Possibile che convenga fare il dipendente a vita ? - Pagina 3
Beyond Meat: formidabile ascesa e tracollo dei burger vegetariani in Borsa. La storia dell’Ipo più pazza del 2019
Formidabile ascesa e formidabile tracollo a Wall Street per il titolo Beyond Meat, la migliore Ipo degli ultimi due decenni con valore in Borsa arrivato a oltre +800% in pochi …
Sei domande e risposte per far chiarezza sul caso Popolare Bari. Marattin: nessun vuole far fallire la banca
Il commissariamento della Popolare di Bari sta alimentando le tensioni in seno alla maggioranza di governo su come intervenire sulla banca pugliese. Ieri il Cdm non ha partorito alcun decreto …
Bufera Popolare di Bari si abbatte sul governo, Di Maio e Renzi dettano le condizioni per salvataggio
Il commissariamento della Popolare di Bari apre nuove crepe nel governo Conte bis con il cdm di ieri sera che ha visto le assenze pesanti di M5S e Italia Viva …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #21
    L'avatar di *Bushido*
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Messaggi
    13,034
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    4352 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da Londonista Visualizza Messaggio
    Ciao,

    primo post anche se leggo il forum da tanto tempo.

    Mi sento di dare un parere basato sulla mia esperienza personale: vivevo a Roma dove ho provato varie strade (dipendente, piccolo imprenditore e così via) finché un bel giorno ho deciso di fare un biglietto di sola andata per Londra.

    Non è certamente facile emigrare ma almeno ci sono speranze di combinare qualcosa se uno è capace e ha voglia, cosa che in Italia (perlomeno a Roma) risulta molto complicato.

    Per me è un piacere aiutare chi decidesse di fare il passo, se hai domande chiedi pure
    beh...raccontaci qualcosa della tua esperienza grazie

  2. #22
    L'avatar di Londonista
    Data Registrazione
    Oct 2019
    Messaggi
    5
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Per quanto mi riguarda sono partito un po' alla cieca, senza contatti in loco. Avevo due anni di esperienza come programmatore, una manciata di migliaia di euro e parlavo un po' di inglese (a posteriori il mio inglese era pessimo).

    Fatto qualche colloquio di lavoro, ricevuto offerta, dopo circa un anno ho deciso di rimettermi sul mercato, quindi altri colloqui, offerta, nuovo lavoro e nuovo stipendio, etc..

    Il mio campo e' l'IT ma conosco persone che hanno seguito un percorso simile in altri ambiti (marketing, finanza, contabilita', uno che faceva il barman e ora gestisce due locali).

  3. #23

    Data Registrazione
    Feb 2017
    Messaggi
    468
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    375 Post(s)
    Potenza rep
    5325326
    Io ho due curiosità: qual era il tuo stipendio / RAL a Roma e quale il primo a Londra? Dopo due anni a Londra che tipo di vita riesci a permetterti?

  4. #24

    Data Registrazione
    Sep 2009
    Messaggi
    140
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    79 Post(s)
    Potenza rep
    1340821
    chi intraprende la strada del lavoro autonomo è perchè o ha un progetto imprenditoriale o perchè è molto capace in qualcosa e sa che guadagnerebbe tanto da indipendente.
    in questi casi il valore aggiunto rende la strada imprenditoriale percorribile e sostenibile nel tempo.
    se il discorso invece è : mi metto in proprio cosi lavoro poco e guadagno un sacco, be scordatelo , quando sei autonomo devi lavorare h24

  5. #25
    L'avatar di Londonista
    Data Registrazione
    Oct 2019
    Messaggi
    5
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Trico Visualizza Messaggio
    Io ho due curiosità: qual era il tuo stipendio / RAL a Roma e quale il primo a Londra? Dopo due anni a Londra che tipo di vita riesci a permetterti?
    Nel 2008/2009 ero un pelo meno 18k EUR (primo impiego dopo la laurea presso una multinazionale).

    Sono a Londra dal 2011, primo lavoro 28k sterline, secondo 36k.

    Ora lavoro a "partita Iva" e cambio frequentemente, le cifre sono un po' diverse.

    Per affittare un piccolo appartamento, pagare le bollette, spese varie, uscire e vestirsi penso servano almeno 40k lordi stando attenti.

  6. #26
    L'avatar di Londonista
    Data Registrazione
    Oct 2019
    Messaggi
    5
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Giuseppe_BG Visualizza Messaggio
    ...
    Totalmente d'accordo

  7. #27

    Data Registrazione
    Sep 2019
    Messaggi
    31
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    21 Post(s)
    Potenza rep
    1898441
    Citazione Originariamente Scritto da Giuseppe_BG Visualizza Messaggio
    chi intraprende la strada del lavoro autonomo è perchè o ha un progetto imprenditoriale o perchè è molto capace in qualcosa e sa che guadagnerebbe tanto da indipendente.
    in questi casi il valore aggiunto rende la strada imprenditoriale percorribile e sostenibile nel tempo.
    se il discorso invece è : mi metto in proprio cosi lavoro poco e guadagno un sacco, be scordatelo , quando sei autonomo devi lavorare h24
    Penso che invece la domanda principale quando si intraprende un lavoro autonomo, non sia nè se si ha un progetto nè se si è superbravi ma: dove/come trovo i clienti? Il vero muro è trovare i clienti, gli altri problemi vengono dopo.

  8. #28

    Data Registrazione
    Oct 2019
    Messaggi
    28
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    34 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Al giorno d'oggi, salvo casi di aziende in grande salute, conviene essere dipendenti. Un imprenditore lavora molto più del suo dipendente, ha mille incombenze e alla fine dei conti si vede bruciare gran parte dei profitti dalle tasse. Tendenzialmente guadagna di più, ma nel mondo reale (piccole imprese) è un di più relativo: quanto hai lavorato? quanti pensieri hai quotidianamente?
    Aggiungo che il dipendente ha il suo guadagno garantito, se sta male ha la malattia (un imprenditore, sempre nel mondo reale, non lavora se moribondo), le tutele di ogni tipo, le ferie etc.

    In altre nazioni, ecco, magari essere imprenditori è un farsi il c..o per qualcosa in cambio.

  9. #29

    Data Registrazione
    Sep 2019
    Messaggi
    59
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    48 Post(s)
    Potenza rep
    99108
    io non sono cosi convinto di tutto quello che dite, non sto dicendo che sia facile mettersi in proprio. Però conosco tanta gente che ci ha provato, qualcuno come dite voi lavora 12 ore al giorno per avere lo stesso stipendio che aveva da dipendente è vero, ma ne conosco tanti altri che sono partiti con 1 pub, poi con i soldi hanno aperto anche 1 pizzeria, ed entrambi vanno ancora a gonfie vele.
    Conosco chi ha aperto una birreria artigianale (birra prodotta da loro e locale pub annesso) e sta andando a gonfie vele, dopo 2 anni si è già ripagata tutto l'investimento fatto.
    Ci sono pub e ristoranti aperti da 30 anni nella mia città, sempre con la stessa gestione, quindi male non va sicuramente.

  10. #30
    L'avatar di havokiano
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    34,779
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    4056 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da sevende Visualizza Messaggio
    io non sono cosi convinto di tutto quello che dite, non sto dicendo che sia facile mettersi in proprio. Però conosco tanta gente che ci ha provato, qualcuno come dite voi lavora 12 ore al giorno per avere lo stesso stipendio che aveva da dipendente è vero, ma ne conosco tanti altri che sono partiti con 1 pub, poi con i soldi hanno aperto anche 1 pizzeria, ed entrambi vanno ancora a gonfie vele.
    Conosco chi ha aperto una birreria artigianale (birra prodotta da loro e locale pub annesso) e sta andando a gonfie vele, dopo 2 anni si è già ripagata tutto l'investimento fatto.
    Ci sono pub e ristoranti aperti da 30 anni nella mia città, sempre con la stessa gestione, quindi male non va sicuramente.
    mah, stai parlando di chi ce l'ha fatta (per ora). Parlami degli altri 99/100 che hanno chiuso. Senza contare che chi ha pub ristoranti di 30anni fa si è già ammortizzato le spese 30anni fa e ad oggi fa patta e si fa una vitaccia comunque, essere ristoratore per me è sacrificio totale sia come orari sia come vita

Accedi