Esma limiti sulla leva finanziaria.
Fuga dal progetto Libra, buona o cattiva notizia per il Bitcoin?
Prima PayPal e poi a seguire a ruota Visa, Mastercard, eBay, Stripe, Mercado Pago e da ultimo Booking.com. Sta collezionando una defezione dietro l?altra il progetto Libra, la moneta virtuale …
Carrellata bilanci dal colossi di Wall Street: JP Morgan vince prima battaglia contro virata dovish Fed
Il margine di interesse netto di JP Morgan ce la fa, e cresce a dispetto della virata dovish della Federal Reserve: è in questo parametro (sigla NNI: net interest income) …
Umiliazione per l’ex star dei gestori: fine dei giochi per il fondo flagship di Neil Woodford
All'apice della sua storia, il fondo Woodford Equity Income Fund contava asset per un valore superiore a 10 miliardi di sterline. Ora vale appena 3,1 miliardi di sterline, e gli …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di napo70
    Data Registrazione
    May 2002
    Messaggi
    1,740
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    50 Post(s)
    Potenza rep
    42949690

    Esma limiti sulla leva finanziaria.

    ESMA, e ufficiale: addio a opzioni binarie, nuovi limiti alla leva. CFD in bilico

    "L’autorità finanziaria europea annuncia in via ufficiale: addio alle opzioni binarie, arrivano nuovi limiti massimi per la leva finanziaria e requisiti sempre più duri sui CFD.
    ESMA, è ufficiale: addio a opzioni binarie, nuovi limiti alla leva. CFD in bilico

    L’Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (ESMA) si è finalmente pronunciata in via ufficiale sulle restrizioni da applicare alla leva finanziaria all’interno dell’industria del trading online. Ignorando le numerose richieste di clienti e broker, l’autorità sovranazionale europea ha scelto di limitare la leva che i broker possono offrire ai propri clienti.

    La decisione dell’ESMA prevede, inoltre, lo stop totale al marketing, alla distribuzione e alla vendita di opzioni binarie e introduce una leva a più livelli in base ai diversi strumenti a cui viene applicata. E ogni CFD offerto dai broker dovrà necessariamente rispettare dei requisiti rigorosi.

    I limiti alla leva dall’ESMA

    Le restrizioni alla leva finanziaria applicabile ai clienti saranno introdotte su diversi livelli. I CFD sulle coppie valutarie principali avranno una leva massima di 30:1; per gli indici, le altre coppie valutarie la leva massima sarà di 20:1; per le altre materie prime e gli indici non importanti il rapporto massimo è di 10:1. I broker potranno offrire titoli azionari con leva 5:1 e criptovaluta con leva massima a 2:1.

    Come previsto, i broker dovranno anche fornire una protezione dal saldo negativo e chiudere le posizioni a margine ogni volta che l’account raggiunge il 50% del margine minimo richiesto.

    Sono inoltre vietati i bonus e qualsiasi forma di incentivo all’attività di trading e gli intermediari devono sono obbligazioni a sviluppare un avviso standardizzato sul rischio di tale attività che mostri in quale percentuale i propri clienti perdono denaro.

    CFD verso il tramonto?
    L’ESMA intende adottare le nuove restrizioni sulle opzioni binarie e sui CFD a poca distanza dalla pubblicazione ufficiale della sua decisione avvenuta il 23 marzo. Le misure saranno implementate nelle lingue ufficiali presenti nell’UE nelle prossime settimane, a seguito delle quali il regolatore sovranazionale pubblicherà un avviso ufficiale sul proprio sito web.

    La procedura prevede che le misure vengano successivamente pubblicate sulla Gazzetta ufficiale dell’UE. L’attuazione ufficiale del divieto alle opzioni binarie è prevista entro un mese, mentre le restrizioni sui CFD dovranno essere applicate entro i due mesi successivi alla pubblicazione in Gazzetta.


    Stando a quanto previsto dai regolamenti MiFIR, l’ESMA può introdurre tali misure di intervento solamente su base temporanea per un massimo di tre mesi. Si prevede che l’autorità pubblichi tali restrizioni prima della fine dei tre mesi e prenda in considerazione la necessità di un’estensione su base trimestrale.

    La rivoluzione dell’ESMA sul trading
    Stando all’annuncio ufficiale, la decisione dell’ESMA è stata spinta dal desiderio di proteggere gli investitori privati. L’uso di una leva eccessiva e delle opzioni binarie è visto dall’organismo di vigilanza a livello europeo come un prodotto a rendimento atteso strutturalmente negativo.

    A commento della mossa dell’ESMA, il presidente dell’organismo ha dichiarato: “Le misure concordate che l’ESMA annuncerà oggi garantiranno una maggiore protezione degli investitori in tutta l’UE garantendo un livello minimo comune di protezione per gli investitori privati.

    Le nuove misure sui CFD garantiranno per la prima volta che gli investitori non possano perdere più denaro di quanto abbiano investito, limitando l’uso di leva finanziaria e degli incentivi e fornendo avvertenze sui rischi per gli investitori. Per le opzioni binarie, il divieto che annunciamo è necessario per proteggere gli investitori a causa delle caratteristiche del prodotto”.

    “La combinazione tra la promessa di rendimenti elevati, le piattaforme digitali facili da utilizzare, in un contesto di tassi di interesse storicamente bassi, ha creato un’offerta che attrae gli investitori privati. Tuttavia, la complessità intrinseca dei prodotti e l’eccessiva leva finanziaria, nel caso dei CFD, hanno causato perdite significative per gli investitori.

    È necessario un approccio paneuropeo data la natura transfrontaliera di questi prodotti e l’intervento dell’ESMA è lo strumento più appropriato ed efficace per affrontare l’importante questione della protezione degli investitori”, ha spiegato Steven Maijoor, presidente ESMA.

    "

  2. #2
    L'avatar di Miki63
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    5,447
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1206 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Intanto sono divieti solo "temporanei", al massimo di 3 mesi rinnovabili. Poi l'ESMA ha giurisdizione solo sull'UE, quindi per chi opera su queste ciofeche con broker extra-UE che succede?

    Sul Sole 24Ore la percentuale dei conti in perdita dei clienti retail su questi strumenti si aggira sul 74 - 89%, non credo sia molto diversa da chi opera su derivati regolamentati come i futures.

    Esma vieta la vendita di opzioni binarie agli investitori retail - Il Sole 24 ORE

    Le opzioni binarie e i contratti per differenze (Cfd) sono troppo pericolosi per i piccoli investitori, le prime saranno vietate e sui secondi ci saranno forti limitazioni. Lo ha deciso l'Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (Esma) insieme con le autorità nazionali dopo aver analizzato che il 74-89% dei conti al dettaglio è generalmente in perdita sugli investimenti effettuati, con perdite medie che vanno da 1600 a 29mila euro per cliente. Per la prima volta viene così applicata la Mifid II (le misure possono però essere solo temporanee) ed entro la fine del trimestre, l'Esma vaglierà la necessità di prorogare le misure d'intervento per altri tre mesi. C'è un serio timore, spiega una nota, a causa della “complessità e mancanza di trasparenza di questi prodotti; effetto leva eccessivo per i Cfd e rendimento negativo atteso strutturale e conflitti di interesse esistenti tra fornitori e rispettivi clienti nelle opzioni binarie; disparità tra rendimento atteso e rischio di perdita”.

    “Per la prima volta le nuove misure sui Cfd assicureranno che gli investitori non possano più perdere importi superiori a quanto investito, limiteranno l'uso della leva finanziaria e degli incentivi e forniranno un avviso sui rischi per gli investitori - spiega il presidente Steven Maijoor -. Quanto alle opzioni binarie, il divieto che l'ESMA rende pubblico è necessario per tutelare gli investitori, alla luce delle peculiarità di questi prodotti” dove “la combinazione di una promessa di alti rendimenti e piattaforme digitali che favoriscono le negoziazioni, il tutto in un ambiente di tassi di interesse storicamente bassi, ha creato un'offerta interessante per gli investitori al dettaglio” ma anche perdite significative.

  3. #3

    Data Registrazione
    Aug 2017
    Messaggi
    24
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    14 Post(s)
    Potenza rep
    0
    che peccato. personalmente adoro le opzioni banarie.

  4. #4

    Data Registrazione
    Nov 2008
    Messaggi
    2,024
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    24 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da borgese123 Visualizza Messaggio
    che peccato. personalmente adoro le opzioni banarie.
    ci sono tanti siti di gambling come alternativa

  5. #5

    Data Registrazione
    Nov 2017
    Messaggi
    1,769
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    760 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da carpe diem1 Visualizza Messaggio
    ci sono tanti siti di gambling come alternativa
    nn e' vero nn ho nessun sito

  6. #6
    L'avatar di Miki63
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    5,447
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1206 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Un'ulteriore esaustiva spiegazione.

    Quello che non capisco è perchè non accendano un faro anche sui Forex broker ciprioti et similia. Non è che lì il rischio controparte in primis, oltre a leve esagerate, e furbate da market-maker, la realtà operativa sia molto differente....

    Scatta la Mifid 2, l’Europa dice stop ai «casinò» finanziari - Il Sole 24 ORE

  7. #7
    L'avatar di maso.maso
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    3,057
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    78 Post(s)
    Potenza rep
    42949684

    alternative alla decisione esma

    salve, secondo voi quali possibili rimedi si possono avere per poter operare senza le nuove stringenti (inutili) regole dell'esma?
    trovare broker che non rientrano nelle regole esma, ma seri e solvibili?
    trovare broker inglesi che facciano operare come sopra?
    aprire un conto in america?
    fatemi sapere. grazie

  8. #8

    Data Registrazione
    Apr 2010
    Messaggi
    2,044
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    160 Post(s)
    Potenza rep
    37813037
    Citazione Originariamente Scritto da maso.maso Visualizza Messaggio
    salve, secondo voi quali possibili rimedi si possono avere per poter operare senza le nuove stringenti (inutili) regole dell'esma?
    trovare broker che non rientrano nelle regole esma, ma seri e solvibili?
    trovare broker inglesi che facciano operare come sopra?
    aprire un conto in america?
    fatemi sapere. grazie
    Anche io mi sto chiedendo come fare...forse bastera' dichiararsi al proprio broker investitore professionale?

    O forse meglio aprire con un broker australiano...tipo IC Markets, Pepperstone...non credo che anche questi rientrino in questa caxxxata europea...

    Non conosco l'affidabilita' di questi brokers che ho citato...magari ce ne sono di migliori e con supporto in italiano...spero che qualcuno piu' esperto ci illumini perche' con le leve che metteranno questi bufffoni non si potranno piu' tradare molte strategie...

  9. #9

    Data Registrazione
    Oct 2017
    Messaggi
    198
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    87 Post(s)
    Potenza rep
    4539193
    Citazione Originariamente Scritto da gervasiofin Visualizza Messaggio
    Anche io mi sto chiedendo come fare...forse bastera' dichiararsi al proprio broker investitore professionale?

    O forse meglio aprire con un broker australiano...tipo IC Markets, Pepperstone...non credo che anche questi rientrino in questa caxxxata europea...

    Non conosco l'affidabilita' di questi brokers che ho citato...magari ce ne sono di migliori e con supporto in italiano...spero che qualcuno piu' esperto ci illumini perche' con le leve che metteranno questi bufffoni non si potranno piu' tradare molte strategie...
    Activtrades propone il conto professionale però un prerequisito è quasi proibitivo: devi avere un patrimonio mobiliare (conti deposito, conti correnti, fondi ...) di almeno 500.000€. Non so gli altri broker (es. FXCM) cosa propongano
    Io uso IC markets e mi trovo molto bene. All'inizio, in fase di apertura del conto, ho parlato con un italiano a cui era stata affidata l'assistenza ai clienti italiani.
    Ho anche Pepperstone solo che qualche mese fa mi ha spostato il conto sotto la regolamentazione FCA inglese (dall'Australia), quindi temo rientri nelle sgrinfie dell'esma

  10. #10
    L'avatar di jagui
    Data Registrazione
    May 2004
    Messaggi
    2,873
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    244 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Tickmill molto serio offre anche conti fuori da giurisdizione europea.

    Per coerenza mi sarei aspettato che proibissero anche i certificati a leva 7.... ma i loro amici bancari ovviamente potranno continuare a spennare i polli.

Accedi