BTP ITALIA, tutte le emissioni, caratteristiche, pregi e difetti Vol.19
Crisi nera di Enel a Piazza Affari ed ENI mette freccia sorpasso come peso massimo del Ftse Mib. In agguato anche altri due titoli
Ennesima giornata difficile in Borsa per Enel. La maggiore utility italiana è precipitata oggi ai minimi a 5 anni e mezzo toccando un minimo intraday a 4,15 euro, con un calo giornaliero vicino al 4% per poi andare a chiudere a 4,17 euro (-3,51%). Da inizio anno ENEL segna un tonfo di quasi il 41
Mps: doppio alert aumento capitale-burden sharing, si lancia SOS anche agli hedge fund. Banco BPM: ‘Mai nel nostro radar’
Aumento di capitale Mps sempre più incerto, ora si apprende che l'operazione di ricapitalizzazione da 2,5 miliardi che dovrebbe salvare la banca pot
Febbre tassi BTP e spread: ma la Bce? L’Italia che spaventa, tra sogno mutualizzazione debito e incubo ristrutturazione
L?incubo spread BTP-Bund costringerà la Bce a tornare sui suoi passi e a sfornare uno strumento magari più convincente di quello che ha sfornato alla fine di luglio? E? la domanda che si pone Bloomberg, nell?analizzare la possibilità che la banca centrale europea lanci un nuovo bazooka WhateverItTakes per far rientrare il rischio di una
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di Encadenado
    Data Registrazione
    May 2006
    Messaggi
    25,150
    Mentioned
    191 Post(s)
    Quoted
    7688 Post(s)
    Potenza rep
    42949689

    BTP ITALIA, tutte le emissioni, caratteristiche, pregi e difetti Vol.19

    Si prosegue da qui: https://www.finanzaonline.com/forum/...-18-a-197.html

    Il Titolo di Stato indicizzato all'inflazione italiana

    Comunicazione emissioni BTP Italia - Dipartimento del Tesoro

    Coefficienti di indicizzazione BTP Italia - Dipartimento del Tesoro

    Tabella ISTAT pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana

    FAQ BTP ITALIA

    Cos’è il BTP Italia?
    E' un titolo di stato italiano che fornisce all’investitore una protezione contro l’aumento del livello dei prezzi italiani.
    Il BTP Italia garantisce un interesse costante in termini reali, ovvero in termini di potere di acquisto, fissato al momento dell’emissione (il cosiddetto tasso cedolare reale annuo).
    Sia le cedole, pagate semestralmente, che il capitale, la cui rivalutazione viene anch’essa corrisposta semestralmente, sono rivalutati in base all’inflazione italiana, misurata dall’Istat attraverso l’indice nazionale dei prezzi al consumo per famiglie di operai ed impiegati (FOI) con esclusione dei tabacchi.

    Come funziona il meccanismo d'indicizzazione?
    Ogni 6 mesi è riconosciuto al detentore il recupero della perdita del potere di acquisto realizzatasi in quel periodo, attraverso il pagamento della rivalutazione semestrale del capitale sottoscritto. Inoltre, le cedole, anch’esse pagate semestralmente, garantiscono un rendimento minimo costante in termini reali. Infatti, l’ammontare di ciascuna cedola è calcolato moltiplicando la metà del tasso di interesse reale cedolare annuale fisso, stabilito all’emissione, per il capitale sottoscritto rivalutato sulla base dell’inflazione verificatasi su base semestrale. Alla scadenza finale, il BTP Italia garantisce la restituzione del valore nominale sottoscritto.
    Il meccanismo di indicizzazione si basa sul Coefficiente d'Indicizzazione.

    Cos'è il Coefficiente d'Indicizzazione?
    La rivalutazione del capitale nominale sottoscritto e delle cedole avviene attraverso il Coefficiente di Indicizzazione (CI). In particolare, CI è calcolato sulla base dell’inflazione rilevata dall’indice FOI, con esclusione del tabacco, elaborato e pubblicato mensilmente dall’Istat. Tale coefficiente permette di conoscere ad una generica data (giorno “d” del mese “m”), il valore del capitale nominale rivalutato sulla base dell’andamento dei prezzi.
    Il CI è calcolato mediante la seguente formula: CId,m = numero indiced,m/numero indice based,m
    dove il numero indice si intente al giorno d del mese m di pagamento della cedola, mentre per il numero indice base, si intende il numero indice alla data di pagamento della cedola precedente (6 mesi prima). Il valore del Coefficiente di Indicizzazione così ottenuto è troncato alla sesta cifra decimale e arrotondato alla quinta. Nel caso di pagamento della prima cedola, quando la data di godimento della cedola coincide con la data di godimento del titolo, allora si prende come numero indice base del CI quello alla data di godimento del titolo.
    I valori valori giornalieri dei Coefficienti di Indicizzazione sono pubblicati mensilmente sul sito Internet del Debito Pubblico (MEF Dipartimento del Tesoro), nella sezione BTP Italia.

    Come si calcola il numero indice di riferimento?
    Poiché l’indice dei prezzi FOI ex tabacchi viene pubblicato dall’Istat nella seconda metà del mese successivo a quello di riferimento, per calcolare il numero indice dei prezzi ad una generica data (giorno d del mese m) si procede con la seguente modalità di calcolo per interpolazione: Numero Indiced,m = NIfoim-3 + (d-1)/gg * (NIfoim-2 - NIfoim-3)
    dove:
    il numero indice è riferito del giorno d del mese m;
    NIfoim-3 è l’indice FOI ex tabacchi che precede di 3 mesi quello per il quale viene effettuato il calcolo;
    NIfoim-2 è l’indice FOI ex tabacchi che precede di 2 mesi quello per il quale viene effettuato il calcolo;
    d è il giorno del mese per cui si sta effettuando il calcolo;
    gg è il numero di giorni effettivi del mese m.
    Il numero indice alla data di pagamento della cedola è quindi calcolato a partire dagli Indici Istat FOI ex tabacchi relativi a tre mesi e due mesi precedenti il mese per cui si effettua il calcolo. Il valore così ottenuto è troncato alla sesta cifra decimale e arrotondato alla quinta.
    Qualora l’indice dei prezzi dovesse subire revisioni successivamente alla sua iniziale pubblicazione, per i calcoli si continuerà ad utilizzare l’indice pubblicato prima della revisione.
    Qualora l’indice dei prezzi per il mese “m” non dovesse essere pubblicato in tempo utile, si utilizzerà il numero indice sostitutivo (NIS), calcolato mediante la seguente formula:
    NISm = NIfoim-1 * (NIfoim-1 / NIfoim-13)^1/12
    Il Numero Indice Sostitutivo è applicato per la determinazione dei pagamenti per interessi e per il calcolo della rivalutazione del capitale effettuati precedentemente alla pubblicazione dell’indice definitivo. Eventuali pagamenti effettuati sulla base dell’indice sostitutivo non sono rettificati.

    Come vengono calcolate le cedole semestrali e la rivalutazione del capitale su base semestrale?
    L’importo variabile delle cedole semestrali è calcolato moltiplicando il tasso annuo di interesse cedolare reale, diviso due, per il capitale nominale rivalutato alla data di pagamento della cedola (pari al capitale nominale sottoscritto moltiplicato per il Coefficiente di Indicizzazione modificato alla data di pagamento della cedola).
    Cedolat= Tasso cedolare reale annuo /2 * Capitale nominale * Max(CIt, 1)
    dove CIt rappresenta il Coefficiente di Indicizzazione riferito alla data di stacco cedolare, mentre Max(CIt, 1) rappresenta il Coefficiente di Indicizzazione modificato a 1 nel caso in cui il Coefficiente di Indicizzazione semestrale risultasse inferiore all’unità, ovvero nel caso in cui si verifica una riduzione dei prezzi su base semestrale, a cui corrisponderebbe in teoria una svalutazione del capitale, si assume che il numero indice dei prezzi sia uguale a quello del periodo precedente (meccanismo cosiddetto del floor sulla cedola). Di conseguenza, il Coefficiente di Indicizzazione diventa uguale a uno (Coefficiente di Indicizzazione modificato), e quindi viene corrisposto il tasso cedolare reale, che costituisce il rendimento minimo garantito. Nel periodo successivo, qualora il Coefficiente di Indicizzazione su base semestrale ritorni superiore all’unità, si prende come base il numero indice dei prezzi del semestre precedente, purché quest’ultimo sia superiore all’ultimo valore massimo rilevato nei semestri precedenti. Altrimenti la base continuerà ad essere costituita dall’ultimo valore massimo.
    Oltre al pagamento della cedola semestrale, è prevista anche la corresponsione della quota di rivalutazione del capitale nominale sottoscritto, maturata nel semestre di riferimento:
    Rivalutazione Capitaler= Capitale Nominale * Max(CIt-1, 0)
    Nel caso in cui il Coefficiente di Indicizzazione semestrale sia inferiore all’unità, non viene corrisposta alcuna rivalutazione (meccanismo cosiddetto del floor sul capitale). Nel periodo successivo, qualora il Coefficiente di Indicizzazione su base semestrale ritorni superiore all’unità, si prende come base il numero indice dei prezzi del semestre precedente, purché quest’ultimo sia superiore all’ultimo valore massimo rilevato nei semestri precedenti. Altrimenti la base continuerà ad essere costituita dall’ultimo valore massimo.
    Ai fini del pagamento, il risultato ottenuto da ciascuna delle predette operazioni (calcolo cedola e calcolo rivalutazione del capitale), comprensivo di un numero di cifre decimali non inferiore a dieci, è arrotondato al secondo decimale.
    La remunerazione totale semestrale è data quindi dalla somma della cedola più la quota di rivalutazione del capitale del periodo di riferimento:
    Remunerazione semestralet=Cedolat+ Rivalutazione capitalet

    Come vengono calcolati i ratei di compravendita?
    La quotazione dei prezzi dei BTP Italia sul mercato secondario è effettuata in termini “reali”: il prezzo di quotazione, e quindi potenzialmente di scambio, non tiene conto della componente di indicizzazione. Il controvalore a cui lo scambio viene regolato è invece ottenuto moltiplicando il prezzo di quotazione/scambio per il Coefficiente di Indicizzazione relativo alla data di regolamento della transazione a cui vanno aggiunti i dietimi di interesse anch’essi rivalutati per il Coefficiente di Indicizzazione (senza modifiche per tenere conto di una potenziale deflazione nel semestre). La somma del controvalore indicizzato e dei dietimi rivalutati corrisponde alla somma del prezzo “reale” (clean real price) e dei ratei di rivalutazione del capitale (valutato al prezzo “reale” di quotazione sul mercato) e degli interessi cedolari, che vengono illustrati qui di seguito. Per il calcolo dei ratei negoziati sul mercato secondario si segue la convenzione di mercato giorni effettivi/giorni effettivi.
    Il calcolo del rateo cedolare è effettuato in due passi successivi:
    1. Si calcola la quota percentuale della cedola maturata fino alla data di regolamento (AC%):
    AC%=Tasso cedolare reale annuo/2 * giorni competenza/giorni del semestre di godimento
    dove per giorni di competenza si intende il numero di giorni tra la data di pagamento dell’ultima cedola e il giorno di regolamento dell’operazione (giorno “d” del mese “m”).
    2. Si moltiplica il valore ottenuto per il capitale nominale sottoscritto rivalutato alla data di regolamento (pari al Capitale Nominale Sottoscritto moltiplicato per il Coefficiente di Indicizzazione):
    RCd,m = AC% * Capitale nominale * CId,m
    Il rateo della rivalutazione del capitale nel giorno di regolamento dell’operazione (giorno “d” del mese “m”) si calcola nel seguente modo:
    RRCd,m= Capitale Nominale * Pr/100 * (CId,m -1)
    dove Pr indica il prezzo di quotazione sul mercato al momento dello scambio.

    Che cos'è il premio fedeltà CUM?
    Agli investitori retail che sottoscrivono il BtpItalia al collocamento per conservarlo fino a scadenza, viene riconosciuto un premio a scadenza, detto anche bonus CUM, del 4 per mille lordo oppure 8 per mille lordo, calcolato sul capitale nominale.
    Il BtpItalia dotato di premio fedeltà viene identificato con un codice isin CUM differente dal codice isin standard attribuito al medesimo Btp Italia non dotato di premio fedeltà.
    Alla sottoscrizione retail, gli investitori privati ottengono l'assegnazione del titolo dotato di premio fedeltà. Se successivamente si decide di vendere il titolo, totalmente o parzialmente, decade il premio fedeltà sulla sola quantità venduta, alla quale viene automaticamente riassegnato il codice isin standard al momento del passaggio di proprietà a terzi.

    Quali sono i BtpItalia attualmente in circolazione?
    Ecco l'elenco in ordine di scadenza. Tra parentesi l'isin del CUM ossia del titolo dotato di bonus a scadenza.
    BTP ITALIA 2018/2022 26/11 1,45% IND IT0005351678 (CUM IT0005351660)
    BTP ITALIA 2015/2023 20/04 0,50% IND IT0005105843 (CUM IT0005105835)
    BTP ITALIA 2017/2023 22/05 0,45% IND IT0005253676 (CUM IT0005253668)
    BTP ITALIA 2017/2023 20/11 0,25% IND IT0005312142 (CUM IT0005312134)
    BTP ITALIA 2016/2024 11/04 0,40% IND IT0005174906 (CUM IT0005174898)
    BTP ITALIA 2016/2024 24/10 0,35% IND IT0005217770 (CUM IT0005217762)
    BTP ITALIA 2020/2025 26/05 1,40% IND IT0005410912 (CUM IT0005410904)
    BTP ITALIA 2018/2026 21/05 0,55% IND IT0005332835 (CUM IT0005332827)
    BTP ITALIA 2019/2027 28/10 0,65% IND IT0005388175 (CUM IT0005388167)
    BTP ITALIA 2022/2030 28/06 1,60% IND IT0005497000 (CUM IT0005496994)

  2. #2
    L'avatar di pvpn
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Messaggi
    1,098
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    73 Post(s)
    Potenza rep
    29337142
    Mi chiarite una cosa?

    BTP TF 3.5% MZ30 (IT0005024234) quota 102.86
    BTPi 1.6% MG30 (IT0005497000) con inflazione al 2% quoterebbe 98, spread di 4 figure ? . Per quale motivo?

    PS: Credo il 18 sia esaurito a questo punto.
    PPS: Modificato per meglio specificare i BTP sopra con isin.
    Ultima modifica di pvpn; 27-06-22 alle 19:07

  3. #3
    L'avatar di frank8
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    1,096
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    428 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Ce la faranno i provocatori da Talk Show ad aspettare domattina per riferirsi a dati reali ?

  4. #4

    Data Registrazione
    May 2022
    Messaggi
    69
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    57 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da frank8 Visualizza Messaggio
    Ce la faranno i provocatori da Talk Show ad aspettare domattina per riferirsi a dati reali ?
    HO PRESO 100 K DI QUESTO PRODOTTO. E' OTTIMO PER CHI HA GIA' BTP A TASSO FISSO A 12/17 ANNI COME ME. IN OGNI CASO NON LO VENDERO' SE NON A 104.
    SALUTI A TUTTI

  5. #5
    L'avatar di bad_boy
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    512
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    147 Post(s)
    Potenza rep
    25364490
    Citazione Originariamente Scritto da gaiospino Visualizza Messaggio
    Non lo ha deciso il MEF non essendoci stato il riparto e non credo tifassero per 80% ai retail che è percentuale record per emissione dei Btp Italia.
    io non ho detto che lo ha deciso il MEF. ho detto che il MEF non alzando la cedola minima garantita non ha incentivato o ingolosito gli istituzionali, preferendo FORSE che questo strumento sia detenuto in massima parte dal retail. Peraltro ci sarebbe da capire quale era il reale fabbisogno di cassa, se questo era già stato soddisfatto in massima parte da quanto sottoscritto dal retail, che necessità aveva il MEF di alzare la cedola minima per invogliare gli istituzionali a sottoscrivere ? La mia cmq è solo una supposizione, magari infondata e sbagliata, non è certamente una certezza.

  6. #6
    L'avatar di pvpn
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Messaggi
    1,098
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    73 Post(s)
    Potenza rep
    29337142
    Citazione Originariamente Scritto da frank8 Visualizza Messaggio
    Ce la faranno i provocatori da Talk Show ad aspettare domattina per riferirsi a dati reali ?


    Citazione Originariamente Scritto da bad_boy Visualizza Messaggio
    io non ho detto che lo ha deciso il MEF. ho detto che il MEF non alzando la cedola minima garantita non ha incentivato o ingolosito gli istituzionali, preferendo FORSE che questo strumento sia detenuto in massima parte dal retail. Peraltro ci sarebbe da capire quale era il reale fabbisogno di cassa, se questo era già stato soddisfatto in massima parte da quanto sottoscritto dal retail, che necessità aveva il MEF di alzare la cedola minima per invogliare gli istituzionali a sottoscrivere ? La mia cmq è solo una supposizione, magari infondata e sbagliata, non è certamente una certezza.
    Direi che ti sei risposto da solo. L'1.6 era poco per gli istituzionali.
    Le disponibilità di cassa c'erano al punto da permettersi di riacquistare 3 miliardi di BTP: Asta di riacquisto di titoli di Stato in Banca d’Italia - Ministero dell'Economia e delle Finanze
    Quello che non ho capito è: Perché spendere 3 miliardi per acquistare ora BTP che rendono meno del Mg30 e che scadono molto prima ? Non era meglio abbassare il TF del Mg30 ancora un po' in modo da sfavorirne l'allocazione, magari raccogliendo circa 3-4 miliardi al massimo?
    Non ho capito che conti hanno fatto. Ecco.

  7. #7
    L'avatar di saverio1973
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    56,140
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    7226 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Telegram: Contact @ultimoralive

    Probabile prezzo del gas fuori controllo

    Come immaginavo futures btp in caduta e inflazione galoppante

    vediamo come finisce questa partita

    Saluti

  8. #8

    Data Registrazione
    Jun 2022
    Messaggi
    447
    Mentioned
    11 Post(s)
    Quoted
    300 Post(s)
    Potenza rep
    42949673
    Citazione Originariamente Scritto da pvpn Visualizza Messaggio
    Mi chiarite una cosa?

    BTP TF 3.5% MZ30 (IT0005024234) quota 102.86
    BTPi 1.6% MG30 (IT0005497000) con inflazione al 2% quoterebbe 98, spread di 4 figure ? . Per quale motivo?

    PS: Credo il 18 sia esaurito a questo punto.
    PPS: Modificato per meglio specificare i BTP sopra con isin.
    Perché nei quasi 10 anni dal 2012 al 2021 l'inflazione in Italia non è mai stata sopra il 2%. Adesso le condizioni sono evidentemente mutate (direi) e si scommette (non si spera, ma si scommette) che lo sarà. Tutto qui.

    (O anche se non si scommette, ma comunque si teme: il risparmiatore valuta di coprirsi dall'evenienza).

  9. #9
    L'avatar di RisparmiAmo
    Data Registrazione
    Jan 2022
    Messaggi
    547
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    354 Post(s)
    Potenza rep
    24622675
    Citazione Originariamente Scritto da Encadenado Visualizza Messaggio
    A mio parere, i più convenienti da comprare ai prezzi attuali sono questi:
    BtpItaly Mag25 IT0005410912
    BtpItaly Apr24 IT0005174906
    Domanda da neofita: ma perché dovrebbe essere più conveniente prendere il Mag 25 o l'Apr24 (entrambi sopra 103) quando l'Ott27 sta sotto i 99? Grazie anticipatamente per la pazienza ed i tuoi (vostri) consigli...

  10. #10

    Data Registrazione
    Jun 2022
    Messaggi
    447
    Mentioned
    11 Post(s)
    Quoted
    300 Post(s)
    Potenza rep
    42949673
    Citazione Originariamente Scritto da RisparmioAdesso Visualizza Messaggio
    Domanda da neofita: ma perché dovrebbe essere più conveniente prendere il Mag 25 o l'Apr24 (entrambi sopra 103) quando l'Ott27 sta sotto i 99? Grazie anticipatamente per la pazienza ed o tuoi (vostri) consigli...
    Può essere conveniente se su stima una fiammata rapida dell'inflazione che successivamente si spegne, portando ai minimi le cedole dei titoli più lunghi.

    O semplicemente perché un titolo più lungo espone a rischi di prezzo e di credito maggiori (come per tutti i btp).

Accedi