Venezuela e PDVSA (Vol.159) - Pagina 52
Le opportunità in Borsa: Caso Evergrande e stagione trimestrali
È da oggi disponibile il nuovo numero di ?Le opportunità in Borsa?, la quindicinale dedicata a consulenti finanziari ed esperti di Borsa. Torna il buonumore sulle principali borse internazionali, che …
Inflazione climatica: ecco quanto sarebbero schizzati in alto i prezzi considerando le emissioni di CO2
Se i prezzi al consumo negli ultimi 50 anni avessero incluso il costo delle nostre emissioni di CO2, avremmo dovuto assistere a un rialzo sui prezzi del 50%. La stima …
IG Italia presenta IG Trading Night con ospite speciale Mario Seminerio, l’evento dedicato alle strategie sui mercati azionari
IG Italia lancia l?evento digitale ?IG Trading Night? che si terrà il 16 novembre a partire dalle ore 17:30. L?obiettivo dell?evento, trasmesso in diretta streaming, sarà quello di approfondire le …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #511

    Data Registrazione
    Jul 2017
    Messaggi
    3,475
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    2082 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da Gioxx Visualizza Messaggio
    si spera sia merce di scambio la minaccia di mettere Guiadò e company al fresco per l'eternità all' Helicoide
    Particolare delle consuetudini diplomatiche non abbastanza sottolineato:
    di solito sono le "trattative" tra paesi belligeranti che si svolgono in campo neutro per scongiurare che la parte che detiene il potere, in questo caso Maduro, non incarceri la controparte o usi semplicemente a proprio vantaggio questa concreta evenienza.
    Non a caso la trattativa Israele - OLP, esempio tra tanti, si svolse a Camp David e non certo a Tel Aviv dove Arafat ed i suoi avevano pendente un mandato di arresto.
    Tornando al caso venezuelano, che governo ed opposizione non possano colloquiare, ed infatti non lo hanno mai fatto anche in passato, in un una normale sala congressi di Caracas la dice lunga sulla rilevanza delle difficoltà esistenti.
    Detto questo...incrociamo le dita.

  2. #512

    Data Registrazione
    Jul 2017
    Messaggi
    3,475
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    2082 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Da quello che sembra leggendo dichiarazioni e news dall'Italia, e quindi come tutti molto da lontano, pare confermata la strategia di Maduro:
    -Mantenere divisa l'opposizione [ cosa facilissima essendo da sempre divisa]
    -Far partecipare i partiti di centro-destra*, che non chiedono altro, alle elezioni amministrative
    -Continuare a dare in testa a Voluntad Popular isolandola ( socialdemocratici*) che con Lopez e Guaido' sono stati i più fieri oppositori del chavismo e gli unici che, oltre ad aver portato la gente in piazza, chiedono una democratizzazione del Paese.

    * come oppositori del chavismo non dovrebbe entrarci, ma nei fatti che le diverse famiglie politiche affrontino diversamente il loro ruolo è implicito nella loro stessa natura

  3. #513
    L'avatar di Aran2
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Messaggi
    5,426
    Mentioned
    34 Post(s)
    Quoted
    2396 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da holysky Visualizza Messaggio
    Si, si, siamo rovinati.......... vendiamo tutto al meglio o peggio.............
    A 100 sono vostre...

  4. #514
    L'avatar di amgone
    Data Registrazione
    Mar 2001
    Messaggi
    15,270
    Mentioned
    16 Post(s)
    Quoted
    1751 Post(s)
    Potenza rep
    42949693
    annullo la mia offerta di vendere a 70 + cedole

  5. #515
    L'avatar di Carib
    Data Registrazione
    Dec 2004
    Messaggi
    17,991
    Mentioned
    49 Post(s)
    Quoted
    4974 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Per la cronaca:
    noi abbiamo titoli in Dollari, sotto NY law, emesse da un sovrano o semi-sovrano oggi ostile all'occidente.
    Le opinioni politiche personali restano libere, e non rilevanti in merito al credito.
    Esso si regge su una moneta e una giurisdizione, che piaccia o meno ai titolari.

  6. #516
    L'avatar di amgone
    Data Registrazione
    Mar 2001
    Messaggi
    15,270
    Mentioned
    16 Post(s)
    Quoted
    1751 Post(s)
    Potenza rep
    42949693
    PECUNIA NON OLET

  7. #517
    L'avatar di Gioxx
    Data Registrazione
    Aug 2014
    Messaggi
    8,745
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    4155 Post(s)
    Potenza rep
    42949680

  8. #518

  9. #519
    L'avatar di ninjazzurro
    Data Registrazione
    Nov 2016
    Messaggi
    3,256
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1654 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Quindi il debito si deve sistemare....

    Se hanno necessità di prestiti....

    Tanto il denaro.. è carta....

    E si stampa.... poi i dollari..

  10. #520
    L'avatar di Gioxx
    Data Registrazione
    Aug 2014
    Messaggi
    8,745
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    4155 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    PDVSA

    PRESIDENTE MADURO: SIAMO PRONTI A RADDOPPIARE LA PRODUZIONE DI IDROCARBURI PER IL MERCATO INTERNO


    Caracas.- Il presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Nicolás Maduro Moros, ha sottolineato questa domenica in un'intervista al ministro del Potere Popolare per la Cultura, Ernesto Villegas, che il consumo del mercato interno degli idrocarburi è raddoppiato a causa della riattivazione economica che il Paese sta vivendo, e che "con il favore del Ministero del Potere Popolare del Petrolio e del Petrolio del Venezuela, SA (PDVSA), entreremo in una fase di produzione del doppio di carburante nelle prossime settimane, quindi che questo problema venga alleviato e risolto”.

    Il dignitario ha aggiunto che "la prospettiva è che questo si risolva, vedi il movimento che esiste sulle autostrade e autostrade, e tutto quel movimento avviene perché stiamo producendo benzina".

    A questo proposito, ha spiegato che non può aspettare la revoca delle sanzioni contro Petróleos de Venezuela, SA (PDVSA). “Risolveremo questo problema con i nostri sforzi.

    Abbiamo dovuto fare una grande operazione ingegneristica, produrre i pezzi di ricambio nel Paese e anche una grande operazione commerciale, che ha triplicato il nostro prezzo ma li abbiamo fatti triangolare, nel mondo”.

    Il Capo dello Stato ha riferito che con questa produzione di pezzi di ricambio nel Paese, oltre a quella ottenuta con il metodo della triangolazione, gli operai petroliferi stanno riuscendo a mettere in sintonia le raffinerie di proprietà dell'industria petrolifera nazionale, “grazie alla loro capacità morale e professionale . Queste raffinerie sono tecnologia americana. Ci stiamo già puntellando, per garantire il Paese, con sanzioni, con torture economiche, per garantire al Paese i suoi idrocarburi interni”.

    In questo senso, il presidente Maduro ha sottolineato che una delle ferite più grandi che ci hanno causato è stato il rapimento e il furto di navi a benzina che sono arrivate in Venezuela. “Questo ha inaugurato la fase in cui nessuno vendeva benzina al Venezuela. Quando è normale che un Paese del mondo compri carburante da un altro”.

    Ha denunciato che il governo dell'ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump aveva previsto che nel suo ultimo anno di governo, il 2020, sarebbe stata bloccata l'importazione di benzina da parte del nostro Paese, da qualsiasi destinazione nel mondo. È iniziato nel marzo 2020, all'inizio della pandemia.

    Riflettendo sulla questione, il Presidente nazionale ha indicato che nessuno avrebbe pensato “che un settore politico interno, Guaidó, Leopoldo López, Capriles, Julio Borges, chiedesse ai loro gringo proprietari di bloccare completamente il paese, e che fossero andando a bloccare al 100% l'ingresso e l'uscita delle navi dal Paese”.

    Ha sottolineato che il suo management ha sempre fatto quello che doveva fare. "Abbiamo avuto dei piani, e se così non fosse, non saremmo stati in grado di reagire e, soprattutto, abbiamo avuto la coscienza maggioritaria di un popolo e la speranza che lo risolveremo molto presto".

Accedi