Causa Tfa/Icsid VS rep.argentina : news, dubbi, incertezze e perplessita' - Vol.II - Pagina 25
Sentiment criptovalute: torna forte l’interesse degli italiani verso il Bitcoin
Il Bitcoin torna a scalare la classifica delle preferenze tra le criptovalute degli italiani. Così emerge dall?ultima indagine condotta da FinanzaOnLine con T-Voice, società che si occupa di opinion mining, …
Cinquina per il Ftse Mib trascinato da banche e oil, Saipem svetta con +3,7%. Sbanda Inwit
Arriva a cinque la striscia positiva di Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha chiuso oggi in rialzo dello 0,68% a 25.296 punti non patendo il crollo delle borse cinesi dovuto …
Idrogeno verde: sfide e opportunità per l?investimento del futuro
L’idrogeno verde, quello prodotto tramite energie rinnovabili, può essere l’investimento del futuro, oltre a ricoprire un ruolo chiave nella transizione energetica del nostro pianeta. È l'elemento chimico più semplice...
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #241

    Data Registrazione
    Sep 2011
    Messaggi
    19,841
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da dagoweb Visualizza Messaggio
    * Anche da queste parti ci stiamo avvicinando al Giorno del Giudizio

    http://www.tfargentina.it/download/T...gno%202014.pdf


    [...]




    ... a quella velocità ... manco le ossa da spolpare trovi ...

  2. #242
    L'avatar di dagoweb
    Data Registrazione
    Jan 2004
    Messaggi
    5,710
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    3 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Bond Argentina: conclusa udienza a Tribunale internazionale su ricordo Icsid - Quotazioni di borsa - Notizie - Il Sole 24 Ore

    02/07/2014 16:43
    Bond Argentina: conclusa udienza a Tribunale internazionale su ricordo Icsid

    (Il Sole 24 Ore Radiocor) - Roma, 02 lug - Si e' conclusa l'udienza finale del ricorso Icsid avviato da oltre 50mila obbligazionisti italiani contro l'Argentina per circa 2 miliardi di euro presso il Tribunale Internazionale. Lo rende noto un comunicato in cui si precisa che le parti ora provvederanno a redigere e depositare tra circa tre mesi i rispettivi memoriali post-udienza, seguiti dalla decisione finale del Tribunale sulle richieste degli obbligazionisti.
    Il caso e' dunque alle sue battute finali. Nicola Stock, Presidente della Tfa si dice "molto soddisfatto. Si e' conclusa l'udienza internazionale presso la Banca Mondiale - afferma e l'Argentina deve ora affrontare una forte pressione su piu' fronti, sia in arbitrati Icsid che presso i Tribunali statunitensi. L'Argentina ha annunciato di voler negoziare con i creditori. Gli obbligazionisti italiani - conclude - restano inflessibili fino a quando non verranno integralmente rimborsati, pur restando, come sempre, disponibili a trattative eque ed in buona fede'.
    Com-Cel (RADIOCOR) 02-07-14 16:43:02 (0481) 5 NNNN

  3. #243
    L'avatar di dagoweb
    Data Registrazione
    Jan 2004
    Messaggi
    5,710
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    3 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    * e qui il comunicato di Tfa :
    http://www.tfargentina.it/download/T...lio%202014.pdf

    Si conclude l’udienza finale sui Tango Bonds presso il Tribunale
    Internazionale
    Nicola Stock , Presidente della TFA, afferma: "Sono molto soddisfatto. Si è conclusa l'udienza
    internazionale presso la Banca Mondiale. L’Argentina deve ora affrontare una forte pressione su
    più fronti. Gli obbligazionisti italiani restano inflessibili fino a quando non verranno integralmente
    rimborsati, pur restando disponibili a trattative eque ed in buona fede”
    Il 16 giugno 2014 è iniziata presso la Banca Mondiale a Washington, DC, l’udienza finale del
    ricorso ICSID avviato da oltre 50.000 obbligazionisti italiani contro l’Argentina per circa 2
    miliardi di euro. Dopo sette giorni di argomentazioni da parte dei legali e le deposizioni di 14
    tra esperti e testimoni, il 24 giugno il Tribunale internazionale ha dichiarato conclusa
    l'udienza. Le parti ora provvederanno a redigere e depositare tra circa tre mesi i rispettivi
    memoriali post-udienza, seguiti dalla decisione finale del Tribunale sulle richieste degli
    obbligazionisti. Il caso è dunque alle sue battute finali.
    La conclusione dell'udienza presso la Banca Mondiale è uno sviluppo significativo nella
    battaglia su molteplici fronti tra obbligazionisti e l’Argentina. Contemporaneamente all’inizio
    dell’udienza, sempre a Washington, DC, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha emesso una
    sentenza contro l'Argentina che ha destato l'attenzione della Presidente argentina e della
    stampa mondiale.
    La Corte Suprema ha negato la richiesta argentina di revisione, confermando così un
    decreto ingiuntivo del Tribunale distrettuale di New York che impedisce all'Argentina di
    pagare i detentori delle sue obbligazioni rivenienti dall’offerta pubblica di scambio, a meno
    che non provveda contestualmente a pagare in toto gli obbligazionisti attori. I legali degli
    obbligazionisti italiani avevano precedentemente depositato presso la stessa Corte Suprema
    un "amicus brief", una memoria a sostegno della decisione, quale ulteriore modo per far
    rispettare i diritti degli obbligazionisti e ribadire gli obblighi dell’Argentina.
    All'indomani della sentenza della Corte Suprema, la presidente argentina Cristina Kirchner
    ha affermato l'intenzione dello Stato sudamericano di rimborsare il 100% del debito nei
    confronti degli holdouts, anche se lei e altri funzionari governativi hanno rilasciato una serie
    di dichiarazioni che attaccano la sentenza della Corte Suprema ed i tribunali americani in
    genere. L'Argentina ha inoltre pubblicato annunci a tutta pagina a pagamento sui principali
    quotidiani americani ed europei, rappresentando la situazione come una disputa con i ricchi
    fondi "avvoltoio" con sede a New York. Incredibilmente, l'annuncio dell’Argentina inizia così:
    “L’Argentina vuole continuare a pagare i propri debiti, ma è ora ostacolata dalla sentenza
    del giudice Thomas Griesa e dalla Corte Suprema degli Stati Uniti” Allo stesso tempo, la
    presidente Kirchner ha riconosciuto che ci sono obbligazionisti diversi dai cosiddetti
    “avvoltoi”, compresi, naturalmente, gli obbligazionisti retail italiani.
    I risparmiatori italiani hanno atteso da oltre 13 anni per il rimborso dei loro crediti. La TFA,
    come sempre, è pronta ad entrare in negoziati per un equo risarcimento dei crediti dei
    ricorrenti italiani, anche se, negli ultimi dieci anni, l'Argentina ha sempre rifiutato di
    negoziare con loro.
    L'approccio conflittuale ed ostruzionistico perseguito dall’Argentina ha finora prodotto un
    significativo contenzioso internazionale, compresi arbitrati ICSID, nonché numerose cause
    legali in Europa e negli Stati Uniti, portando ad un caso senza precedenti di isolamento
    dell’Argentina nella comunità finanziaria internazionale.
    I recenti annunci come quelli pubblicati sulla stampa italiana ed internazionale sollevano
    tuttavia preoccupazioni significative in riferimento al fatto che l'Argentina preferisca
    concentrare i suoi sforzi sulla propaganda, piuttosto che riconoscere un risarcimento ai
    singoli obbligazionisti che hanno investito i loro risparmi in obbligazioni argentine.
    Nicola Stock, Presidente della TFA, afferma: "Sono molto soddisfatto. Si è conclusa l'udienza
    internazionale presso la Banca Mondiale. L’Argentina deve ora affrontare una forte pressione
    su più fronti, sia in arbitrati ICSID che presso i Tribunali statunitensi. L’Argentina ha
    annunciato di voler negoziare con i creditori. Gli obbligazionisti italiani restano inflessibili
    fino a quando non verranno integralmente rimborsati, pur restando, come sempre,
    disponibili a trattative eque ed in buona fede”.
    Il ricorso ICSID è rubricato “Abaclat and others (Case formerly known as Giovanna a
    Beccara and Others) v. Argentine Republic (ICSID Case No. ARB/07/5)”. Gli obbligazionisti
    italiani sono rappresentati da White & Case LLP di Washington, DC, e Legance di Roma.
    Il presente comunicato stampa viene emesso in ottemperanza all’ordine di
    confidenzialità del Tribunale, il quale autorizza la pubblicazione di decisioni ed
    ordini del Tribunale e comunicazioni relative allo stato del procedimento. Gli
    investitori italiani partecipanti possono ottenere informazioni sull’arbitrato
    inoltrando una richiesta a info@tfargentina.it, ovvero consultando il sito internet
    TFA - Associazione per la Tutela degli Investitori in Titoli Argentini. Ogni obbligazionista che revoca il mandato a partecipare al
    ricorso mette a rischio la tutela dei propri diritti.
    Roma, 2 luglio 2014

  4. #244
    L'avatar di Nautilus70
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Messaggi
    19,138
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    2124 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Ottima notizia

    Naturalmente i miei 5.000 U$D di obbligazioni ladrones comprate nel lontano 2000/1 a 60,xx restano inflessibilmente congelate fino al rimborso integrale di capitale (ovviamente a quota 100 e non 60) e interessi (mi sembra l'11% sul nominale)

    Avendo azzerato da tempo il valore di questo investimento nel mio portafoglio, posso aspettare anche fino alla prossima Era Glaciale... posso solo vincere o pareggiare

  5. #245
    L'avatar di dagoweb
    Data Registrazione
    Jan 2004
    Messaggi
    5,710
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    3 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Archiviamo anche qui la recente risposta di Stock ai ladrones :

    http://www.tfargentina.it/download/L...lio%202014.pdf

  6. #246
    L'avatar di dagoweb
    Data Registrazione
    Jan 2004
    Messaggi
    5,710
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    3 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    http://www.tfargentina.it/download/T...bre%202014.pdf

    Tango bonds: TFA, è attesa la decisione finale degli arbitri, il ricorso
    ICSID verso la conclusione
    Per evitare il rischio di sospensione del procedimento la TFA ha nuovamente anticipato la quota
    parte di spese di competenza dell’Argentina
    Contemporaneamente alla complessa situazione che si sta sviluppando negli Stati Uniti tra i
    fondi d’investimento e la Repubblica Argentina, i 50.000 obbligazionisti italiani possessori
    dei titoli del governo argentino in default dal 2001 sono in attesa della prossima decisione
    del Tribunale arbitrale ICSID della Banca Mondiale.
    “Seguiamo con attenzione le vicende che coinvolgono la Repubblica Argentina sulla piazza di
    New York ed auspichiamo una soluzione negoziata di tutte le parti in giudizio con
    l’Argentina, compresi gli obbligazionisti italiani che attendono da troppo tempo una
    soluzione soddisfacente”, afferma Nicola Stock, Presidente dell’Associazione TFA.
    “Nonostante la tanto declamata assicurazione del Governo argentino “porque la vocation de
    la Republica Argentina es pagar” Stock aggiunge, “l’Argentina continua a non pagare la sua
    quota parte delle spese dovute nel procedimento arbitrale ICSID”.
    Il regolamento dell’ICSID prevede infatti che qualora una delle parti non fa fronte a quanto
    dovuto, il procedimento viene sospeso e quindi annullato a meno che l’altra parte (in questo
    caso i ricorrenti italiani rappresentati dalla TFA) non regoli per la parte inadempiente
    (l’Argentina).
    “Per evitare il rischio di sospensione del procedimento la TFA ha nuovamente anticipato la
    quota parte di spese di competenza dell’Argentina e dopo il recente deposito della memoria
    richiesta dal Tribunale nell’udienza finale di giugno, la decisione degli arbitri è sempre più
    imminente, con il ricorso prossimo alla conclusione” chiarisce Stock.
    Il presente comunicato stampa viene emesso in ottemperanza all’ordine di
    confidenzialità del Tribunale, il quale autorizza la pubblicazione di decisioni ed
    ordini del Tribunale e comunicazioni relative allo stato del procedimento. Gli
    investitori italiani partecipanti possono ottenere informazioni sull’arbitrato
    inoltrando una richiesta a info@tfargentina.it, ovvero consultando il sito internet
    TFA - Associazione per la Tutela degli Investitori in Titoli Argentini. Ogni obbligazionista che revoca il mandato a partecipare al
    ricorso mette a rischio la tutela dei propri diritti.
    Roma, 17 ottobre 2014

  7. #247
    L'avatar di dagoweb
    Data Registrazione
    Jan 2004
    Messaggi
    5,710
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    3 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Bond Argentina: italiana Tfa paga 1,4 mln $ di spese per Buenos Aires - Quotazioni di borsa - Notizie - Il Sole 24 Ore

    05/06/2015 15:47
    Bond Argentina: italiana Tfa paga 1,4 mln $ di spese per Buenos Aires

    Attesa per emissione del lodo a sette anni avvio arbitrato (Il Sole 24 Ore Radiocor) - Roma, 05 giu - Nel contenzioso con l'Argentina per il default del debito del 2001 i risparmiatori italiani che hanno avviato, ormai sette anni fa, l'arbitrato presso l'Icsid della Banca Mondiale, sono costretti a sostenere anche le spese della controparte. La Tfa, l'associazione promossa dall'Abi, che sostiene le spese del lodo arbitrale, ha dovuto anticipare complessivamente 1,4 milioni di dollari per la meta' delle spese di competenza di Buenos Aires. I legali dell'associazione italiana, in una lettera al vertice della Banca mondiale e al collegio arbitrale, affermano che la riluttanza dell'Argentina a pagare le spese avviene in violazione del trattato bilaterale italo-argentino sugli investimenti. La Tfa chiede anche una data previsionale per l'emissione del lodo atteso da 50mila risparmiatori italiani che hanno in mano titoli argentini finiti in default da 14 anni per un controvalore nominale di 2 miliardi di euro. Dall'udienza di merito e' passato quasi un anno e oltre sei mesi dalla conclusione del briefing post udienza delle parti. Il collegio e' composto dal giudice svizzero Pierre Tercier, da Albert Jan van Den Berg (nominato dagli italiani) e da Santiago Torres Bernardez (scelto dagli argentini).
    Ggz (RADIOCOR) 05-06-15 15:47:49 (0344) 3 NNNN

  8. #248
    L'avatar di dagoweb
    Data Registrazione
    Jan 2004
    Messaggi
    5,710
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    3 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    * L'articolo è principalmente sulla grecia ma i riferimenti al caso dei ladrones sono comunque interessanti (anche se non certo nuovi per chi segue da tempo queste vicende).

    Alcune riflessioni sulla ristrutturazione del debito obbligazionario greco e sulla tutela dei bondholders :: Diritto & Diritti

  9. #249
    L'avatar di dagoweb
    Data Registrazione
    Jan 2004
    Messaggi
    5,710
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    3 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    * Aggiorniamo anche questo 3d :

    Ricorso Icsid, Washington
    In risposta alla lettera che l’Associazione ha inviatoil 31 maggio u.s.
    (pubblicata anche sul sito internet della associazione)
    , la segreteria generale dell’ICSID ha informato di averne condiviso il
    contenuto con i membri del tribunale arbitrale e di avere richiesto a questi ultimi un aggiornamento sullo stato di avanzamento dei lavori finalizzati alla
    redazione ed emissione dell’attesa decisione finale
    .
    La TFA provvederà a comunicare prontamente eventuali aggiornamenti sullo stato del procedimento e sulla data previsionale di emissione del lodo
    non appena disponibili.
    Gli aggiornamenti sul ricorso sono consultabilinella pagina “ICSID” del sito internet della TFA

    * comunicato completo :
    http://www.tfargentina.it/download/NATFA30giu15.pdf

  10. #250

    Data Registrazione
    Jan 2005
    Messaggi
    16,366
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    735 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Citazione Originariamente Scritto da dagoweb Visualizza Messaggio
    * Aggiorniamo anche questo 3d :

    Ricorso Icsid, Washington
    In risposta alla lettera che l’Associazione ha inviatoil 31 maggio u.s.
    (pubblicata anche sul sito internet della associazione)
    , la segreteria generale dell’ICSID ha informato di averne condiviso il
    contenuto con i membri del tribunale arbitrale e di avere richiesto a questi ultimi un aggiornamento sullo stato di avanzamento dei lavori finalizzati alla
    redazione ed emissione dell’attesa decisione finale
    .
    La TFA provvederà a comunicare prontamente eventuali aggiornamenti sullo stato del procedimento e sulla data previsionale di emissione del lodo
    non appena disponibili.
    Gli aggiornamenti sul ricorso sono consultabilinella pagina “ICSID” del sito internet della TFA

    * comunicato completo :
    http://www.tfargentina.it/download/NATFA30giu15.pdf
    ancora una volta sono pronto a scommettere che il lodo ci sara' solo dopo le elezioni..

Accedi