ma tu.....che lavoro fai? - Pagina 5
ETF sui bond, quanto tempo vengono tenuti in portafoglio dagli investitori?
Gli ETF Obbligazionari prendono sempre più piede in Europa. A fine giugno 2019 i replicanti legati al reddito fisso hanno raggiunto quota 901 miliardi di masse gestite, più del doppio …
Sugar tax e plastic tax fanno tremare due titoli a Piazza Affari
Prende forma la manovra di bilancio 2020 e gli investitori cominciano a focalizzare l?attenzione sull?impatto delle maggiori novità sui titoli di Piazza Affari. Alcune società saranno infatti direttamente interessate dalle …
Vontobel lancia sul mercato 4 Bonus Cap realizzati in collaborazione con i trader
Vontobel amplia la sua offerta di Bonus Cap su singoli titoli con 4 nuovi certificati disponibili da oggi sul SeDeX di Borsa Italiana. La nuova emissione arriva a pochi giorni …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Visualizza Risultati Sondaggio: ma tu .... che lavoro fai?

Partecipanti
16. Non puoi votare in questo sondaggio
  • consulente finanziario

    1 6.25%
  • investment manager

    1 6.25%
  • investment advisor

    0 0%
  • asset manager

    0 0%
  • fund manager

    0 0%
  • pianificatore finanziario

    0 0%
  • portfolio manager

    0 0%
  • investment manager

    1 6.25%
  • intermediario finanziario

    0 0%
  • commodity trading advisor

    0 0%
  • commodity pool operator

    1 6.25%
  • commerciante di strumenti finanziari

    1 6.25%
  • investitore indipendente

    10 62.50%
  • operatore finanziario

    1 6.25%
  • investment advisor

    0 0%
  • analista finanziario

    0 0%
  • investment analyst

    1 6.25%
  • wealth manager

    0 0%
  • broker finanziario

    1 6.25%
  • private banker

    0 0%
Sondaggio a Scelta Multipla.
  1. #41

    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2,872
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    1689 Post(s)
    Potenza rep
    31701107
    Citazione Originariamente Scritto da macantoni Visualizza Messaggio
    Il trading, però è diverso, non è solo "lavorare da casa". Per come la vedo io, lavoro non è sinonimo di "impegnare una certà quantità di ore per guadagnare".
    Ad esempio, se uno fa il falegname, il medico o il webmaster, produce beni o servizi utili a qualcun altro, il "lavoratore"
    guadagna, ma anche la società ottiene qualcosa in cambio del corrispettivo economico che riceve il lavoratore. Il falegname
    fa una sedia, io gli do i soldi ed in cambio io ho la sedia; al medico do i soldi, ed in cambio ho delle cure che mi
    fanno stare meglio; al webmaster (a me) danno dei soldi, ma io in cambio gli do dei siti web che gli servono.

    Si può dire che "lavora"? Dipende da cosa si intende per lavorare.
    Se intendi "Fare qualcosa che porta guadagno", sicuramente sì. Se si intende "Fare qualcosa di produttivo",
    direi di no, perché sono attività a somma zero per la società.
    Il lavoro è un'attività retribuita. Il giardiniere taglia le piante dietro compenso, quindi è un lavoro, se io taglio le mie piante da casa svolgo un'attività.
    Il lavoro non è solo produttivo (falegname, muratore, webmaster, ecc..), pensa all'impiegato di un'azienda, cosa produce? nulla.

    Citazione Originariamente Scritto da macantoni Visualizza Messaggio
    Chi fa trading, è simile a chi scommette (che ripeto, è diverso da giocare d'azzardo). Se uno scommette sui cavalli
    e conosce bene il suo settore, può anche guadagnare al di là dell'aspetto fortuna; ugualmente,
    chi conosce bene la finanza, può anche guadagnare. Tuttavia, per uno che guadagna c'è uno che perde; ben che vada è un'attività
    a somma zero per la società, non aumenta il PIL. Dire se "lavora" oppure no, dipende da cosa si intende per "lavoro".
    Per me è un po' diversa la questione, lo scommettitore parcheggia i suoi soldi (e quindi inutilizzabili per tutti) fino all'esito della scommessa, il trader da soldi all'azienda che quindi può servirsene fino al momento che il trader decide di vendere. Prendi per esempio mps e dimmi se l'investitore è stato a somma zero per la società, ma più in generale perchè le aziende si quotano in borsa se non per cercare nuovi capitali per poter crescere?

  2. #42
    L'avatar di macantoni
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    961
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    570 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da justamoneymatter Visualizza Messaggio
    Dello scommettitori sulle corse dei cavalli non me lo aveva dato ancora nessuno. ...

    Però non è che puoi dire alle maestre o agli altri genitori che fai il giocatore d'azzardo. ....
    Non ci vedo in realtà molte differenze. Chi scommette sui cavalli fa un pronostico sul vincitore; chi trada, fa un pronostico sull'andamento dello strumento che trada. Pensi che chi fa scommesse sportive lo faccia a caso? Lo scommettitore NON è necessariamente un giocatore giocatore d'azzardo; il gioco d'azzardo è su giochi dove conta solo la fortuna (esempio: il rosso o il nero alla roulette), mentre per azzeccare un pronostico sportivo serve anche abilità e conoscenza della materia, esattamente come nel trading.

    Citazione Originariamente Scritto da ex pito Visualizza Messaggio
    guadagni soldi legalmente, paghi le tasse sui guadagni e pure sul capitale anche se non guadagni, paghi commissioni alle banche, non ricevi disoccupazione (quindi non pesi sulla società), i soldi guadagnati (o almeno una parte) li usi comunque per acquistare beni/servizi, io fatico a vederla come una somma 0 per la società e soprattutto come un'attività che non fa crescere il PIL.
    Non discuto della legalità. E' perfettamente lecito, legale e rispettabile. Inoltre:

    - Ci paghi le tasse? Sì, vero (un enorme grazie a nome dello stato italiano)
    - Fai guadagnare le banche e gli intermediari in genere? Sì (anche gli intermediari ringraziano)

    Serve alla società e fa aumentare il PIL? Stento a capire come. Che beneficio riceve la società nel suo complesso dal tuo tradare? Paghi le commissioni alle banche e le tasse allo stato DETRAENDOLO dai tuoi eventuali guadagni: la somma è sempre zero, è solo un movimento finanziario di denaro da una tasca ad un'altra. Se il falegname fa una sedia, anche il falegname pago le tasse su quello che il cliente gli paga, ma IN PIU' nel mondo ci sarà una sedia in più. Il trader (ammesso che guadagni... che già non lo darei per scontato) paga le tasse solo una plusvalenza finanziaria che non corrisponde a qualcosa di prodotto.

    Citazione Originariamente Scritto da a.b.c. Visualizza Messaggio
    Per me è un po' diversa la questione, lo scommettitore parcheggia i suoi soldi (e quindi inutilizzabili per tutti) fino all'esito della scommessa, il trader da soldi all'azienda che quindi può servirsene fino al momento che il trader decide di vendere. Prendi per esempio mps e dimmi se l'investitore è stato a somma zero per la società, ma più in generale perchè le aziende si quotano in borsa se non per cercare nuovi capitali per poter crescere?
    Tu contribuisci se partecipi all' IPO o ad un aumento di capitale. Se invece acquisti da un altro trader, non immetti soldi nell'azienda.
    E' come se io do un euro a te, poi tu lo ridai a me, che lo rido' a tizio che lo da a caio che poi lo ridà a te; a chi serve? (suggerimento: poiché per ogni trasferimento ci si paga delle commissioni... )

    Da qui in poi ci si può impelagare in questioni relative alla liquidità del mercato, ecc...

  3. #43

    Data Registrazione
    May 2015
    Messaggi
    371
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    133 Post(s)
    Potenza rep
    5907571
    @a.b.c Io cerco di speculare a tempo perso, ma non riesco a capire le difficoltà che vi state facendo

    Citazione Originariamente Scritto da macantoni Visualizza Messaggio
    Non ci vedo in realtà molte differenze. Chi scommette sui cavalli fa un pronostico sul vincitore; chi trada, fa un pronostico sull'andamento dello strumento che trada. Pensi che chi fa scommesse sportive lo faccia a caso? Lo scommettitore NON è necessariamente un giocatore giocatore d'azzardo; il gioco d'azzardo è su giochi dove conta solo la fortuna (esempio: il rosso o il nero alla roulette), mentre per azzeccare un pronostico sportivo serve anche abilità e conoscenza della materia, esattamente come nel trading.
    questo perchè probabilmente tu sei uno scommettitore. io non scommetto mai a meno che non sia certo di vincere.
    per qunto riguarda il trading idem. io non compro un'azienda perchè perso che potrà vincere una gara, ma perchè ha chiuso un accordo con il governo cinese per aprire negozi sul territorio mantenendo il marchio (succedeva qualche anno fa).
    non ha nulla a che vedere con una scommessa

    Citazione Originariamente Scritto da macantoni Visualizza Messaggio
    Che beneficio riceve la società nel suo complesso dal tuo tradare? ....... Il trader (ammesso che guadagni... che già non lo darei per scontato) paga le tasse solo una plusvalenza finanziaria che non corrisponde a qualcosa di prodotto.
    giustamente non vedo perchè io debba essere tassato trovandomi in una condizione parassitaria in cui dreno risporse alla società invece che contribuire a riempire il mondo di inutili sedie ...

    COMUNQUE:insisto nel dire che se si vive all'interno di un gruppo sociale, se si hanno delle responsabilità verso altre persone e non si è nella condizione di potersi mettere al di sopra della normale quotidianità (se non sei miliardario per intenderci), ci sono una serie di regole sociali a cui bisogna volente o nolente sottostare.....a meno che il tuo gruppo sociale sia esclusivo, omogeneo ed allineato

    QUINDI: dal momento che come dimostri con il tuo scritto, la reazione alla parola "trader" è associato un significato profondamente negativo che scatena le reazioni descritte nella prima pagina del topic paragonando il trader (in modo più o meno diretto) a:

    parassita che non serve alla società
    scommettitore
    giocatore d'azzardo
    [email protected]##ista (attività inutile)
    elemosinatore
    raccattatore di monetine dalle fontane
    rapinatore di banche

    converrai che trovare una definizione che permetta alla “sciura maria” di collocare la mia professione in una parte del suo cervello che non sovrastimoli amigdala e ipotalamo e le permettano di rimanere nella sua zona di comfort, sia una ricerca più che lecita
    naturalmente in italiano......che nel 2018 l'inglese ancora non lo conosce nessuno....e invece di cocktail, devi dire "bevanda arlecchina"

    aggiunto sondaggio
    Ultima modifica di brualp; 28-10-17 alle 15:27

  4. #44

    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2,872
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    1689 Post(s)
    Potenza rep
    31701107
    Citazione Originariamente Scritto da macantoni Visualizza Messaggio
    Tu contribuisci se partecipi all' IPO o ad un aumento di capitale. Se invece acquisti da un altro trader, non immetti soldi nell'azienda.
    E' come se io do un euro a te, poi tu lo ridai a me, che lo rido' a tizio che lo da a caio che poi lo ridà a te; a chi serve? (suggerimento: poiché per ogni trasferimento ci si paga delle commissioni...)
    Da qui in poi ci si può impelagare in questioni relative alla liquidità del mercato, ecc...
    Il prezzo non è sempre quello, nella compravendita difficilmente si avrà lo stesso ritorno economico, bensì un utile o una perdita, se ho fatto bene il mio lavoro guadagno se ho fatto male il mio lavoro o miglioro o cambio lavoro.
    Il discorso era un altro però, non riguardava il nostro ritorno, ma se contribuivamo o meno alla società. Se tu, dai l’euro a me perché vuoi prenderti il guadagno dato che la società ti ha dato l’azione a 0,90, io lo riprendo e cercherò di venderlo a 1,1 euro, e così via finchè non si crea la bolla che scoppierà mettiamo a 10 euro; ma mentre sta salendo e l’azione vale 5 euro pensi che la società non ne tragga nessun beneficio? Anche se il prezzo scende non cambia la sostanza. La domanda di base dev’essere: perché le aziende decidono di quotarsi in borsa? Le commissioni, il capital gain, la tobin tax non sono nient’altro che le spese variabili e le tasse sul guadagno che ogni p. iva si paga per continuare la propria attività.
    Ultima modifica di a.b.c.; 28-10-17 alle 16:09

  5. #45

    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2,872
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    1689 Post(s)
    Potenza rep
    31701107
    Citazione Originariamente Scritto da justamoneymatter Visualizza Messaggio
    @a.b.c Io cerco di speculare a tempo perso, ma non riesco a capire le difficoltà che vi state facendo



    questo perchè probabilmente tu sei uno scommettitore. io non scommetto mai a meno che non sia certo di vincere.
    per qunto riguarda il trading idem. io non compro un'azienda perchè perso che potrà vincere una gara, ma perchè ha chiuso un accordo con il governo cinese per aprire negozi sul territorio mantenendo il marchio (succedeva qualche anno fa).
    non ha nulla a che vedere con una scommessa



    giustamente non vedo perchè io debba essere tassato trovandomi in una condizione parassitaria in cui dreno risporse alla società invece che contribuire a riempire il mondo di inutili sedie ...

    COMUNQUE:insisto nel dire che se si vive all'interno di un gruppo sociale, se si hanno delle responsabilità verso altre persone e non si è nella condizione di potersi mettere al di sopra della normale quotidianità (se non sei miliardario per intenderci), ci sono una serie di regole sociali a cui bisogna volente o nolente sottostare.....a meno che il tuo gruppo sociale sia esclusivo, omogeneo ed allineato

    QUINDI: dal momento che come dimostri con il tuo scritto, la reazione alla parola "trader" è associato un significato profondamente negativo che scatena le reazioni descritte nella prima pagina del topic paragonando il trader (in modo più o meno diretto) a:

    parassita che non serve alla società
    scommettitore
    giocatore d'azzardo
    [email protected]##ista (attività inutile)
    elemosinatore
    raccattatore di monetine dalle fontane
    rapinatore di banche

    converrai che trovare una definizione che permetta alla “sciura maria” di collocare la mia professione in una parte del suo cervello che non sovrastimoli amigdala e ipotalamo e le permettano di rimanere nella sua zona di comfort, sia una ricerca più che lecita
    naturalmente in italiano......che nel 2018 l'inglese ancora non lo conosce nessuno....e invece di cocktail, devi dire "bevanda arlecchina"

    aggiunto sondaggio
    Non ho capito se hai sbagliato a quotarmi o volevi dirmi qualcosa (in questo caso non ho capito)

  6. #46

    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2,872
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    1689 Post(s)
    Potenza rep
    31701107
    Citazione Originariamente Scritto da justamoneymatter Visualizza Messaggio
    @a.b.c Io cerco di speculare a tempo perso, ma non riesco a capire le difficoltà che vi state facendo



    questo perchè probabilmente tu sei uno scommettitore. io non scommetto mai a meno che non sia certo di vincere.
    per qunto riguarda il trading idem. io non compro un'azienda perchè perso che potrà vincere una gara, ma perchè ha chiuso un accordo con il governo cinese per aprire negozi sul territorio mantenendo il marchio (succedeva qualche anno fa).
    non ha nulla a che vedere con una scommessa



    giustamente non vedo perchè io debba essere tassato trovandomi in una condizione parassitaria in cui dreno risporse alla società invece che contribuire a riempire il mondo di inutili sedie ...

    COMUNQUE:insisto nel dire che se si vive all'interno di un gruppo sociale, se si hanno delle responsabilità verso altre persone e non si è nella condizione di potersi mettere al di sopra della normale quotidianità (se non sei miliardario per intenderci), ci sono una serie di regole sociali a cui bisogna volente o nolente sottostare.....a meno che il tuo gruppo sociale sia esclusivo, omogeneo ed allineato

    QUINDI: dal momento che come dimostri con il tuo scritto, la reazione alla parola "trader" è associato un significato profondamente negativo che scatena le reazioni descritte nella prima pagina del topic paragonando il trader (in modo più o meno diretto) a:

    parassita che non serve alla società
    scommettitore
    giocatore d'azzardo
    [email protected]##ista (attività inutile)
    elemosinatore
    raccattatore di monetine dalle fontane
    rapinatore di banche

    converrai che trovare una definizione che permetta alla “sciura maria” di collocare la mia professione in una parte del suo cervello che non sovrastimoli amigdala e ipotalamo e le permettano di rimanere nella sua zona di comfort, sia una ricerca più che lecita
    naturalmente in italiano......che nel 2018 l'inglese ancora non lo conosce nessuno....e invece di cocktail, devi dire "bevanda arlecchina"

    aggiunto sondaggio
    Non ho capito se hai sbagliato a quotarmi o volevi dirmi qualcosa (in questo caso non ho capito)

  7. #47

    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2,872
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    1689 Post(s)
    Potenza rep
    31701107
    Non riesco a copiare, ma se volete leggere...

    10 domande da non fare mai a un Trader - Traderpedia

  8. #48
    L'avatar di macantoni
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    961
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    570 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da justamoneymatter Visualizza Messaggio
    questo perchè probabilmente tu sei uno scommettitore. io non scommetto mai a meno che non sia certo di vincere.
    per qunto riguarda il trading idem. io non compro un'azienda perchè perso che potrà vincere una gara, ma perchè ha chiuso un accordo con il governo cinese per aprire negozi sul territorio mantenendo il marchio (succedeva qualche anno fa).
    non ha nulla a che vedere con una scommessa
    Io non sono uno scommettitore, se hai scommesso che io lo fossi, hai perso

    Il comportamento che dici tu non è tipico del trader, ma piuttosto dell'investitore di lungo periodo (tipo Warren Buffet). Il trader tipico che frequenta questo forum compra/vende di continuo sulla base di figure astratte che vede nei grafici e che pensa possano consentirgli di prevedere che uno strumento finanziario, di qui ad un tot di tempo possa salire o scendere.

    converrai che trovare una definizione che permetta alla “sciura maria” di collocare la mia professione in una parte del suo cervello che non sovrastimoli amigdala e ipotalamo e le permettano di rimanere nella sua zona di comfort, sia una ricerca più che lecita
    Gli puoi dire che guadagni operando in borsa tramite il computer di casa. E' difficile?

    Citazione Originariamente Scritto da a.b.c. Visualizza Messaggio
    Il discorso era un altro però, non riguardava il nostro ritorno, ma se contribuivamo o meno alla società. Se tu, dai l’euro a me perché vuoi prenderti il guadagno dato che la società ti ha dato l’azione a 0,90, io lo riprendo e cercherò di venderlo a 1,1 euro, e così via finchè non si crea la bolla che scoppierà mettiamo a 10 euro; ma mentre sta salendo e l’azione vale 5 euro pensi che la società non ne tragga nessun beneficio? Anche se il prezzo scende non cambia la sostanza. La domanda di base dev’essere: perché le aziende decidono di quotarsi in borsa? Le commissioni, il capital gain, la tobin tax non sono nient’altro che le spese variabili e le tasse sul guadagno che ogni p. iva si paga per continuare la propria attività.
    Le aziende decidono di quotarsi in borsa per una moltitudine di motivi, compreso il fatto di avere capitali freschi da investire. Chi investe nell'azienda, tramite l' IPO o tramite successivi aumenti di capitale, fa certamente qualcosa di buono per l'economia nel suo complesso. Detto come lo direi alla sciura Maria, mettiamo che un amico ti chiede 1000 euro per iniziare un'attività di falagnameria, e che se va bene tra un anno te ne ridà 2000 mentre se va male li perdi tutti. Se l'attività del tuo amico va bene, tu guadagni 1000 euro (tecnicamente, sarebbe usura, ma lasciamo perdere questo dettaglio). Sicuramente, senza i tuoi 1000 euro, il tuo amico non avrebbe mai potuto avviare l'attivita e quindi hai fatto bene sia a te stesso che al tuo amico che alla società nel suo complesso, che ora può apprezzare la qualità delle sedie prodotte dall'amico falegname.

    Il trader tipico che frequenta questo forum, però, è molto diverso. Non si parla di investimento, ma di trading molto speculativo; magari uno che compra perché gli è parso di vedere la figura "testa spalle" e quell'altro che simmetricamente che vende perché gli è parso di vedere la figura del "te..tte - c..o"
    Il trading di questo tipo, non produce PIL, al limite apporta liquidità al mercato.
    Ultima modifica di macantoni; 28-10-17 alle 17:34

  9. #49

    Data Registrazione
    May 2015
    Messaggi
    371
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    133 Post(s)
    Potenza rep
    5907571
    Citazione Originariamente Scritto da macantoni Visualizza Messaggio
    Io non sono uno scommettitore, se hai scommesso che io lo fossi, hai perso
    come ti dicevo, non scommetto se non conosco già il risultato

    Citazione Originariamente Scritto da macantoni Visualizza Messaggio
    Il comportamento che dici tu non è tipico del trader, ma piuttosto dell'investitore di lungo periodo (tipo Warren Buffet). Il trader tipico che frequenta questo forum compra/vende di continuo sulla base di figure astratte che vede nei grafici e che pensa possano consentirgli di prevedere che uno strumento finanziario, di qui ad un tot di tempo possa salire o scendere.
    magari non del trader tipico del forum....


    Citazione Originariamente Scritto da macantoni Visualizza Messaggio
    Gli puoi dire che guadagni operando in borsa tramite il computer di casa. E' difficile?
    prova a rileggere il primo post della prima pagina


    Citazione Originariamente Scritto da macantoni Visualizza Messaggio
    ......Il trading di questo tipo, non produce PIL, al limite apporta liquidità al mercato.
    Ultima modifica di brualp; 28-10-17 alle 19:08

  10. #50

    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    2,872
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    1689 Post(s)
    Potenza rep
    31701107
    Citazione Originariamente Scritto da macantoni Visualizza Messaggio
    Le aziende decidono di quotarsi in borsa per una moltitudine di motivi, compreso il fatto di avere capitali freschi da investire. Chi investe nell'azienda, tramite l' IPO o tramite successivi aumenti di capitale, fa certamente qualcosa di buono per l'economia nel suo complesso. Detto come lo direi alla sciura Maria, mettiamo che un amico ti chiede 1000 euro per iniziare un'attività di falagnameria, e che se va bene tra un anno te ne ridà 2000 mentre se va male li perdi tutti. Se l'attività del tuo amico va bene, tu guadagni 1000 euro (tecnicamente, sarebbe usura, ma lasciamo perdere questo dettaglio). Sicuramente, senza i tuoi 1000 euro, il tuo amico non avrebbe mai potuto avviare l'attivita e quindi hai fatto bene sia a te stesso che al tuo amico che alla società nel suo complesso, che ora può apprezzare la qualità delle sedie prodotte dall'amico falegname.

    Il trader tipico che frequenta questo forum, però, è molto diverso. Non si parla di investimento, ma di trading molto speculativo; magari uno che compra perché gli è parso di vedere la figura "testa spalle" e quell'altro che simmetricamente che vende perché gli è parso di vedere la figura del "te..tte - c..o"
    Il trading di questo tipo, non produce PIL, al limite apporta liquidità al mercato.
    Prima di tutto dobbiamo capirci: o parliamo di PIL, o di apporto alla società (l’incontrario della tua affermazione “attività a somma zero per la società” tanto per intenderci). Perché il pil non è del tutto una cosa positiva, ma tiene conto anche dei servizi/prodotti che la società farebbe volentieri a meno (tramutare tutti i disoccupati in agenti di polizia anche nel caso in cui ce ne fosse bisogno non è motivo d’orgoglio per il paese perché significa che c’è un elevato grado di delinquenza da contrastare), mentre l’apporto positivo alla società comprende anche quelle attività non contemplate nel pil (che la sciura maria non sa neanche cos’è tra l’altro) come il volontariato, la compravendita di automobili usate, ecc.. e quindi anche la compravendita di strumenti finanziari. A dirla tutta anche un imprenditore potrebbe ritrovarsi a non produrre pil, crea le basi per un’azienda solida e duratura nel tempo e poi mette in mano i poteri decisionali ad un manager, la parte amministrativa ad un impiegato e quella operativa a degli operai, lui diventando solo un azionista si gode gli utili senza fare nulla. Tizio possiede un intero condominio di 10 appartamenti a milano, vive di rendita e possiede il pollice verde quindi la manutenzione dei giardini in comune al posto di appaltarla ad un giardiniere la svolge lui, il giardiniere contribuisce al pil, tizio no, eppure fanno la stessa cosa e impiegano le stesse ore; alla sciura maria non interessa del pil, interessa (nella sua concezione di vita) che tizio faccia qualcosa che gli dia un reddito o un risparmio. Nel caso del reddito accostato al trader significa un trader che pur con le difficoltà iniziali (che può avere chiunque, dal falegname, ecc…) riesce a campare con esso, quindi non stiamo parlando del T&C

Accedi