Il mondo dopo il coronavirus. - Pagina 2
Netflix apre le danze dei FANG: tutte le date dei conti trimestrali e attese analisti
L?earnings season americana è cominciata la scorsa settimana con i colossi del comparto bancario come Jp Morgan, Citi Group e Wells Fargo. Nel complesso, le prime trimestrali che, racchiudono i …
Intesa SanPaolo ha dato il via, febbre M&A banche continuerà nel 2021: si avvicina l’ora delle nozze cross-border, verso una JP Morgan made in Europe
Tra le banche europee la febbre per le operazioni di M&A (mergers and acquisitions, fusioni e acquisizioni) è tutta fuorché passata, tanto che il 2021 potrebbe essere l'anno delle nozze …
Intesa Sanpaolo quota sul SeDeX 30 nuovi Cash Collect su azioni italiane, europee e americane
Debuttano oggi sul SeDeX di Borsa Italiana 30 nuovi Cash Collect Certificate emessi da Intesa Sanpaolo tramite la Divisione IMI Corporate & Investment. I nuovi strumenti offrono la possibilità di …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #11
    L'avatar di arte3000
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Messaggi
    4,706
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    1156 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da svartsjel Visualizza Messaggio
    Alla fine credo che dei cambiamenti ci saranno, ma non radicali come molti prevedono. L'uomo è per natura un animale sociale e chi dice certe cose (intendo gli estremisti che dicono che non usciremo più di casa) lo ha dimenticato, certo è che per investire nel settore turistico/ristorazione bisognerebbe capire il punto più basso di questa crisi, essere ben coperti a livello finanziario e avere tantissimo coraggio.
    Nei settori che non usano in nessun modo lo smart working credo alla fine tutto tornerà come prima anche se in tempi non quantificabili, la grande incognita sarà proprio il lavoro da remoto, dove prevedo anche tensioni fra dipendenti, aziende e sindacati.
    Poi mi pare ovvio che Amazon, ebay e altri giganti del web faranno il bello e il cattivo tempo nell' e-commerce ma questo succedeva già prima della pandemia.



    Figuriamoci se i colossi del web non abbiano fiutato l'affare.


    Inutile dire che non è cambiato niente.Moltissime persone continuano ad evitare qualsiasi contatto nei locali pubblici ed evitano sistematicamente i rapporti con le persone.


    L'acquisto online è la ciliegia sulla torta.


    Non illudiamoci,il virus ci farà compagnia sino alla fine del 2022.


    I tempi sono questi.

  2. #12
    L'avatar di jurassic88
    Data Registrazione
    Jan 2017
    Messaggi
    3,140
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    2171 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Citazione Originariamente Scritto da arte3000 Visualizza Messaggio
    Figuriamoci se i colossi del web non abbiano fiutato l'affare.


    Inutile dire che non è cambiato niente.Moltissime persone continuano ad evitare qualsiasi contatto nei locali pubblici ed evitano sistematicamente i rapporti con le persone.
    Certo se continui a minacciare nuovi lockdown la situazione non migliora. Bisogna vedere come si passa questo inverno, se non succede niente di grave la gente se ne sbatterà. Anche se comincio ad avere i miei dubbi su questo, qui in Veneto l 80% di persone ha votato Zaia con fierezza, perciò l 80% della gente seguirà il sommo leader fino alla morte, d'altronde bisogna accumulare i schei, mica lottare per i propri diritti

  3. #13
    L'avatar di arte3000
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Messaggi
    4,706
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    1156 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da jurassic88 Visualizza Messaggio
    Certo se continui a minacciare nuovi lockdown la situazione non migliora. Bisogna vedere come si passa questo inverno, se non succede niente di grave la gente se ne sbatterà. Anche se comincio ad avere i miei dubbi su questo, qui in Veneto l 80% di persone ha votato Zaia con fierezza, perciò l 80% della gente seguirà il sommo leader fino alla morte, d'altronde bisogna accumulare i schei, mica lottare per i propri diritti



    Il rischio è quello di morire d'economia.

  4. #14
    L'avatar di sandalio
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Messaggi
    5,967
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    2673 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Secondo me invece certi trend c'erano solo che non volevamo vederli:
    1) il commercio on-line: molti negozi sfitti e ancora in vendita-affitto a prezzi che sono fuori da ogni logica. Il virus ha semplicemente accelerato questo, prossimamente gli spazi commerciali resteranno abbandonati, o venduti a poco per altri usi
    2) Smart-working: l'Italia era indietro su questo e il virus non ha fatto altro che dare una bella accelerata. Molti uffici diventeranno virtuali o condivisi.
    3) Green: secondo me qualche correlazione tra inquinamento e virus c'è quindi il virus secondo me ha portato anche ad un accelerazione nella riduzione dell'inquinamento.
    4) Capitalizzazione delle PMI. Oggigiorno le PMI sono troppo piccole per riuscire a reperire i capitali necessari in fase di crisi. Questo era già evidente dalle progressive incombenze burocratiche ed il virus ha dato il colpo di grazia.
    ------------
    Nuove evidenze:
    A) ristorazione, turismo: il virus ha bloccato tutto questo settore. Nell'ipotesi che sia un blocco temporaneo, e che un domani si ritorni alla normalità, rimane un problema di tener duro nell'attesa che passi la crisi. Le soluzioni flessibili (adattare il modello di business alle circostanze) ne verranno fuori meglio e fagociteranno le più rigide.
    B) trasporti: sia per i grossi (aerei) che sotto sotto anche per i piccoli è un discorso di capitalizzazione/impiego risorse.
    c) mobilità personale: il virus è stato usato come scusa per lanciare una mobilità più green che però secondo me non ha nulla a che fare con il virus ma con il green.
    d) spettacolo: questo settore subisce secondo me il colpo più duro. Per il tipo di attività non sarà più come prima.
    Su A) e B) dipende molto dalla burocrazia. Se lo Stato lascia ridimensionarsi, licenziare e assiste vi saranno impatti più temporanei.
    Secondo me i mondo dopo il virus sarà con molti meno imprenditori, sostituiti da SRL e piccole società e molti più dipendenti. Tutta la vita locale fatta di eventi, spettacoli, sarà un ricordo: resisteranno pochi grossi eventi e quelli piccolissimi tipo mercatini e questa sarà la cosa più triste.

  5. #15

    Data Registrazione
    Jan 2019
    Messaggi
    320
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    188 Post(s)
    Potenza rep
    7856944
    Quando il virus sparirà non credo che resteranno solo i grandi eventi e quelli piccoli come i mercatini saranno un ricordo. Penso per esempio a quelli natalizi o pasquali oltre a quelli tipicamente locali nei piccoli comuni che non saranno certo cancellati visto che spesso ci guadagnano sia gli stessi comuni che gli espositori.
    Per la mobilità verde invece credo che ci vorranno diversi anni visto che ancora manca una rete di punti di ricarica fuori dalle città e anche l'autonomia reale dei veicoli elettrici non è paragonabile a quella dei veicoli a benzina/gasolio oltre al fatto che chi pensa di risparmiare non ha fatto i conti con la voracità del fisco italiano: scommetto che quando i veicoli elettrici si diffonderanno metteranno accise sull'elettricità e faranno pagare il bollo pure ai possessori di tali veicoli, altrimenti dove troverebbero i soldi dai mancati introiti della vendita di carburanti fossili?

  6. #16

    Data Registrazione
    Oct 2020
    Messaggi
    18
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    3 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Grande punto interrogativo. Ci saranno dei cambiamenti radicali nella vita quotidiana.

  7. #17
    L'avatar di sandalio
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Messaggi
    5,967
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    2673 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Secondo me il punto chiave è che ci saranno cambiamenti, e saranno piuttosto consistenti, pertanto vale la pena rischiare. Ognuno può valutare il suo scenario. Secondo il mio val la pena vendere AL MEGLIO e subito spazi commerciali periferici (che non ho) e comprare in liquidazione attività di ristorazione-bar-albergo-trasporti. Ma i tempi tecnici di liquidazione sono di almeno 1,5 anni quindi è ora di stand-by.

  8. #18
    L'avatar di Mirtosardo
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    1,038
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    877 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    la vedo molto meno tragica di voi. mi ricordo che a marzo si parlava di fame e povertà, ad aprile di soldi finiti, a maggio di rivolte sociali.
    in tutta onestà, non ho visto nessuno morire di fame, nessuno vendere le collanine d'oro o finire per strada. ci sono stati tamponi economici, che se la malattia continuerà, verrano anch'essi estesi.
    il mondo dopo il coronavirus credo continuerà come era prima, qualcuno un po' più ricco, qualcuno un po' più povero

  9. #19

    Data Registrazione
    Oct 2020
    Messaggi
    32
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    23 Post(s)
    Potenza rep
    1
    Citazione Originariamente Scritto da sandalio Visualizza Messaggio
    Secondo me il punto chiave è che ci saranno cambiamenti, e saranno piuttosto consistenti, pertanto vale la pena rischiare. Ognuno può valutare il suo scenario. Secondo il mio val la pena vendere AL MEGLIO e subito spazi commerciali periferici (che non ho) e comprare in liquidazione attività di ristorazione-bar-albergo-trasporti. Ma i tempi tecnici di liquidazione sono di almeno 1,5 anni quindi è ora di stand-by.
    Conosco uno che sperava di fare un affare rilevando a prezzo di saldo un ristorante dopo il lockdown, ti dico solo che non sta pagando l'affitto da due mesi

  10. #20
    L'avatar di sandalio
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Messaggi
    5,967
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    2673 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da Mirtosardo Visualizza Messaggio
    la vedo molto meno tragica di voi. mi ricordo che a marzo si parlava di fame e povertà, ad aprile di soldi finiti, a maggio di rivolte sociali.
    in tutta onestà, non ho visto nessuno morire di fame, nessuno vendere le collanine d'oro o finire per strada. ci sono stati tamponi economici, che se la malattia continuerà, verrano anch'essi estesi.
    il mondo dopo il coronavirus credo continuerà come era prima, qualcuno un po' più ricco, qualcuno un po' più povero
    Ci sono settori e settori. Miei parenti invece sono fermi dal lockdown, e si sono messi a fare i dipendenti.

Accedi