Venezuela e PDVSA (Vol.163) Quota "Aran2" .... il sogno retribuente! - Pagina 130
Posizioni nette corte: Maire in vetta ai più shortati di Piazza Affari, nelle prime posizioni anche Fincantieri e Webuild
Dall?ultimo aggiornamento disponibile di Consob sulle posizioni nette corte (PNC) si apprende che il titolo più shortato a Piazza Affari è Maire Tecnimont con 4 posizioni short aperte per una quota pari al 4,63% del capitale sociale.Bio-On conquista il secondo gradino più alto del podio con 2 PNC pari al 2,59% del capitale.Fincantieri si posiziona al
Settembre da incubo per Wall Street: occhio ad alcuni indicatori che lanciano dei segnali d’acquisto
Indici azionari di Wall Street in profondo rosso a settembre. Quando manca una seduta al termine del mese e del trimestre lo S&P 500 e gli altri principali indici viaggiano sui minimi annui. L?indice S&P 500 è capitolato del 7,9% a settembre, il Dow Jones ha sofferto un tonfo del 7,2% e peggio fa il
Porsche in Borsa vale più del doppio di Ferrari. Confronto con le altre big auto e prospettive dopo l’IPO più attesa del 2022
Porsche si è quotata sulla Borsa di Francoforte con il ticker P911 in quella che era l?Ipo più attesa dell?anno e non ha deluso le aspettative. Si tratta infatti della maggiore IPO dell?ultimo decennio in Europa. Il debutto è avvenuto in una giornata debole per i mercati, ma Porsche dopo aver aperto a 84 euro,
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1291

    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    2,499
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    1565 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da ninjazzurro Visualizza Messaggio
    Notizia fresca per gentile concessione di Newon

    Da Davos
    Il creditori possono rifarsi su ENI e Repsol e poi pure di Chevron




    Allora si sistema sicuro il debito Venezuela


    Allegato 2833120


    incentivi a sistemare il debito estero Venezuela


    Tempo al tempo

    Si va a 100 + pdi

    Il Venezuela è la più bella storia dei mercati emergenti

    Viva Aran2


    Se leggi bene l'articolo evidenzia il caso della raffineria Dominicana.
    Il prezzo di valutazione dei bonos era di 24 che, come già detto, è il recovery cash
    e 24 sarà il recovery cash che ci spetta.....scordatevi quindi 100.....60 eccc..eccc....
    Come ho già evidenziato occorre sollecitare ENI al fine di cedere i nostri bonos
    ed ottenere il controvalore dell'oil corrispondente a un recovery cash di 24$
    Ultima modifica di Luisd; 09-06-22 alle 20:55

  2. #1292

    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    2,499
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    1565 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da ninjazzurro Visualizza Messaggio
    Noi ci abbiamo azzeccato in tutto

    Ci manca la ristrutturazione win win

    Forse in qualche altro forum dovrebbero fare mea culpa su alcune opinioni certe di cubanizzazione presunta



    Non hai azzeccato proprio niente.
    Si va a 24, prescrizione permettendo, e non, come a tuo dire, a 100

  3. #1293
    L'avatar di lovebond
    Data Registrazione
    Feb 2016
    Messaggi
    4,107
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    3113 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da ninjazzurro Visualizza Messaggio
    Noi ci abbiamo azzeccato in tutto

    Ci manca la ristrutturazione win win

    Forse in qualche altro forum dovrebbero fare mea culpa su alcune opinioni certe di cubanizzazione presunta
    Non siamo degli indovini che azzeccano tutto, ma sulla impossibilità di una cubanizzazione non ho mai avuto dubbi. Interessante l’ipotesi di PDVSA in cambio di ENI…vamos a bailar con zio Nicolas

  4. #1294
    L'avatar di Carib
    Data Registrazione
    Dec 2004
    Messaggi
    18,311
    Mentioned
    56 Post(s)
    Quoted
    5691 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Citazione Originariamente Scritto da NewOn Visualizza Messaggio
    Chiedevi cosa fosse emerso da Davos... che i BH potrebbero anche attivare azioni di sequestro giudiziari soprattutto se si attivano contratti per esportare petrolio e gas. Come dici sarà il giudice americano a richiedere il sequestro, nel caso, ma questo apre spiraglio per arrivare ad accordi ed evitare azioni giudiziarie come dici tu. Speriamo si attivino i negoziati tra opposizione e chiavismo e si arrivi ad un accordo per togliere le sanzioni.
    la mia opinione e' che si potrebbe ristrutturare il debito in concessioni petrolifere, una volta tolte le sanzioni.
    Mi pare ovvio che se Chevron, ENI e Repsol dovessero essere a rischio vero di sequestri, semplicemente cesserebbero di produrre in Venezuela,
    per cui nessuno riceverebbe nulla.
    Diversa l'idea di consentire ANCHE ai creditori obbligazionari di essere rimborsati in petrolio o concessioni.. ma questo implica a mio parere la fine delle sanzioni in materia..
    il che passa, lo ripeto, per un accordo politico interno.

  5. #1295

    Data Registrazione
    Jul 2017
    Messaggi
    4,047
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    2460 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da NewOn Visualizza Messaggio
    Chiedevi cosa fosse emerso da Davos... che i BH potrebbero anche attivare azioni di sequestro giudiziari soprattutto se si attivano contratti per esportare petrolio e gas. Come dici sarà il giudice americano a richiedere il sequestro, nel caso, ma questo apre spiraglio per arrivare ad accordi ed evitare azioni giudiziarie come dici tu. Speriamo si attivino i negoziati tra opposizione e chiavismo e si arrivi ad un accordo per togliere le sanzioni.
    Faccio notare che già in passato Eni aveva importato , a titolo di pagamento di debiti , dei carichi di petrolio. Ed il tutto alla luce del sole; e nessuno aveva chiesto di sequestrare qualcosa, anche perché il carico era già stato pagato e pertanto era di proprietà di Eni.

  6. #1296

    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    2,499
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    1565 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da Potemkin Visualizza Messaggio
    Faccio notare che già in passato Eni aveva importato , a titolo di pagamento di debiti , dei carichi di petrolio. Ed il tutto alla luce del sole; e nessuno aveva chiesto di sequestrare qualcosa, anche perché il carico era già stato pagato e pertanto era di proprietà di Eni.

    Ottima osservazione

  7. #1297
    L'avatar di Carib
    Data Registrazione
    Dec 2004
    Messaggi
    18,311
    Mentioned
    56 Post(s)
    Quoted
    5691 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Citazione Originariamente Scritto da Potemkin Visualizza Messaggio
    Faccio notare che già in passato Eni aveva importato , a titolo di pagamento di debiti , dei carichi di petrolio. Ed il tutto alla luce del sole; e nessuno aveva chiesto di sequestrare qualcosa, anche perché il carico era già stato pagato e pertanto era di proprietà di Eni.
    appunto.
    detto questo, un creditore di PDVsa con sentenza USA passata in giudicato.. potrebbe in tesi attaccare il diritto di Chevron o ENI di riscuotere i propri crediti in barili ... senza "pari passu" dei crediti degli obbligazionisti. Il problema sarebbe che se il giudice USA gli da ragione... al primo carico sequestrato.. la giostra si fermerebbe.. e nessuno incasserebbe piu' nessun barile.
    La soluzione sta nella possibilita' di pagare barili o concessioni con bonos.. alche' ENI comprerebbe i titoli sul mercato a sconto.. per trasformarli in barili.

    Il tutto presuppone a mio parere fine delle sanzioni sui bonos.

  8. #1298

    Data Registrazione
    Dec 2021
    Messaggi
    18
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    15 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Che sbloccassero le contrattazioni..cosi vediamo nel frattempo a che prezzo verrebbero trattate.....mondo ladro...

  9. #1299

    Data Registrazione
    Nov 2015
    Messaggi
    628
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    442 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da Luisd Visualizza Messaggio
    Non hai azzeccato proprio niente.
    Si va a 24, prescrizione permettendo, e non, come a tuo dire, a 100
    24 + cedole? … dove devo firmare?

  10. #1300
    L'avatar di NewOn
    Data Registrazione
    Nov 2018
    Messaggi
    3,695
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    2173 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Citazione Originariamente Scritto da Potemkin Visualizza Messaggio
    Faccio notare che già in passato Eni aveva importato , a titolo di pagamento di debiti , dei carichi di petrolio. Ed il tutto alla luce del sole; e nessuno aveva chiesto di sequestrare qualcosa, anche perché il carico era già stato pagato e pertanto era di proprietà di Eni.
    La situazione è diversa qui si tratta di uno swap petrolio debito (ed il petrolio è del VV fino a quando non è messo in uso) e se il giudice americano ponesse su stesso livello i creditori il sequestro può essere concesso essendo violata la parità di trattamento, non c'è contratto o legale ENI che tenga e OFAC si deve adeguare a sentenza del giudice. Il gioco non finirebbe perché c'è bisogno di petrolio e gas finché durerà guerra ed oltre, pertanto è auspicabile che si arrivi ad accordi per ristrutturare. Sinceramente l'idea di vendere a sconto ad Eni o altri non credo sia preferita dai fondi, meglio il sequestro e rivendere il petrolio sequestrato a prezzo pieno (spese legali a comprese), anzi un blocco farebbe pure crescere ulteriormente il prezzo del petrolio.
    Segnalo che è stato segnalato in Davos da Illiquidix e volete che i loro legali siano più miopi di quelli di Eni? Qui ci sono fondi avvoltoi....
    Io spero si risolva con rimozioni sanzioni e con ristrutturazione ma la via legale è un'opzione, nessuno può escludere nuove partecipazioni a nuovi fondi tipo Illiquidix con nuovi prezzi che non siano a 5....

Accedi