Vivere di rendita, posso (Vol. XXXVI)? - Pagina 71
Piazza Affari archivia luglio con una giornata no, balzo PIL non basta. Debacle di Enel e Saipem dopo i conti
Finale di ottava sottotono per Piazza Affari in una giornata cadenzata dal newsflow legato ai conti trimestrali e al riaccendersi della miccia M&A tra le banche con l’avvio dei colloqui …
L’Italia di Draghi corre il doppio del previsto, PIL fa nettamente meglio di Germania e Francia. Rischio frenata in mesi autunnali con variante delta
Sorpresa positiva dal Pil dell'Italia che nel secondo trimestre ha accelerato più del previsto, dando un segnale incoraggiante riguardo la ripresa economica in atto dopo un inizio 2021 in lieve …
Risiko banche: per Unicredit Mps solo un antipasto (e al netto di tutti i suoi guai). Vero target di Orcel è Banco BPM, Intesa SanPaolo permettendo
Mps-UniCredit-Tesoro: finalmente qualcosa si muove, il numero uno di Piazza Gae Aulenti Andrea Orcel ha deciso di entrare in trattative esclusive con il Tesoro, maggiore azionista della banca senese, per …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #701

    Data Registrazione
    Feb 2006
    Messaggi
    9,436
    Mentioned
    73 Post(s)
    Quoted
    6614 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Citazione Originariamente Scritto da NonCapisco! Visualizza Messaggio
    Chissà quanto durerà tutto questo, di sicuro sta spostando il limite del mollare tutto.

    Tante volte mi sono detto che andrei in giro per il mondo sempre in vacanza, come il racconto riportato nel link.
    Ho spesso avuto paura che quelle esperienze siano così belle proprio perché brevi e dopo periodi di "sofferenze".
    Ma se il bello diventasse la quotidianità, allora il tutto si appiattisce... e la delusione penso devastante.

    A questo punto penso che l'indipendenza finanziaria una volta raggiunta ci dovrebbe aprire la porta per fare un lavoro che abbiamo sempre desiderato senza il patema d'animo che non ci dia abbastanza da mangiare... forse il vero obiettivo è quello... o almeno adesso la penso così...
    Bel post, anche perchè finalmente leggo di qualcuno che trova giovamento dallo sw...qua sembrava che fosse una condanna ai lavori forzati su quanto durerà ancora, lo scopriremo presto, se prorogano lo stato di emergenza a luglio, credo che sarà scontata la proroga dello sw semplificato.

    concordo anche sul fatto che se quello che adesso bramiamo diventa routine, alla fine annoia pure quella, sono dell'idea che ciullare sia fantastico, ma se fossimo obbligati a farlo 8h/giorno, 5 giorni a settimana, diventerebbe una menata pure quello

    la chiave di un rentier appagato è avere vari interessi, attività e, perchè no, come dici, lavoretti simil-hobby, da mescolare assieme e rendere variegate le settimane e gli anni

  2. #702

    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    607
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    491 Post(s)
    Potenza rep
    25049642
    Citazione Originariamente Scritto da NonCapisco! Visualizza Messaggio
    Tante volte ho pensato di darci a mucchio e smettere prima... ma alla fine sono ancora qui che lavoro.
    Il lockdown e lo smatworking sono stati una manna perché mi hanno permesso di fare un esperimento di laboratorio: come è la vita senza andare più in ufficio?
    Dopo un anno posso dire piuttosto bene, ma alla fine non è un vero test.
    Lo stipendio arriva regolarmente e anche se si lavora da casa l'impegno sembra molto simile a quello che si aveva in ufficio.
    Certo svegliarsi con calma, mettersi una tuta e "collegarsi" al mondo del lavoro quando ancora si fa colazione rende il tutto più rilassante.
    Quanto potrei andare avanti così?
    Direi molto a lungo, visto che lo stress è comunque diminuito e lo stipendio sempre lo stesso.
    Se prima avevo una spinta a mollare tutto, adesso mi sembra di poter approfittare della situazione.
    Però ogni tanto sento che manca qualcosa, penso che siano i rapporti interpersonali.
    Alcuni di questi erano tossici, ma almeno qualcun altro invece ti tirava su ed a volte ti cambiava pure la giornata.

    Ho sempre pensato che il motivo del "mollo tutto e vivo di rendita" fosse semplicemente legato al fatto che si sta facendo il lavoro sbagliato.
    Se fossi un pittore, uno scultore, un attore, un musicista, uno scrittore, etc... non avrei problemi di alcun tipo... non sto più lavorando ma sto solo facendo cose che mi piacciono.
    Ecco fare l'impiegato a distanza ha trasformato il lavoro da "dipendente" ad autonomo e quindi più leggero.
    Certo, non faccio quello che vorrei... ma rispetto a prima non c'è confronto.
    Chissà quanto durerà tutto questo, di sicuro sta spostando il limite del mollare tutto.

    Tante volte mi sono detto che andrei in giro per il mondo sempre in vacanza, come il racconto riportato nel link.
    Ho spesso avuto paura che quelle esperienze siano così belle proprio perché brevi e dopo periodi di "sofferenze".
    Ma se il bello diventasse la quotidianità, allora il tutto si appiattisce... e la delusione penso devastante.

    A questo punto penso che l'indipendenza finanziaria una volta raggiunta ci dovrebbe aprire la porta per fare un lavoro che abbiamo sempre desiderato senza il patema d'animo che non ci dia abbastanza da mangiare... forse il vero obiettivo è quello... o almeno adesso la penso così...
    Sono d'accordo.
    Fare quello che piace è il top per il rentier.

  3. #703
    L'avatar di nocchiero
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    2,739
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    946 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da alphaomega Visualizza Messaggio
    Hai ragione, ma qui o importiamo in blocco parlamento e governo (da dove non saprei ) oppure torneremo a votare altri cialtroni.

    Io non credo che se ne esca senza un bagno di sangue

    Siamo tutti così egocentrici da guardare solo al nostro tornaconto, neanche a quello dei nostri figli, e con un orizzonte temporale fino a ... domani, non per i prossimi 20 anni

    Fossimo usciti così dalla seconda guerra mondiale vivremmo ancora nei campi profughi
    l'hai detta giusta, ci sono stati dei terremoti recenti e sicuramente ci saranno persone che vivono sempre in container o in situazioni precarie.

  4. #704
    L'avatar di robinbreak
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Messaggi
    927
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    413 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da alfa71 Visualizza Messaggio
    I punti da 1 a 11 in parte li condivido pure io.
    Si tratta dell'elenco di una serie di incontestabili magagne dalle quali l'Italia è afflitta da anni.
    Il problema a mio avviso è la conclusione alla quale arriva l'autore dell'articolo...ovvero chi sia il colpevole di tali magagne.
    Secondo lui il colpevole è la sola classe politica mentre gli italiani (che quella classe politica l'hanno eletta) non hanno alcuna responsabilità.
    Tu la pensi come lui ?
    La colpa è al 95% degli italiani (65 milioni di persone).
    E al 5% di qualche centinaio di politici e burocrati che per fare carriera non hanno scrupoli.
    Non mi vengano a dire che 65 milioni di persone se la fanno mettere in cul0 da poche centinaia di pagliacci che manco hanno mai lavorato in vita loro!

  5. #705
    L'avatar di ortis
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Messaggi
    3,845
    Mentioned
    27 Post(s)
    Quoted
    2320 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Citazione Originariamente Scritto da mgzr160 Visualizza Messaggio
    Bel post, anche perchè finalmente leggo di qualcuno che trova giovamento dallo sw...qua sembrava che fosse una condanna ai lavori forzati su quanto durerà ancora, lo scopriremo presto, se prorogano lo stato di emergenza a luglio, credo che sarà scontata la proroga dello sw semplificato.
    Ti ricordo che non tutti hanno la fortuna tua (e della tua compagna in sw) di abitare in una casa indipendente, con giardino, aiuole e frutteto... (e, da quel che ho capito, in una posizione molto bella e desiderabile).

    Certo che non sono i lavori forzati, ma c'è caso e caso, te lo assicuro.
    Non è piacevole stare mesi in un piccolo appartamento, da soli, figuriamoci se lo devi dividere anche con altre persone/parenti/bambini, e cercare di lavorare.
    Poi è chiaro che ci sono quelli che ci marciano, e su quello sono d'accordo anch'io con te.

    Ad esempio non invidio Nemor, che sebbene risparmi diverse ore in trasporti, deve lavorare su un tavolo in soggiorno...

  6. #706

    Data Registrazione
    Feb 2016
    Messaggi
    1,834
    Mentioned
    13 Post(s)
    Quoted
    1472 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da ortis Visualizza Messaggio
    Ti ricordo che non tutti hanno la fortuna tua (e della tua compagna in sw) di abitare in una casa indipendente, con giardino, aiuole e frutteto... (e, da quel che ho capito, in una posizione molto bella e desiderabile).

    Certo che non sono i lavori forzati, ma c'è caso e caso, te lo assicuro.
    Non è piacevole stare mesi in un piccolo appartamento, da soli, figuriamoci se lo devi dividere anche con altre persone/parenti/bambini, e cercare di lavorare.
    Poi è chiaro che ci sono quelli che ci marciano, e su quello sono d'accordo anch'io con te.

    Ad esempio non invidio Nemor, che sebbene risparmi diverse ore in trasporti, deve lavorare su un tavolo in soggiorno...
    Lo sw è arrivato in modo inaspettato ed è inteso ancora come soluzione provvisoria... divenisse "sistemico" allora comporterebbe di conseguenza un ripensamento abitativo, forse una piccola rivoluzione geografica, con una ridistribuzione della popolazione verso i centri minori

  7. #707
    L'avatar di baleng
    Data Registrazione
    Mar 2021
    Messaggi
    395
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    248 Post(s)
    Potenza rep
    29815957
    Citazione Originariamente Scritto da harvest Visualizza Messaggio
    Sacrosanto. Ma basterebbe una "semplice" (si fa per dire) riforma costituzionale per cui - mantenendo la centralità del Parlamento - ci si dà una legge elettorale e quella rimane. Invece adesso, la prima cosa a cui pensa una maggioranza e quella di modificare la legge elettorale vigente per non far vincere l'avversario, o come nella situazione attuale in cui non vince nessuno. Basterebbe una legge elettorale come quella in vigore per i Comuni, così per 5 anni se hai votato una massa di TdC te le tieni e la prossima volta ci pensi due volte.
    La mia esperienza non mi dice questo. Il vero cancro è che i partiti non hanno mai accettato una regolazione della propria organizzazione. Pertanto i partiti non sono democratici, ma assemblamenti di gruppi oligarchici (intendo proprio assemblamenti, non assembramenti, cioè riunione organizzata di parti, non casino casuale). Ciò ha portato ad una scelta al contrario, cioè avanzano i peggiori, oltre a mille altre cancrene che neanche sto ad elencare, diventerebbe una analisi inutile.


    A parte ciò, il problema della dimensione di un corpo elettorale è fondamentale. In Svizzera anni fa si misurò che la felicità degli individui era commisurata alla vicinanza alle istituzioni, nel senso di poter influire su di esse. Chiaro che oltre una certa dimensione il singolo si senta quantomeno scoraggiato e valga obiettivamente sempre di meno. Se si aggiunge che per ogni problema specifico (che so, costruzione strade, cure mediche, critica d'arte ...) la maggioranza ha sempre torto, in quanto in ogni campo è sempre una minoranza a detenere le conoscenze maggiori, ecco che se il fattore preponderante è quello numerico ( e non le qualità, la conoscenza diretta degli individui) la politica diventa campo di scorribande per i peggiori.

    Quindi regolamentazione della forma-partito e federalizzazione dello stato grande in unità minori, sarebbe la soluzione.


    PS @harvest , durante i crack del 6 aprile mi era stato attribuito proprio il tuo nick. Ti giuro che non ne ho fatto nulla, non ho guardato niente ecc.
    Stai sereno

    f.to baleng, ex ginogost
    Ultima modifica di baleng; 11-04-21 alle 01:42

  8. #708

    Data Registrazione
    Sep 2020
    Messaggi
    3,425
    Mentioned
    48 Post(s)
    Quoted
    2029 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da alfa71 Visualizza Messaggio
    I punti da 1 a 11 in parte li condivido pure io.
    Si tratta dell'elenco di una serie di incontestabili magagne dalle quali l'Italia è afflitta da anni.
    Il problema a mio avviso è la conclusione alla quale arriva l'autore dell'articolo...ovvero chi sia il colpevole di tali magagne.
    Secondo lui il colpevole è la sola classe politica mentre gli italiani (che quella classe politica l'hanno eletta) non hanno alcuna responsabilità.
    Tu la pensi come lui ?
    Io avevo già scritto tempo fa che sono disilluso dalla politica, la democrazia parlamentare è finita (e finta).
    La logica del votare il meno peggio funziona in teoria ma non molto in pratica perché votare partiti senza peso elettorale in pratica non cambia la situazione.
    L'unico modo per essere rappresentato come vorrei sarebbe di mettermi a fare politica, ma non è nelle mie corde e poi nessuno mi voterebbe
    Gli italiani hanno le loro colpe perché hanno la memoria corta e da quello derivano molti problemi. Se poi i politici sono questi, sarà perché rappresentano degnamente gli italiani, e allora non posso che darti in parte ragione:
    In questa legislatura 132 parlamentari hanno gia cambiato gruppo - YouTrend

  9. #709

    Data Registrazione
    Sep 2020
    Messaggi
    3,425
    Mentioned
    48 Post(s)
    Quoted
    2029 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da rrupoli Visualizza Messaggio
    Ovviamente tale forchetta è assolutamente arbitraria e frutto di stima soggettiva, troppo aleatorio riuscire a stimare i tre parametri suddetti.
    Non conosciamo il numero di contagiati guariti o che sono venuti in contatto col virus pur non sapendolo, rimanendo al di sotto dei radar.

  10. #710
    L'avatar di Killerinpensione
    Data Registrazione
    Aug 2011
    Messaggi
    2,256
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    425 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da libertario Visualizza Messaggio
    Io avevo già scritto tempo fa che sono disilluso dalla politica, la democrazia parlamentare è finita (e finta).
    La logica del votare il meno peggio funziona in teoria ma non molto in pratica perché votare partiti senza peso elettorale in pratica non cambia la situazione.
    L'unico modo per essere rappresentato come vorrei sarebbe di mettermi a fare politica, ma non è nelle mie corde e poi nessuno mi voterebbe
    Gli italiani hanno le loro colpe perché hanno la memoria corta e da quello derivano molti problemi. Se poi i politici sono questi, sarà perché rappresentano degnamente gli italiani, e allora non posso che darti in parte ragione:
    In questa legislatura 132 parlamentari hanno gia cambiato gruppo - YouTrend
    Il problema sarebbe che dei parlamentari hanno cambiato gruppo? Cioè che un partito antieuropeista e filorusso voti un governo "fortemente europeista e atlantista" va bene ma il parlamentare leghista (nel caso specifico) non può cambiare gruppo e se lo cambia è lui il problema?

Accedi