Qualcuno segue TERNIENERGIA 2 - Pagina 2
Bce, addio Mario Draghi: l’uomo che ha salvato l’euro, l’italiano che ha sfidato la Germania, l’angelo dei BTP
Mario Draghi, il banchiere centrale che ha salvato l'euro e l'Europa (sicuramente l'Italia), rompendo i tabu della politica monetaria della Bce. Mario Draghi, in versione Super Mario o WhateverItTakes, che …
Btp Italia 2019: tasso annuo definitivo sale allo 0,65%. Parola ora agli investitori istituzionali
  Per il nuovo Btp Italia, il titolo indicizzato all’inflazione italiana, arrivano nuove indicazione positive per gli investitori sul fronte della dellla cedola minima garantita. Il ministero dell’Economia e delle …
Il QE Infinity toglie già il sonno alla Lagarde (con i Bund acquistabili che finiranno presto)
Monta l?incertezza degli investitori nei confronti delle banche centrali e della loro capacità di influenzare la crescita globale. Un numero sempre maggiore di osservatori è convinto che i tagli dei …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #11
    L'avatar di afrikano71
    Data Registrazione
    Apr 2011
    Messaggi
    2,543
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    374 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    STOCKS TO WATCH- Venerdì 30 ottobre, ore 7,40 30/10/2015 07:47 - RSF

    INDICI 29 OTTOBRE

    FTSE Mib 22.442,69 -1,07%
    FTSEurofirst 300 1.484,28 -0,04%
    EuroSTOXX 50 3.413,39 -0,23%
    Dow Jones 17.755,80 -0,13%
    S&P 2.089,41 -0,04%

    Di seguito, i titoli in evidenza nella seduta del 30 ottobre.

    ...

    TERNI ENERGIA (TER.MI) - Chiude i nove mesial 30 settembre con un utile netto di 3,4 milioni, in calo del 46% rispetto allo stesso periodo del 2014. In rialzo ricavi e Ebitda.
    ..il solito schifo

  2. #12
    L'avatar di afrikano71
    Data Registrazione
    Apr 2011
    Messaggi
    2,543
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    374 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Ternienergia stima ricavi a 350 mln, Ebitda a 22 mln in 2015 30/10/2015 10:43 - RSF

    MILANO, 30 ottobre (Reuters) - Il Cda di Ternienergia (TER.MI) ha aggiornato le stime per l'esercizio 2015, che si chiuderà con ricavi per circa 350 milioni, un ebitda di circa 22 milioni, con ebitda margin pari a circa il 6,3% e una ulteriore sensibile riduzione della Posizione Finanziaria Netta che si attesterà intorno a 86 milioni.

    Lo comunica una nota della società attiva nel settore delle energie da fonti rinnovabili diffusa ieri in tarda serata.

    La società ha anche annunciatoil piano industriale al 2017 che prevede una crescita del valore della produzione per oltre 0,9 miliardi nel triennio, con obiettivi intermedi pari a 350 milioni nel 2015, 220 milioni nel 2016 e 334 milioni nel 2017.

    L'ebitda nel periodo di pianosi prevede in crescita del 13,3% annuo, stimato in 22 milioni nel 2015, 24 milioni nel 2016 e 32 milioni nel 2017.

    Il titolo è sceso oggi fino a 1,60 euro in un mercato leggermente positivo; intorno alle 10,40 perde lo 0,8% a 1,623 euro.



    Sul sito Reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su http://www.twitter.com/reuters<br />...::lamer::Puke:

  3. #13
    L'avatar di emavia
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    15,525
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    5855 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Visto che possiederanno piu di 6,5 milioni di azioni dal disinvestimento di free energia, proseguirà il buy back?? Mi sembrerebbero inutile no????
    Bha

  4. #14
    L'avatar di emavia
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    15,525
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    5855 Post(s)
    Potenza rep
    42949684

  5. #15
    L'avatar di afrikano71
    Data Registrazione
    Apr 2011
    Messaggi
    2,543
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    374 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Il CDA approva i risultati al 30 settembre 2015; Ricavi, Ebitda e EBIT in sensibile aumento, diminuisce ancora la PFN.


    Inserito il ott 30, 2015
    •Ricavi pari a Euro 277,2 milioni (Euro 32,4 milioni al 30/09/2014)
    • EBITDA pari a Euro 16,5 milioni, +7,73% (Euro 15,3 milioni al 30/09/2014) con Ebitda Margin al 5,95%
    • EBIT pari a Euro 12,3 milioni, + 47,9% (Euro 8,3 milioni al 30/09/2014)
    • Utile Netto pari a Euro 3,4 milioni, -46% (Euro 6,3 milioni al 30/09/2014)
    • Posizione Finanziaria Netta pari a Euro 92,9 milioni (-14%), di cui a breve Euro 7,1 milioni (Euro 108,2 milioni al 31/12/2014, di cui a breve Euro 18,3 milioni)
    • Patrimonio Netto pari a Euro 70,8 milioni (Euro 71,3 milioni al 31/12/2014)





    Il Consiglio di Amministrazione di TerniEnergia, smart energy company attiva nei settori dell’energia da fonti rinnovabili, dell’efficienza energetica, del waste e dell’energy management, quotata sul segmento Star di Borsa Italiana e parte del Gruppo Italeaf, ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2015.

    Stefano Neri, Presidente e Amministratore Delegato, ha così commentato:

    “Risultati in linea con le previsioni del piano, PFN in ulteriore calo e già al di sotto dell’obiettivo fissato per la fine dell’anno”.



    RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2015

    I ricavi, pari a Euro 277,2 milioni, mostrano una crescita significativa rispetto al 30 Settembre 2014 (Euro 32,4 milioni). L’incremento è principalmente attribuibile al nuovo modello di business e organizzativo e al contributo apportato dai ricavi dell’attività di Energy Management e dalla business line Technical Services. In crescita significativa anche i ricavi del Cleantech e dell’Energy Saving.

    L’EBITDA si attesta a Euro 16,5 milioni in significativo incremento (+7,73%) rispetto al 30 Settembre 2014 (Euro 15,3 milioni). L’Ebitda Margin è pari al 5,95%.

    Il Risultato Operativo Netto (EBIT) è pari a Euro 12,3 milioni (Euro 8,3 milioni al 30 Settembre 2014, +47,9%), dopo ammortamenti, accantonamenti e svalutazioni per Euro 4,2 milioni (Euro 7 milioni nello stesso periodo del 2014).

    L’utile netto si attesta a Euro 3,4 milioni, rispetto a Euro 6,3 milioni al 30 Settembre 2014 (-46%). La riduzione è principalmente riconducibile al fatto che al 30 settembre 2014, TerniEnergia aveva beneficiato di un saldo positivo di Euro 6 milioni circa per effetto della rilevazione di un provento fiscale derivante dall’applicazione della cosiddetta “Tremonti Ambientale” per alcune società del Gruppo titolari di importanti parchi fotovoltaici.

    La Posizione Finanziaria Netta è pari a Euro 92,9 milioni (Euro 108 milioni al 31/12/2014; -14%). La Posizione Finanziaria Netta non corrente è pari a Euro 85,8 milioni, mentre la Posizione Finanziaria Netta a breve è pari a Euro 7,1 milioni. Il rapporto PFN/Patrimonio Netto migliora a 1,3x rispetto a 1,52x al 31/12/2014, in linea con le attese del piano industriale.

    Il Patrimonio Netto è pari a Euro 70,8 milioni (Euro 71,3 milioni al 31/12/2014), mentre il Capitale Immobilizzato si attesta a Euro 148,5 milioni, di cui Euro 92,1 milioni riferiti a immobilizzazioni materiali.



    RISULTATI INDUSTRIALI AL 30 SETTEMBRE 2015

    Lo stato di avanzamento dei lavori dei due cantieri “giant” attivi in Sudafrica (impianti fotovoltaici della potenza complessiva di 148,5 MWp per conto di una primaria utility italiana) è in linea con il cronoprogramma previsto dai contratti definitivi di EPC (engineering, procurement and construction) e O&M (operation and maintenance). Il numero complessivo di impianti fotovoltaici costruiti da TerniEnergia dall’inizio dell’attività è pari a 273, con una capacità cumulata di circa 284,1 MWp (di cui 16,45 MWp detenuti al 100% dalla Società e 25,91 MWp in joint venture, destinati all’attività di Power Generation). Inoltre, risultano allacciati alla rete impianti a biomasse per complessivi 1,5 MWe e 2 MWt. La produzione complessiva di energia degli impianti in full ownership e in Joint Venture per l’attività di power generation, è stata pari a circa 53 milioni di kWh. Nel settore ambientale sono operativi gli impianti di trattamento e recupero degli pneumatici fuori uso (PFU) di Nera Montoro e Borgo Val di Taro, di biodigestione e compostaggio GreenAsm e, infine, di depurazione delle acque di falda di Nera Montoro. Dall’inizio dell’anno il Gruppo Free Energia ha gestito 1,1 TWh di energia per clienti energivori, 400 GWh dei quali nel corso del periodo. Il gruppo ha realizzato interventi di efficienza energetica illuminotecnica di scala industriale per circa 9.200 punti luce con un risparmio atteso superiore al 60% e un delta di risparmio energetico di circa 4 GWh.



    FATTI DI RILIEVO SUCCESSIVI ALLA CHIUSURA DEL PERIODO

    Il CDA approva il contratto di disinvestimento per il trasferimento delle azioni di Free Energia S.p.A.

    In data 2 ottobre 2015 il CDA di TerniEnergia ha deliberato di sottoscrivere il Contratto di Disinvestimento per il trasferimento ai principali ex soci di Free Energia S.p.A. di n. 3.674.604 azioni della stessa Free Energia, pari al 97,60% del capitale sociale di quest’ultima, e rappresentative dell’intera partecipazione posseduta da TerniEnergia in Free Energia, i cui dettagli sono stati già comunicati al mercato per il tramite del Comunicato Stampa del 7 agosto 2015. Il closing dell’operazione è subordinato a due specifiche condizioni sospensive, che dovranno verificarsi entro il 30 novembre 2015, ed in particolare al positivo pronunciamento da parte (i) dell’assemblea degli obbligazionisti, convocata per il 9 novembre 2015 e (ii) dell’assemblea ordinaria di TerniEnergia, convocata per il 18 novembre 2015.



    Nasce TerniEnergia Gas&Power S.p.A.

    In data 7 Ottobre 2015, l’Assemblea Straordinaria degli Azionisti di New Gas Trade ha approvato la trasformazione della società da S.r.l. in S.p.A. e la modifica della denominazione sociale in TerniEnergia Gas&Power S.p.A., con le conseguenti modifiche dell’art. 1 dello Statuto sociale. Il cambio di denominazione sociale è parte del più ampio progetto di riorganizzazione del Gruppo volto a presenziare tutte le fasi della catena del valore dell’energia e del gas in Italia, integrando approvvigionamento, trading e marketing di gas naturale e GNL con le attività di generazione e management di energia elettrica.



    EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE

    TerniEnergia, in ragione della sottoscrizione del contratto di disinvestimento da Free Energia S.p.A., ha deciso di approvare un aggiornamento del piano industriale “Fast on the smart energy road”. In particolare, per l’anno 2015, la società ha inteso confermare gli obiettivi strategici e di risultato previsti, anche considerando che l’operazione dovrebbe concludersi entro la fine del mese di novembre 2015, ritenendo altresì conseguibile un miglioramento dell’indebitamento finanziario netto rispetto all’obiettivo già fissato per il 31 dicembre 2015.

    Nel contempo, TerniEnergia intende incrementare il contributo dalle commesse nel settore fotovoltaico già acquisite e in via di acquisizione all’estero, anche a seguito del rispetto del cronoprogramma previsto nei contratti definitivi. La società intende inoltre sfruttare il contesto internazionale estremamente positivo per il settore, rafforzando le attività di scouting e analisi del mercato per lo sviluppo di possibili partnership nel settore EPC (non esclusivamente fotovoltaico), al fine di valutare la possibilità di dare vita a una piattaforma industriale “leader italiana” per il conseguimento di grandi commesse all’estero.

    Inoltre, coerentemente agli obiettivi strategici previsti nell’aggiornamento del Piano industriale, TerniEnergia intende rafforzare, anche attraverso l’ingresso nel Gruppo di nuovi manager, e consolidare l’attività della Business Line “Energy Saving”, dalla quale sono attesi contratti per importanti interventi di risparmio energetico da realizzare per primari operatori industriali.

    Analoga prospettiva è attesa dall’ingresso nel mercato del gas naturale e gas naturale liquefatto, grazie alla piena integrazione nella Businesss Line “Energy Management” della nuova Società dedicata TerniEnergia Gas&Power. La riorganizzazione consentirà di accedere al mercato dual fuel per clienti industriali; presenziare tutte le fasi della catena del valore dell’energia e del gas in Italia, integrando approvvigionamento, trading e marketing di gas naturale e GNL con le attività di generazione e management di energia elettrica; massimizzare le opportunità di sviluppo del settore del gas che, sia in Italia che a livello internazionale, ha fatto registrare nel primo semestre un andamento positivo sia in termini di volumi che di margini, con prospettive di crescita più interessanti anche in relazione al settore dell’energia elettrica; distinguere maggiormente il ruolo della Società nei confronti delle Istituzioni, del mercato, della comunità finanziaria e industriale e dei clienti.

    TerniEnergia, inoltre, proseguità la sua attività di ricerca delle migliori opportunità per l’ingresso nel settore dello sviluppo e produzione industriale di soluzioni e tecnologie smart per l’efficienza energetica e il cleantech.

  6. #16
    L'avatar di emavia
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    15,525
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    5855 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    L’utile netto si attesta a Euro 3,4 milioni, rispetto a Euro 6,3 milioni al 30 Settembre 2014 (-46%). La riduzione è principalmente riconducibile al fatto che al 30 settembre 2014, TerniEnergia aveva beneficiato di un saldo positivo di Euro 6 milioni circa per effetto della rilevazione di un provento fiscale derivante dall’applicazione della cosiddetta “Tremonti Ambientale” per alcune società del Gruppo titolari di importanti parchi fotovoltaici.


    non è importante questo passaggio????


    - genera utili e non passività
    - riduce sensibilmente l'indebitamento

    ma che si vuole per essere positivi? generare sempre aumenti di performances del 100% ad ogni trimestrale???

    Non mi sembrano dati negativi.

    Avevano inoltre detto che non avrebbero preso altre commesse fino a che quelle in corso in sud africa non fossero a buon punto, in modo da non indebitarsi troppo, x non fare il passo piu lungo della gamba...
    Mi sembra assolutamente condivisibile no?

    Nell'ultimo comunicato di ieri, visto che i cantieri in africa non stanno subendo ritardi, ternienergia intende impegnarsi in gare internazionali x la costruzione di parchi all'estero.

    Nel contempo, TerniEnergia intende incrementare il contributo dalle commesse nel settore fotovoltaico già acquisite e in via di acquisizione all’estero, anche a seguito del rispetto del cronoprogramma previsto nei contratti definitivi.

    Bha
    Bha
    Bha
    Ultima modifica di emavia; 31-10-15 alle 11:42

  7. #17

    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    21,162
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    2780 Post(s)
    Potenza rep
    0
    io ho rischiato ulteriormente e ho arrotondato il mio già cospicuo pacchetto.
    purtroppo sono sempre sopra 2 euro come pmc.
    quindi la strada è lunga.......
    certo che un utile così non so se pagherà un dividendo come l'anno scorso.
    ma non fasciamoci la testa prima di essercela rotta.

  8. #18
    L'avatar di emavia
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    15,525
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    5855 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da anomalo Visualizza Messaggio
    io ho rischiato ulteriormente e ho arrotondato il mio già cospicuo pacchetto.
    purtroppo sono sempre sopra 2 euro come pmc.
    quindi la strada è lunga.......
    certo che un utile così non so se pagherà un dividendo come l'anno scorso.
    ma non fasciamoci la testa prima di essercela rotta.

    non scambia.
    se si avvicina sotto 2 le cedo tutte in perdita!!!!
    Magari!!!!

  9. #19
    L'avatar di fabioski2
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    233
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    72 Post(s)
    Potenza rep
    1485208
    Citazione Originariamente Scritto da anomalo Visualizza Messaggio
    io ho rischiato ulteriormente e ho arrotondato il mio già cospicuo pacchetto.
    purtroppo sono sempre sopra 2 euro come pmc.
    quindi la strada è lunga.......
    certo che un utile così non so se pagherà un dividendo come l'anno scorso.
    ma non fasciamoci la testa prima di essercela rotta.
    Quanto è stato?
    La sto sperimentando con pmc a 1.59.
    Riuscirò a soddisfarmi?

    Appena il petrolio tornerà a crescere ne vedremo delle belle!

  10. #20

    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    21,162
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    2780 Post(s)
    Potenza rep
    0
    eh...... uno dei miei soliti acquisti sui massimi....

    per te non vedo problemi, hai preso un tempo secondo me più che buono.
    se conferma il dividendo poi..... lo si saprà a marzo.

Accedi