Marketing pubblicità sondaggio universitario
Analisi stagionalità non lascia dubbi: concentrarsi su Piazza Affari grave errore. Nasdaq e S&P 500 rulli compressori
Riprendiamo l?analisi recentemente pubblicata sulla stagionalità degli indici europei per analizzare quella degli indici USA (S&P 500 e Nasdaq 100) e tirare le fila del discorso. Il risultato dell?analisi dell?Ufficio …
Tesoretto spread: Bankitalia quantifica l’effetto del calo di 100 pb
Pil in crescita dello 0,9% quest’anno, dello 0,9% nel 2021 e in lieve e ulteriore accelerazione nel 2022 all'1,1 per cento. Così La Banca d'Italia nel suo ultimo Bollettino in …
Posizioni nette corte: si aggiungono due shortisti su Ubi Banca, ingresso di Fincantieri
Dall?aggiornamento di oggi di Consob sulle posizioni nette corte (PNC) si apprende che il titolo più shortato a Piazza Affari è UBI Banca con 8 posizioni short aperte per una …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    2
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0

    Lightbulb Marketing pubblicità sondaggio universitario

    Il marketing la pubblicità l' incubo di ogni Brand, e la parte più costosa, ma anche la parte più noiosa da subire ogni giorno su qualsiasi pagina applicazione o qualsiasi cosa centri con il web.
    come vedete il suo sviluppo nei prossimi anni? come cambierà l'approccio per arrivare ai clienti finali? come farla finalmente apprezzare al cliente? come vedete il marketing aziendale nel prossimo futuro? quali nuovi metodi e mezzi di promozione utilizzeranno i brand e come La società reagirà?



    domanda molto aperta per un sondaggio universitario,
    grazie del vostro aiuto.

    YUP
    Ultima modifica di yups; 20-08-18 alle 20:57

  2. #2

    Data Registrazione
    Oct 2019
    Messaggi
    31
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    2 Post(s)
    Potenza rep
    1
    Credo che per molti anni la direzione è quella, sponsorizzazioni su facebook e app, in modo da avere un pubblico mirato e quindi vendere il servizio all'azienda che si deve pubblicizzare a prezzo ridotto rispetto allo spot televisivo.

    Credo che rimarrà invariato almeno per 20-30 anni.

  3. #3
    L'avatar di jurassic88
    Data Registrazione
    Jan 2017
    Messaggi
    147
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    77 Post(s)
    Potenza rep
    2956950
    Citazione Originariamente Scritto da alexis91 Visualizza Messaggio
    Credo che per molti anni la direzione è quella, sponsorizzazioni su facebook e app, in modo da avere un pubblico mirato e quindi vendere il servizio all'azienda che si deve pubblicizzare a prezzo ridotto rispetto allo spot televisivo.

    Credo che rimarrà invariato almeno per 20-30 anni.
    Per me sarà un lento declino. Sarei curioso di sapere statisticamente quanto è redditizio per un azienda sponsorizzarsi sui social e su internet. Che impatto ha per un azienda? Chi davvero guarda le pubblicità su internet?

  4. #4

    Data Registrazione
    Feb 2017
    Messaggi
    572
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    463 Post(s)
    Potenza rep
    6184320
    Le pubblicità su Internet sono guardate da molte persone, ma il trend sono soprattutto le pubblicità sulle app e in particolare sui social network (youtube, facebook, instagram).

    Io vedo due meccaniche di base oggi, una è quella della profilazione automatizzata che aldilà di una maggior sensibilità sulla privacy non potrà essere fermata: per usufruire di certi contenuti, devi essere tracciabile ed è quindi scontato che le pubblicità saranno sempre più mirate.
    La seconda è la pubblicità occulta, niente di nuovo ma è un mostro mutaforma nella storia della promozione... canali che si supponevano trusted una volta e ora chiaramente non lo sono più (programmi tv con inserimenti commerciali) sono sostituiti da canali che si suppongono trusted oggi (recensioni finte su Amazon... gente seguita sui social che parla di prodotti/esperienze...).

    Il contatto meno mediato sui social network è poi un'altra chiara trasformazione, il fatto di comunicare quasi direttamente (attraverso social media manager e digital PR) con i clienti o potenziali clienti è l'evoluzione del vecchio customer care. Avere un gregge di follower e coltivarlo è essenziale per rafforzare il marchio. Questo consente anche di osservare più da vicino i target potenziali e intercettarne i bisogni... e si torna alla profilazione. Il che sta funzionando ben per ora, fintanto che il gregge è genuino... Bisogna capire cosa succede se la frittata si rigira e anche i clienti iniziano ad essere potenzialmente fake o manipolabili.

  5. #5
    L'avatar di jurassic88
    Data Registrazione
    Jan 2017
    Messaggi
    147
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    77 Post(s)
    Potenza rep
    2956950
    Citazione Originariamente Scritto da Trico Visualizza Messaggio
    Le pubblicità su Internet sono guardate da molte persone, ma il trend sono soprattutto le pubblicità sulle app e in particolare sui social network (youtube, facebook, instagram).

    Io vedo due meccaniche di base oggi, una è quella della profilazione automatizzata che aldilà di una maggior sensibilità sulla privacy non potrà essere fermata: per usufruire di certi contenuti, devi essere tracciabile ed è quindi scontato che le pubblicità saranno sempre più mirate.
    La seconda è la pubblicità occulta, niente di nuovo ma è un mostro mutaforma nella storia della promozione... canali che si supponevano trusted una volta e ora chiaramente non lo sono più (programmi tv con inserimenti commerciali) sono sostituiti da canali che si suppongono trusted oggi (recensioni finte su Amazon... gente seguita sui social che parla di prodotti/esperienze...).

    Il contatto meno mediato sui social network è poi un'altra chiara trasformazione, il fatto di comunicare quasi direttamente (attraverso social media manager e digital PR) con i clienti o potenziali clienti è l'evoluzione del vecchio customer care. Avere un gregge di follower e coltivarlo è essenziale per rafforzare il marchio. Questo consente anche di osservare più da vicino i target potenziali e intercettarne i bisogni... e si torna alla profilazione. Il che sta funzionando ben per ora, fintanto che il gregge è genuino... Bisogna capire cosa succede se la frittata si rigira e anche i clienti iniziano ad essere potenzialmente fake o manipolabili.
    Mi piacerebbe che qualcuno piu informato di me postasse qui statistiche (sempre che si trovino) dell'impatto delle pubblicità sui consumi, da quando c è internet, e i social in particolare.
    La mia teoria è che, essendo internet un strumento attivo e non passivo come la televisione o la radio, il marketing sia meno efficace di quello che si pensi, però di fronte a dati potrei sbagliarmi

  6. #6
    L'avatar di Jumpfree
    Data Registrazione
    Sep 2019
    Messaggi
    456
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    229 Post(s)
    Potenza rep
    7811313
    Citazione Originariamente Scritto da jurassic88 Visualizza Messaggio
    La mia teoria è che, essendo internet un strumento attivo e non passivo come la televisione o la radio, il marketing sia meno efficace di quello che si pensi, però di fronte a dati potrei sbagliarmi
    Non vedo la relazione tra strumento attivo e minore efficacia...
    E comunque il marketing su internet e apps è talmente personalizzabile, che è molto più efficace che il marketing tradizionale. Poi evidentemente sono canali diversi, e funzionano meglio per campagne diverse, però ti assicuro che il direct marketing su internet con target di compra online funziona abbastanza bene...

  7. #7
    L'avatar di jurassic88
    Data Registrazione
    Jan 2017
    Messaggi
    147
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    77 Post(s)
    Potenza rep
    2956950
    Citazione Originariamente Scritto da Jumpfree Visualizza Messaggio
    Non vedo la relazione tra strumento attivo e minore efficacia...
    E comunque il marketing su internet e apps è talmente personalizzabile, che è molto più efficace che il marketing tradizionale. Poi evidentemente sono canali diversi, e funzionano meglio per campagne diverse, però ti assicuro che il direct marketing su internet con target di compra online funziona abbastanza bene...
    Che funzioni ci mancherebbe, ma quanto rispetto ai metodi tradizionali? E quanto rispetto a 10, 20 anni fa?

Accedi