, aiuta a capire che si opera con soldi veri e quando si saranno fatti fuori i 10.000 € almeno rimarrà qualcosa per consolarsi.

  3. #73
    L'avatar di Winsconsin
    Data Registrazione
    May 2010
    Messaggi
    2,271
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    257 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da karl1 Visualizza Messaggio
    Parole sante.
    Sono anche in grado di dare cattivo esempio.
    Trade banale , con ingresso secondo TS, uscita da *****, il TS dice di lasciar correre dato l'andamento del supertrend(avevo raggiunto il target ma non è una giustificazione)

    Allegato 2763830


    Il fattore emotivo è impossibile da razionalizzare interamente.
    perchè non aspettare che il prezzo sia sopra le medie e st?
    ciao karl

  4. #74

    Data Registrazione
    Jan 2021
    Messaggi
    23
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    18 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Sputnik_1 Visualizza Messaggio
    Sinceramente non ho capito il paragone con SP500. Se vuoi mollare il tuo lavoro per migliorare la qualità della vita considera che tradare per vivere è, potenzialmente, un'attività molto più stressante di qualunque lavoro stipendiato.
    Sputnik, che tradare sia difficile nel senso che può non dare i risultati sperati per campare pienamente daccordo. Ma quanto indicato da Ognigiorno riesco a capirlo bene perchè sono nella stessa identica situazione e sto pianificando la mie dimissioni con una esperienza molto alta nel mio settore ma senza nessun paracadute, se non un gruzzolo da parte.
    La forza della disperazione in certi contesti lavorativi come quello di Ognigiorno è così alta che preferisci lanciarti nel buio pur di non continuare con quello stillicidio sulla tua vita, sempre più inutile e sempre più relegata ad ordini di chi non ci capisce una mazza e con la faccia sul PC dalle 8.45 alle 19.30. Questa non è "vita" questa è schiavitù. E per liberarsi si è disposti a qualsiasi cosa. Non parliamo poi della bulimia lavorativa dovuta allo smart working, una beffa senza precedenti in c... al lavoratore senza il controllo di nessuno (quando sentite parlare di diritto alla disconnessione e cazz.te del genere non credeteci).

    A disposizione per qualsiasi argomentazione.

  5. #75

    Data Registrazione
    Jan 2021
    Messaggi
    23
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    18 Post(s)
    Potenza rep
    0
    A proposito.. date un consiglio anche a me

    Sono investito per il mio 20% del capitale in VWCE e CSSPX. Vorrei investire un altro 20% diversificando dall'azionario. Periodo 10 anni.
    Sento parlare sempre di diversificare il portafogli in bond e obbligazioni, ma ogni volta che guardo l'andamento dei classici etf in questione vedo che essi sono in perdita da mesi o nel migliore dei casi a rendimento zero. Quello che penso ogni volta è "se devo avere rendimenti negativi o zero a questo punto li tengo liquidi o in un conto deposito".

    Cosa mi perdo? Vorrei diversificare in qualcosa che rende anche poco ma a basso rischio rispetto al CSSPX.

    Grazie.

  6. #76
    L'avatar di pimpernel
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    834
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    181 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da daigs Visualizza Messaggio
    Sputnik, che tradare sia difficile nel senso che può non dare i risultati sperati per campare pienamente daccordo. Ma quanto indicato da Ognigiorno riesco a capirlo bene perchè sono nella stessa identica situazione e sto pianificando la mie dimissioni con una esperienza molto alta nel mio settore ma senza nessun paracadute, se non un gruzzolo da parte.
    La forza della disperazione in certi contesti lavorativi come quello di Ognigiorno è così alta che preferisci lanciarti nel buio pur di non continuare con quello stillicidio sulla tua vita, sempre più inutile e sempre più relegata ad ordini di chi non ci capisce una mazza e con la faccia sul PC dalle 8.45 alle 19.30. Questa non è "vita" questa è schiavitù. E per liberarsi si è disposti a qualsiasi cosa. Non parliamo poi della bulimia lavorativa dovuta allo smart working, una beffa senza precedenti in c... al lavoratore senza il controllo di nessuno (quando sentite parlare di diritto alla disconnessione e cazz.te del genere non credeteci).

    A disposizione per qualsiasi argomentazione.
    Tra il salto nel buio del trading senza esperienza e il lavoro senza sbocchi ne paracadute, ci sarebbe anche posto per una via di mezzo, il trading mentre si lavora. Mantieni il lavoro, guadagno sicuro, e nel frattempo ti cimenti con il trading senza l'ansia (terribile) di dover per forza portare a casa la pagnotta ogni giorno, pena l'erosione del capitale. Se dopo qualche anno le cose funzionano potrai prendere decisioni con maggiore tranquillità. Lo Smart Working è un'occasione senza precedenti per farlo...

  7. #77
    L'avatar di vitoandolini
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    8,098
    Mentioned
    26 Post(s)
    Quoted
    2788 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da daigs Visualizza Messaggio
    Sputnik, che tradare sia difficile nel senso che può non dare i risultati sperati per campare pienamente daccordo. Ma quanto indicato da Ognigiorno riesco a capirlo bene perchè sono nella stessa identica situazione e sto pianificando la mie dimissioni con una esperienza molto alta nel mio settore ma senza nessun paracadute, se non un gruzzolo da parte.
    La forza della disperazione in certi contesti lavorativi come quello di Ognigiorno è così alta che preferisci lanciarti nel buio pur di non continuare con quello stillicidio sulla tua vita, sempre più inutile e sempre più relegata ad ordini di chi non ci capisce una mazza e con la faccia sul PC dalle 8.45 alle 19.30. Questa non è "vita" questa è schiavitù. E per liberarsi si è disposti a qualsiasi cosa. Non parliamo poi della bulimia lavorativa dovuta allo smart working, una beffa senza precedenti in c... al lavoratore senza il controllo di nessuno (quando sentite parlare di diritto alla disconnessione e cazz.te del genere non credeteci).

    A disposizione per qualsiasi argomentazione.
    E' un ottimo motivo il tuo per andarsene via da, ma non per provare con il trading. Ci sono infinite professioni, attività con mortalità molto più bassa che non il trading.
    Meglio, se vuoi provare in demo nessun problema, apri con un broker, ti studi bene bene analisi tecnica piuttosto che quello che ti pare e vedi come va. Se già non riesci in virtuale, perchè dovresti andare a perdere soldi in reale?

  8. #78
    L'avatar di ciroascarone
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Messaggi
    21,093
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    4103 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da OgniGiorno Visualizza Messaggio
    Dilemma esistenziale:
    Il mio lavoro mi drena energie e tempo prezioso e lo faccio pure malvolentieri. Interesse poco o nullo. Sono il topino che gira nella ruota alla mercè della società e dei capi. Non ci sono orari, tutto è urgente, lo stress è alto.

    Per eguagliare il mio stipendio dipendente devo realizzare 1.5% netto al mese sul mio capitale.
    È un target ambizioso o fattibile se uno si applica?
    Perlomeno farei un'attività che mi interessa e gestirei meglio la mia vita.

    Grazie a chi vorrà darmi un parere.
    cioè circa il 20% all' anno per sempre in media...direi che hai lo 0,00000000000000000000000000000000000000 0000000000000000000000000000000000000000 0000000000000000000000000000000000000000 000000000000000000000000000000000001% di riuscirci....non conosco nessuno in grado di farlo...forse solo il fondo reinassance di simmons....se hai una laurea stem e conosci alla perfezione il calcolo stocastico differenziale ed integrale e la finanza quantitativa applicata può essere che dopo 5-6 anni di studio forsennato (8-10 ore gg davanti al monitor a cercare di capire come si muovono pochi mercati per catturarne inefficienze modellabili e traducibili in trading systems) se hai stoffa per il mestiere un 10 % netto con sharpe idex >1 forse riesci a tirarlo fuori...ilo che significa che se adesso guadagni 25 k netti all' anno ti ci vuole almeno un capitale di 250-300 interamente dedicato al trading per tirarci fuori lo stesso stipendio ( senza contare che non hai alcuna pensione , se ti ammali e non puoi più tradare sono guai ...quindi direi che il capitale di partenza sale almeno a 400 k per avere un minimo di margine di sicurezza )...credo, anche dalle risposte che hai ricevuto da altri utenti esperti, che il tuo dubbio amletico sia stato ampiamente emendato
    Ultima modifica di ciroascarone; 01-05-21 alle 23:45

  9. #79
    L'avatar di ciroascarone
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Messaggi
    21,093
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    4103 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da OgniGiorno Visualizza Messaggio
    Questo è chiaro altrimenti sarebbero tutti ricchi in giro.

    Il mio quesito originale è: per un trader che sa quel che fa 1,5% al mese è fattibile?
    Io credo che i trader bravi facciano di più, mentre i top fanno molto di più
    la % di performance annua dice poco o nulla se non standardizzata per il rischio ( sharpe index)...magari sei un genio potenzialmente in grado di fare le % cui aspiri tu , ma per arrivarci devi prendere grossi rischi e sfiorare l' infarto..ti scoppiano le coronarie presto...capisci che un 15% con varianza annua del 20% vale meno di un 7% con varianza annua del 5%

  10. #80
    L'avatar di ciroascarone
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Messaggi
    21,093
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    4103 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da Punto 69 Visualizza Messaggio
    scrivo qualcosa contro il trading, visto che sembra spesso una cosa piacevole

    ho anch'io la passione della finanza/economia, quando ho fatto la vita da trader, lavoravo di più di quando ero dipendente stipendiato e non staccavo mai, quindi sono ritornato alla vita da dipendente stipendiato visto che assorbe meno energia e mi da meno preoccupazioni, probabilmente non mi piace vivere solo di trading/investimenti

    passare buona parte della vita davanti ad un monitor non mi entusiasma molto sinceramente, ascolto spesso trader o investitori che dicono sia il lavoro più bello del mondo, per loro deve essere proprio cosi perchè sono sempre connessi, fanno operazioni in quasiasi orario della giornata, secondo me hanno bisogno della adrenalina che può dare questo lavoro
    può essere vero, dipende dall' esoperieza personale e dal metodo di lavoro...personalmente credo che per arrivare a barcamenarsi nel trading (cioè tirarci fuori uno stipendio decente con un capitale di partenza ragionevole assumendo rischi ragionevoli che limitino in maniera notevle la possibilità sempre esistente di essere spazzati via dal mercato) siano necessarie una quantità di studio, di dedizione e di conoscenze nettamente superioria quelle ad esempio necessarie per conseguire una laurea pesante (matematica fisica ingegneria statistica ecc..)...questo tanto per capire a cosa ci si deve preparare ad andare in contro....una volta raggiunte le conoscenze di base necessarie il lavoro deve essere il meno stressante possibile altrimenti si impazzisce e si viene rapidamente distrutti dal mercato...il trading positivo nel lungo periodo è un attività ripetitiva , poco faticosa, molto noiosa e monotona, il lavoro più grigio, abitudinario monotono e privo di emozioni che si possa immaginare, si inseriscono gli ordini stabiliti dai sistemi o meglio ancora si demanda l' inserimento automatico alla piattaforma e ci si limita a controllare che gli ordini vengano eseguiti come previsto..stop, vincere o pedere il singolo trade conta nulla, si deve essere preparati ad affontare sequele di 5-7-10 trade perdenti e vincenti consecutivi (rare ma possono capitare anche con la più ampia diversificazione di sistemi e mercati) con lo stesso tipo di stato d' animo neutro del' impegato statale che sbriga la sua pratica ...fare il geometra al catasto dovrebbe essere molto più esaltante del mandare avanti un' attività di trading rodata...questa è la mia esperienza..trading profittevole nel lungo periodo e stress ed emozoni forti positive e negative sono ossimori come l' estate fredda di pascoliana memoria...non esiste stress nel trading profittevole di lungo periodo

Accedi