Motivi per i quali forse ti conviene NON INVESTIRE IN UNA TABACCHERIA.
Branson è già nello spazio: la sua Virgin Galactic fa +400% in 2 mesi. Ma Musk non è da meno con Space X
Un vero e proprio exploit quello registrato dalle azioni della Virgin Galactic a Wall Street, salite del 400% da dicembre. Un anno fa il miliardario britannico Richard Branson era sulla …
Stangata bollette voce per voce: in 10 anni sono scese solo le tariffe telefoniche
Non si arresta l'ondata di rincari delle tariffe in Italia. Nel 2019 le uniche in controtendenza sono state il gas (-0,9%) e i servizi telefonici (-6,1%); queste voci, assieme alle …
Elezioni Usa, petrolio, Brexit e anche europei di calcio: ecco 10 previsioni ‘improbabili ma possibili’ per il 2020
Nonostante le attuali tensioni geopolitiche, vi sono previsioni che lasciano emergere un senso di speranza per il 2020. Trattasi di previsioni ipotetiche su ciò che potrebbe accadere e le individua …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di lorenzo_1
    Data Registrazione
    Mar 2002
    Messaggi
    1,206
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    308 Post(s)
    Potenza rep
    39241607

    Motivi per i quali forse ti conviene NON INVESTIRE IN UNA TABACCHERIA.

    Fonte, me stesso: pluriennale esperienza come commerciante, non solo come
    tabaccaio.Cercherò di essere il meno parziale possibile pur sapendo che l'imparzialità
    non è di questa terra.
    Per te sia solo un motivo di riflessione, poi farai le tue scelte.

    -Tanta spesa poca resa.

    Per rilevare una tabaccheria serve un capitale non indifferente e un grande impegno
    lavorativo personale, in rapporto a questi due fattori il reddito che si riesce a distillare
    non è un gran che.
    Saprai che il capitale necessario per rilevare una tab. si ottiene moltiplicando gli aggi per
    x. Questo x molti anni fa era addirittura 5 o 4, in alcune zone retrograde del sud ancora
    usano questi moltiplicatori. Oggi x al nord sta ufficialmente a 3 ma spesso si riesce a
    diminuirlo. Comunque la metti sempre tanti soldi ti sono richiesti (sai cosa è la
    novennale e a quanto ammonta se rilevi una t. vero?).

    -Felicità a momenti e futuro incerto.

    E' felice un tabaccaio? Dipende, se ama passare la vita nel suo negozio, se non sente la
    mancanza dei weekend fuori porta, se è un workaholic probabilmente si.
    Orari di lavoro: una cosa è dirlo altra è farlo, il conto è presto fatto 10 ore algiorno per 6
    giorni la settimana per 48-50 settimane sulle 52 che compongono un anno della tua vita.
    Certo per staccare puoi sempre sfruttare il lavoro gratuito di qualche parente, ma è giusto
    che qualcuno lavori non in regola e senza retribuzione?
    Forse la tua t. avrà una tale mole di lavoro che ti serviranno dipendenti? Ma allora il tuo
    problema sarà la fedeltà dei dipendenti stessi.

    Futuro del business: in una società che cambia rapidamente ci sono settori che muoiono e
    altri che nascono nel giro di pochi anni.
    Nel settore tabacco e gioco d'azzardo, (perché si amico, devi sapere che anche se si
    chiama tabaccheria quella attività oggi non può sopravvivere se rinuncia ad essere anche
    un mini casinò e tu un mini croupier) le incognite si chiamano disincentivazione del
    fumo, sigarette elettroniche e canali dedicati per il gioco d'azzardo, sale apposite e
    l'ormai onnivoro canale online.

    -Una tab. come i diamanti è per sempre(o quasi).

    Se prendi una t. non la puoi cedere prima di 2 anni da quando sarai diventato titolare per
    l'AAMS.
    Oggi come oggi una t. è difficilmente cedibile per scarsità di acquirenti, persone che
    abbiano e il capitale necessario e la voglia di prendersi un tale impegno. Se dopo aver
    preso una t. scopri ben presto che li non ci riesci a stare, per te iniziano i guai.

    -L'insicurezza della sicurezza.

    In un mondo dove il denaro si è smaterializzato perfino nelle banche, al povero
    rapinatore cosa resta se non rapinare una t.?
    Devi mettere in conto che dovrai investire non poco per la sicurezza del tuo negozio,
    sicurezza attiva e passiva .
    Mentre è un obbligo investire in sicurezza passiva, antifurti, blindature e dissuasori vari,
    la sicurezza attiva in alcuni casi si è rivelata fatale. Vale la pena sparare a un rapinatore o
    farlo finire in galera sapendo che appena esce la prima cosa che farà sarà venire a
    cercarti? Abbiamo visto le belle personcine che circolano in Italia, soprattutto al sud, ma
    anche il nord ormai non può dirsi immune.

    Buona Fortuna!

    "Il successo non è definitivo, il fallimento non è fatale: ciò che conta è il coraggio di

    andare avanti." Winston Churchill

  2. #2
    L'avatar di lorenzo_1
    Data Registrazione
    Mar 2002
    Messaggi
    1,206
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    308 Post(s)
    Potenza rep
    39241607

    Oggi Giornata Mondiale No Tobacco.

    WHO

    Chi ha avuto persone care che abbiano sviluppato gravi patologie per colpa del fumo non può non apprezzare l'iniziativa.
    Ma uno di qualcosa dovrà pur vivere e per un tabaccaio vendere sigarette o gioco d'azzardo è un lavoro come un altro.

    Le sigarette sicuramente non spariranno, almeno nei prossimi 10 anni.

    Wired

    Nemmeno il gioco d'azzardo sparirà ma bisogna vedere quali saranno le scelte della politica, tempo fa Renzi disse che
    voleva togliere le slot dai bar e dalle tabaccherie, mi immagino le levate di scudi, altro che tassisti.

    Renzi

    E cmq mi sembra di subodorare una certa voglia di riordinare il settore a favore delle sale slot, che sono lobby più potenti
    di quella dei baristi-tabaccai.

    Manovra

  3. #3

    Data Registrazione
    Jun 2012
    Messaggi
    13,601
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    4655 Post(s)
    Potenza rep
    0
    è un settore molto conservativo, quindi nel futuro potrebbe radicalmente cambiare come invece rimanere pari ad oggi, tutto sta alle decisioni dei potenti....già solo per questa ragione mi terrei distante, vista la classe mafiosa che ci governa.

  4. #4
    L'avatar di senzacertezze
    Data Registrazione
    Dec 2016
    Messaggi
    772
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    521 Post(s)
    Potenza rep
    36539917
    Citazione Originariamente Scritto da lorenzo_1 Visualizza Messaggio
    Fonte, me stesso: pluriennale esperienza come commerciante, non solo come
    tabaccaio.Cercherò di essere il meno parziale possibile pur sapendo che l'imparzialità
    non è di questa terra.
    Per te sia solo un motivo di riflessione, poi farai le tue scelte.

    -Tanta spesa poca resa.

    Per rilevare una tabaccheria serve un capitale non indifferente e un grande impegno
    lavorativo personale, in rapporto a questi due fattori il reddito che si riesce a distillare
    non è un gran che.
    Saprai che il capitale necessario per rilevare una tab. si ottiene moltiplicando gli aggi per
    x. Questo x molti anni fa era addirittura 5 o 4, in alcune zone retrograde del sud ancora
    usano questi moltiplicatori. Oggi x al nord sta ufficialmente a 3 ma spesso si riesce a
    diminuirlo. Comunque la metti sempre tanti soldi ti sono richiesti (sai cosa è la
    novennale e a quanto ammonta se rilevi una t. vero?).

    -Felicità a momenti e futuro incerto.

    E' felice un tabaccaio? Dipende, se ama passare la vita nel suo negozio, se non sente la
    mancanza dei weekend fuori porta, se è un workaholic probabilmente si.
    Orari di lavoro: una cosa è dirlo altra è farlo, il conto è presto fatto 10 ore algiorno per 6
    giorni la settimana per 48-50 settimane sulle 52 che compongono un anno della tua vita.
    Certo per staccare puoi sempre sfruttare il lavoro gratuito di qualche parente, ma è giusto
    che qualcuno lavori non in regola e senza retribuzione?
    Forse la tua t. avrà una tale mole di lavoro che ti serviranno dipendenti? Ma allora il tuo
    problema sarà la fedeltà dei dipendenti stessi.

    Futuro del business: in una società che cambia rapidamente ci sono settori che muoiono e
    altri che nascono nel giro di pochi anni.
    Nel settore tabacco e gioco d'azzardo, (perché si amico, devi sapere che anche se si
    chiama tabaccheria quella attività oggi non può sopravvivere se rinuncia ad essere anche
    un mini casinò e tu un mini croupier) le incognite si chiamano disincentivazione del
    fumo, sigarette elettroniche e canali dedicati per il gioco d'azzardo, sale apposite e
    l'ormai onnivoro canale online.

    -Una tab. come i diamanti è per sempre(o quasi).

    Se prendi una t. non la puoi cedere prima di 2 anni da quando sarai diventato titolare per
    l'AAMS.
    Oggi come oggi una t. è difficilmente cedibile per scarsità di acquirenti, persone che
    abbiano e il capitale necessario e la voglia di prendersi un tale impegno. Se dopo aver
    preso una t. scopri ben presto che li non ci riesci a stare, per te iniziano i guai.

    -L'insicurezza della sicurezza.

    In un mondo dove il denaro si è smaterializzato perfino nelle banche, al povero
    rapinatore cosa resta se non rapinare una t.?
    Devi mettere in conto che dovrai investire non poco per la sicurezza del tuo negozio,
    sicurezza attiva e passiva .
    Mentre è un obbligo investire in sicurezza passiva, antifurti, blindature e dissuasori vari,
    la sicurezza attiva in alcuni casi si è rivelata fatale. Vale la pena sparare a un rapinatore o
    farlo finire in galera sapendo che appena esce la prima cosa che farà sarà venire a
    cercarti? Abbiamo visto le belle personcine che circolano in Italia, soprattutto al sud, ma
    anche il nord ormai non può dirsi immune.

    Buona Fortuna!

    "Il successo non è definitivo, il fallimento non è fatale: ciò che conta è il coraggio di

    andare avanti." Winston Churchill
    tutto vero , solo sulla sicurezza no, inteso come zona....
    in tal senso è molto più sicura una tabaccheria al sud , dove la criminalità comune è tenuta sotto controllo da quella organizzata

    le rapine a tabacchi e distributori è roba del nord italia

  5. #5
    L'avatar di Chi Unque
    Data Registrazione
    Mar 2016
    Messaggi
    1,785
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    792 Post(s)
    Potenza rep
    40729273
    Grazie del contributo, concreto e chiaro

  6. #6

    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    311
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    76 Post(s)
    Potenza rep
    5151251
    Da parte in causa dico la mia.
    Sono entrato nell'undicesimo anno d quando ho rilevato.

    Cio che dici è in larga parte vero a parte qualche dettaglio, ma dipende sempre da che punto di vista lo guardi.
    Dpende da quanto ti rende ancorra l'attività,da quali alternative puoi trovare sul mercato e da dove provieni come esrienza lavorativa.

    Se tu hai un lavoro da 2k netti mese x 13 mesi, ferie pagate, lavoro sicuro, no stress rapporti lavorativi ok e prospettive ok.
    Se questa è la vostra situazione allora tenetevi stretto quel lavoro

    Se invece l'alternativa è prendere 1.5 k, oggi lavori domani non lo sai, lavori 3 giorni a casa e 10 in trasferta, il capo rompe, le ferie decidono loro ecc allora le cose cambiano

    La cosa è sempre soggettiva.
    Di sicuro la T non è quella che ho rilevato, per guadagnare uguale devi fare il doppio di cose e forse adesso non ci riesco nemmeno più; il sabato è impegnato, ma sono padrone a casa mia.
    Ho 53 anni e quali sono le alterntive se altra attività imprenditoriale basata su precedenti esperienze ?
    E ultimo ma non ultimo.......mi affaccio fuori dal mio negozio e di situazioni migliori non ce ne sono molte.

    Ripeto, è un fattore soggettivo e pure oggettivo ma basato su dati che non sono uguali per tutti e ovunque

  7. #7
    L'avatar di lorenzo_1
    Data Registrazione
    Mar 2002
    Messaggi
    1,206
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    308 Post(s)
    Potenza rep
    39241607
    Citazione Originariamente Scritto da paul64 Visualizza Messaggio
    Da parte in causa dico la mia.......
    Paul capisco il tuo punto di vista, tu 11 anni fa a 42 anni hai fatto questa scelta che
    andava bene per te e tu stesso confermi un certo indebolimento del business negli anni
    (anche qui va da caso a caso ma in generale si può dire).

    Ma mettiamoci nei panni di uno che, oggi, stia valutando se gli conviene o meno rilevare
    una t.. La risposta non può essere uguale per tutti.
    Mettiamo un 50enne che deve organizzarsi in qualche modo i prossimi 15 anni di vita
    lavorativa, ha già tutto o quasi il capitale necessario e mettiamo invece un 35enne che ha
    una parte del capitale e per l'altra deve accendere un finanziamento.
    Al 50enne può non pesare particolarmente lavorare il Sabato mentre quello di 35
    vorrebbe farsi i weekend, specie d'estate (lavorare per vivere non vivere per lavorare).
    Il 50enne deve fare delle previsioni a 15 anni, il 35enne le deve fare a 30.
    Sarà in grado di reggere negli anni e soprattutto, il business reggerà col passare degli
    anni
    ?

    Una considerazione, anni fa ci si sposava di più e si divorziava di meno, il tabaccaio di
    solito era il capo famiglia, versava i contributi solo per se e magari era aiutato dalla
    moglie senza versamento di contributi e per il compenso beh, tanto rimaneva tutto in
    famiglia.
    Oggi ci si sposa di meno e si divorzia di più, una cosa è un tabaccaio che deve farsi tutto
    da solo, altra cosa è poter avere una persona di fiducia che ti aiuta quasi a gratis.

  8. #8

    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    311
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    76 Post(s)
    Potenza rep
    5151251
    Citazione Originariamente Scritto da lorenzo_1 Visualizza Messaggio
    Paul capisco il tuo punto di vista, tu 11 anni fa a 42 anni hai fatto questa scelta che
    andava bene per te e tu stesso confermi un certo indebolimento del business negli anni
    (anche qui va da caso a caso ma in generale si può dire).

    Ma mettiamoci nei panni di uno che, oggi, stia valutando se gli conviene o meno rilevare
    una t.. La risposta non può essere uguale per tutti.
    Mettiamo un 50enne che deve organizzarsi in qualche modo i prossimi 15 anni di vita
    lavorativa, ha già tutto o quasi il capitale necessario e mettiamo invece un 35enne che ha
    una parte del capitale e per l'altra deve accendere un finanziamento.
    Al 50enne può non pesare particolarmente lavorare il Sabato mentre quello di 35
    vorrebbe farsi i weekend, specie d'estate (lavorare per vivere non vivere per lavorare).
    Il 50enne deve fare delle previsioni a 15 anni, il 35enne le deve fare a 30.
    Sarà in grado di reggere negli anni e soprattutto, il business reggerà col passare degli
    anni
    ?

    Una considerazione, anni fa ci si sposava di più e si divorziava di meno, il tabaccaio di
    solito era il capo famiglia, versava i contributi solo per se e magari era aiutato dalla
    moglie senza versamento di contributi e per il compenso beh, tanto rimaneva tutto in
    famiglia.
    Oggi ci si sposa di meno e si divorzia di più, una cosa è un tabaccaio che deve farsi tutto
    da solo, altra cosa è poter avere una persona di fiducia che ti aiuta quasi a gratis.
    Esatto. vedi, tu stesso hai introdotto una ulteriore angolazione e punto di vista del ragionamento.
    Di sicuro una buona T a suo tempo richiedeva molto impegno ma poteva garantire reddito; oggi non più, al massimo ti può garantire un buon stipendio.

  9. #9

    Data Registrazione
    Jan 2009
    Messaggi
    563
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    99 Post(s)
    Potenza rep
    3853946

    Motivi per i quali forse ti conviene NON INVESTIRE IN UNA TABACCHERIA.

    Un tempo però le T costavano anche di più che adesso .
    Tutti ragionamenti corretti quelli citati che esprimono punti di vista appunto diversi .
    Certo è che ad oggi la T forse è l'attività di " strada " che presenta meno rischi di altre . Prodotti ad alta rotazione , prezzi imposti e poco da inventarsi .

  10. #10

    Data Registrazione
    Jun 2017
    Messaggi
    76
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    43 Post(s)
    Potenza rep
    525966
    Citazione Originariamente Scritto da lorenzo_1 Visualizza Messaggio
    Paul capisco il tuo punto di vista, tu 11 anni fa a 42 anni hai fatto questa scelta che
    andava bene per te e tu stesso confermi un certo indebolimento del business negli anni
    (anche qui va da caso a caso ma in generale si può dire).

    Ma mettiamoci nei panni di uno che, oggi, stia valutando se gli conviene o meno rilevare
    una t.. La risposta non può essere uguale per tutti.
    Mettiamo un 50enne che deve organizzarsi in qualche modo i prossimi 15 anni di vita
    lavorativa, ha già tutto o quasi il capitale necessario e mettiamo invece un 35enne che ha
    una parte del capitale e per l'altra deve accendere un finanziamento.
    Al 50enne può non pesare particolarmente lavorare il Sabato mentre quello di 35
    vorrebbe farsi i weekend, specie d'estate (lavorare per vivere non vivere per lavorare).
    Il 50enne deve fare delle previsioni a 15 anni, il 35enne le deve fare a 30.
    Sarà in grado di reggere negli anni e soprattutto, il business reggerà col passare degli
    anni
    ?

    Una considerazione, anni fa ci si sposava di più e si divorziava di meno, il tabaccaio di
    solito era il capo famiglia, versava i contributi solo per se e magari era aiutato dalla
    moglie senza versamento di contributi e per il compenso beh, tanto rimaneva tutto in
    famiglia.
    Oggi ci si sposa di meno e si divorzia di più, una cosa è un tabaccaio che deve farsi tutto
    da solo, altra cosa è poter avere una persona di fiducia che ti aiuta quasi a gratis.
    Buongiorno
    permettetemi di dire la mia.
    52 anni. un lavoro perso 1 anno e mezzo fa. 28 anni di contributi.
    Ho provato dell'altro, perfino il recupero crediti.
    Con tutte le incertezze del caso per chi vuole inventarsi un lavoro, ha il capitale necessario per partire, non teme orari e deve comunque portare avanti famiglia e figlia fra le varie attività commerciali ancora oggi mi sembra la meno rischiosa.
    Poi ovviamente ci sono attività più redditizie e con meno capitale da investire ma onestamente ci vogliono competenze che io non ho.
    Io sto acquistando una tabaccheria, ho fatto tutti le ipotesi del caso, tutti i possibili business plan, considerando tutti i possibili costi e mi sono convinto che vale la pena rischiare, ma ovviamente è il mio punto di vista.

Accedi