HERA (her.mi)
Cosa succederà all?oro dopo il capitombolo con cambio di rotta della Fed
Nei giorni scorsi l’oro ha subito il più grande calo degli ultimi cinque mesi, dopo che il FOMC ha preannunciato il cambio di politica monetaria prevedendo un doppio rialzo dei …
BNP Paribas emette una nuova serie di Certificate Step-Down Cash Collect su panieri di azioni
BNP Paribas ha annunciato l?emissione di una nuova serie di certificate Step-Down Cash Collect su panieri di azioni con premio potenziale mensile compreso tra lo 0,50% (6% p.a.) e l?1,50% …
V-Finance, ESG Report: rendicontano sostenibilità 100% società Ftse Mib, solo il 9% quotate su Aim Italia
Rendicontano la sostenibilità il 100% delle società del Ftse Mib; il 66% delle società Mta; e solo il 9% delle quotate su Aim Italia. E' quanto emerge dal primo ESG …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    Apr 2017
    Messaggi
    20
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    9 Post(s)
    Potenza rep
    0

    HERA (her.mi)

    compriamo Hera ? io direi di siii... rotto il canale orizzontale cominciato a luglio...si risale sperando che rompa velocemente anche la resistenza posta intorno ai €3.

    Voi che dite?

  2. #2

    Data Registrazione
    Apr 2017
    Messaggi
    20
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    9 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da trading1 Visualizza Messaggio
    compriamo Hera ? io direi di siii... rotto il canale orizzontale cominciato a luglio...si risale sperando che rompa velocemente anche la resistenza posta intorno ai €3.

    Voi che dite?
    bene la strada è quella

  3. #3

    Data Registrazione
    Apr 2017
    Messaggi
    20
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    9 Post(s)
    Potenza rep
    0
    obiettivo trading raggiunto, chiudo e porto a casa

  4. #4

    Data Registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    1,205
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    40 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Pubblico questa tabella.

    Ah qui ci sono i scalper...



    Un po ti analisi qualitativa e di bilanci magari interessa qualcun altro che leggerà.


    Utility - Consensus su Ebitda, utile netto e dividendo prima dei bilanci 2017 19/02/2018 08:46 - MKI
    A pochi giorni dalla pubblicazione dei conti del quarto trimestre dello scorso esercizio (solo Enel ha pubblicato i dati preliminari), le attese degli analisti per triennio 2017-2019 su margine operativo lordo, utile netto e dividendo delle principali societa' del comparto utility e delle rinnovabili quotate a piazza Affari indicano risultati in crescita rispetto all'ultimo bilancio approvato, cioe' a quello del 2016.
    In particolare, dall'analisi delle stime di consensus raccolte da Bloomberg emerge a livello di Ebitda un tasso annuo di crescita composto dell'1,9% per il periodo 2016-2019, che lievita al 6,4% a livello di bottom line e al 6,3% con riferimento alle cedole da distribuire agli azionisti.



    EBITDA - Il tasso annuo di crescita composto, detto anche Compounded average growth rate (Cagr) per le Big Cap e' pari al +2,4% relativamente al periodo 2016-2019, mentre scende al +0,9% per le Mid Cap per poi risalire al +4,6% nel caso dell'unica Small Cap del campione, cioe' Falck Renewables. Tra le societa' a maggiore capitalizzazione gli analisti stimano per Italgas ed Enel i Cagr piu' alti per il margine operativo lordo relativo al periodo 2016-2019, rispettivamente pari al +5,4% e al +3,8%, mentre nel caso di A2A e' previsto un tasso annuo di crescita composto pari al -1,7% in quanto il Consensus non prevede che la principale multi-utility lombarda quotata possa registrare nel 2019 un Ebitda superiore a quello riportato nell'ultimo bilancio approvato. Nel segmento delle Mid Cap, il Cagr piu' elevato sulla base delle stime dei broker e' quello di Hera, pari al +2,7%, mentre il peggiore, pari al -1,8% spetta ad Ascopiave. I due analisti (Banca Imi e Kepler Cheuvreux) che coprono l'ex-municipalizzata veneta non si aspettano che nel prossimo triennio sara' replicato il risultato record conseguito nel 2016 a livello di Ebitda. Tra le societa' a bassa capitalizzazione, cioe' le Small Cap, Falck Renewables puo' vantare un tasso annuo di crescita composto del +4,6% per il periodo 2016-2019 in quanto il Consensus, sulla scia di quanto indicato nell'ultimo piano industriale, riflette il contributo delle recenti acquisizioni al di fuori dei confini italiani.
    UTILE NETTO - Il Compounded average growth rate per le Big Cap e' pari al +10,7% relativamente al periodo 2016-2019, mentre scende al +2,2% per le Mid Cap e non e' significativo per l'unica Small Cap del campione. Tra le societa' a maggiore capitalizzazione gli analisti stimano per Enel e A2A i Cagr piu' alti a livello di ultima riga del conto economico relativamente al periodo 2016-2019, rispettivamente pari al +21,1% e al +12,1%, mentre nel caso di Snam e' previsto un tasso annuo di crescita composto pari al -0,8% in quanto il Consensus non prevede che il colosso di San Donato possa registrare nel 2019 un utile netto superiore a quello riportato nell'ultimo bilancio approvato. Le previsioni riflettono una probabile riduzione del ritorno (Wacc) sul capitale investito alla luce dell'avvio del nuovo periodo regolatorio fissato per il 1° gennaio del 2019 per i tre business in cui e' attiva Snam e cioe' il trasporto, stoccaggio e rigassifcazione. Nel segmento delle Mid Cap, il Cagr piu' alto sulla base delle stime dei broker e' quello di Iren, pari al +10,8%, seguito da quello di Hera, pari al +7%, mentre il peggiore, pari al -3,7%, e' di Ascopiave. Tra le Small Cap, il Consensus indica che il risultato netto di Falck Renewables, grazie all'atteso miglioramento degli utili operativi, dovrebbe passare da un rosso di 3,6 milioni registrato nel 2016 a un utile di 21,2 milioni nell'esercizio 2019.
    DIVIDENDO PER AZIONE - Il tasso annuo di crescita composto per i titoli delle societa' a maggiore capitalizzazione e' pari al +9,1% relativamente al periodo 2016-2019, mentre scende al +3,4% per le Mid Cap per poi risalire al +7% nel caso dell'unica Small Cap del campione, cioe' Falck Renewables. Tra le Big Cap gli analisti stimano, in linea con quanto gia' fatto a livello di utile netto, per Enel e A2A i Cagr piu' alti a livello di cedola unitaria relativamente al periodo 2016-2019, rispettivamente pari al +20,6% e al +14,6%, mentre nel caso di Snam e' previsto un tasso annuo di crescita composto ben inferiore e pari al +2,5% alla luce soprattutto della dinamica negativa della bottom line. Le azioni del colosso di San Donato dovrebbero, comunque, offrire fino al dividendo del 2018 uno yield lordo superiore (6%) a quello delle altre Big Cap, superato soltanto nel 2019 da quello atteso per Enel (6,5%). Nel segmento delle societa' a media capitalizzazione Mid Cap, il Cagr piu' elevato sulla base delle stime dei broker, in linea con quanto gia' fatto a livello di utile netto, e' ancora quello di Iren, pari al +10,8%, seguito ancora una volta da quello di Hera, pari al +4,3%, mentre il peggiore, pari al -1,9%, e' di Ascopiave. Tra le Small Cap, il Consensus indica che il Cagr 2016-2019 della cedola unitaria di Falck Renewables, sulla scia del previsto miglioramento dei profitti netti, e' pari al 7 per cento.


    Fonte da Market Insight
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate HERA (her.mi)-get-news-attribute.jpg  

  5. #5
    L'avatar di unoZer0
    Data Registrazione
    May 2012
    Messaggi
    2,848
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    300 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    E' vicina ai minimi dell'anno. Mi sa che li supera.

  6. #6
    L'avatar di unoZer0
    Data Registrazione
    May 2012
    Messaggi
    2,848
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    300 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Il Comune di Bologna vende azioni Hera tra i fischi - Repubblica.it

    BOLOGNA Il Consiglio comunale di Bologna approva tra i fischi la delibera per la cessione di una parte delle azioni di Hera non soggette al patto di sindacato. Al momento del voto e' scattata la protesta dei sindacati, apertamente contrari alla scelta fatta dal Comune per finanziare interventi nel campo del welfare. "Vergogna", "la Cgil dice no", scandiscono i rappresentanti dei lavoratori che ieri hanno incontrato l'assessore al Bilancio, Davide Conte.

    Un faccia a faccia interrotto dalla decisa accelerazione data alla discussione dal sindaco Virginio Merola, che ha tirato dritto difendendo in aula la decisione di cedere una parte (non precisata in delibera, ma quantificata nelle scorse settimane in tre milioni all'anno) delle azioni libere della multiutility. Operazione che, nelle intenzioni dell'amministrazione, dovrebbe liberare circa 3,5 milioni all'anno da utilizzare per azioni a favore della casa, delle giovani coppie e delle famiglie numerose, come ribadisce anche un ordine del giorno del Pd approvato assieme alla delibera.

    "Un provvedimento senza logica", boccia il capofruppo di Forza Italia, Marco Lisei, annunciando la non partecipazione al voto degli azzurri. "La presentazione dell'odg dei democratici (che vincola i soldi alle spese annunciate, ndr) e' la prova che nemmeno il Pd si fida della giunta e del sindaco", attacca l'altro forzista, Francesco Sassone. Hanno espresso voto contrario i 5 stelle, la Lega, Insieme per Bologna, Coalizione civica e Addolorata ******* del gruppo misto. Pd compatto a difesa della delibera. "Il sindaco e' stato chiaro. C'e' piena sintonia tra la giunta, il sindaco e il gruppo consiliare", assicura il capogruppo del Pd, Claudio Mazzanti.


    E' del 31 luglio però mi pare interessante come notizia.

  7. #7
    L'avatar di unoZer0
    Data Registrazione
    May 2012
    Messaggi
    2,848
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    300 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Ha toccato 2.568

    Visto il momento storico, vediamo...

  8. #8
    L'avatar di unoZer0
    Data Registrazione
    May 2012
    Messaggi
    2,848
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    300 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Entrato a 2.55

    Dovrebbe esserci un rimbalzo minimo, non mi aspetto granchè ma qualcosina.

  9. #9

    Data Registrazione
    Aug 2010
    Messaggi
    11,319
    Blog Entries
    2
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    996 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da unoZer0 Visualizza Messaggio
    Il Comune di Bologna vende azioni Hera tra i fischi - Repubblica.it

    BOLOGNA Il Consiglio comunale di Bologna approva tra i fischi la delibera per la cessione di una parte delle azioni di Hera non soggette al patto di sindacato. Al momento del voto e' scattata la protesta dei sindacati, apertamente contrari alla scelta fatta dal Comune per finanziare interventi nel campo del welfare. "Vergogna", "la Cgil dice no", scandiscono i rappresentanti dei lavoratori che ieri hanno incontrato l'assessore al Bilancio, Davide Conte.

    Un faccia a faccia interrotto dalla decisa accelerazione data alla discussione dal sindaco Virginio Merola, che ha tirato dritto difendendo in aula la decisione di cedere una parte (non precisata in delibera, ma quantificata nelle scorse settimane in tre milioni all'anno) delle azioni libere della multiutility. Operazione che, nelle intenzioni dell'amministrazione, dovrebbe liberare circa 3,5 milioni all'anno da utilizzare per azioni a favore della casa, delle giovani coppie e delle famiglie numerose, come ribadisce anche un ordine del giorno del Pd approvato assieme alla delibera.

    "Un provvedimento senza logica", boccia il capofruppo di Forza Italia, Marco Lisei, annunciando la non partecipazione al voto degli azzurri. "La presentazione dell'odg dei democratici (che vincola i soldi alle spese annunciate, ndr) e' la prova che nemmeno il Pd si fida della giunta e del sindaco", attacca l'altro forzista, Francesco Sassone. Hanno espresso voto contrario i 5 stelle, la Lega, Insieme per Bologna, Coalizione civica e Addolorata ******* del gruppo misto. Pd compatto a difesa della delibera. "Il sindaco e' stato chiaro. C'e' piena sintonia tra la giunta, il sindaco e il gruppo consiliare", assicura il capogruppo del Pd, Claudio Mazzanti.


    E' del 31 luglio però mi pare interessante come notizia.
    non è che son delle aquile al comune di bologna!...…...

  10. #10

    Data Registrazione
    Aug 2010
    Messaggi
    11,319
    Blog Entries
    2
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    996 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    5 milioni di pezzi in asta ! speriamo le abbiano finite……..che gli venga un colpo

Accedi