DIGITAL BROS: In vista dell'Esercizio 2018 e del raddoppio ricavi - Pagina 2
Calendario conti 3° trimestre 2019 Ftse Mib: apre Saipem, banche e FCA le più attese
Dopo un inizio poco fortunato, il mese di ottobre ha visto un forte rialzo dei mercati azionari internazionali. Gli indici USA sono tornati sui massimi storici, mentre quelli europei (Ftse …
Descalzi a tutto campo: Eni non sarà preda M&A, dividendo può salire
Eni è diventata la compagnia più efficiente tra le grandi con riserve proprie che sono state scoperte e non comprate, con costi per i nuovi barili molto bassi, a meno …
Posizioni nette corte: scendono gli short su Banco Bpm e Ubi, Azimut al quarto posto
Dall?aggiornamento di oggi di Consob sulle posizioni nette corte (PNC) si apprende che il titolo più shortato a Piazza Affari è Banco BPM con 9 posizioni short aperte per una …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #11
    L'avatar di Genoa1893_2015
    Data Registrazione
    Nov 2015
    Messaggi
    4,307
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1791 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    DIGITAL BROS: In vista dell'Esercizio 2018 e del raddoppio ricavi-2cc1836b8db24c52778b3c281f5973cc.png

    Coconut Island insieme a 505Games distribuisce "ABZU" e altro capolavoro Last day of June

    2017-10-31 11:12

      Oggi Coconut Island ha annunciato il gioco d'avventura boutique "ABZU" di 505 Games e "Last Day of June" di stile cinematografico, anche in WePlay, insieme a 505Games

    "ABZU" dello studio indipendente degli Stati Uniti Giant Squid che ha sviluppato un bellissimo gioco di avventura sul fondale marino, questo meraviglioso gioco ti ricorda che il sogno aveva mai avuto un mare profondo. (......).

    "Last day of June" ha tolto le parole di bocca, questa storia toccante viene da uno studio indipendente italiano di gioco Ovosonico, (......).

    È noto che entrambi i giochi hanno vinto il 94% di lode in Steam in virtù dei loro vantaggi unici.

    Il volume delle vendite di ABZU è al secondo posto nel mondo e Last day of June è al primo posto al mondo.

    I giochi di Coconut Island possono portarli più simili ai giocatori di questo gioco.

    E da 505Games da un punto di vista dinamico recente, il futuro avrà più giochi d'oltremare nel paese, che per noi questo vocabolario dei giocatori, può essere una grande novità!

    椰岛游戏联手505 Games 共推《ABZU》等精品大作_A9VG电玩部落

  2. #12
    L'avatar di Genoa1893_2015
    Data Registrazione
    Nov 2015
    Messaggi
    4,307
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1791 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    L’industria dei videogiochi combatte la disoccupazione. Ma l’Italia non lo ha capito

    Molte società di sviluppo sono destinate a valere parecchio, ma non sono sostenute dalle istituzioni


    31 ottobre 2017, 15:04

    L’industria dei videogiochi combatte la disoccupazione. Ma l’Italia non lo ha capito

    Sono lontani i tempi in cui i videogiochi erano solo un passatempo per bambini e adolescenti che trascorrevano le ore chiusi in camera. “Oggi il videogame è una cosa seria. Lo dicono i numeri: il settore genera un fatturato globale di circa 100 miliardi di euro. Ma l’Italia – che si attesta sul miliardo all’anno - non ne ha ancora compreso le potenzialità”.

    Ne è convinto Raffaele Galante, co-fondatore, insieme a suo fratello Abramo, di Digital Bros: il gruppo multinazionale “nato e cresciuto” in Italia, ma che opera nel settore dei videogiochi a 360 gradi. L’ultimo colpo messo a segno è “Last day of June” di Ovosonico, il videogioco romantico che tocca temi come dolore e morte e che fa commuovere. “In fatto di idee e creatività noi italiani non siamo secondi a nessuno”, commenta Galante.

    L’industria dei videogiochi combatte la disoccupazione. Ma l’Italia non lo ha capito
    Abramo e Raffaele Galante
    “Se riuscissimo a creare un’industria di produzione - e non solo di consumo - potremmo dare un contributo notevole alla lotta alla disoccupazione giovanile”. Fantascienza? Niente affatto, sostiene Galante, che lavora quotidianamente con il mercato estero attraverso i suoi vari uffici. “Le società di sviluppo, le startup non sono sostenute dalle istituzioni come accade ad esempio in Canada, in Scandinavia, in Israele. Ma anche in Polonia”. Eppure molte di loro sono destinate ad acquisire un valore enorme, senza contare si tratta di realtà che “danno occupazione a centinaia di migliaia di giovani”.

    Supercell deve fare scuola

    A testimonianza della sua tesi, Galante cita come esempio virtuoso Supercell, azienda finlandese produttrice di videogiochi, fondata nel 2010 ad Helsinki, in Finlandia. E se il nome non vi dice nulla, vi basti sapere che è la casa madre di “Clash of Clans”, “Hay Day”, “Boom Beach” e “Clash Royale”. Prodotti che hanno riscosso un notevole successo, consentendo all'azienda di ricavare circa 3 milioni di dollari al giorno nel 2014. A ottobre 2013 la compagnia giapponese GungHo Online Entertainment e la SoftBlank, fiutando il potenziale di Supercell, hanno acquistato il 51% dell'azienda investendo 2,1 miliardi di dollari. Nel 2016, la società è stata acquisita dai cinesi di Tencent Holdings, (già proprietaria di WeChat) per 8,6 miliardi di dollari.



    Digital Bros, una storia di successo
    Quella di Digital Bros è una storia di successo tutta italiana. Il gruppo nasce come Halifax nel 1989, impegnato unicamente nella distribuzione in Italia dei titoli di alcuni dei principali publisher al mondo. “Piano piano ci siamo evoluti, rappresentando alcuni dei più prestigiosi editori al mondo”. Se gli italiani hanno conosciuto e si sono appassionati a “Tomb Raider”, “Pro Evolution Soccer” e “Resident Evil”, il merito è della Digital Bros. “Abbiamo portato in Italia tre grandi brand che hanno fatto la storia dei videogame”.

    Se riuscissimo a creare un’industria di produzione - e non solo di consumo - potremmo dare un contributo notevole alla lotta alla disoccupazione giovanile

    Il vero balzo per la società è arrivato nel 2000 quando si è quotata in Borsa. “Avevamo un intento ben preciso: trasformarci da distributori a società che rappresenta sviluppatori, e addirittura fare noi stessi da editori a livello nazionale e internazionale”. Da dove iniziare? “Abbiamo aperto il primo ufficio in Inghilterra che allora rappresentava il crocevia europeo del mercato dei videogame”. Poi sono arrivati gli altri uffici.

    Nel 2007 il gruppo fa un altro salto: “Era nato il digitale e noi ci siamo preparati allo switch. Tre anni dopo abbiamo adottato la strategia del ‘retail+digitaliazzazione’. In pratica, il consumatore entrava in un sistema che gli permetteva di aggiornare il gioco in continuazione con contenuti aggiuntivi. Si entrava in un rapporto costante con ii videogame e con i giocatori che entravano a far parte di una community”

    Oggi Digital Bros opera nel settore a 360 gradi, diventando un Gruppo globale – con uffici in Cina, Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Spagna e Germania e oltre 260 dipendenti al mondo – ed è impegnato nella creazione, produzione e distribuzione di contenuti di intrattenimento digitale. Da qualche tempo Digital Bros stringe partnership importanti con alcuni tra i principali studi di sviluppatori italiani, come Ovosonico o Kunos Simulazioni, che il Gruppo ha acquisito alcuni mesi fa, ed esporta all’estero le sue proprietà Intellettuali, giochi originali creati e sviluppati in Italia. “Entrambi ci hanno colpito moltissimo. Il primo per la loro creatività e talento, il secondo per le competenze nell’automotive e nel settore delle simulazioni”.

    In aggiunta, Digital Bros ha anche lanciato una scuola di formazione per quanti vogliono entrare nel mercato dei videogiochi, la Digital Bros Game Academy. Con sede a Milano, l’Academy unisce alla formazione teorica testimonianze di esponenti del settore, project work pratici e anche supporto. In questo senso, “lavoriamo come talent scout. L’Accademia ha l’obiettivo di formare i talenti del futuro”. E magari evitare che fuggano all’estero dove “trovano incarichi importanti nelle società più importanti”.

    “Abbiamo una richiesta elevatissima, ma possiamo ammetterne solo una settantina per problemi legati alla capienza dell’edificio”. “Cosa cerchiamo? Quella persona in gradi di lavorare in team, fare squadra, ma anche andare oltre e lasciarsi andare all’intuito”. Agli studenti suggeriamo di essere “coraggiosi e creativi”. Dalla loro, i ragazzi hanno un background culturale di tutto rispetto: “Il nostro Dna gioca un ruolo fondamentale anche nell’industria dei videogiochi. La storia, la cultura possono dare un grossissimo apporto. Le idee possono venire anche da li e, in fatto di idee non siamo secondi a nessuno”.

    Il mercato dei videogiochi in Italia, in numeri
    Quanto vale il mercato dei videogiochi in Italia? E quanti sono i consumatori? Ecco tutti i dati pubblicati nel rapporto annuale dell’Associazione editori sviluppatori videogiochi italiani (Aesvi).

    Mercato
    Fatturato del Mercato Videogiochi in Italia 2016: oltre 1 Miliardo di Euro (€ 1.029.928.287) +8,2% rispetto all’anno precedente
    Incremento vendite software: +11,9% rispetto all’anno precedente
    Percentuale vendite software su fatturato complessivo: 61,8% oltre 600 milioni di Euro (€ 636.908.554)
    Software fisico: 54% -1,1% rispetto all’anno precedente (€ 346.222.859)
    Software digitale: 46% +32,8% rispetto all’anno precedente (€ 290.685.694)
    Incremento vendite console: +2,3% rispetto all’anno precedente
    Incremento vendite accessori (pad, T2L, VR devices, etc) : +3,7%
    Consumatori
    Distribuzione per genere: 50% Maschi – 50% Femmine

    Distribuzione per età:

    14-17 anni :7,2%

    18-24 anni: 12,9%

    25-34 anni: 18,4%

    35-44 anni: 22,4%

    45-54 anni: 20,6%

    55-64 anni: 10,7 %

    Over 65: 7,9 %

    Segmento età predominante: Tra i 25 e 55 anni (61,4%)

    L’industria dei videogiochi combatte la disoccupazione. Ma l’Italia non lo ha capito

  3. #13

    Data Registrazione
    Sep 2005
    Messaggi
    1,724
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    163 Post(s)
    Potenza rep
    29272428
    prima o poi lo capiranno che non abbiamo piu' fonderie e queste sono le aziende del futuro!!!!

  4. #14

    Data Registrazione
    Sep 2005
    Messaggi
    1,724
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    163 Post(s)
    Potenza rep
    29272428
    come anche mondo tv , safe bag, expert system ecc.

  5. #15

    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    24,057
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    4477 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    buongiorno...è solo un questione di tempo.....appena k hanno finito.....rivedremmo quota 13.....ciao..robo.

  6. #16

    Data Registrazione
    Jul 2015
    Messaggi
    711
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    187 Post(s)
    Potenza rep
    22053510
    Portal Knights arriva su Nintendo Switch

    Portal Knights

    DIGITAL BROS: In vista dell'Esercizio 2018 e del raddoppio ricavi-portal_knights_nintendo.jpg

  7. #17
    L'avatar di Genoa1893_2015
    Data Registrazione
    Nov 2015
    Messaggi
    4,307
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1791 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Citazione Originariamente Scritto da Genoa1893_2015 Visualizza Messaggio
    DIGITAL BROS: In vista dell'Esercizio 2018 e del raddoppio ricavi-2cc1836b8db24c52778b3c281f5973cc.png

    Coconut Island insieme a 505Games distribuisce "ABZU" e altro capolavoro Last day of June

    2017-10-31 11:12

      Oggi Coconut Island ha annunciato il gioco d'avventura boutique "ABZU" di 505 Games e "Last Day of June" di stile cinematografico, anche in WePlay, insieme a 505Games

    "ABZU" dello studio indipendente degli Stati Uniti Giant Squid che ha sviluppato un bellissimo gioco di avventura sul fondale marino, questo meraviglioso gioco ti ricorda che il sogno aveva mai avuto un mare profondo. (......).

    "Last day of June" ha tolto le parole di bocca, questa storia toccante viene da uno studio indipendente italiano di gioco Ovosonico, (......).

    È noto che entrambi i giochi hanno vinto il 94% di lode in Steam in virtù dei loro vantaggi unici.

    Il volume delle vendite di ABZU è al secondo posto nel mondo e Last day of June è al primo posto al mondo.

    I giochi di Coconut Island possono portarli più simili ai giocatori di questo gioco.

    E da 505Games da un punto di vista dinamico recente, il futuro avrà più giochi d'oltremare nel paese, che per noi questo vocabolario dei giocatori, può essere una grande novità!

    椰岛游戏联手505 Games 共推《ABZU》等精品大作_A9VG电玩部落
    MILANO FINANZA - NUMERO 217 PAG. 30 DEL 04/11/2017


    Digital Bros si rafforza sul mercato cinese grazie a Coconut Island


    di Mariangela Pira


    Continua l’espansione a Oriente di Digital Bros. La cinese Coconut Island ha acquistato dal gruppo italiano, che produce e distribuisce videogame, i diritti per la Cina di due dei suoi giochi più apprezzati, Last Day of June e Abzu. «È un altro mattone importante nella nostra strategia sul mercato cinese» – afferma Raffaele Galante, amministratore delegato di Digital Bros – «siamo molto apprezzati...[...]

    Digital Bros si rafforza sul mercato cinese grazie a Coconut Island - MilanoFinanza.it

  8. #18

    Data Registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    197
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    60 Post(s)
    Potenza rep
    4388607
    Ciao ragazzi scrivo perché sopra ha scritto robo! Sono rientrato venerdì in chiusura.... Negli ultimi tempi dib mi ha dato un loss abbastanza importante e due piccoli stop loss.... 🤞 I tempi siano maturi... Massima fiducia nel futuro, un po' meno di fin dove possono essere portarla al ribasso con speculazioni varie...

  9. #19
    L'avatar di Forget About It
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Messaggi
    3,817
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1044 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da Genoa1893_2015 Visualizza Messaggio
    MILANO FINANZA - NUMERO 217 PAG. 30 DEL 04/11/2017


    Digital Bros si rafforza sul mercato cinese grazie a Coconut Island


    di Mariangela Pira


    Continua l’espansione a Oriente di Digital Bros. La cinese Coconut Island ha acquistato dal gruppo italiano, che produce e distribuisce videogame, i diritti per la Cina di due dei suoi giochi più apprezzati, Last Day of June e Abzu. «È un altro mattone importante nella nostra strategia sul mercato cinese» – afferma Raffaele Galante, amministratore delegato di Digital Bros – «siamo molto apprezzati...[...]

    Digital Bros si rafforza sul mercato cinese grazie a Coconut Island - MilanoFinanza.it
    ciao Genoa , letto oggi l'articolo su mf Coconut Island uno dei principali studi indipendenti ed editori di giochi in Cina ... sempre piu convinto del mio ''investimento'' long in dib

  10. #20
    L'avatar di gits
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Messaggi
    2,316
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    514 Post(s)
    Potenza rep
    35374788
    si ha qualche info economica sull'accordo? sarà come per l'altro con la metà del ricavato al concessionario cinese?

    Altra domanda: quante copie dei due ha venduto in occidente? così, per stimare qualche numero in oriente...

    ciao a tutti

Accedi