[Terreno agricolo] Come sfruttarlo? - Pagina 5
Popolare Bari senza pace: l’ad De Bustis indagato per bond proposto a micro-società di Malta. Fitd aspetta il nuovo piano
Nuova bufera sulla Popolare di Bari proprio nel bel mezzo della stretta per il salvataggio della banca che necessiterebbe di circa un miliardo per evitare il peggio. Vincenzo De Bustis, …
Gundlach vede nero e presenta il grafico dell’anno. Wall Street cadrà, rischio recessione del 40%
Jeffrey Gundlach, numero uno Di DoubleLine Capital, non è affatto ottimista guardando al 2020, tutt'altro: e presenta un grafico per far capire cosa sta accadendo e cosa, a suo avviso, …
Ferrari e Mediobanca ai pit stop dopo forte rally, analisi su due dei top performer 2019
Ferrari e Mediobanca presentano un quadro grafico positivo. Entrambi i titoli stanno ritracciando leggermente dopo una corsa fino a raggiungere nuovi record storici per Ferrari e massimi pluriennali per Mediobanca. …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #41

    Data Registrazione
    Mar 2016
    Messaggi
    233
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    120 Post(s)
    Potenza rep
    9402086
    Citazione Originariamente Scritto da fakebody Visualizza Messaggio
    buonasera, scusare se sono OT. i valori medi agricoli pubblicati sul sito dell'Agenzia dell'Entrate sono attendibili? come li calcolano?
    No, non sono attendibili perché ogni compra-vendita ha una storia a sé.

    La VAM (Valori Agricoli Medi) e l'OMI (Osservatorio Mercato Immobiliare) serve all'Agenzia delle Entrate, nelle fasi di controllo e accertamento, per vedere se hai eluso o evaso le imposte di registro.

    Se sei IAP (Imprenditore Agricolo Professionale) o CD (Coltivatore Diretto) paghi un imposta di registro del 1% sul valore della compravendita.

    Se sei un normale cittadino italiano o uno straniero senza la qualifica di IAP o CD, pagherai un imposta di registro del 18% sul valore della compravendita.

    Mettiamo il caso che hai comprato con scrittura privata, un terreno agricolo per 2 milioni di euro.
    L'imposta di registro sarà:
    1% =20.000€
    18%= 360.000€

    Molti, per risparmiare le imposte di registro, in fase di trascrizione del contratto o davanti al notaio, dimezzano il valore di compravendita.

    Anziché scrivere che si accordano per 2 milioni di euro, scrivono 1 milione di euro così da risparmiare 10.000€ se si è imprenditori agricoli, oppure 180.000€ se si è dei semplici cittadini.

    Questo trucchetto funzionava in passato, ma oggi l'Agenzia delle Entrate controlla tutti i dati bancari e se c'è qualche anomalia con i valori VAM-OMI, te la fa pagare con multe, sanzioni e procedimenti penali (ad esempio ti bloccano i conti correnti).

    Il problema è che i tempi sono cambiati e se in passato, un discostamento dall'OMI era sinonimo di elusione fiscale, oggi invece corrisponde alla realtà dei fatti

  2. #42
    L'avatar di sandalio
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Messaggi
    4,658
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    1739 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Ritorno sul topic, dirrei che possiamo distinguere I vari casi:
    A) terreno montano (bosco), non coltivabile, che era il topic di partenza
    B) terreno collinare
    C) terreno pianeggiante, coltivabile, irrigabile o meno.

    Quindi diciamo che i terreni coltivabili possono essere dati in affitto, anche se più sono piccoli più è difficile trovare uno che li coltivi. Comunque dalle discussioni sembra che bene che vada ci si ricava l'1% del valore

  3. #43
    L'avatar di sandalio
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Messaggi
    4,658
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    1739 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Che dite di farci ruzzolare le galline per le uova? Con le giovani generazioni di animalisti, mi sa che si potrebbero tenere anche libere. Metti bosco, liberi poche galline e fai solo la "casetta"

  4. #44
    L'avatar di edoardofilippo
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    1,663
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    533 Post(s)
    Potenza rep
    39285569
    è vero, i polli nascono già mangiati!
    (mi chiedo come abbiano fatto a sopravvivere nei millenni!)

    occorrerebbero tante robuste stie in metallo,un investimento costoso e 4 uova bio le pago un euro...

  5. #45
    L'avatar di roby584
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Messaggi
    579
    Blog Entries
    3
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    42 Post(s)
    Potenza rep
    7486494
    Citazione Originariamente Scritto da Zarbo Visualizza Messaggio
    No, non sono attendibili perché ogni compra-vendita ha una storia a sé.

    La VAM (Valori Agricoli Medi) e l'OMI (Osservatorio Mercato Immobiliare) serve all'Agenzia delle Entrate, nelle fasi di controllo e accertamento, per vedere se hai eluso o evaso le imposte di registro.

    Se sei IAP (Imprenditore Agricolo Professionale) o CD (Coltivatore Diretto) paghi un imposta di registro del 1% sul valore della compravendita.

    Se sei un normale cittadino italiano o uno straniero senza la qualifica di IAP o CD, pagherai un imposta di registro del 18% sul valore della compravendita.

    Mettiamo il caso che hai comprato con scrittura privata, un terreno agricolo per 2 milioni di euro.
    L'imposta di registro sarà:
    1% =20.000€
    18%= 360.000€

    Molti, per risparmiare le imposte di registro, in fase di trascrizione del contratto o davanti al notaio, dimezzano il valore di compravendita.

    Anziché scrivere che si accordano per 2 milioni di euro, scrivono 1 milione di euro così da risparmiare 10.000€ se si è imprenditori agricoli, oppure 180.000€ se si è dei semplici cittadini.

    Questo trucchetto funzionava in passato, ma oggi l'Agenzia delle Entrate controlla tutti i dati bancari e se c'è qualche anomalia con i valori VAM-OMI, te la fa pagare con multe, sanzioni e procedimenti penali (ad esempio ti bloccano i conti correnti).

    Il problema è che i tempi sono cambiati e se in passato, un discostamento dall'OMI era sinonimo di elusione fiscale, oggi invece corrisponde alla realtà dei fatti
    Ti quoto👍

  6. #46
    L'avatar di Kemperi
    Data Registrazione
    Sep 2014
    Messaggi
    628
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    287 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da f.statham Visualizza Messaggio
    La resa sul capitale investito nel seminativo è bassissima. Poco impegno, poca resa.
    Sul frutteto le cose cambiano, più investimenti, più lavoro, più rischio e quindi maggior possibilità di guadagno, ma rimane un'attività imprenditoriale a tutti gli effetti, gli improvvisati non durano.

    Idroponica. Cos’e e perche rappresenta il futuro delle coltivazioni - Gambero Rosso

  7. #47

    Data Registrazione
    Aug 2016
    Messaggi
    1,990
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    1841 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Non si potrebbe affittare per uso generico? Anche un terreno di dimensioni minori, facciamo intorno ai 3000mq.

    Magari a qualcuno può servire come deposito merci o per allevamento. Che dite?

    Mettiamo il caso che il terreno si trovi nelle vicinanze di un centro abitato non molto distante dalla città.

  8. #48

    Data Registrazione
    Feb 2018
    Messaggi
    1
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Zarbo Visualizza Messaggio
    Esatto, ma voglio ricordare che nel mio caso specifico, io pago affitto e terzista.

    Se i terreni fossero i miei, guadagnerei 20.000€ in più dell' affitto e altri 10.000€ in più della PAC.

    Se poi i terreni li lavorassi pure io, guadagnerei ancora qualcosa in più (ma non saprei dire quanto perché col mio trattorista non parliamo mai di quanto guadagna lui)

    A me comunque, va bene così.
    Non mi lamento perché alla fine guadagno sempre qualcosina senza aver investito milioni e milioni di euro fra terreni, trattori, mieti-trebbiatrici, capannoni, ecc...
    E soprattutto dedicando a questa attività solo 2-3 giorni l'anno.

    Nei restanti 362 giorni all'anno mi occupo di imprese in altri settori (turismo, energie rinnovabili, commercio ingrosso, logistica)
    Ciao, io sarei molto curioso e interessato a sapere come ti sei "posizionato" dal punto di vista societario e fiscale per avere la possibilità di occuparti di altre imprese perché dalle mie parti ci sono diversi grandi terreni lasciati a se stessi.
    Hai costituito una società agricola? Una di capitali? E per quanto riguarda la pratica PAC?

  9. #49
    L'avatar di DoctorT
    Data Registrazione
    May 2001
    Messaggi
    2,460
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    960 Post(s)
    Potenza rep
    42949691
    Citazione Originariamente Scritto da sandalio Visualizza Messaggio
    Io taglierei i rovi e rifarei un castagneto, piantando nuove piante in maniera scientificamente corretta. Magari se è zona quando sono grandine provo a mettere tartufi/porcini.
    Le castagne mi piacciono. Poi penso che un domani il legno di castagno si possa vendere bene, ci sarà sempre qualche ricco che non si accontenterà del legname commerciale ma vorrà un bel castagno.
    sandalio le tartufaie artificiali si fanno mettendo a dimora delle piante simbionti del tartufo già micorrizzate (in simbiosi con la pianta del tartufo) e per arrivare alla produzione impiegano tra i 10 e i 15 anni ... inoltre ogni tipo di tartufo predilige un tipo di terreno diverso per quanto riguarda l'umidità e l'acidità/alcalinità quindi tecnicamente è una cosa fattibile (se il terreno è idoneo) ma prima di rientrare nell'investimento iniziale passano almeno 15 - 20 anni.

  10. #50

    Data Registrazione
    Mar 2016
    Messaggi
    233
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    120 Post(s)
    Potenza rep
    9402086
    Citazione Originariamente Scritto da FabioCromo Visualizza Messaggio
    Ciao, io sarei molto curioso e interessato a sapere come ti sei "posizionato" dal punto di vista societario e fiscale per avere la possibilità di occuparti di altre imprese perché dalle mie parti ci sono diversi grandi terreni lasciati a se stessi.
    Hai costituito una società agricola? Una di capitali? E per quanto riguarda la pratica PAC?
    Non ho aperto nessuna società ma opero con una ditta individuale.
    Dal punto di vista fiscale ho iniziato con il regime forfettario (limite reddito 7.500€, nessun obbligo di tenuta di scritture contabili) per poi passare automaticamente al regime ordinario dall'anno successivo (obbligo di tenere 7 scritture contabili diverse ma possibilità di scaricare tutte le spese come ad esempio l'acquisto di un macchinario).

    Per quanto riguarda la pratica della PAC, tutti i premi se li prendono i proprietari dei terreni.
    io i terreni li ho in affitto a prezzi più bassi del mercato proprio perché i patti sono che il proprietario si prende il contributo.

Accedi