Vivere di rendita, posso (Vol. XLI)? - Pagina 183
Bce e tassi, Deutsche Bank più hawkish: inflazione rallenterà meno delle attese, rialzo tassi già quest’anno. Il rischio stretta 50 pb
Primo rialzo dei tassi da parte della Bce a dicembre di quest'anno: è l'outlook firmato dagli economisti di Deutsche Bank che, in un momento in cui i mercati percepiscono il …
Bitcoin e Nasdaq vanno a braccetto, si scalfisce il mito della decorrelazione delle crypto dalle asset classs tradizionali
Tentativo di stabilizzazione dei prezzi per le criptovalute dopo la grande caduta dell’ultima settimana. Rimane comunque alta l’attesa per la Fed in quanto toni hawkish della banca centrale Usa potrebbero …
Ica 2021: a Leonteq il Premio per il Certificato dell?Anno
Quest?anno è stata Leonteq ad aggiudicarsi con un suo prodotto il prestigioso Premio per il Certificato dell?Anno degli ICA 2021, un riconoscimento che è stato commentato dalle parole di Marco Occhetti. La quindicesima edizione dell?Italian Certificate Awards (ICA) si …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1821
    L'avatar di alfa71
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Messaggi
    10,703
    Mentioned
    115 Post(s)
    Quoted
    7379 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da baleng Visualizza Messaggio
    Caro G. (così si capisce che ti conosco e che non sto facendo polemica )
    Seguo la finanza da più di 40 anni, periodo in cui ho fatto anch'io i miei bravi errori. Ciò nonostante posso dire di aver mantenuto ed aumentato il patrimonio, che negli ultimi 30 anni è passato da una cifra 1x a 3x, dunque più dell'inflazione, pur avendolo intaccato più volte per auto, spese extra e ... donne.
    Sono passato da una base in cui l'immobiliare aveva ampio spazio (tipo 80%) causa anche eredità sino all'attuale 3% (relativo tutto ad immobili abitati da me).
    Sono dunque passato attraverso l'esperienza di molteplici tipi di investimento. Quasi tutti i più noti, direi.
    Dopo non molto ho capito che i pareri dei maggiori giornali economici andavano conosciuti, poi bisognava fare esattamente il contrario nel 90% dei casi (non ci sono sempre riuscito, e vabbè).
    Fondi che hanno cincischiato perdendo poco, fondi che mi hanno inspiegabilmente restituito un terzo del patrimonio, fondi con cui ho guadagnato qualcosa ne ho avuti. Ho capito che al punto in cui ero (in pratica, ero io ad informare il referente bancario, e non lui a me) non vi era alcun motivo di pagare altri per quanto potevo fare da solo - pur non ritenendo di essere un mago della finanza, ma soltanto un prudente semifilosofo disposto a guadagnare o perdere senza animo scosso.
    Eppure non leggo della finanza internazionale, non studio azioni od opzioni USA, non speculo sui cambi, non sono abbonato a nessun servizio. Nè puoi seriamente dire che io sia particolarmente "dotato": il mio primo campo di esperienze in questo senso, quello cui anche tu sei interessato, l'arte, mi vede tuttora, dopo decine di anni, in leggera o media perdita "quale investitore" (non certo quale "speculatore", quale divenni in seguito,, ma è altra cosa, soprattutto in quel campo).
    Insomma, io sono contrario a finanziare qualcuno, che troppo spesso è disonesto, per ottenere un risultato che nella media, tolte le spese, resta inferiore a quello ottenibile puntando casualmente con appena un minimo di conoscenza. Certo, somiglia ad una assicurazione, se va male vengo rimborsato. Ma qui no. C'è chi comunque guadagna, che a me vada bene o male. Io non ho garanzie.
    Il discorso sarebbe lungo e qui lo si fa regolarmente nel tempo. Comunque credimi, la parte più fallimentare dei miei investimenti fu SEMPRE quella affidata a terzi, persino nel triste caso in cui consegnai una cugina, e poi mia sorella, ad un promotore rivelatosi un bull dozer.
    Bene solo la parte in cui consigli di investire con coloro che guadagnano solo in funzione del tuo guadagno (tranne un minimum). A questo punto, non essendovi tra i "presenti" alcun giovine esploratore, capace di trovare l'ago nel pagliaio, credo faresti cosa utile a dare qualche indicazione concreta
    Solo una domanda...i referenti bancari ai quali ti sei rivolto (le parti terze che nel tuo racconto dici di essersi rivelate sempre fallimentari) chi erano ?
    Consulenti finanziari indipendenti pagati a parcella ?
    Oppure promotori finanziari di banche come Unicredit, Intesa o di reti come Mediolanum e Fideuram ?

    Inoltre vorrei sapere...i tuoi racconti a che epoca si riferiscono ?
    Anni 70 ? 80 ? 90?
    Anche mio padre (che non è mai stato un grande appassionato di finanza) raramente si affidava ai consigli del suo promotore della filiale di banca ed una delle rare volte in cui lo fece ci rimase fregato con i bond Cirio. E' andato avanti per decenni per conto suo alla grande con BTP i quali rendevano tassi di interesse che oggi ce li sogniamo...alcuni dei quali conserva ancora oggi nel portafoglio....però appunto...erano altri tempi

  2. #1822
    L'avatar di alfa71
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Messaggi
    10,703
    Mentioned
    115 Post(s)
    Quoted
    7379 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da Toptrader1970 Visualizza Messaggio
    Sono in scia di una russa barista formosa.......
    Io preferisco la fi ka svedese


  3. #1823
    L'avatar di bobsinclair
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    9,558
    Mentioned
    43 Post(s)
    Quoted
    4707 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da alfa71 Visualizza Messaggio
    Solo una domanda...i referenti bancari ai quali ti sei rivolto (le parti terze che nel tuo racconto dici di essersi rivelate sempre fallimentari) chi erano ?
    Consulenti finanziari indipendenti pagati a parcella ?
    Oppure promotori finanziari di banche come Unicredit, Intesa o di reti come Mediolanum e Fideuram ?

    Inoltre vorrei sapere...i tuoi racconti a che epoca si riferiscono ?
    Anni 70 ? 80 ? 90?
    Anche mio padre (che non è mai stato un grande appassionato di finanza) raramente si affidava ai consigli del suo promotore della filiale di banca ed una delle rare volte in cui lo fece ci rimase fregato con i bond Cirio. E' andato avanti per decenni per conto suo alla grande con BTP i quali rendevano tassi di interesse che oggi ce li sogniamo...alcuni dei quali conserva ancora oggi nel portafoglio....però appunto...erano altri tempi
    Se penso al mio promotere di fineco mi viene un brivido lungo la schiena

  4. #1824

    Data Registrazione
    Jan 2019
    Messaggi
    372
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    361 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Citazione Originariamente Scritto da mirkosalva Visualizza Messaggio
    Ecco perché mi dico: siccome un 20% equity comunque lo sopporto come volatilità, meglio prendersi qualche rischio sperando che in 15-20 anni il patrimonio almeno aumenti, piuttosto che temerlo in CD/Bund avendo la certezza che in 15-20 anni il patrimonio diminuisca.
    Se non ricordo male tu sei in fase di accumulo. In tal caso mi farei coraggio cosi':
    Un drawdown del 50% su un portafoglio 20% equity, se e quando si verifichera', portera' via il 10% circa del tuo patrimonio. Non sara' un buco enorme ma fara' male lo stesso. Pero' starai ancora lavorando, e allora potrai usare i risparmi futuri per comprare azionario a sconto. Oppure, se sarai scottato e non vorrai piu' sentire parlare di equity, potrai ripianare quel -10% con N mesi di risparmi futuri. Alla peggio avrai ritardato il progetto vivere di rendita di N mesi. Se poi le cose andranno come dovrebbero andare e tu non avrai venduto, l'azionario tornera' gradualmente su.
    Insomma, se il ritiro non fosse imminente o addirittura gia' avvenuto, sarebbe persino un'ottima opportunita'.

  5. #1825

    Data Registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    709
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    444 Post(s)
    Potenza rep
    36091037
    Citazione Originariamente Scritto da OrsoYogi Visualizza Messaggio
    Vanno bene anche le aspiranti goldidiggers? O le golddiggers aspiranti? Sottile differenza…
    Ciao orso va bene Rusco e brusco non facciamo i difficili...ma se proprio dobbiamo scegliere, le seconde......

  6. #1826
    L'avatar di xymox
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    3,998
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    1653 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da bobsinclair Visualizza Messaggio
    Ho scritto la stessa cosa ad uno mio amico questa mattina... Personalmente credo che finchè la gestione si limita al parcheggiare centinaia di k in CD o altri strumenti analoghi non ci sono problemi... Quando poi si tratta di investire sul serio subentrano tanti ostacoli... È anche vero che in linea teorica basterebbero 2 etf o forse anche uno.. (cosi dicono tutti i piu grandi investitori del mondo)... Ma poi ci vuole anche coraggio a mettere centinaia di k in un paio di etf.... Poi valutere e decidere se e quando ribilanciare... Oppure scegliere investimenti piu di nicchia... Perché subentrano stress ecc ecc....
    Leggo di tanti ragazzi, soprattutto nella sezione etf che fanno un pac partendo da zero oppure piazzano 50k su una manciata di etf.. Ma poi gestire capitali grandi è tutto un altro paio di maniche... Per es qui solo Frafra e pochissimi altri riescono a gestire tutto da soli... Gli altri, me compreso, sono dei tapullanti
    Non dovete limitarvi a questa discussione per giudicare quanti si gestiscono in piena autonomia il proprio patrimonio.
    Io credo che qui nel FOL ce ne siano parecchi altro che "si contano sulle dita di una mano"

  7. #1827
    L'avatar di baleng
    Data Registrazione
    Mar 2021
    Messaggi
    577
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    366 Post(s)
    Potenza rep
    40672939
    Citazione Originariamente Scritto da alfa71 Visualizza Messaggio
    Solo una domanda...i referenti bancari ai quali ti sei rivolto (le parti terze che nel tuo racconto dici di essersi rivelate sempre fallimentari) chi erano ?
    Consulenti finanziari indipendenti pagati a parcella ?
    Oppure promotori finanziari di banche come Unicredit, Intesa o di reti come Mediolanum e Fideuram ?

    Inoltre vorrei sapere...i tuoi racconti a che epoca si riferiscono ?
    Anni 70 ? 80 ? 90?
    Anche mio padre (che non è mai stato un grande appassionato di finanza) raramente si affidava ai consigli del suo promotore della filiale di banca ed una delle rare volte in cui lo fece ci rimase fregato con i bond Cirio. E' andato avanti per decenni per conto suo alla grande con BTP i quali rendevano tassi di interesse che oggi ce li sogniamo...alcuni dei quali conserva ancora oggi nel portafoglio....però appunto...erano altri tempi
    Sì, sono passati molti anni. Né indipendenti né di grandi banche. Per esempio, avevo cercato come investire nel sudest asiatico, e c'era un fondo quotato tra le pieghe del Sole di cui contattai io il promotore. Quello fu il disastro lento e graduale della perdita dei 2\3, e mi pare impossibile non ci sia stato di mezzo qualche imbroglio vero e proprio a livello del fondo stesso.
    Il promotore di Finanza e Futuro per i parenti e per me, lo avevo cercato io (1991). Poi l'ho cancellato anche dall'area corticale. Ha fatto fare alle poverette (non a me) le operazioni più inadeguate e costose, senza star più ad avvertirmi.
    Ho scelto io stesso poi ETF sulla Russia, alla fine guadagnandoci dopo un nel po'. Simile la storia per Europa, acqua, India ecc (pochi di numero, guadagni decenti ma nulla più).
    E' che, a parte gli altri difetti, con un fondo mi sento incastrato come in galera, e in effetti non dipendi solo dalle az o obbl che il fondo possiede, ma anche dal fatto che, per esempio, i clienti impanicati vendano grosso al primo pericolo, vero o immaginario: e ti incastrano. Loro, non il patrimonio posseduto dal fondo, in quanto il prezzo si abbassa proporzionalmente di più, dipendendo dal mercato di compravendite. Dirai: occasione di acquisto. Sì, di una carabina magnum.
    Quando anche Intesa mi propose una gestione proporzionale, e leggendo il resoconto delle operazioni fatte, trovai che quasi tutte erano incomprensibili ed irrilevanti (siamo circa a 25 anni fa), decisi che se volevano divertirsi con il denaro altrui giocando al piccolo affarista, facessero pure, ma non con i miei soldi. Peraltro, una piccola operazione di tipo assicurativo fatta per accontentare un referente bancario che quasi mi piangeva sulle ginocchia finì pure in sufficiente guadagno. Sempre con Intesa.
    Come consulente non pagato ho aiutato molti amici ad uscire dalle grinfie di chi sappiamo: tutti hanno guadagnato da benino a molto bene, e pure risparmiato sulle spese. Se interessa, in cambio non ho avuto nemmeno un cioccolatino, o magari l'osservazione con voce triste che in un portafoglio tutto verde ci fosse, ahimè, un titolo in rosso (post covid), uno! Disturbava vedere quel rosso. Perciò agli ansiosi consiglio un tipo di titoli che di solito va evitato, salvo eccezioni: gli zero coupon. Con quelli, nel tempo, vedranno tutto verde e tanto gli basterà.
    Infine, i Fondi Immobiliari: vanno evitati come un coccodrillo con a cavalcioni un gorilla, salvo comprare qualcosa verso la loro fine vita e speculare. Se va. Rappresentano la Woodstock della criminalità finanziaria, un'allegra compagnia che te le suona cantando.

    Direi che il denaro va trattato come le mucche, lasciale pascolare ma mettici la campanella al collo, e ricorda che sono tue, nessun altro va autorizzato ad avvicinarcisi, questi ti fregano il latte mungendo da dietro i cespugli, e può capitare di trovarne ogni tanto una con tre sole gambe, tutta mogia e spaurita, mentre dal fondo del prato sale un odorino di arrosto al rosmarino e magari si odon allegri canti e stappar di birre.

    A questo punto tu dirai: sì, ma i consulenti indipendenti pagati a parcella sono altra cosa. Io rispondo che camminare sotto la pioggerellina è meglio che sotto il temporale, ma sempre finisci che ti bagni. (Mentre lui, miracolo, rimane regolarmente asciutto). In realtà il punto è quanto chiedono. Oggi (oggi) che i rendimenti senza rischio sono negativi, paradossalmente dovrebbe essere il promotore a pagarti per la consulenza che ti dà. In pratica, un prezzo giusto sarebbe max 1\5 del risultato ottenibile con un quinquennale tranquillo o cose simili. Meglio ancora, come detto, solo in rapporto ai guadagni. Ma perché no anche alle perdite (cioè tu perdi e lui ti rimborsa un quinto o un decimo)? Già mi pare migliore, la cosa ...
    Ultima modifica di baleng; 18-08-21 alle 01:03

  8. #1828
    L'avatar di baleng
    Data Registrazione
    Mar 2021
    Messaggi
    577
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    366 Post(s)
    Potenza rep
    40672939
    Citazione Originariamente Scritto da alfa71 Visualizza Messaggio
    Io preferisco la fi ka svedese

    Meglio i negozi cubani ... guarda che abbondanza ...

    Vivere di rendita, posso (Vol. XLI)?-img_20191129_130037.jpg

  9. #1829

    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    14,619
    Mentioned
    43 Post(s)
    Quoted
    8049 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Più o meno stesse mie esperienze, dal promotore che mi fece comprare le azioni della banca, a quello che mi fece comprare il portafoglio di fondi alla moda hightech+biotech e strunpzate sui generis con perdite negli anni che non si sarebbero viste nemmeno comprando bond emessi nei peggiori bar di Caracas.
    Per non parlare delle proposte di portafogli fogna fatte a mia madre, un pinwheel di Fondi di cui quello con TER più basso il 3% + comissioni di ingresso.

    Presa in mano io la situazione e patrimonio che non ha fatto altro che crescere dal 2003, e questo nonostante le mille piccole strunpzate che ho fatto e nonostante la crisi del 2008.

    Gestori, promotori, pomodori, consiglieri, montifarter per voi solo un avviso: "consigliatemi pure, ma tenete giù le mani dalla cassa!"

    Il consigliere psicologo può comunque essere un aiuto come dice @bobsinclair purché abbia un costo fisso e molto modesto.
    Ultima modifica di mirkosalva; 18-08-21 alle 02:01

  10. #1830

    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    14,619
    Mentioned
    43 Post(s)
    Quoted
    8049 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Mason Ohio Visualizza Messaggio
    Se non ricordo male tu sei in fase di accumulo. In tal caso mi farei coraggio cosi':
    Un drawdown del 50% su un portafoglio 20% equity, se e quando si verifichera', portera' via il 10% circa del tuo patrimonio. Non sara' un buco enorme ma fara' male lo stesso. Pero' starai ancora lavorando, e allora potrai usare i risparmi futuri per comprare azionario a sconto. Oppure, se sarai scottato e non vorrai piu' sentire parlare di equity, potrai ripianare quel -10% con N mesi di risparmi futuri. Alla peggio avrai ritardato il progetto vivere di rendita di N mesi. Se poi le cose andranno come dovrebbero andare e tu non avrai venduto, l'azionario tornera' gradualmente su.
    Insomma, se il ritiro non fosse imminente o addirittura gia' avvenuto, sarebbe persino un'ottima opportunita'.
    Mah l'accumulo di base più o meno è stato raggiunto.
    Adesso ho pure i 100mq commerciali di proprietà ristrutturata a nuovo, quindi diciamo che, a meno che non mi tirino una bomba, in mezzo ad una strada io e la mia famiglia non finiremo più, e non spreco nemmeno più denaro in luridi affitti.

    Certo posso continuare ad accumulare, ma il reddito ormai è di gran lunga inferiore ai savings accumulati. Oscillazioni anche solo del 10% del patrimonio richiederebbero anni per essere recuperate con solo i redditi futuri, quindi purtroppo (o per fortuna ) non è una via psicologicamemte molto percorribile.

Accedi