Il punto più basso nella vostra carriera da trader - Pagina 98
Telecom, lo scenario di Grillo? Per Equita è improbabile. Tra analisti prevalgono i buy
Resta una 'calda estate' per Telecom Italia. Proprio ieri si è aggiunto un nuovo capitolo alla storia delle rete unica, con l'incursione di Beppe Grillo che in un video pubblicato …
Re dollaro e la sua debolezza: per Credit Suisse è l’inizio di un lungo bear market
Ancora una seduta all’insegna della debolezza per il dollaro. Questa mattina il Dollar Index, che misura il valore del dollaro statunitense in relazione a un paniere di valute straniere, si …
Dazi: Trump conferma tariffe sui prodotti Ue. Graziata l’Italia, colpite Francia e Germania
Italia graziata dall'amministrazione Trump sulle tariffe. Niente nuovi dazi Usa sui prodotti agroalimentari Made in Italy rispetto all’ipotesi iniziale di estendere gli aumenti tariffari anche a vino, olio e pasta. …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #971
    L'avatar di asimpleplan
    Data Registrazione
    Nov 2019
    Messaggi
    1,893
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    1618 Post(s)
    Potenza rep
    6626094
    Citazione Originariamente Scritto da Il fachiro Visualizza Messaggio
    Chiusa oggi la mia avventura iniziata a gennaio. Nonostante tutto porto a casa un +3,6% netto. Troppo tempo per portare a casa due spiccioli. Inoltre operando su Usa è al limite del ridicolo operare 15,30-22 quando tra pre e after loro operano dalle 10 alle 02. Ieri un altro +50% perso perchè come quasi sempre le notizie escono in pre o in after e bisogna accontentarsi delle briciole quando finalmente si può iniziare ad operare
    ciao; che piattaforma usi e che tipo di strumenti finanziari hai usato finora (in questa avventura)?

  2. #972
    L'avatar di asimpleplan
    Data Registrazione
    Nov 2019
    Messaggi
    1,893
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    1618 Post(s)
    Potenza rep
    6626094
    Citazione Originariamente Scritto da Bubino451 Visualizza Messaggio
    Si l'interiorizzazione in pratica vuol dire mettere in pratica tutto lo studio e il metodo a casi reali,con denaro reale adottando metodo,disciplina ed adeguare la propria operatività in base al contesto.Questo è un processo che sembra banale ma non lo è e può richiedere anche svariati anni dopo magari averne già spesi altrettanti per apprendere i concetti;ovviamente la leva accelera tutto il processo quindi se uno perde perderà di più e più velocemente e non avrà il tempo di crescere e assimilare le situazioni che gli si presenteranno davanti.Per questo motivo io vieterei l'uso della leva a chi non ha una specifica formazione di analisi tecnica e/o adeguata esperienza sui mercati finanziari.In linea generale è importante che le perdite non corrano più velocemente della velocità di apprendimento,siccome la velocità di apprendimento è misurabile spesso in anni uno dovrebbe poter bruciare i conti nel giro di un periodo di anni il che implica non usare leve oppure usarle con un controvalore di mercato piccolo,che alla fine è quello che conta effettivamente.

    Si il discorso rompersi le scatole più che altro è dovuto al fatto che tutto il processo di apprendimento per arrivare ad essere profittevole è veramente estenuante e lungo,
    uno arriva alla meta che è veramente esausto e può succedere come tutte le cose troppo complicate che poi alla fine si abbia bisogno di staccare.
    A meno che non te l'abbia già chiesto ma credo di no, a che eta' (decade) hai iniziato e quanto tempo ti ci è voluto per arrivare ad un livello "decente" (per decente intendo dire uno stipendio "normale" di 20 k annui (anche li bisognerebbe vedere da che capitale si parte ma l'informazione è giustamente riservata) ?

  3. #973
    L'avatar di Bubino451
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Messaggi
    5,732
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    1397 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da asimpleplan Visualizza Messaggio
    A meno che non te l'abbia già chiesto ma credo di no, a che eta' (decade) hai iniziato e quanto tempo ti ci è voluto per arrivare ad un livello "decente" (per decente intendo dire uno stipendio "normale" di 20 k annui (anche li bisognerebbe vedere da che capitale si parte ma l'informazione è giustamente riservata) ?
    Più che il capitale è importante la % annua di ricavi (o perdite).
    Io ho iniziato a investire nel 2009 prima titoli di Stato,poi trading multiday su materie prime,indici e forex.è 2/3 anni che ho iniziato con l'intraday e solo ora inizio a venirne a capo e a non fare (grossi) errori.

  4. #974
    L'avatar di Bubino451
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Messaggi
    5,732
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    1397 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da lastrico Visualizza Messaggio
    Forse quando ci si sente in dubbio un possibile metodo potrebbe essere: partire (o ripartire) “da zero” con size piuttosto piccole (non per guadagnare davvero ma per test), poi incrementare le size di un tot (10%?) dopo tot (10?) operazioni complessivamente profittevoli (facendo la media sulle operazioni, anche se alcune in loss), riabbassare le size del 10% se le successive 10 operazioni sono complessivamente in loss (facendo la media), non variare le size se gain o loss sono stati minimi, poco significativi in percentuale. Che ne dici?
    Secondo me invece bisogna variare i size in funzione della probabilità che un certo trade vada vincente.Il fatto che tu nei trade precedenti abbia vinto o perso è ininfluente.
    Se è una situazione molto probabile si può anche buttarci su molti soldi,se è meno probabile invece bisognerebbe metterci dentro poco o meglio ancora starne fuori.Ovvio che per sapere se una situazione è molto probabile o poco bisogna fare un'indagine statistica per quel dato mercato.

  5. #975
    L'avatar di lastrico
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    3,350
    Blog Entries
    11
    Mentioned
    23 Post(s)
    Quoted
    1845 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da Bubino451 Visualizza Messaggio
    Secondo me invece bisogna variare i size in funzione della probabilità che un certo trade vada vincente.Il fatto che tu nei trade precedenti abbia vinto o perso è ininfluente.
    Se è una situazione molto probabile si può anche buttarci su molti soldi,se è meno probabile invece bisognerebbe metterci dentro poco o meglio ancora starne fuori.Ovvio che per sapere se una situazione è molto probabile o poco bisogna fare un'indagine statistica per quel dato mercato.
    Questo è vero, però a parità di operazione e probabilità percepita conta anche la sicurezza data dall’esperienza ecc. ecc. Quindi secondo me ci può stare che chi inizia, o riparte dopo esperienze negative, cominci con importi size ridotti, incrementando man mano solo quando arriva la conferma di una serie di risultati mediamente positivi.
    Altrimenti rischia che l’apparente “molto probabile” si riveli un errore.

  6. #976

    Data Registrazione
    Nov 2019
    Messaggi
    334
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    184 Post(s)
    Potenza rep
    8979101
    Citazione Originariamente Scritto da asimpleplan Visualizza Messaggio
    ciao; che piattaforma usi e che tipo di strumenti finanziari hai usato finora (in questa avventura)?
    Ciao, uso Binck e ho sempre e solo operato con azioni. Sempre long, niente marginazione, niente cose "strane"

  7. #977

    Data Registrazione
    Nov 2019
    Messaggi
    334
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    184 Post(s)
    Potenza rep
    8979101
    Citazione Originariamente Scritto da lastrico Visualizza Messaggio
    Se ancora ti interessa, forse Interactive Brokers ti permetterebbe di operare su USA in orari pre e after.

    Interactive Brokers After Hours Trading: Pre Market & Extended
    Ciao, grazie della segnalazione, ci penserò su!

    Intanto mi è venuto il pallino di provare un altro tipo di operatività mettendo a rischio al massimo il mio gain ottenuto finora (potrei sbagliare al max 4 operazioni di fila di questo tipo): azione mib molto scambiata, entrata con tutto il capitale, stop loss stretto, anzi trailing stop loss con tassativa chiusura in giornata se posizione non chiusa automaticamente cercando di portare a casa almeno un 1% al giorno

  8. #978

    Data Registrazione
    May 2020
    Messaggi
    79
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    31 Post(s)
    Potenza rep
    2238326
    Per quel che mi riguarda il problema più grosso iniziale è stato il controllo dell'emotività.

  9. #979

    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3,910
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    2354 Post(s)
    Potenza rep
    42362388
    Citazione Originariamente Scritto da Bubino451 Visualizza Messaggio
    Eh ma così non vale però... la dovevo dire io quella cosa li.Ok va bene.Andata...

    Ue ue andiamoci piano,prima di dire che ora sono profittevole! almeno un altro anno lo voglio lasciar passare.
    Il trading è una brutta bestia e ste cose portano di una rogna,meglio non parlare prima di aver visto nel lungo termine come butta.Io ho una paura di ripiombare nell turbine dei loss che quasi quasi mi vien voglia di smettere ora che le cose son migliorate ed è anche il motivo per cui ad aumentare il capitale non sono per ora molto d'accordo.Oddio,di perdite da recuperare ne avrei però...se il metodo è stabile di fretta non ce n'è se invece non è stabile,mi sa che sta volta chiudo veramente tutto e mi dedico ai buoni postali e ai BTP sperando di non beccarsi il default/ristrutturazione post coronavirus...con la fortuna che ho... Pure io come te ora sono sereno perchè posso dire di avere visto e provato veramente TUTTO e ormai potrei passare anche archiviare la saga del trading e passare ad altro senza rimorsi/rimpianti.
    Io ho anche il timore di riuscire a perdere con i conti deposito, fai un po' te
    Poi sai com'è, arriverà il giorno che il circo ripartirà da capo e il macellaio sotto casa verrà a dirmi di lasciare stare i conti deposito e d'investire in borsa

    Citazione Originariamente Scritto da Bubino451 Visualizza Messaggio
    Comunque faccio notare che se uno ha un metodo stabile,con l'effetto leva virualmente può diventare milionario.Non capisco certa gente che millanta performance strabilianti poi va a mercato con quantitivi piccoli piccoli...ce n'è uno nella sezione dei futures che fa così e pubblica ogni giorno le sue performance da anni a questa parte con percentuale di trade vincenti del 99,9% ma va a mercato piccoli lotti e guadagni di 15/30euro a trade...mah...non capisco.....
    Quello che ho sempre detto, io se un giorno me ne uscirò con la fatidica frase "guadagno col trading da tot anni" significa che sono milionario, perchè sicuramente ho una percezione distorta del trading che intendono i trader profittevoli, e infatti sono in perdita, ma per me le due cose vanno di pari passo. Poi certo, se parto da 2.000 € per esempio una quota più o meno importante la tutelo dopo averla guadagnata, ma il resto va reinvestito.

  10. #980

    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3,910
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    2354 Post(s)
    Potenza rep
    42362388
    Citazione Originariamente Scritto da Bubino451 Visualizza Messaggio
    Hai ragione collega...
    effettivamente quello del trader è più simile al mestiere del ricercatore universitario che al professionista,quindi applicare il metodo scientifico in modo che i risultati dell'esperimento siano verificabili e replicabili nel tempo.Come dici te effettivamente la metodologia per progettare e fare i calcoli statici sugli edifici nonchè i coefficienti di sicurezza è già scritta dalle norme CNR.
    Ecco, il ricercatore è il paragone giusto. Però vedi, sarà che forse non sono informato io, ma il ricercatore che fa nella vita? Ricerca, scopre qualcosa di nuovo e utile, ma tutti scoprono qualcosa di nuovo? O uno su una moltitudine? diciamo che loro hanno la fortuna di essere stipendiati, il trader no e quindi durano di più, ma lasciando stare questo concetto che non c'interessa, anche il ricercatore è alla scoperta di qualcosa che magari non scoprirà mai.

    Citazione Originariamente Scritto da Bubino451 Visualizza Messaggio
    Mah te continui a dire che non c'è nessuno che può spiegare nel trading,
    secondo me non è vero,ci sono un sacco di persone comunque che fanno di quest'attività il loro lavoro e potrebbero fare da mentori.Non penso che tutti dicano storie per guadagnare quei quattro soldi dalla vendita di libri o dai corsi;Hunger che mi sembra un tipo serio ad esempio mi pare devolva i proventi dei suoi libri in beneficenza per esempio.
    Forse insegnano ad investire, non so, se m'insegnano come si trada spenderei anche 1 milione se poi con la leva e un metodo vincente recupero tutto nel giro di un anno o poco più.

    Citazione Originariamente Scritto da Bubino451 Visualizza Messaggio
    Mah devi anche definire la componente temporale e il target per dire se una cosa è giusta o sbagliata,spesso le quotazioni hanno volatilità così alta che una strategia vincente lasciata a mercato troppo diventa poi perdente.Se te sai quando uscire ecco che un qualcosa di sbagliato nel lungo può anche dar profitto nel breve e quindi rivelarsi giusta.Nel senso,è relativo il concetto di giusto e sbagliato,l'importante è che fissato un target di entrata poi le quotazioni arrivino al take profit e non si invertano prima,se lo fanno si c'è un problema di metodo e strategia che devi ancora trovare perchè quella che stai usando non va bene...ovvio dando per scontato che tu segua i tuoi piani di entrata e di uscita dall'inizio alla fine,per gente navigata come noi penso sia scontata questa cosa.
    Per "alla lunga" non intendo la durata del trade, come mi sembra hai capito te, ma profittevole nel tempo. La mia strategia "al contrario" tanto per fare un esempio già citato in quel determinato giorno mi ha fruttato un guadagno non indifferente nel giorno (scalpando) il giorno seguente e quello successivo però mi avrebbe fatto andare in perdita, vale a dire che il primo giorno è stata solo fortuna.

Accedi