BTP 2045 - 2050 - 2051 - 2067 - 2072 Cap. 3 (a.t., divagazioni, views, news) - Pagina 92
Spread Btp-Bund e non solo: Barclays indica i rischi di coda per l’Italia se ‘nonno’ Draghi esce di scena
Nessuna fumata bianca in arrivo dal primo giro di votazioni per l?elezione del Presidente della Repubblica. La maggioranza dei partiti ha dato indicazione di votare scheda bianca in attesa del …
Societe generale dà il via al collocamento di un Bonus Autocallable sull?indice Mib Esg
Per rispondere alla crescente attenzione degli investitori verso le tematiche di sostenibilità, Societe Generale ha costruito un nuovo certificato che consente di prendere posizione sul MIB ESG, l?indice azionario dedicato …
Le opportunità in Borsa: Banche Centrali contro l?inflazione
È da oggi disponibile il nuovo numero di ?Le opportunità in Borsa?, la quindicinale dedicata a consulenti finanziari ed esperti di Borsa. Sui principali mercati azionari pesano i timori per …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #911
    L'avatar di axelinus
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    1,615
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    1557 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da kikka123 Visualizza Messaggio
    Per rispondere ad Axel:
    per i btp, lo ripeto da un po' siamo ingabbiati nel rettangolo...venerdi pomeriggio forse sapremo la direzione...
    Certo che, se volevano scendere, di motivi ne hanno avuti a bizzeffe e invece... "Siamo ancora qua" come direbbe Vasco....
    Niii…, di motivi c’è uno soltanto il bazooka della BCE ci tiene a galla, di fatto compra tutto quello che trova sul mercato, prova a levare il PEPP ma anche solo a ridurlo uncincin, poi ne riparliamo.
    Possiamo discutere come e quando verrà tolto il piede dall’acceleratore ma chi crede che questo mai avverrà, non ha capito in primis la modifica alla guidance della BCE avvenuta lo scorso mese la quale farà di tutto per spingere economia e inflazione. La BCE nel suo mandato a differenza della FED ha le mani più legate, se gli scappa via l’inflazione dovrà intervenire perché nel suo mandato non c’è l’appiglio del mercato del lavoro, certo lo osservano e possono allungare un po’ i tempi prima di intervenire cosi come con la variante Delta, ma se scappa via l’inflazione temo saranno costretti ad agire.
    La FED è più libera di attendere e valutare più parametri,
    la BCE ha come priorità il mandato per la stabilità dei prezzi.

  2. #912
    L'avatar di waytogain
    Data Registrazione
    Jun 2015
    Messaggi
    2,921
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1126 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da axelinus Visualizza Messaggio
    Niii…, di motivi c’è uno soltanto il bazooka della BCE ci tiene a galla, di fatto compra tutto quello che trova sul mercato, prova a levare il PEPP ma anche solo a ridurlo uncincin, poi ne riparliamo.
    Possiamo discutere come e quando verrà tolto il piede dall’acceleratore ma chi crede che questo mai avverrà, non ha capito in primis la modifica alla guidance della BCE avvenuta lo scorso mese la quale farà di tutto per spingere economia e inflazione. La BCE nel suo mandato a differenza della FED ha le mani più legate, se gli scappa via l’inflazione dovrà intervenire perché nel suo mandato non c’è l’appiglio del mercato del lavoro, certo lo osservano e possono allungare un po’ i tempi prima di intervenire cosi come con la variante Delta, ma se scappa via l’inflazione temo saranno costretti ad agire.
    La FED è più libera di attendere e valutare più parametri,
    la BCE ha come priorità il mandato per la stabilità dei prezzi.
    non ti posso votare ancora, ma concordo su tutto, oltre al fatto che se l'inflazione scappa di mano, (ed è un bene perchè sono 6 anni di QE...se non sale allora vuol dire che ne possiamo fare anche a meno del QE ) i risparmiatori/gestori vorranno ovviamente più rendimento non tanto sulla liquidità ma sui Titoli di stato a media e lunga scadenza...per forza.

    p.s.
    Se per ipotesi l'inflazione si stabilizzasse al 2% come vogliono loro (ricordiamo siamo già al 2,2% in UE senza includere i prezzi raddoppiati di plastica, acciaio e altre materie prime ) questo implica che in 10 anni il potere economico dei nostri risparmi liquidi sarà diminuito del 20/25% rispetto ad oggi...quando ci svegliamo?

  3. #913
    L'avatar di Lou Cypher
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Messaggi
    19,882
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    2383 Post(s)
    Potenza rep
    42949688

    INFLAZIONE... REVERSE REPO DEJA VU! - icebergfinanza

    Di inflazione – a meno che non facciate i fabbri, i trasportatori o gli idraulici, ma ne dubito – non vi è l’ombra. Anzi, consigliate le vostre donne a fare la spesa alla LIDL e vi accorgerete che molti prezzi non solo sono bloccati, ma in molti casi persino scesi. Eccone la prova. I Krukki della grande distribuzione non sono degli sprovveduti, sanno bene che ad ogni aumento di prezzo del 2%, corrisponde una diminuzione dei consumi del 3%, quindi se ne stanno accorti prima di alzarli.

    Rinfresco la memoria ai cacciatori di rendimenti maggiorati:

    - rilevanti difficoltà a sostenere i debiti statali ormai a quote stellari;
    - la fiducia dei consumatori e mutuatari crolla;
    - i consumi calano e le aziende ne fanno le spese;
    - la crescita economica si arresta e aumenta la disoccupazione;
    - la valuta si apprezza e l’export cala;
    - il valore di bond ed equity precipita...

    Fortunatamente la governance di Madame Lagarde non è quella che fu di nonno Trichet,
    avventato sostenitore (ed esecutore) del rialzo prematuro dei tassi.

  4. #914
    L'avatar di axelinus
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    1,615
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    1557 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Potete mistificarla, girarci intorno con frasi fatte e parole come “transitoria”, “colli di bottiglia”, infiocchettarla come irrilevante o peggio far finta di non vederla, ma cmq i dati dell’inflazione rimangono tali e sopratutto inconfutabili.

    INFLAZIONE :
    Germania + 3,8%
    Italia + 1,9%
    UE + 2,2%


    BTP 2045 - 2050 - 2051 - 2067 - 2072 Cap. 3 (a.t., divagazioni, views, news)-88ee5c95-0e25-4f33-ba31-430c038b84cd.jpeg

    Tutto il resto per chi si baso su statistiche, stime, grafici, linee ecc. è solo fuffa. Poi qui nessuno ha mai parlato di rialzo dei Tassi, bensì di riduzione del bazooka, spesso e volentieri qualcuno tende a confondere questi due differenti aspetti.

    Ieri forse ai più è sfuggito il dato rivisto in Germania il PIL vola +9,4 dato tendenziale, quello congiunturale rivisto al rialzo +1,6%
    Da Milano Finanza:
    La revisione al rialzo è avvenuto secondo gli esperti grazie ai consumi privati che iniziano a recuperare terreno. Il PIL tedesco è destinato a raggiungere i livelli pre pandemici entro la fine dell’anno a fronte di una solida crescita nella seconda metà del 2021

    Secondo me sarà dura fermare l’inflazione in questo ultimo scorcio del 2021
    Ultima modifica di axelinus; 25-08-21 alle 06:38

  5. #915
    L'avatar di kikka123
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Messaggi
    2,338
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    1184 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    BTP 2045 - 2050 - 2051 - 2067 - 2072 Cap. 3 (a.t., divagazioni, views, news)-screenshot_20210825-092747.jpg

    [...]Un mercato del lavoro ancora irregolare e l’aumento della disuguaglianza potrebbero indurre Powell a ritardare il tapering.
    LA FED VUOLE CHE L’INFLAZIONE PRENDA PIEDE

    Ciò che conta per la Fed è che l’inflazione prenda piede e sia sostenuta nel tempo, il che secondo l’esperto di Vontobel vuol dire un periodo esteso, almeno 3 anni. Inoltre è meglio guardare l’indice PCE delle spese per i consumi personali, che probabilmente resterà sotto dell’obiettivo del 2% anche nel 2022.
    La Fed è stata abbastanza esplicita sull’essere paziente.

    Inoltre il tema di Jackson Hole quest’anno è “Politica economica in un’economia irregolare”, che presuppone un focus sulla crescente disuguaglianza, che implica ulteriormente che è improbabile che la Fed prenda in considerazione la riduzione degli acquisti di asset, a meno che il mercato del lavoro non riesca a raggiungere guadagni ampi e inclusivi.
    RAGIONI PER RITARDARE ANCHE OLTRE IL 2022


    Secondo Bettaieb-Loriot, il tapering potrebbe anche essere discusso, ma non attuato fino al 2022, specialmente considerando le dichiarazioni di Powell dello scorso marzo, secondo cui la disoccupazione è rimasta bassa dal 2018 a inizio 2020 senza un’inflazione preoccupante. Un’altra ragione per ritardare il tapering fino a ben oltre il 2022 sono i rischi al ribasso associati alla variante Delta del virus Covid-19.

    I MERCATI POTREBBERO RESTARE SORPRESI

    I mercati, osserva in conclusione Bettaieb-Loriot, potrebbero finire per essere sorpresi da una Fed che continua gli acquisti di asset fino a quando gli obiettivi di occupazione non saranno pienamente raggiunti, perché tendono a concentrarsi sui dati aggregati e a pensare che la Fed inizierà il tapering in tempi relativamente brevi. Una Fed ancora molto ‘colomba’ sosterrebbe sia le obbligazioni governative che societarie, specialmente il debito subordinato investment grade e quello a più alto rendimento.

    Vontobel: ecco perche la Fed potrebbe aspettare il 2022 per il tapering

    ================%%%=========

    Mi sembra quanto mai verosimile che finirà così...
    Il QE ormai è l'oppio dei popoli...nn possiamo più farne a meno!
    E io lo ammetto... mi drogo volentieri di QE!

  6. #916

    Data Registrazione
    Feb 2017
    Messaggi
    589
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    337 Post(s)
    Potenza rep
    12025915
    Citazione Originariamente Scritto da Lou Cypher Visualizza Messaggio

    INFLAZIONE... REVERSE REPO DEJA VU! - icebergfinanza

    Di inflazione – a meno che non facciate i fabbri, i trasportatori o gli idraulici, ma ne dubito – non vi è l’ombra. Anzi, consigliate le vostre donne a fare la spesa alla LIDL e vi accorgerete che molti prezzi non solo sono bloccati, ma in molti casi persino scesi. Eccone la prova. I Krukki della grande distribuzione non sono degli sprovveduti, sanno bene che ad ogni aumento di prezzo del 2%, corrisponde una diminuzione dei consumi del 3%, quindi se ne stanno accorti prima di alzarli.

    Rinfresco la memoria ai cacciatori di rendimenti maggiorati:

    - rilevanti difficoltà a sostenere i debiti statali ormai a quote stellari;
    - la fiducia dei consumatori e mutuatari crolla;
    - i consumi calano e le aziende ne fanno le spese;
    - la crescita economica si arresta e aumenta la disoccupazione;
    - la valuta si apprezza e l’export cala;
    - il valore di bond ed equity precipita...

    Fortunatamente la governance di Madame Lagarde non è quella che fu di nonno Trichet,
    avventato sostenitore (ed esecutore) del rialzo prematuro dei tassi.
    LIDL INDEX!

  7. #917
    L'avatar di kikka123
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Messaggi
    2,338
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    1184 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da donnerstag Visualizza Messaggio
    LIDL INDEX!
    Il Lidl è il suo benchmark!
    Si scherza eh Lou!
    Su tutto il resto ha ragione dal mio punto di vista...

  8. #918

    Data Registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    15,424
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    3846 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da kikka123 Visualizza Messaggio
    BTP 2045 - 2050 - 2051 - 2067 - 2072 Cap. 3 (a.t., divagazioni, views, news)-screenshot_20210825-092747.jpg

    [...]Un mercato del lavoro ancora irregolare e l’aumento della disuguaglianza potrebbero indurre Powell a ritardare il tapering.
    LA FED VUOLE CHE L’INFLAZIONE PRENDA PIEDE

    Ciò che conta per la Fed è che l’inflazione prenda piede e sia sostenuta nel tempo, il che secondo l’esperto di Vontobel vuol dire un periodo esteso, almeno 3 anni. Inoltre è meglio guardare l’indice PCE delle spese per i consumi personali, che probabilmente resterà sotto dell’obiettivo del 2% anche nel 2022.
    La Fed è stata abbastanza esplicita sull’essere paziente.

    Inoltre il tema di Jackson Hole quest’anno è “Politica economica in un’economia irregolare”, che presuppone un focus sulla crescente disuguaglianza, che implica ulteriormente che è improbabile che la Fed prenda in considerazione la riduzione degli acquisti di asset, a meno che il mercato del lavoro non riesca a raggiungere guadagni ampi e inclusivi.
    RAGIONI PER RITARDARE ANCHE OLTRE IL 2022


    Secondo Bettaieb-Loriot, il tapering potrebbe anche essere discusso, ma non attuato fino al 2022, specialmente considerando le dichiarazioni di Powell dello scorso marzo, secondo cui la disoccupazione è rimasta bassa dal 2018 a inizio 2020 senza un’inflazione preoccupante. Un’altra ragione per ritardare il tapering fino a ben oltre il 2022 sono i rischi al ribasso associati alla variante Delta del virus Covid-19.

    I MERCATI POTREBBERO RESTARE SORPRESI

    I mercati, osserva in conclusione Bettaieb-Loriot, potrebbero finire per essere sorpresi da una Fed che continua gli acquisti di asset fino a quando gli obiettivi di occupazione non saranno pienamente raggiunti, perché tendono a concentrarsi sui dati aggregati e a pensare che la Fed inizierà il tapering in tempi relativamente brevi. Una Fed ancora molto ‘colomba’ sosterrebbe sia le obbligazioni governative che societarie, specialmente il debito subordinato investment grade e quello a più alto rendimento.

    Vontobel: ecco perche la Fed potrebbe aspettare il 2022 per il tapering

    ================%%%=========

    Mi sembra quanto mai verosimile che finirà così...
    Il QE ormai è l'oppio dei popoli...nn possiamo più farne a meno!
    E io lo ammetto... mi drogo volentieri di QE!
    Buongiorno a tutti in questi giorni ho letto di 1 pleonastica divisione fra 2 fazioni opposte rialzisti e ribassisti ( x ora in maggioranza), che palesemente ignorano la Legge del 3 , ovvero che sui mercati , come nella vita, oltre a positivo/negativo, attivo/passivo esiste anche il Neutralizzante, che , a mio modesto parere, è l'attuale fase di mercato in cui ci troviamo, all'interno della congestione attuale in atto da luglio, seppur subordinata al trend primario che, x ora continua ad essere rialzista, non avendo inficiato l'H&S rialzista che continua a darmi come I target 128 sul 67 e 104/105 sul 51; sperando che in molti, abbiano sfruttato l'occasione di accumulare sui minimi di maggio.

    p.s.
    Al momento i rendimenti obbligazionari, mancano di direzionalità: il tasso del Treasury si aggira intorno all'1,285% (-0,37%), quello del Btp decennale è allo 0,571% (-0,44%), mentre quello del Bund sale in controtendenza a -0,4705% (+1,36%). Lo spread è poco mosso a 104,7 punti base.


    “ Nelle more, abbi sempre il...dubbio. Non credere a nulla che non puoi verificare in prima persona.”
    Aquila Libera
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate BTP 2045 - 2050 - 2051 - 2067 - 2072 Cap. 3 (a.t., divagazioni, views, news)-btp-67-25-congest-da-lg.jpg  
    Immagini Allegate Immagini Allegate BTP 2045 - 2050 - 2051 - 2067 - 2072 Cap. 3 (a.t., divagazioni, views, news)-btp-67-ac-minimi.jpg 
    Ultima modifica di Aquila libera; 25-08-21 alle 09:47

  9. #919
    L'avatar di waytogain
    Data Registrazione
    Jun 2015
    Messaggi
    2,921
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1126 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da Lou Cypher Visualizza Messaggio

    INFLAZIONE... REVERSE REPO DEJA VU! - icebergfinanza

    Di inflazione – a meno che non facciate i fabbri, i trasportatori o gli idraulici, ma ne dubito – non vi è l’ombra. Anzi, consigliate le vostre donne a fare la spesa alla LIDL e vi accorgerete che molti prezzi non solo sono bloccati, ma in molti casi persino scesi. Eccone la prova. I Krukki della grande distribuzione non sono degli sprovveduti, sanno bene che ad ogni aumento di prezzo del 2%, corrisponde una diminuzione dei consumi del 3%, quindi se ne stanno accorti prima di alzarli.

    Rinfresco la memoria ai cacciatori di rendimenti maggiorati:

    - rilevanti difficoltà a sostenere i debiti statali ormai a quote stellari;
    - la fiducia dei consumatori e mutuatari crolla;
    - i consumi calano e le aziende ne fanno le spese;
    - la crescita economica si arresta e aumenta la disoccupazione;
    - la valuta si apprezza e l’export cala;
    - il valore di bond ed equity precipita...

    Fortunatamente la governance di Madame Lagarde non è quella che fu di nonno Trichet,
    avventato sostenitore (ed esecutore) del rialzo prematuro dei tassi.

    Guarda, non faccio l'idrauilico ma la manutenzione di casa/giardino la fanno pure i ricchi diavoli che vivono nel mondo parallelo della finanza.
    E non ammettere che tutto ciò che è fatto con plastica (raddoppiata di prezzo) sta causando problemi nella disponibilità di Auto nuove, macchinari e di tutto ciò che è fatto di quel materiale...idem per l'acciaio, ed ignorarlo vuol dire essere "ignoranti" nel senso che si è persone che ignorano determinati aspetti della vita di tutti i giorni.
    Se ci aggiungiamo anche che la domanda dei microchip di computer/auto/telefoni è ancora molto elevata rispetto alla disponibilità reale, si leggono articoli ovunque dove si evince che sarà così ancora per almeno 2 anni perchè la domanda è davvero elevatissima.
    Tutto questo genera Inflazione e aumento dei prezzi di vendita anche molto superiori a quelli stimati dalla BCE/Fed e tutto ciò pesa nelle tasche dei consumatori.

    Inoltre i dati oggettivi postati sopra da Axe dicono che l'inflazione sia "piuttosto" reale al momento e se rivedessi anche quelli della disoccupazione scesa molto di più delle attese sia in UE che in Italia...forse rivaluteresti la scaletta che hai scritto.

    Poi vabbè Lucy ero sicuro che facevate spesa dai crucchi dall'IDL..... anche qui vedo che aiuti molto il tuo paese, continua così


    Citazione Originariamente Scritto da Aquila libera Visualizza Messaggio

    “ Nelle more, abbi sempre il...dubbio. Non credere a nulla che non puoi verificare in prima persona.”
    Aquila Libera
    Ma Buongiooorno! ho riflettuto e devo dire che una cosa finalmente l'ho capita......ti piacciono più le More che le bionde
    Ultima modifica di waytogain; 25-08-21 alle 10:42

  10. #920
    L'avatar di Raian
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    9,955
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    2115 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    comandano i tedeschi.. e si sono stancati di inflazione a +3,8% e bond a -0,50%

    arriveranno pressioni su bce.. qui non si parla di alzare i tassi ma di iniziare a diminuire gli acquisti di trilioni di bonds periodicamente

    se siete long, penso che non vi possiare lamentare, ed a volte basta cliccare, per chiudere aver un guadagno ed aspettare.
    d'altronde avete in mano carta che rende lo 0,60% a dieci anni
    togli bolli e tax lo 0,30%.. praticamente da oggi a scadenza non guadagnate e perdete con inflazione. proprio non vi capisco

    io sono short e sono molto tranquillo.
    piu si alza il future piu incremento.

Accedi