Alcune domande su DIRECTA (vol. III) - Pagina 37
Materie prime all’inizio di un superciclo? Transizione energetica è un grande catalyst. L’importanza di diversificare
Il superciclo delle materie prime è un concetto esaltante per gli investitori in commodity: questo termine si usa per indicare un rialzo che potrebbe durare per molti anni. Lo si …
Toyota affila le armi per sfida elettrica a Tesla e Volkswagen. Radar anche su ‘mobilità per tutti’ con le mini EV
Anche Toyota si getta nell'affollata mischia per il predominio futuro nel mercato delle auto elettriche. Al Salone dell'Autodi Shanghai ha fatto la sua comparsa una versione concept della Toyota bZ4X, …
Black Sunday per il cripto universo: tonfo -20% per Bitcoin Ethereum & Co. Ma oggi si riparte, c’entra mossa Goldman Sachs?
Un mal di testa post sbornia per chi scommette al rialzo sulle criptovalute. E che sbornia, si potrebbe dire, visto che l'euforia scatenata dallo sbarco di Coinbase sul Nasdaq ha …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #361
    L'avatar di merlin8121
    Data Registrazione
    Feb 2017
    Messaggi
    2,034
    Mentioned
    26 Post(s)
    Quoted
    1073 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da PiElle Visualizza Messaggio
    Al momento, utilizzo due conti per il trading. Due banche valide, ma che non sono particolarmente indicate e/o specializzate per il trading. Mi riferisco a BNL (gruppo BNP Paribas) e Widiba. Con entrambe, per i mercati USA, si pagano 10 €.
    Altri due esempi delle commissioni ridicole che continuano a far pagare le banche ed i broker ita per negoziare il mercato USA, . Dall'esempio che ho fornito io dove la media non arriva a 3 dollari ad eseguito a 9 usd / 10 euro ed anche peggio c'è un abisso che dovrebbero iniziare a ridurre.

  2. #362
    L'avatar di genioarcipelago
    Data Registrazione
    Sep 2001
    Messaggi
    53,772
    Mentioned
    21 Post(s)
    Quoted
    2199 Post(s)
    Potenza rep
    42949692
    Citazione Originariamente Scritto da didibongo2 Visualizza Messaggio
    ISHARES JPMOR s EM BOND EU HED Ven. E5713131041097 89,07 EUR 8 712,56 -5,00
    Rit. Etf - EMBE E5713131041097 -6,29

    Buonasera. Questo sopra è il rendiconto dell'operazione da me effettuata.
    Per cortesia qualcuno mi sa dire a quale voce di spesa si riferisce la trattenuta di 6,90 euro?
    Ringrazio anticipatamente chi vorrà rispondere
    Scritta così ci vorrebbe un indovino.

  3. #363

    Data Registrazione
    Nov 2006
    Messaggi
    14,224
    Mentioned
    111 Post(s)
    Quoted
    6317 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da merlin8121 Visualizza Messaggio
    Ps: il paragone lo faccio con Directa dal momento che ho sempre avuto il conto con Directa, ma cmq sebbene Directa sia leggermente più economica degli altri, la differenza fà ridere se comparata con IB o Degiro. Se il problema è la rendicontazione in amministrato, che adeguino le commissioni almeno in dichiarativo... se fosse questo il problema.
    Non voglio certo "difendere" Directa o aprire un flame, Merlino, anche perché su molti aspetti sono d'accordo con te, tra l'altro mi sei sempre sembrato un utente competente e disponibile.
    A tutti piacerebbe avere un broker che ha le commissioni tra le più basse su tutti i mercati, ma non è possibile.
    Un confronto corretto non va ovviamente fatto tra chi offre il regime amministrato e quello dichiarativo, cioè praticamente tutti, ma tra tutti i broker che hanno sede legale in Italia ed operano sul mercato Usa. E poi diciamolo...il confronto tra Directa ed il più grande broker del mondo specializzato sui mercati Usa è certamente impari.

    Punti di forza di Directa sono:

    - commissioni "basse" nel contesto italico, 9$ sono ad oggi 7,46€ ad eseguito, cosa c'è di meglio? Forse solo Fineco se hai qualche milione di euro sul conto o fai 2500€ di commissioni al mese
    - possibilità di usare ECN ed avere il relativo rebate¹
    - avere l'euro come valuta di base e poter cambiare continuamente eur/usd e viceversa usando i tassi Bloomberg senza maggiorazioni sul cambio²

    Chiaro se un italiano vuole operare saltuariamente sui mercati Usa e cambia spesso operatività tra mercati in euro e quelli in dollari difficilmente trova qualcosa di meglio.
    Per chi opera con una certa frequenza sui mercati Usa e trova conveniente pagare il commercialista che gli calcola i capital gain, ivafe e quant'altro, sicuramente ci sono soluzioni migliori come evidenzi anche tu.
    Non possiamo che sperare delle riduzioni di commissioni su Directa, temo solo che se i clienti non operano abbastanza su questi mercati allora campa cavallo...
    Per i motivi di cui sopra posso concludere che se broker esteri offrono decisamente di meglio rispetto a Directa, questa nel contesto italiano risulta comunque tra le più convenienti, per cui ha interese economico a mantenere le commissioni così come sono. A noi la scelta.

    ¹ mi sono sempre chiesto se gli ECN non abbiano comunque delle commissioni implicite maggiori di eventuali commissioni implicite dei market maker
    ² ed anche qui ci vorrebbe esperienza per capire se il tasso Bloomberg senza commissioni è effettivamente più conveniente del tasso applicato da Interactive Brokers che prevede una maggiorazione dello 0,20% ad ogni cambio di divisa

  4. #364
    L'avatar di lastrico
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    6,049
    Blog Entries
    22
    Mentioned
    60 Post(s)
    Quoted
    3604 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da Lupak Visualizza Messaggio
    Non voglio certo "difendere" Directa o aprire un flame, Merlino, anche perché su molti aspetti sono d'accordo con te, tra l'altro mi sei sempre sembrato un utente competente e disponibile.
    A tutti piacerebbe avere un broker che ha le commissioni tra le più basse su tutti i mercati, ma non è possibile.
    Un confronto corretto non va ovviamente fatto tra chi offre il regime amministrato e quello dichiarativo, cioè praticamente tutti, ma tra tutti i broker che hanno sede legale in Italia ed operano sul mercato Usa. E poi diciamolo...il confronto tra Directa ed il più grande broker del mondo specializzato sui mercati Usa è certamente impari.

    Punti di forza di Directa sono:

    - commissioni "basse" nel contesto italico, 9$ sono ad oggi 7,46€ ad eseguito, cosa c'è di meglio? Forse solo Fineco se hai qualche milione di euro sul conto o fai 2500€ di commissioni al mese
    - possibilità di usare ECN ed avere il relativo rebate¹
    - avere l'euro come valuta di base e poter cambiare continuamente eur/usd e viceversa usando i tassi Bloomberg senza maggiorazioni sul cambio²

    Chiaro se un italiano vuole operare saltuariamente sui mercati Usa e cambia spesso operatività tra mercati in euro e quelli in dollari difficilmente trova qualcosa di meglio.
    Per chi opera con una certa frequenza sui mercati Usa e trova conveniente pagare il commercialista che gli calcola i capital gain, ivafe e quant'altro, sicuramente ci sono soluzioni migliori come evidenzi anche tu.
    Non possiamo che sperare delle riduzioni di commissioni su Directa, temo solo che se i clienti non operano abbastanza su questi mercati allora campa cavallo...
    Per i motivi di cui sopra posso concludere che se broker esteri offrono decisamente di meglio rispetto a Directa, questa nel contesto italiano risulta comunque tra le più convenienti, per cui ha interese economico a mantenere le commissioni così come sono. A noi la scelta.

    ¹ mi sono sempre chiesto se gli ECN non abbiano comunque delle commissioni implicite maggiori di eventuali commissioni implicite dei market maker
    ² ed anche qui ci vorrebbe esperienza per capire se il tasso Bloomberg senza commissioni è effettivamente più conveniente del tasso applicato da Interactive Brokers che prevede una maggiorazione dello 0,20% ad ogni cambio di divisa
    Di recente Oval Money (app per investimenti) ha annunciato l'introduzione del regime amministrato per chi lo desidera, al costo di $9,99 annui. Sarei disposto a riconoscere la stessa somma agli intermediari italiani in amministrato. Ma le commissioni USA dai 9 dollari in su (e in effetti Directa è la meno peggio come commissioni, oltre ad avere altri pregi) da cosa sono giustificate se non dalla artificiale limitazione della concorrenza? In questo periodo sto pagando $3,95 con Fineco grazie a una promozione (botta di c...!). Dubito che ci rimettano. Ovviamente non ne faccio una questione moralistica, l'impresa deve far quadrare i bilanci anzi fare profitti. Però va detto: c'è tutto un mondo intorno a noi, con vantaggi e svantaggi (neanche Interactive Brokers e DeGiro sono perfette, nessuno lo è), a cui l'utente italiano non può nemmeno affacciarsi, normalmente, perché il fisco non glielo permette, avendo congegnato un sistema talmente complicato per i clienti degli intermediari non sostituto d'imposta che solo l'idea di doverlo affrontare fa preferire i "nostrani" anche quando esosi e inefficienti (e, concordo, Directa ne approfitta meno di altri).
    Quindi hai ragione: non possiamo mettere insieme nel confronto intermediari in amministrato e in dichiarativo. Non possiamo perché di fatto ci viene impedito.

    Quanto al cambio Eur-Usd, avevo cercato informazioni su Interactive Brokers, mi risultava che applicano un cambio forex con spread di pochi pip (costo minimo 2$, ma non devi cambiare ogni volta). Se però hai notizie diverse devo aggiornare la tabella. Sarei curioso anch'io di capire meglio il "tasso Bloomberg" applicato da Directa.
    Ultima modifica di lastrico; 28-02-21 alle 01:01

  5. #365

    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    1,038
    Mentioned
    12 Post(s)
    Quoted
    870 Post(s)
    Potenza rep
    17412835
    Sto valutando molti broker in questo periodo anche esteri ma mi accorgo che in quelli esteri seppur con commissioni molto inferiori ci si va comunque a incasinare con le leggi fiscali di quel paese e il nostro dovendo dichiarare poi tutto manualmente. Con Directa almeno si può andare col regime amministrativo nonostante alcune commissioni siano un po' eccessive e forse è l'unico Broker Italiano affidabile.

    Però mi domando una cosa sull'aspetto contrattuale. Qualcuno di voi ha letto in modo approfondito il contratto di Directa?
    Io si e alcune clausole sono un po' a nostro svantaggio come la clausola in cui è indicato che la marginatura può cambiare anche durante la giornata e con operazioni in corso. In oltre bisogna accettare che in caso di blocchi dek sistema i ritardi degli ordini Directa declina ogni sua responsabilità.
    Più o meno quasi tutti i Broker hanno queste clausole diciamo svantaggiose per noi.
    A voi sono mai capitati con Directa dei cambi di margine con ordini in corso? O disguidi nella piattaforma recandovi un danno o uno svantaggio nell'operare?
    Son curioso di sapere come vi siete comportati voi e come di è comportata Directa in questi casi.

  6. #366
    L'avatar di ValterV
    Data Registrazione
    Mar 2016
    Messaggi
    558
    Mentioned
    13 Post(s)
    Quoted
    450 Post(s)
    Potenza rep
    24538421
    Citazione Originariamente Scritto da didibongo2 Visualizza Messaggio
    ISHARES JPMOR s EM BOND EU HED Ven. E5713131041097 89,07 EUR 8 712,56 -5,00
    Rit. Etf - EMBE E5713131041097 -6,29

    Buonasera. Questo sopra è il rendiconto dell'operazione da me effettuata.
    Per cortesia qualcuno mi sa dire a quale voce di spesa si riferisce la trattenuta di 6,90 euro?
    Ogni volta che faccio un'operazione con Directa, mi arriva via mail una Nota informativa con tutti i dati. Di solito lì si capisce il motivo di ogni voce.

    Poiché è una vendita, potrebbe trattarsi della tassazione del 26% sul capital gain (plusvalenza). Ma in genere questo calcolo viene fatto il giorn dopo, non subito.

  7. #367
    L'avatar di genioarcipelago
    Data Registrazione
    Sep 2001
    Messaggi
    53,772
    Mentioned
    21 Post(s)
    Quoted
    2199 Post(s)
    Potenza rep
    42949692
    Citazione Originariamente Scritto da ValterV Visualizza Messaggio
    Ogni volta che faccio un'operazione con Directa, mi arriva via mail una Nota informativa con tutti i dati.
    Valter
    devo essermi perso qualcosa...
    una nota informativa via mail l'ho mai sentita...

    allora dovrei averne ricevute 543.000 pressapoco...
    mai viste però.

  8. #368
    L'avatar di franzl-2
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Messaggi
    5,958
    Mentioned
    19 Post(s)
    Quoted
    1691 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da genioarcipelago Visualizza Messaggio
    Valter
    devo essermi perso qualcosa...
    una nota informativa via mail l'ho mai sentita...

    allora dovrei averne ricevute 543.000 pressapoco...
    mai viste però.
    vuol solo dire che non hai abilitato di ricerverne una Mail, se si vuole si riceve una Mail ad ogni ingresso...

    si vede che pure tu non sai tutto.....io so forse 1/10 di quello che si po fare con Directa....
    ne ho nel portafoglio un Certificato VW che Directa mi segna + 5 % mentre in realta a me mi risulta + 50 % lo ho preso sulle 970 euro 1000 Pezzi adesso quota sulle 1480 Euro ....
    trovo strano che ci sono questi errori....

  9. #369
    L'avatar di merlin8121
    Data Registrazione
    Feb 2017
    Messaggi
    2,034
    Mentioned
    26 Post(s)
    Quoted
    1073 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da Lupak Visualizza Messaggio
    Non voglio certo "difendere" Directa o aprire un flame, Merlino, anche perché su molti aspetti sono d'accordo con te, tra l'altro mi sei sempre sembrato un utente competente e disponibile.
    A tutti piacerebbe avere un broker che ha le commissioni tra le più basse su tutti i mercati, ma non è possibile.
    Un confronto corretto non va ovviamente fatto tra chi offre il regime amministrato e quello dichiarativo, cioè praticamente tutti, ma tra tutti i broker che hanno sede legale in Italia ed operano sul mercato Usa. E poi diciamolo...il confronto tra Directa ed il più grande broker del mondo specializzato sui mercati Usa è certamente impari.

    Punti di forza di Directa sono:

    - commissioni "basse" nel contesto italico, 9$ sono ad oggi 7,46€ ad eseguito, cosa c'è di meglio? Forse solo Fineco se hai qualche milione di euro sul conto o fai 2500€ di commissioni al mese
    - possibilità di usare ECN ed avere il relativo rebate¹
    - avere l'euro come valuta di base e poter cambiare continuamente eur/usd e viceversa usando i tassi Bloomberg senza maggiorazioni sul cambio²

    Chiaro se un italiano vuole operare saltuariamente sui mercati Usa e cambia spesso operatività tra mercati in euro e quelli in dollari difficilmente trova qualcosa di meglio.
    Per chi opera con una certa frequenza sui mercati Usa e trova conveniente pagare il commercialista che gli calcola i capital gain, ivafe e quant'altro, sicuramente ci sono soluzioni migliori come evidenzi anche tu.
    Come ho scritto sopra, il confronto ci può stare tutto, dal momento che Directa si offre il regime dichiarativo. Se la differenza tariffaria dipendesse da questo, potrebbero differenziare le tariffe... ma evidentemente non è cosi. Dipende esclusivamente dal fatto che non c'è una vera concorrenza tra i diversi broker/banche ita, aiutati infatti dai requisiti complessi del fisco italiano. Tuttavia non siamo più a 20 anni fà e servizi che risolvono questo inghippo ci sono e non costano poi cosi tant0, sicuramente molto convenienti rispetto al risparmio di commissioni (senza contare poi che ad esempio Degiro li offre gratis).
    Io ho sempre sostenuto in tutti i post che Directa sia la miglior scelta possibile se si vuole restare nell'ambiente italiano con regime amministrato, non per questo mi precludo di dire la verità quando affermo che una commissione flat da 9 usd è esagerata ai nostri giorni e che piacienti o nolenti prima o poi ci si dovranno adeguare poichè di clienti compiacenti che accettano rassegnati ne troveranno sempre meno (il covid è una parentesi che li ha aiutati, ma non sarà sempre cosi). Questa strada è successa in tutti i settori, il cliente si informa , acquisice consapevolezza e poi sceglie strade diverse.
    Dovere del forum è fornire più informazioni veritiere possibili per dare gli strumenti giusti di scelta agli utenti.
    Ultima modifica di merlin8121; 28-02-21 alle 08:49

  10. #370
    L'avatar di merlin8121
    Data Registrazione
    Feb 2017
    Messaggi
    2,034
    Mentioned
    26 Post(s)
    Quoted
    1073 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da xmestessox Visualizza Messaggio
    Sto valutando molti broker in questo periodo anche esteri ma mi accorgo che in quelli esteri seppur con commissioni molto inferiori ci si va comunque a incasinare con le leggi fiscali di quel paese e il nostro dovendo dichiarare poi tutto manualmente. Con Directa almeno si può andare col regime amministrativo nonostante alcune commissioni siano un po' eccessive e forse è l'unico Broker Italiano affidabile.
    Scusa ma questo è un ragionamento sbagliato, se vuoi fare la differenza. Prima di tutto le leggi fiscali a cui ti devi attenere sono quelle italiane, punto. Secondo il concetto di incqasinare è relativo, se vuoi dire adoperare per rendicontare, basta pagare il commercialista che ti prepara il tutto. La convenienza dipende in base a quanti eseguiti fai; chiaramente se ne fai uno al mese, tanto vale restare con Directa ma se il numero cambia allora il risparmio può essere molto grande. Io ho fatto il mio esempio sopra, proiettato per quest'anno mi dà un risparmio di circa 5000 usd !!! secondo te voglio o non voglio "incasinarmi" (cioè dare il tutto ad un commercialista che mi farà pagare forse 400/500 euro per risparmiarne 5000 usd) ?


    Ps: certo l'ideale sarebbe appunto che Directa adeguasse le condizioni mettendosi a tiro ed è questo l'argomento in discussione.
    Non dovete avere paura di chiedere commissioni più basse nè dovete giustificare una situazione che chiaramente non è più adeguata alla contingenza di questi anni (in cui il mercato si stà aprendo).

Accedi