Venezuela e PDVSA (Vol.159) - Pagina 135
Triboo: ricavi ed ebitda in forte crescita nei primi 9 mesi 2021
Primi nove mesi dell’anno con ricavi e margini in crescita a doppia cifra per Triboo, gruppo attivo nel settore digitale e quotato sul mercato MTA di Borsa Italiana. I ricavi …
Piazza Affari apre dicembre avanti tutta: sprint di Stellantis e Unicredit, il risk-on penalizza Diasorin
Avvio di dicembre a spron battuto per Piazza Affari dopo le tensioni della vigilia dettate dalle parole di Jerome Powell che ha anticipato la possibilità di un tapering accelerato da …
Tavares (Stellantis) lancia allarme elettrificazione forzata e indica due scenari possibili
Ferma presa di posizione dell'amministratore delegato di Stellantis, Carlos Tavares, sulla spinta in atto verso l'elettrificazione del mercato automobilistico. Il ceo di Stellantis ritiene che le pressioni esterne sulle case …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1341
    L'avatar di Gioxx
    Data Registrazione
    Aug 2014
    Messaggi
    8,841
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    4209 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    ecco che improvvisamente si sono svegliati


    Senadores de EEUU repudiaron que Lopez Obrador no arrestara a Maduro en Mexico

    I senatori statunitensi hanno condannato il fallimento di López Obrador nell'arrestare Maduro in Messico


    I senatori statunitensi Marco Rubio e Rick Scott hanno inviato una lettera al presidente del Messico, Andrés Manuel López Obrador, in cui hanno espresso il loro "malcontento" perché il presidente messicano ha ricevuto Nicolás Maduro al VI Summit degli Stati dell'America Latina e dei Caraibi (Celac ), violando a suo avviso "gli impegni internazionali" sottoscritti per contrastare la criminalità organizzata transnazionale.

    In tal senso, Rubio e Scott hanno rimproverato a López Obrador di non aver arrestato Maduro sul suolo messicano perché un mandato di cattura degli Stati Uniti pesa sul presidente venezuelano dopo essere stato accusato dal Dipartimento di Giustizia di quel Paese di "partecipare a una cospirazione di narcotraffico". -terrorismo e di cospirare per importare droga “in quel Paese, qualificandolo come capofila del cosiddetto “Cartello dei Soli”.

    Va ricordato che gli Stati Uniti offrono dalla fine di marzo 2020 una ricompensa di $ 15 milioni per coloro che offrono informazioni sul luogo in cui si trova Nicolás Maduro che consente la sua cattura, dopo che il procuratore del Distretto Sud di New York (Stati Uniti) , Jeff Burman, annunciano accuse penali contro il leader chavista, per associazione narco-terroristica con le Forze armate rivoluzionarie della Colombia (FARC).

    In quell'occasione furono offerti 10 milioni per quattro co-cospiratori: Diosdado Cabello Rondón, primo vicepresidente del PSUV; il generale (in pensione) Hugo Carvajal Barrios, ex direttore dell'intelligence militare, recentemente arrestato in Spagna e la cui estradizione è provvisoriamente sospesa; Clíver Alcalá Cordones, maggiore generale (in pensione) dell'esercito, che si trova negli Stati Uniti e che a quanto pare sarebbe disposto a dichiararsi colpevole ea testimoniare; e Tareck El Aissami, ministro dell'Industria e della produzione nazionale.

    Appena fuori dall'inizio di Celac, gli Stati Uniti hanno ribadito il 18 settembre 2021 la ricompensa che offre per la cattura di Maduro. La presenza del presidente venezuelano è stata confermata all'ultimo minuto, tanto che l'incontro con il presidente del Perù, Pedro Castillo, si è svolto in maniera improvvisata e ha generato che il ministro degli Esteri di quel Paese ha dovuto comparire davanti al Congresso dei suo paese per spiegare le circostanze in cui si è svolto quell'incontro-

    È importante notare che Messico e Stati Uniti sono partner commerciali, tuttavia, nelle ultime settimane, il presidente azteco López Obrador ha ospitato due leader di sinistra considerati nemici del governo nordamericano, come Miguel Díaz-Canel (Cuba), e recentemente Nicolás Maduro (Venezuela).

    I senatori statunitensi hanno affermato che le dichiarazioni e le azioni di Andrés López Obrador sono "incompatibili con i valori democratici a cui teniamo così tanto", soprattutto in un contesto in cui il Messico funge da paese ospitante per i negoziati tra il partito di governo e l'opposizione venezuelana guidato da Juan Guaidó. , che gli Stati Uniti ancora riconoscono come il presidente in carica del Venezuela.

    Hanno espresso che nel quadro degli accordi di cooperazione contro il traffico di droga, il Messico è stato "estremamente ricettivo" all'estradizione di altri criminali, motivo per cui assicurano che Maduro "non dovrebbe essere l'eccezione". In tal senso, lo hanno invitato a prendere misure in tal senso e hanno persino affermato che lo avrebbero aiutato a decidere di intraprendere tali azioni "e ad approfondire ulteriormente le relazioni tra il Messico e gli Stati Uniti".

  2. #1342

    Data Registrazione
    Jul 2017
    Messaggi
    3,547
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    2126 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da Gioxx Visualizza Messaggio
    ecco che improvvisamente si sono svegliati


    Senadores de EEUU repudiaron que Lopez Obrador no arrestara a Maduro en Mexico

    I senatori statunitensi hanno condannato il fallimento di López Obrador nell'arrestare Maduro in

    I senatori statunitensi Marco Rubio e Rick Scott hanno inviato una lettera al presidente del Messico, Andrés Manuel López Obrador, in cui hanno espresso il loro "malcontento" perché il presidente messicano ha ricevuto Nicolás Maduro al VI Summit degli Stati dell'America Latina e dei Caraibi (Celac ), violando a suo avviso "gli impegni internazionali" sottoscritti per contrastare la criminalità organizzata transnazionale.

    In tal senso, Rubio e Scott hanno rimproverato a López Obrador di non aver arrestato Maduro sul suolo messicano perché un mandato di cattura degli Stati Uniti pesa sul presidente venezuelano dopo essere stato accusato dal Dipartimento di Giustizia di quel Paese di "partecipare a una cospirazione di narcotraffico". -terrorismo e di cospirare per importare droga “in quel Paese, qualificandolo come capofila del cosiddetto “Cartello dei Soli”.

    Va ricordato che gli Stati Uniti offrono dalla fine di marzo 2020 una ricompensa di $ 15 milioni per coloro che offrono informazioni sul luogo in cui si trova Nicolás Maduro che consente la sua cattura, dopo che il procuratore del Distretto Sud di New York (Stati Uniti) , Jeff Burman, annunciano accuse penali contro il leader chavista, per associazione narco-terroristica con le Forze armate rivoluzionarie della Colombia (FARC).

    In quell'occasione furono offerti 10 milioni per quattro co-cospiratori: Diosdado Cabello Rondón, primo vicepresidente del PSUV; il generale (in pensione) Hugo Carvajal Barrios, ex direttore dell'intelligence militare, recentemente arrestato in Spagna e la cui estradizione è provvisoriamente sospesa; Clíver Alcalá Cordones, maggiore generale (in pensione) dell'esercito, che si trova negli Stati Uniti e che a quanto pare sarebbe disposto a dichiararsi colpevole ea testimoniare; e Tareck El Aissami, ministro dell'Industria e della produzione nazionale.

    Appena fuori dall'inizio di Celac, gli Stati Uniti hanno ribadito il 18 settembre 2021 la ricompensa che offre per la cattura di Maduro. La presenza del presidente venezuelano è stata confermata all'ultimo minuto, tanto che l'incontro con il presidente del Perù, Pedro Castillo, si è svolto in maniera improvvisata e ha generato che il ministro degli Esteri di quel Paese ha dovuto comparire davanti al Congresso dei suo paese per spiegare le circostanze in cui si è svolto quell'incontro-

    È importante notare che Messico e Stati Uniti sono partner commerciali, tuttavia, nelle ultime settimane, il presidente azteco López Obrador ha ospitato due leader di sinistra considerati nemici del governo nordamericano, come Miguel Díaz-Canel (Cuba), e recentemente Nicolás Maduro (Venezuela).

    I senatori statunitensi hanno affermato che le dichiarazioni e le azioni di Andrés López Obrador sono "incompatibili con i valori democratici a cui teniamo così tanto", soprattutto in un contesto in cui il Messico funge da paese ospitante per i negoziati tra il partito di governo e l'opposizione venezuelana guidato da Juan Guaidó. , che gli Stati Uniti ancora riconoscono come il presidente in carica del Venezuela.

    Hanno espresso che nel quadro degli accordi di cooperazione contro il traffico di droga, il Messico è stato "estremamente ricettivo" all'estradizione di altri criminali, motivo per cui assicurano che Maduro "non dovrebbe essere l'eccezione". In tal senso, lo hanno invitato a prendere misure in tal senso e hanno persino affermato che lo avrebbero aiutato a decidere di intraprendere tali azioni "e ad approfondire ulteriormente le relazioni tra il Messico e gli Stati Uniti".
    Dopo l'ennesimo fallimento delle trattative ( e relative pagliacciate) ovvio che gli US ribadissero i termini della situazione rimangono gli stessi

  3. #1343
    L'avatar di Dart-Fener
    Data Registrazione
    Jun 2017
    Messaggi
    9,901
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    5552 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da Potemkin Visualizza Messaggio
    Dopo l'ennesimo fallimento delle trattative ( e relative pagliacciate) ovvio che gli US ribadissero i termini della situazione rimangono gli stessi
    In tal senso, Rubio e Scott hanno rimproverato a López Obrador di non aver arrestato Maduro sul suolo messicano perché un mandato di cattura degli Stati Uniti pesa sul presidente venezuelano dopo essere stato accusato dal Dipartimento di Giustizia di quel Paese di "partecipare a una cospirazione di narcotraffico". -terrorismo e di cospirare per importare droga “in quel Paese, qualificandolo come capofila del cosiddetto “Cartello dei Soli”.

    Cartel de los Soles - Wikipedia, la enciclopedia libre

    Annamo bene...proprio bene! - YouTube

  4. #1344
    L'avatar di ninjazzurro
    Data Registrazione
    Nov 2016
    Messaggi
    3,409
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1749 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    La Union Europea se presta para avalar elecciones con Maduro en el poder



    L'Unione Europea si presta ad avallare le elezioni con Maduro al potere.

    In un comunicato, l'alto rappresentante dell'Unione Europea, Josep Borrell, ha riferito che invierà una missione di osservazione tecnica elettorale in Venezuela




    La svolta dell'Unione Europea contro il regime di Nicolás Maduro è incomprensibile e anche drastica. Un anno dopo aver concluso che non c'erano le condizioni per elezioni parlamentari "libere, eque e trasparenti", ora con lo stesso scenario politico, ha annunciato che avrebbe inviato una missione di osservazione elettorale (EOM) in Venezuela per seguire le elezioni regionali del prossimo 21 novembre.

    In un comunicato , l'alto rappresentante dell'Unione Europea per la Politica Estera, Josep Borrell, ha riferito che la missione sarà di natura tecnica e parteciperà "all'invito del Consiglio Elettorale Nazionale della Repubblica Bolivariana del Venezuela, lo stesso designato dall'Assemblea Nazionale Chavista che derivava dal giorno del 6 dicembre che l'istanza internazionale ignorava insieme a Stati Uniti e Canada.


    Anche gli USA seguiranno...


    Aspettano che scada il mandato che gli USA hanno conferito a Guaidò...
    Già Primero Justitia il suo partito non lo riconosce più...

    Finisce come Varoufakis tra pochi mesi....



    Tempo al tempo

    Si va a 100 + PDI

    Viva Aran2

  5. #1345
    L'avatar di StormShadow
    Data Registrazione
    Mar 2021
    Messaggi
    452
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    180 Post(s)
    Potenza rep
    42949673
    Citazione Originariamente Scritto da ninjazzurro Visualizza Messaggio
    La Union Europea se presta para avalar elecciones con Maduro en el poder



    L'Unione Europea si presta ad avallare le elezioni con Maduro al potere.

    In un comunicato, l'alto rappresentante dell'Unione Europea, Josep Borrell, ha riferito che invierà una missione di osservazione tecnica elettorale in Venezuela




    La svolta dell'Unione Europea contro il regime di Nicolás Maduro è incomprensibile e anche drastica. Un anno dopo aver concluso che non c'erano le condizioni per elezioni parlamentari "libere, eque e trasparenti", ora con lo stesso scenario politico, ha annunciato che avrebbe inviato una missione di osservazione elettorale (EOM) in Venezuela per seguire le elezioni regionali del prossimo 21 novembre.

    In un comunicato , l'alto rappresentante dell'Unione Europea per la Politica Estera, Josep Borrell, ha riferito che la missione sarà di natura tecnica e parteciperà "all'invito del Consiglio Elettorale Nazionale della Repubblica Bolivariana del Venezuela, lo stesso designato dall'Assemblea Nazionale Chavista che derivava dal giorno del 6 dicembre che l'istanza internazionale ignorava insieme a Stati Uniti e Canada.


    Anche gli USA seguiranno...


    Aspettano che scada il mandato che gli USA hanno conferito a Guaidò...
    Già Primero Justitia il suo partito non lo riconosce più...

    Finisce come Varoufakis tra pochi mesi....



    Tempo al tempo

    Si va a 100 + PDI

    Viva Aran2


    Sembra proprio così

    Anche io credo che l'OFAC non avrebbe mai parlato ufficialmente (come del resto nisba negli anni di trump) se non avesse in mente di togliere o revisionare le sanzioni economiche al Venezuela.

    Poi il fatto che si stanno muovendo a ristrutturare la deuda di Citgo PDVSA20 ed hanno incaricatola firma JPMorgan è molto significativo.... vediamo i tempi di questa ....
    e poi si aprirebbe la strada alla ristrutturazione del debito estero venezuela in bonds USD


    Perfetto

    Tempo al tempo

  6. #1346
    L'avatar di Aran2
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Messaggi
    5,468
    Mentioned
    34 Post(s)
    Quoted
    2418 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Un buon week end do babbi'u a tutti ..............Si...................Va... ..............A...............100....... ............ longhi e curti!

  7. #1347
    L'avatar di jq68
    Data Registrazione
    Jul 2016
    Messaggi
    2,558
    Mentioned
    22 Post(s)
    Quoted
    2152 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da ninjazzurro Visualizza Messaggio
    La Union Europea se presta para avalar elecciones con Maduro en el poder



    L'Unione Europea si presta ad avallare le elezioni con Maduro al potere.

    In un comunicato, l'alto rappresentante dell'Unione Europea, Josep Borrell, ha riferito che invierà una missione di osservazione tecnica elettorale in Venezuela




    La svolta dell'Unione Europea contro il regime di Nicolás Maduro è incomprensibile e anche drastica. Un anno dopo aver concluso che non c'erano le condizioni per elezioni parlamentari "libere, eque e trasparenti", ora con lo stesso scenario politico, ha annunciato che avrebbe inviato una missione di osservazione elettorale (EOM) in Venezuela per seguire le elezioni regionali del prossimo 21 novembre.

    In un comunicato , l'alto rappresentante dell'Unione Europea per la Politica Estera, Josep Borrell, ha riferito che la missione sarà di natura tecnica e parteciperà "all'invito del Consiglio Elettorale Nazionale della Repubblica Bolivariana del Venezuela, lo stesso designato dall'Assemblea Nazionale Chavista che derivava dal giorno del 6 dicembre che l'istanza internazionale ignorava insieme a Stati Uniti e Canada.


    Anche gli USA seguiranno...


    Aspettano che scada il mandato che gli USA hanno conferito a Guaidò...
    Già Primero Justitia il suo partito non lo riconosce più...

    Finisce come Varoufakis tra pochi mesi....



    Tempo al tempo

    Si va a 100 + PDI

    Viva Aran2
    le elezioni si avvallano dopo il risultato, non prima, e se queste sono state considerate credibili,
    ed infatti la UE manda una delegazione per verificarne la credibilità
    il partito di Guaidò è Voluntad Popular e non Primero Justicia ( e non Justitia) che è invece il partito di Henrique Capriles
    VP è un partito di sinistra, è affiliato all'internazionale socialista, e riconosce tuttora Guaidò
    PJ è un partito di destra che ha accettato l'invito di Guaidò di entrare nella coalizione Plataforma Unitaria
    Ultima modifica di jq68; 01-10-21 alle 10:50

  8. #1348

    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    3,404
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    630 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da Dart-Fener Visualizza Messaggio
    In tal senso, Rubio e Scott hanno rimproverato a López Obrador di non aver arrestato Maduro sul suolo messicano perché un mandato di cattura degli Stati Uniti pesa sul presidente venezuelano dopo essere stato accusato dal Dipartimento di Giustizia di quel Paese di "partecipare a una cospirazione di narcotraffico". -terrorismo e di cospirare per importare droga “in quel Paese, qualificandolo come capofila del cosiddetto[COLOR="#FF0000"] “Cartello dei Soli”[/COLOR].

    Cartel de los Soles - Wikipedia, la enciclopedia libre

    Annamo bene...proprio bene! - YouTube
    Sinceramente tu credi davvero a questa narrazione?

  9. #1349
    L'avatar di Dart-Fener
    Data Registrazione
    Jun 2017
    Messaggi
    9,901
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    5552 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da bigsharktrader66 Visualizza Messaggio
    Sinceramente tu credi davvero a questa narrazione?

    Il messaggio era che ben due senatori hanno chiesto l'arresto e che al congresso USA ci sono forze politiche che vogliono vedere la faccia di Maduro dietro una grata di metallo come criminale per svariati crimini

    Venezuela, l'accusa dell'Onu: Maduro responsabile di crimini contro l'umanita - la Repubblica

    Le storie poi possono essere montate ad arte ( vedi IRAQ-SADDAM) ma di certo Maduro sta facendo del male a 30 milioni di persone affamandole con l'iperinflazione

  10. #1350
    L'avatar di lovebond
    Data Registrazione
    Feb 2016
    Messaggi
    3,156
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    2656 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da ninjazzurro Visualizza Messaggio
    La Union Europea se presta para avalar elecciones con Maduro en el poder



    L'Unione Europea si presta ad avallare le elezioni con Maduro al potere.

    In un comunicato, l'alto rappresentante dell'Unione Europea, Josep Borrell, ha riferito che invierà una missione di osservazione tecnica elettorale in Venezuela




    La svolta dell'Unione Europea contro il regime di Nicolás Maduro è incomprensibile e anche drastica. Un anno dopo aver concluso che non c'erano le condizioni per elezioni parlamentari "libere, eque e trasparenti", ora con lo stesso scenario politico, ha annunciato che avrebbe inviato una missione di osservazione elettorale (EOM) in Venezuela per seguire le elezioni regionali del prossimo 21 novembre.

    In un comunicato , l'alto rappresentante dell'Unione Europea per la Politica Estera, Josep Borrell, ha riferito che la missione sarà di natura tecnica e parteciperà "all'invito del Consiglio Elettorale Nazionale della Repubblica Bolivariana del Venezuela, lo stesso designato dall'Assemblea Nazionale Chavista che derivava dal giorno del 6 dicembre che l'istanza internazionale ignorava insieme a Stati Uniti e Canada.


    Anche gli USA seguiranno...


    Aspettano che scada il mandato che gli USA hanno conferito a Guaidò...
    Già Primero Justitia il suo partito non lo riconosce più...

    Finisce come Varoufakis tra pochi mesi.... :cool:




    Tempo al tempo

    Si va a 100 + PDI

    Viva Aran2
    Esatto...sono sceneggiate dal lieto fine per i bondholders. Il 2022 vedrà il debito rinegoziato

Accedi