Il punto più basso nella vostra carriera da trader - Pagina 128
Elezioni Usa e volatilità Wall Street: lo scenario che potrebbe portare a un novembre caotico
L?attenzione dei mercati nell’ultima settimana si è iniziata a spostare alle elezioni statunitensi. Il 3 novembre non è ancora alle porte, ma c’è chi come gli operatori in derivati che …
Posizioni nette corte: Saipem capolista degli short di Piazza Affari, subito dietro Maire e Bper
Dall?ultimo aggiornamento disponibile di Consob sulle posizioni nette corte (PNC) si apprende che il titolo più shortato a Piazza Affari è Saipem con 6 posizioni short aperte per una quota pari al …
Piazza Affari archivia una settimana buia: sul Ftse Mib agli inferi Unicredit, Bper ed ENI
Piazza Affari manda in archivio una settimana incolore e anche l?ultima seduta si conclude con segno meno. L’indice Ftse Mib ha chiuso con un calo dell?1,09% a 19.524 punti in …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1271
    L'avatar di lastrico
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    3,592
    Blog Entries
    11
    Mentioned
    26 Post(s)
    Quoted
    2013 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da a.b.c. Visualizza Messaggio
    Perchè? Ho forse detto che una formula magica ti trasforma d'incanto da “umano” a “supereroe”?
    Più che altro cerco di farti guardare avanti, perchè se non impari in un certo periodo di tempo, l'usura del capitale economico e mentale è ancora più pesante da digerire che non la stangata di poche operazioni. Quando sarai qualche anno sui mercati forse capirai cosa intendo dire.
    Appunto per non logorarsi lungo il percorso è fondamentale seguire regole di Money Management che proteggono dall’usura il capitale e la mente! Questo, secondo me, viene prima di qualsiasi “strategia vincente” di trading o d’investimento che uno può sperare di imparare (appunto quel che intendevo con “sim sala bin”).
    È evidente che il Money Management non ti dice se oggi devi comprare o devi vendere, ma è come il freno della macchina, ti evita di schiantarti mentre guidi. Il freno di per sé non ti fa vincere i gran premi ma ti permette di restare in gara, quindi avere una chance, anziché finire all’ospedale.

  2. #1272

    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3,997
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    2422 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da lastrico Visualizza Messaggio
    Appunto per non logorarsi lungo il percorso è fondamentale seguire regole di Money Management che proteggono dall’usura il capitale e la mente! Questo, secondo me, viene prima di qualsiasi “strategia vincente” di trading o d’investimento che uno può sperare di imparare (appunto quel che intendevo con “sim sala bin”).
    È evidente che il Money Management non ti dice se oggi devi comprare o devi vendere, ma è come il freno della macchina, ti evita di schiantarti mentre guidi. Il freno di per sé non ti fa vincere i gran premi ma ti permette di restare in gara, quindi avere una chance, anziché finire all’ospedale.
    Ne riparleremo fra qualche anno dai; il money management non ti protegge dall'usura del capitale, ti protegge dalle stangate. Non te lo sto dicendo perchè voglio fare il figo, non ho niente da fare il figo, è l'esperienza da trader perdente che volevo condividere. Perchè te lo ripeto, avere un mm ti evita di perdere grosse cifre, 2 utenti hanno portato la loro esperienza e li hai letti, io ti porto la mia, diviso il capitale e tradavo, ma lascia stare questi ultimi mesi che ho provato l'intraday/scalping, questo te lo sto ripetendo ancora una volta però, i primi 4 anni il mio era multiday con tutte le regolette che tu dici, però, mi ripeto, senza strategia vincente non vai da nessuna parte, e sono qua io a dimostrartelo, pian pianino la quota capitale destinata al trading è andata erosa. Se non capisci le mie prime 6 parole non c'è problema, anzi, spero per te che non le capirai mai, ma se non impari a tradare il mm è servito solo ad allungarti l'agonia.

  3. #1273

    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3,997
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    2422 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da lastrico Visualizza Messaggio
    È evidente che il Money Management non ti dice se oggi devi comprare o devi vendere, ma è come il freno della macchina, ti evita di schiantarti mentre guidi. Il freno di per sé non ti fa vincere i gran premi ma ti permette di restare in gara, quindi avere una chance, anziché finire all’ospedale.
    Vediamo, forse con l'esempio capisci quello che voglio dire; il mm si, evita di farti schiantare a 200 all'ora, ma se te non sai andare in macchina (=tradare o meglio guadagnare= strategia vincente) il mm non ti evita le sfrisate alla fiancata o i micro tamponamenti, certo il mm ti allunga il tempo in cui tu puoi usare la macchina, ma se dopo un tot di tempo, tu continui a fare la fiancata della macchina ti ritroverai una macchina da buttar via ovvero non hai più il capitale per tradare, ovvero hai perso soldi come uno che li ha persi nel giro di poco tempo.

  4. #1274
    L'avatar di lastrico
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    3,592
    Blog Entries
    11
    Mentioned
    26 Post(s)
    Quoted
    2013 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da a.b.c. Visualizza Messaggio
    Vediamo, forse con l'esempio capisci quello che voglio dire; il mm si, evita di farti schiantare a 200 all'ora, ma se te non sai andare in macchina (=tradare o meglio guadagnare= strategia vincente) il mm non ti evita le sfrisate alla fiancata o i micro tamponamenti, certo il mm ti allunga il tempo in cui tu puoi usare la macchina, ma se dopo un tot di tempo, tu continui a fare la fiancata della macchina ti ritroverai una macchina da buttar via ovvero non hai più il capitale per tradare, ovvero hai perso soldi come uno che li ha persi nel giro di poco tempo.
    Non è che uno vince sempre perché 'ha imparato a guidare' o perde sempre perché non ha imparato. Con l'esperienza aumenti le probabilità di vincita ma la sicurezza non c'è. Vedi anche le previsioni di analisti rinomati che a volte ci azzeccano a volte toppano. Questo vuol dire che anche se sei più bravo comunque un certo MM lo dovrai rispettare, per evitare che gli errori, che ci saranno sempre, ti costino cari.
    Andando avanti potrai usare magari strumenti più rischiosi, leve più alte, “motori” più potenti, se sai quello che stai facendo, ma comunque dovrai tenere d’occhio la gestione del capitale complessivo, Altrimenti sono dolori anche per quelli bravi.
    Pensa al povero Marquez campione del mondo MotoGP che nella prima gara di questa stagione ha voluto strafare anziché controllare, è caduto, si è rotto il braccio e ora rimane fermo diversi gran premi. Bravissimo, un mostro, ma in quella gara ha dimenticato il “Money Management” di sé stesso.
    A maggior ragione se non sei bravo come Marquez, se ti metti a strafare neanche arrivi vivo sl traguardo.



    È chiaro che il MM da solo non basta, saper usare il freno non ti rende Campione del mondo, limiti i danni ma alla lunga puoi comunque perdere soldi e tempo, d’accordo. Quindi, se vuoi fare meglio, devi studiare (prima ancora, capire chi ha qualcosa di valido da insegnare e chi vende fumo), imparare ogni giorno dalle esperienze tue e degli altri e capire come migliorare. Questo è ovvio, ma è anche lungo e faticoso. Secondo me molti non hanno voglia di fare fatica, la tentazione è quella di volere tutto e subito. Inoltre, mi pare, più la strada scelta è quella del trading di breve, più aumenta l’incertezza e la difficoltà di avere risultati (magari ottimi ma per pochi), mentre un investimento di medio-lungo periodo a volte si può sbagliare ma in genere è più facilmente “replicabile” e ripetibile.

  5. #1275
    L'avatar di lastrico
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    3,592
    Blog Entries
    11
    Mentioned
    26 Post(s)
    Quoted
    2013 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da a.b.c. Visualizza Messaggio
    Vediamo, forse con l'esempio capisci quello che voglio dire; il mm si, evita di farti schiantare a 200 all'ora, ma se te non sai andare in macchina (=tradare o meglio guadagnare= strategia vincente) il mm non ti evita le sfrisate alla fiancata o i micro tamponamenti, certo il mm ti allunga il tempo in cui tu puoi usare la macchina, ma se dopo un tot di tempo, tu continui a fare la fiancata della macchina ti ritroverai una macchina da buttar via ovvero non hai più il capitale per tradare, ovvero hai perso soldi come uno che li ha persi nel giro di poco tempo.
    Non è che uno vince sempre perché 'ha imparato a guidare' o perde sempre perché non ha imparato. Con l'esperienza aumenti le probabilità di vincita ma la sicurezza non c'è. Vedi anche le previsioni di analisti rinomati che a volte ci azzeccano a volte toppano. Questo vuol dire che anche se sei più bravo comunque un certo MM lo dovrai rispettare, per evitare che gli errori, che ci saranno sempre, ti costino cari.
    Andando avanti potrai usare magari strumenti più rischiosi, leve più alte, “motori” più potenti, se sai quello che stai facendo, ma comunque dovrai tenere d’occhio la gestione del capitale complessivo, Altrimenti sono dolori anche per quelli bravi.
    Pensa al povero Marquez campione del mondo MotoGP che nella prima gara di questa stagione ha voluto strafare anziché controllare, è caduto, si è rotto il braccio e ora rimane fermo diversi gran premi. Bravissimo, un mostro, ma in quella gara ha dimenticato il “Money Management” di sé stesso.
    A maggior ragione se non sei bravo come Marquez, se ti metti a strafare neanche arrivi vivo sl traguardo.



    È chiaro che il MM da solo non basta, saper usare il freno non ti rende Campione del mondo, limiti i danni ma alla lunga puoi comunque perdere soldi e tempo, d’accordo. Quindi, se vuoi fare meglio, devi studiare (prima ancora, capire chi ha qualcosa di valido da insegnare e chi vende fumo), imparare ogni giorno dalle esperienze tue e degli altri e capire come migliorare. Questo è ovvio, ma è anche lungo e faticoso. Secondo me molti non hanno voglia di fare fatica, la tentazione è quella di volere tutto e subito. Inoltre, mi pare, più la strada scelta è quella del trading di breve, più aumenta l’incertezza e la difficoltà di avere risultati (magari ottimi ma per pochi), mentre un investimento di medio-lungo periodo a volte si può sbagliare ma in genere è più facilmente “replicabile” e ripetibile.

  6. #1276

    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3,997
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    2422 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da lastrico Visualizza Messaggio
    Non è che uno vince sempre perché 'ha imparato a guidare' o perde sempre perché non ha imparato. Con l'esperienza aumenti le probabilità di vincita ma la sicurezza non c'è. Vedi anche le previsioni di analisti rinomati che a volte ci azzeccano a volte toppano. Questo vuol dire che anche se sei più bravo comunque un certo MM lo dovrai rispettare, per evitare che gli errori, che ci saranno sempre, ti costino cari.
    Andando avanti potrai usare magari strumenti più rischiosi, leve più alte, “motori” più potenti, se sai quello che stai facendo, ma comunque dovrai tenere d’occhio la gestione del capitale complessivo, Altrimenti sono dolori anche per quelli bravi.
    Pensa al povero Marquez campione del mondo MotoGP che nella prima gara di questa stagione ha voluto strafare anziché controllare, è caduto, si è rotto il braccio e ora rimane fermo diversi gran premi. Bravissimo, un mostro, ma in quella gara ha dimenticato il “Money Management” di sé stesso.
    A maggior ragione se non sei bravo come Marquez, se ti metti a strafare neanche arrivi vivo sl traguardo.

    È chiaro che il MM da solo non basta, saper usare il freno non ti rende Campione del mondo, limiti i danni ma alla lunga puoi comunque perdere soldi e tempo, d’accordo. Quindi, se vuoi fare meglio, devi studiare (prima ancora, capire chi ha qualcosa di valido da insegnare e chi vende fumo), imparare ogni giorno dalle esperienze tue e degli altri e capire come migliorare. Questo è ovvio, ma è anche lungo e faticoso. Secondo me molti non hanno voglia di fare fatica, la tentazione è quella di volere tutto e subito. Inoltre, mi pare, più la strada scelta è quella del trading di breve, più aumenta l’incertezza e la difficoltà di avere risultati (magari ottimi ma per pochi), mentre un investimento di medio-lungo periodo a volte si può sbagliare ma in genere è più facilmente “replicabile” e ripetibile.
    Non cambiare discorso, tutti bene o male hanno un mm e lo rispettano, queste cose non sarebbero neanche da dirle in una discussione con chi ha già qualche anno di esperienza. Comunque si, uno (marquez) vince perchè ha imparato meglio degli altri a guidare. Ed è inutile che mi dici che la sicurezza non c'è, nessun trader fa tutte le operazioni giuste. Sei talmente focalizzato sulle cose che hai imparato a memoria che ci metterei la mano sul fuoco non hai ancora capito cosa ti sto dicendo. Tornando al paragone con marquez se lui si fa male sta a casa a grattarsi la pancia perchè è già sistemato, se ti fai male te sono azzi amari giusto?
    Poi è tutto giusto quello che dici, ma la realtà è che questo è solo il contorno, il piatto forte è una strategia profittevole che se non trovi fai la fine dei più tanti. E' questo che sto cercando di dirti, perchè le pappardelle dei mm disciplina ecc... le abbiamo lette tutti, solo che non basta, un trader escluso i primi periodi (anche qualche anno) non trada per non farsi troppo male, trada per guadagnare.

  7. #1277
    L'avatar di lastrico
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    3,592
    Blog Entries
    11
    Mentioned
    26 Post(s)
    Quoted
    2013 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da a.b.c. Visualizza Messaggio
    Non cambiare discorso, tutti bene o male hanno un mm e lo rispettano, queste cose non sarebbero neanche da dirle in una discussione con chi ha già qualche anno di esperienza. Comunque si, uno (marquez) vince perchè ha imparato meglio degli altri a guidare. Ed è inutile che mi dici che la sicurezza non c'è, nessun trader fa tutte le operazioni giuste. Sei talmente focalizzato sulle cose che hai imparato a memoria che ci metterei la mano sul fuoco non hai ancora capito cosa ti sto dicendo. Tornando al paragone con marquez se lui si fa male sta a casa a grattarsi la pancia perchè è già sistemato, se ti fai male te sono azzi amari giusto?
    Poi è tutto giusto quello che dici, ma la realtà è che questo è solo il contorno, il piatto forte è una strategia profittevole che se non trovi fai la fine dei più tanti. E' questo che sto cercando di dirti, perchè le pappardelle dei mm disciplina ecc... le abbiamo lette tutti, solo che non basta, un trader escluso i primi periodi (anche qualche anno) non trada per non farsi troppo male, trada per guadagnare.
    Questo potrebbe spiegare perché l’80% dei trader perde o giù di lì. Quando scali una montagna qual è il tuo obiettivo primario? Salire più in alto possibile? No, prima ancora è non cadere, e se mai dovessi cadere avere una corda che ti regga.

    Peraltro, scusa, non ho capito qual è il problema. Le mie “banalità” di MM, su cui mi pare che dici di concordare, portano ad alcune indicazioni pratiche che ho già detto, errori da evitare... Certo le conoscono più o meno tutti (si spera), ma le seguono tutti? Sappiamo tutti che fa bene camminare un’ora al giorno, è una “banalità”, ma quanti lo fanno? Manca il tempo, abbiamo altro da fare, un giorno piove, un giorno non abbiamo voglia, ecc. Quindi batto quel chiodo per ricordarlo. Sarà inutile? Secondo me, no.
    Tu ripeti che serve una “strategia profittevole”... bene, sono tutto orecchi... ma qual è? Che indicazioni pratiche dai?
    Al tempo stesso sminuisci come “contorno secondario” le indicazioni di MM che almeno possono salvare il sedere mentre si cerca o si perfeziona la benedetta strategia.

  8. #1278

    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3,997
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    2422 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da lastrico Visualizza Messaggio
    Questo potrebbe spiegare perché l’80% dei trader perde o giù di lì. Quando scali una montagna qual è il tuo obiettivo primario? Salire più in alto possibile? No, prima ancora è non cadere, e se mai dovessi cadere avere una corda che ti regga.

    Peraltro, scusa, non ho capito qual è il problema. Le mie “banalità” di MM, su cui mi pare che dici di concordare, portano ad alcune indicazioni pratiche che ho già detto, errori da evitare... Certo le conoscono più o meno tutti (si spera), ma le seguono tutti? Sappiamo tutti che fa bene camminare un’ora al giorno, è una “banalità”, ma quanti lo fanno? Manca il tempo, abbiamo altro da fare, un giorno piove, un giorno non abbiamo voglia, ecc. Quindi batto quel chiodo per ricordarlo. Sarà inutile? Secondo me, no.
    Tu ripeti che serve una “strategia profittevole”... bene, sono tutto orecchi... ma qual è? Che indicazioni pratiche dai?
    Al tempo stesso sminuisci come “contorno secondario” le indicazioni di MM che almeno possono salvare il sedere mentre si cerca o si perfeziona la benedetta strategia.
    No, il mio obbiettivo non è non cadere, quella è una, chiamiamola speranza. Cioè se te vai per scalare una montagna non penso che fai il primo metro e poi dici "me ne resto qui perchè prima di tutto non devo cadere" se scali la montagna l'obbiettivo è la vetta, poi certo, non devo cadere, e ci sta che uno alle prime armi va piano e magari dopo tot metri torna indietro perchè ha già fatto troppo, ma il suo obbiettivo non è dire "che bravo non sono caduto" altrimenti se ne poteva stare tranquillamente a casa.
    Questo thread è nato dopo aver maturato oltre 5 anni d'esperienza, per alcuni pochi magari, però di sicuro non sono più di primo pelo, per questo che è inutile che mi parli di mm quando è anni che lo seguo ma il capitale del trading pian piano è andato sparendo. Pensando di condividere qualcosa con te ti ho detto e ti sto dicendo, ok, se hai appena iniziato fai buon uso di tutti i "soliti" consigli, ma fra qualche anno dovrai tirare la riga, e non basta dire non mi sono fatto troppo male, perchè poi ti svegli un giorno che dopo aver studiato e fatto i compiti ti scopri perdente, la passione inizia ad affievolirsi e lo scazzamento prende il sopravvento. Quindi come puoi capire non posso darti alcun aiuto per trovare la strategia vincente, al massimo posso dirti cosa ho fatto per perdere.

  9. #1279
    L'avatar di lastrico
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    3,592
    Blog Entries
    11
    Mentioned
    26 Post(s)
    Quoted
    2013 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da a.b.c. Visualizza Messaggio
    No, il mio obbiettivo non è non cadere, quella è una, chiamiamola speranza. Cioè se te vai per scalare una montagna non penso che fai il primo metro e poi dici "me ne resto qui perchè prima di tutto non devo cadere" se scali la montagna l'obbiettivo è la vetta, poi certo, non devo cadere, e ci sta che uno alle prime armi va piano e magari dopo tot metri torna indietro perchè ha già fatto troppo, ma il suo obbiettivo non è dire "che bravo non sono caduto" altrimenti se ne poteva stare tranquillamente a casa.
    Questo thread è nato dopo aver maturato oltre 5 anni d'esperienza, per alcuni pochi magari, però di sicuro non sono più di primo pelo, per questo che è inutile che mi parli di mm quando è anni che lo seguo ma il capitale del trading pian piano è andato sparendo. Pensando di condividere qualcosa con te ti ho detto e ti sto dicendo, ok, se hai appena iniziato fai buon uso di tutti i "soliti" consigli, ma fra qualche anno dovrai tirare la riga, e non basta dire non mi sono fatto troppo male, perchè poi ti svegli un giorno che dopo aver studiato e fatto i compiti ti scopri perdente, la passione inizia ad affievolirsi e lo scazzamento prende il sopravvento. Quindi come puoi capire non posso darti alcun aiuto per trovare la strategia vincente, al massimo posso dirti cosa ho fatto per perdere.
    Allora abbiamo esperienze diverse, perché la mia (sicuramente meno estesa della tua) è che si può andare in gain e si può andare in perdita, e la differenza spesso la fa il trascurare alcune “banali” regolette, cadere in errori che mi dirai sono “da polli”, ma secondo me sempre comuni perché non bastano le conoscenze sulla carta, spesso è la psicologia che ci frega.
    Per esempio pensa al “non mediare” (s’intende: come reazione poco meditata, poi ci saranno anche le dovute eccezioni). È l’ABC, ma secondo te è la prassi? anche tra i frequentatori di FOL che in teoria non dovrebbero essere di primissimo pelo?
    La psiche ci porta a quello: illudersi di annullare le perdite abbassando il prezzo di carico, illudersi di recuperare i danni tradando di più anziché rallentare, illudersi di fare grossi guadagni correndo dietro alla FOMO di turno (Fear Of Missing Out, cioè paura di perdere l’occasione).
    Magari tutto ciò non ti riguarda e riguarda solo noialtri meno navigati, ma se ricordo hai citato BioOn come esempio di disastro imprevedibile. Beh, non si poteva prevedere nello specifico, ma che il mercato AIM sia un campo a rischio, pieno di “sirene” allettanti di cui fidarsi poco, io l’avevo letto nei “banali” consigli su web (in particolare ricordo l’ammonimento in un articolo di Altroconsumo Finanza). Poi anch’io “testa dura” non ho voluto dargli retta e tempo fa ho voluto fare un giretto sull’AIM, rimettendoci, anche se non in BioOn.

  10. #1280

    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    3,997
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    2422 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da lastrico Visualizza Messaggio
    Allora abbiamo esperienze diverse, perché la mia (sicuramente meno estesa della tua) è che si può andare in gain e si può andare in perdita,
    Non è che abbiamo esperienze diverse, ma se tu quando dopo tot anni ti troverai al bivio e andrai verso il trader perdente, io ti sto solo anticipando la mia esperienza, io te lo dico ma anche se capissi cosa ti sto dicendo fino a quando non lo provi sulla tua pelle non lo capirai mai veramente a fondo, ma è normale eh.
    Il problema non è oggi vado in gain domani in perdita, nessuno ha la sfera di cristallo, il concetto di guadagno è che a fine mese (nel caso le tue tradate durano qualche giorno) tu sei in gain, e questo gain mensile riesci a protrarlo nel tempo, sei un trader vincente. Scrivo "tot anni" perchè ogni trader ha il suo percorso con i suoi tempi.

    Citazione Originariamente Scritto da lastrico Visualizza Messaggio
    e la differenza spesso la fa il trascurare alcune “banali” regolette, cadere in errori che mi dirai sono “da polli”, ma secondo me sempre comuni perché non bastano le conoscenze sulla carta, spesso è la psicologia che ci frega.
    Comuni per chi? Per chi è agli inizi, ma col tempo, magari ricapiteranno ma saranno un piccola parte, perché in caso contrario ti manca qualche rotella e ti assicuro che l’uomo quando viene toccato nel portafoglio impara alla svelta; poi esiste il trader-dipendente, ma non fa testo.

    Citazione Originariamente Scritto da lastrico Visualizza Messaggio
    Per esempio pensa al “non mediare” (s’intende: come reazione poco meditata, poi ci saranno anche le dovute eccezioni). È l’ABC, ma secondo te è la prassi? anche tra i frequentatori di FOL che in teoria non dovrebbero essere di primissimo pelo?
    La psiche ci porta a quello: illudersi di annullare le perdite abbassando il prezzo di carico, illudersi di recuperare i danni tradando di più anziché rallentare, illudersi di fare grossi guadagni correndo dietro alla FOMO di turno (Fear Of Missing Out, cioè paura di perdere l’occasione).
    Magari tutto ciò non ti riguarda e riguarda solo noialtri meno navigati,
    Non è che non mi riguarda, io ero come te, uguale, ho letto mai mediare e non ho mai mediato per i motivi sopra descritti (e l'esempio giusto era sempre riferito a banca monte paschi vero?), ma dopo tot anni prendi confidenza col trading, inizi a mettere in discussione tutto e arrivi alla conclusione che mediare non è sbagliato, come non è sbagliata la leva e tutto ciò che esiste nel trading, è sbagliata la strategia che ho elaborato e che usa queste opportunità.

    Citazione Originariamente Scritto da lastrico Visualizza Messaggio
    ma se ricordo hai citato BioOn come esempio di disastro imprevedibile. Beh, non si poteva prevedere nello specifico, ma che il mercato AIM sia un campo a rischio, pieno di “sirene” allettanti di cui fidarsi poco, io l’avevo letto nei “banali” consigli su web (in particolare ricordo l’ammonimento in un articolo di Altroconsumo Finanza). Poi anch’io “testa dura” non ho voluto dargli retta e tempo fa ho voluto fare un giretto sull’AIM, rimettendoci, anche se non in BioOn.
    L’aim come toglie, da, se io ho 40.000 € sul conto e me li brucio tutti con bio on, quando riavrò 40.000 € li metterò tutti ancora su un’unica società? Discorso di prima, o ti manca qualche rotella... Questo discorso lo fai te, e io non ho mai detto che è sbagliato. Allora cosa facciamo? 40.000 € lo divido in 10 società, se una società mi salta ancora ho perso solo il 10%, ma in un comparto rischioso quel 10% può essere riassorbito abbastanza facilmente da altre società che magari ti fanno il 20-40%, galleggio/guadagno/perdo. Io però sono allo step successivo, quelle 10 azioni siccome ho una strategia perdente pian piano perdono, e io al posto di ritrovarmi 40.000 arrivo a 5-10.000 €, eppure avevo un buon mm. Stiamo parlando di trading su azioni e future, lascia stare altre robe eh. E’ per questo che dico fai bene a seguire le regolette te che sei all’inizio, ti danno il tempo d’imparare, però aggiungo, impara, perché se non impari butti soldi e tempo.

Accedi