Venezuela e PDVSA (vol.157) Quota "Aran2" .... il sogno risplendente! - Pagina 56
I trend più caldi tra gli ETF: meno Wall Street e più azioni Europa, corsa ai settoriali sulle banche
Ad aprile rallentano un po’ flussi sugli ETF dopo che il primo trimestre era stato il migliore di sempre e nell’arco di 12 mesi (da aprile 2020 a marzo 2021) …
Boom inflazione Usa, balzo dato core a record da anni ’80. Tassi BTP sfondano l’1% e superano rendimenti Grecia
Boom inflazione Usa, ben oltre le attese, che già spaventavano: nel mese di aprile l'indice dei prezzi al consumo degli Stati Uniti è schizzato del 4,2% su base annua, ben …
Sell in May and go away? Dipende da dove investi. Ecco come orientarsi e tre consigli di UBS per quest’anno
I mercati azionari sono nel pieno di un lungo rally partito dalle ceneri del violento sell-off di marzo 2020. Dopo essere sceso del 34% in soli 24 giorni – il …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #551

    Data Registrazione
    Jul 2017
    Messaggi
    3,250
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1955 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Citazione Originariamente Scritto da Gioxx Visualizza Messaggio
    https://www.hable.se/2021/03/el-plan...ar-la.html?m=1

    l piano di Ali Moshiri per salvare l'industria petrolifera venezuelana in un'era post-Maduro: possibilità reale o miraggio?



    Ali Moshiri era presidente della compagnia petrolifera Chevron per l'America Latina e l'Africa. Oggi si propone come una sorta di salvatore del Venezuela, in attesa di un cambio di regime.

    Alí Moshiri ha fondato la società Amos, dove ha riunito i dirigenti che hanno lavorato con lui, perché è sicuro che in Venezuela molto presto ci sarà un cambiamento politico e che saranno necessari capitali di investimento, principalmente stranieri, per rilanciare la produzione di petrolio, oggi oggi a livelli storicamente molto bassi, in un paese con un potenziale di produzione di petrolio illimitato in quanto possiede le maggiori riserve mondiali di greggio.

    Ali, che è sposato con un venezuelano e conosce molto bene il Venezuela, è stato chiaro nell'affermare che il suo obiettivo è essere tra i primi ad arrivare in Venezuela quando la situazione politica si normalizzerà e gli Stati Uniti revocano le sanzioni.

    La compagnia petrolifera e del gas creata da Ali Moshiri, Amos Global Energy LLC, ha avviato una campagna di raccolta fondi, con l'obiettivo di entusiasmare cinque grandi investitori che contribuiranno con 100 milioni di dollari ciascuno. Parallelamente, Moshiri ei suoi due partner Noel Avocato, un ex dirigente della Chevron, e Chris Hasty, un ex banchiere Citigroup, Lloyds Bank e Morgan Stanley, stanno indagando sui detentori del debito pubblico del Venezuela per creare un altro fondo che sarebbe ancora più grande. L'idea di Amos è convincere gli investitori e gli obbligazionisti venezuelani a raggiungere un accordo formale per la gestione e l'investimento dei propri fondi; che possono abbandonare dopo due anni se le sanzioni persistono, con una penale del 2%.

    Amos Global Energy non si concentra solo sul Venezuela ma cerca affari anche in Argentina e Colombia e Messico, Paese dell'est dove stanno negoziando asset nel Chicontepec Basin, un progetto in fase avanzata.

    Ali Moshiri ha più di 40 anni di esperienza nel trattare con paesi e governi molto difficili in America Latina e Africa e ha imparato che per coronare gli affari bisogna essere molto pazienti e che, nonostante tutte le difficoltà, i governi cambiano e le persone cambiano.

    Moshiri sa molto del petrolio in Venezuela, da quando ha partecipato agli incontri con Hugo Chávez, dove è stato accolto con grande entusiasmo dall'ex presidente.

    Ma i piani di Moshiri salveranno davvero il Venezuela o sono solo un altro miraggio? Vediamo alcune opinioni

    L'ex capo delle operazioni latinoamericane della Chevron Corp si sta muovendo per raccogliere fondi che avrebbe investito nell'era post-Maduro in Venezuela.

    Fiducioso nella probabilità di un cambiamento politico e della revoca delle sanzioni statunitensi, prepara gli investimenti necessari per riattivare l'industria petrolifera venezuelana.

    Amos Global Energy LLC, una compagnia petrolifera e del gas guidata dall'ex dirigente della Chevron Ali Moshiri, inizierà a raccogliere fondi il mese prossimo. Cerca cinque grandi investitori per contribuire con $ 100 milioni ciascuno.

    Amos Global, che include Moshiri e due co-fondatori, sta anche indagando sui detentori del debito pubblico venezuelano alla ricerca di un altro fondo che sarebbe ancora più grande.

    "Stiamo cercando di essere i primi a entrare in Venezuela quando le sanzioni saranno revocate", ha detto a Reuters. L'obiettivo di Amos Global è allineare gli investitori e gestire gli asset.

    Il Venezuela ha le più grandi riserve di petrolio del mondo, che rappresentano la maggior parte dei proventi delle esportazioni del paese. L'instabilità politica gli fa pensare che presto ci sarà un'era post-Maduro.

    Moshiri ha detto di comprendere la difficoltà di raccogliere fondi quando le obbligazioni sovrane del Venezuela sono in default, ma crede che sarà in grado di conquistare gli investitori.

    Il piano combinerà una bassa commissione di gestione, l'input degli investitori attraverso le posizioni del consiglio di amministrazione e consentirà loro di lasciare il fondo dopo due anni con una penalità del 2% se le sanzioni persistono.

    Moshiri ha lavorato alla Chevron fino al 2017, dopo quasi quattro decenni con la compagnia petrolifera. Era responsabile dell'esplorazione e della produzione in America Latina e Africa.

    Poco dopo ha fondato Amos Global Energy con Noel Avocato, un altro ex dirigente della Chevron, e Chris Hasty, un ex banchiere di Citigroup, Lloyds Bank e Morgan Stanley.

    L'azienda è alla ricerca di asset anche in Messico e Argentina, entrambi luoghi in cui quest'anno gli investimenti energetici si sono fermati.

    Moshiri insiste sul fatto che ci sono opportunità lì e in Colombia, ma riconosce che richiedono pazienza visti gli ostacoli agli investimenti stranieri.

    "Se non c'è accordo, beh, continueremo la ricerca e la consulenza", ha detto Moshiri. "Si impara a conoscere gli affari essendo paziente."


    Tempo al tempo che si va a 100 + cedole

    Viva Aran2
    Questo Moshiri sono 2 anni che fa girare lo stesso articolo, ma i polli non li trova. Le sue intenzioni sono chiare:

    ....."La compagnia petrolifera e del gas creata da Ali Moshiri, Amos Global Energy LLC, ha avviato una campagna di raccolta fondi, con l'obiettivo di entusiasmare cinque grandi investitori che contribuiranno con 100 milioni di dollari ciascuno. ......"

    Se ci vogliamo rallegrare e vedere rosa meglio guardare fuori dalla finestra: oggi è una splendida giornata di primavera.

  2. #552
    L'avatar di Centauro IV
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Messaggi
    690
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    292 Post(s)
    Potenza rep
    42949683

  3. #553
    L'avatar di Centauro IV
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Messaggi
    690
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    292 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    La scarsità di carburante diesel minaccia di scatenare un'altra tempesta in Venezuela

    Diesel fuel scarcity threatens to unleash another storm in Venezuela | World | English edition | Agencia EFE

  4. #554
    L'avatar di Dart-Fener
    Data Registrazione
    Jun 2017
    Messaggi
    9,555
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    5386 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Citazione Originariamente Scritto da Centauro IV Visualizza Messaggio
    La scarsità di carburante diesel minaccia di scatenare un'altra tempesta in Venezuela

    Diesel fuel scarcity threatens to unleash another storm in Venezuela | World | English edition | Agencia EFE
    Un altro grande successo che potranno sbandierare gli amanti del socialismo in salsa chiavista

  5. #555
    L'avatar di Centauro IV
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Messaggi
    690
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    292 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Ordinaria normalità venezuelana.. dalle grandi alle piccole questioni. La mentalità di poter fare tutto quel capzo che vogliono, a dispetto di tutto e di tutti, è radicata talmente nel profondo del DNA di quel paese che non lascia molta speranza di un cambiamento. Altro che andiamo a 100..

    Maduro TV Plays ‘Soul’ and Nobody Bats an Eye | Caracas Chronicles

  6. #556
    L'avatar di Aran2
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Messaggi
    5,262
    Mentioned
    34 Post(s)
    Quoted
    2311 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da Venditore pentito Visualizza Messaggio
    Allora ha ragione Aran

  7. #557
    L'avatar di Venditore pentito
    Data Registrazione
    Mar 2021
    Messaggi
    28
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    14 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da ninjazzurro Visualizza Messaggio
    Altro record

    10,3810 USD per la 31 con data di ieri su Fineco.

    Tempo al tempo che si va a 100 + cedole

    Viva Aran2

    Presto Aranizzazione del debito estero Venezuela

    Si va a 100 coi cedoloni arretrati accreditati one shot...ma non per marco antonio ha venduto

  8. #558
    L'avatar di ninjazzurro
    Data Registrazione
    Nov 2016
    Messaggi
    2,457
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1174 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    In Libia hanno fatto governo di unità nazionale....

    Non sarà impossibile in Venezuela, credo....

  9. #559
    L'avatar di Combattivo
    Data Registrazione
    May 2019
    Messaggi
    437
    Blog Entries
    2
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    301 Post(s)
    Potenza rep
    42949674
    Citazione Originariamente Scritto da Potemkin Visualizza Messaggio
    Questo Moshiri sono 2 anni che fa girare lo stesso articolo, ma i polli non li trova. Le sue intenzioni sono chiare:

    ....."La compagnia petrolifera e del gas creata da Ali Moshiri, Amos Global Energy LLC, ha avviato una campagna di raccolta fondi, con l'obiettivo di entusiasmare cinque grandi investitori che contribuiranno con 100 milioni di dollari ciascuno. ......"(...)

    Non me ne preoccuperei molto.

    Il fatto che ci provi da due anni a trovare chi qualcuno disposto a mettere i soldi ora, non mi pare significativo.

    Del resto chi ce li metterebbe con il paese sotto sanzioni, gestito da incapaci e senza nessuna garanzia legale a protezione degli investimenti?



    Ma presto le sanzioni verranno tolte perché gli incapaci in un modo o nell'altro se ne dovranno andare e, con la loro dipartita,
    si potrà finalmente restaurare un sistema normativo che garantisca chi vuole investire nel paese.



    E quello che conta per noi è il fatto che per il dopo molti grandi nomi si siano già fatti avanti ed è assai probabile che altri si aggiungano alla lista.

    Con le major del petrolio disposte ad investire e il paese disposto a privatizzare seriamente, il quadro di insieme cambierà di molto.


    Quello sarà il momento per trarre le conclusioni.

  10. #560

    Data Registrazione
    Aug 2020
    Messaggi
    281
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    129 Post(s)
    Potenza rep
    42949673
    C'è maretta nella banda bassotti allargata. Le correnti dei ladroni, le correnti distruggono i partiti (vedi PD).

    Simonovis ha rivelato che il colpo dato alla corruzione della Pdvsa con l'arresto del nipote del sindaco chavista, smaschera lo scontro tra mafie all'interno del regime.

    Questo martedì, il legittimo Commissario governativo per l'intelligence e la sicurezza, Iván Simonovis, ha riferito dell'arresto di Hugo Andrés Hernández Chacón, nipote di José Vicente Rangel Ávalos per traffico di petrolio PDVSA.

    Rangel Ávalos è il sindaco del comune di Sucre nello stato di Miranda e figlio del defunto giornalista José Vicente Rangel, braccio destro e uomo di piena fiducia dell'ex presidente Hugo Chávez per molti anni.

    Di cosa era accusato il nipote del sindaco chavista?
    Simonovis ha detto che Hernández Chacón avrebbe trafficato petrolio PDVSA e assicura di essere coinvolto in un'operazione multimilionaria per vendere greggio per 88 milioni di dollari.

    "Arrestato a Caracas, nipote di José Vicente Rangel Avalos, coinvolto in un'operazione multimilionaria per vendere petrolio greggio per 88 milioni di dollari", era il messaggio di Simonovis, accompagnato da una fotografia del soggetto.


    José Vicente Rangel nel mezzo di una guerra tra chavistas
    Iván Simonovis ha indicato informazioni precise sulla petroliera utilizzata dal nipote del sindaco del comune di Sucre nello stato di Miranda, José Vicente Rangel Ávalos, che trafficava petrolio PDVSA.

    Ha anche detto che l'arresto segna la guerra tra mafie chavista in cui è coinvolto l'ex vice presidente José Vicente Rangel.
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Venezuela e PDVSA (vol.157) Quota "Aran2" .... il sogno risplendente!-opera-snapshot_2021-03-24_170210_primerinforme.com.jpg  

Accedi