BTP 2050 - 2051 - 2067 Capitolo 2 (a.t., news, view, divagazioni) - Pagina 141
Sentiment criptovalute: Monero e Dogecoin scalano classifica delle preferenze, poca fiducia nel Ripple
E’ stata l’ennesima settimana volatile per il bitcoin e le altre criptovalute. Dopo aver segnato il ritorno sopra i 40mila dollari grazie al tweet di Elon Musk sulla possibilità che …
Italiani campioni di risparmio durante pandemia, conti correnti strabordano di liquidità nel momento sbagliato (rendimenti zero e alta inflazione)
Corre la massa di risparmi degli italiani toccando quota 2.000 miliardi di euro. Durante l'ultimo anno, in piena emergenza Covid, le riserve degli italiani sono aumentate di oltre 110 miliardi (+6%), dai …
MeglioQuesto, martedì in Live streaming su FinanzaOnline
Sarà il Gruppo MeglioQuesto, tra i principali operatori italiani del settore della customer experience multicanale, protagonista del nuovo ?Live streaming? di FinanzaOnline previsto per martedì 22 giugno. L’appuntamento in diretta …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1401
    L'avatar di enigmista
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Messaggi
    3,952
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1459 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da siraglas Visualizza Messaggio
    Non hai capito. Non mi aspetto che vengano emessi btp lunghi al 3-4% ma che btp molto sopra la pari, quindi con tassi inferiori al 2%, come il matusa a 136 siano delle bombe per l'investitore, che ti possono esplodere da un momento all'altro, più rischiosi di azioni come le Generali. Quindi si compra SOLO a certe prezzi.
    Beh se guardiamo i prezzi credo che i rischi per un investitore ci siano ovunque obbligazioni, azioni, etf, bitcoin ecc.. Dico solo che un btp67 a 135 non era certo appetibile anche se sulla carta a mio avviso sarebbe potuto salire ancora e non è detto che non lo faccia in futuro ma un btp72 2,15% a 92 che da oggi un rendimento netto del 2,2% non è così male considerando il periodo di forte indebitamento degli Stati e dove i tassi dovranno necessariamente rimanere bassi. Poi su l'inflazione riparliamone quando l'economia sarà tornata a regime come produttività e consumi quando le aziende torneranno a farsi concorrenza sui prezzi..poi sia chiaro in finanza può succedere di tutto nessuno ha la sfera di cristallo..

  2. #1402
    L'avatar di enigmista
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Messaggi
    3,952
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1459 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Demografia: l’invecchiamento pesa sui tassi di interesse, ecco come
    Mariangela Tessa
    14 Maggio 2021
    Germany Faces Aging Population

    La demografia, ed in particolare, l’invecchiamento della popolazione globale potrebbe rappresentare un importante fattore deflattivo.
    Parola di Jesse Edgerton, economista senior di JP Morgan, secondo cui “il rallentamento della crescita della popolazione, che stiamo assistendo da decenni sia nei mercati sviluppati che in quelli emergenti, è un motivo per aspettarci tassi di interesse reali più bassi”.

    Questo perché il denaro non viene utilizzato allo stesso modo. In particolare, quello a cui sia sta assistendo è la crescita delle persone che risparmiano per la pensione, e la riduzione di chi (generalmente i più giovani), che vanno in banca per accendere mutui per la casa e prestiti per l’acquisto di beni di consumo.

    “La crescita lenta della popolazione causa un eccesso di capitale alla ricerca di rendimento. Allo stesso tempo, quel denaro che le persone stanno cercando di risparmiare spingerà verso il basso i tassi di interesse, ma anche i rendimenti del capitale “, ha detto.

    Giappone, Europa e Stati Uniti hanno tutti sperimentato un calo dei tassi di interesse reali negli ultimi decenni, poiché i tassi di natalità e il prodotto interno lordo (PIL) sono diminuiti e i tassi di speranza di vita sono aumentati di pari passo. Anche la Cina ha imboccato questa strada, ha detto Edgerton, riferendosi al suo rallentamento del tasso di natalità e all’invecchiamento della popolazione. I mercati emergenti, dove la crescita della popolazione rimane più elevata, seguiranno l’esempio dei paesi industrializzati man mano che le economie diventeranno più mature.

    Demografia: effetti a catena su risparmi e investimenti
    Le mutevoli prospettive dei tassi di interesse hanno implicazioni non solo per i conti di risparmio e le attività come le obbligazioni, che sono direttamente correlate ai tassi di interesse, ma anche per le azioni e gli immobili. Il calo dei tassi potrebbe significare un rapporto prezzo / utili (PE) medio più basso, ha affermato Edgerton.

    E mentre un calo della crescita della popolazione non è necessariamente una cosa negativa nel complesso, ha detto Edgerton, il risparmio per la pensione potrebbe diventare ancora più sfuggente andando avanti.

    “In un mondo con una crescita demografica inferiore, in genere ci si aspetta di guadagnare rendimenti inferiori sui beni quando si risparmia per la pensione. Questo vuol dire che sarà essere necessario mettere da parte più soldi”.

  3. #1403
    L'avatar di bobsinclair
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    7,458
    Mentioned
    26 Post(s)
    Quoted
    3272 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da JollyBlue Visualizza Messaggio
    Ma no kikka tranquilla, potevi lasciarlo era interessante, era solo per dire il mio punto di vista e per dare il mio punto di vista su questi articoli (quando leggo quei titoli sui giornali vi sale l'odio è piu forte di me )

    eravamo amici anche con l'articolo

    Comunque 7 settimane consecutive di rosso sono un record sul matusa.. come disse un saggio, non c'è 2 senza 3 e dopo il 7 viene l'8
    Già... Grossi supporti non ce ne sono

  4. #1404

    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    987
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    516 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da 4% netto Visualizza Messaggio
    Non vedi cosa hanno fatto finora?
    In Europa hanno piazzato ai risparmiatori titoli di Stato lunghi / lunghissimi a tassi eccezionalmente bassi, come IT0005433195 allo 0,95% fino al 2037!
    Ora devono solo lasciar correre l'inflazione attorno al 2% come da mandato BCE per far pagare quei debiti ai risparmiatori che hanno comprato quella robaccia a piene mani, tanto saliva tutto, tanto non c'era di meglio, tanto andrà tutto bene.

    Con l'inflazione al 2% devi avere in tasca un rendimento almeno del 3% per guadagnarci qualcosina perchè poi da quel 3% devi ancora togliere il bollo dello 0,20% e un altro 12,5% di tasse sulle cedole.

    Tutti gli altri con rendimento inferiore di fatto ci andranno a perdere...e gli Stati ripagheranno facilmente quei debiti grazie alla inesorabile svalutazione della carta.

    In questo scenario chi insiste mediando al ribasso dei prezzi troppo alti può solo peggiorare una situazione già grave.
    Ritengo il 2037 e il 2051 i migliori due btp in rapporto al rendimento netto per durata.

    Hai ragione però che sottoscrivere un 16 anni a 0,95% lordo non era una buona idea. Io ad es sono entrato sul secondario, ma avere un pmc di 97, alla luce degli ultimi mesi di discesa, non è stata comunque una scelta felice, essendo adesso sotto del 5%.

    Faccio però presente che essere liquidi per anni per aspettare il possibile crollo equivale a perdere gli interessi e non è detto che si azzecchino cmq i minimi.

    Sinceramente non credo che ci sia ancora molto margine di discesa, come ho letto di previsioni del decennale al 2% però basta aspettare e lo sapremo.

  5. #1405

    Data Registrazione
    May 2019
    Messaggi
    1,146
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    805 Post(s)
    Potenza rep
    32743301
    Citazione Originariamente Scritto da baucetti Visualizza Messaggio
    Se intendi che si debba comprare il matusa solo a "certi prezzi", allora vale quanto ti hanno già detto (perché se il matusa sta a 90, significa emissione di btp lunghi al 3-4%).
    Mica vero. Quando il matusa è sceso sotto i 100 ad aprile del 2020 i lunghi non davano certo il 3-4%. Quello che voglio dire è che comprarli a tassi ridicoli o prezzi alti è una strategia fallimentare. Di occasioni prima o poi ne capitano sempre e non bisogna aspettare secoli.

  6. #1406
    L'avatar di bemberege
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    13,988
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    765 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    a me piace il 72 vediamo dove lo vogliono portare,, a 85 comincio a fare spesa...

  7. #1407

    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    987
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    516 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da bemberege Visualizza Messaggio
    a me piace il 72 vediamo dove lo vogliono portare,, a 85 comincio a fare spesa...
    Se ci arriva il 2072, dovrebbe esserci a 85 + o - contemporaneamente anche il 2051. Giù di li penso di iniziare lo switch tra il 2051 con il mio attuale 2037

  8. #1408
    L'avatar di enigmista
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Messaggi
    3,952
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1459 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Ma se fa paura per l'inflazione il nostro btp72 2,15% a 92 che rende il 2,2% netto cosa dovrebbe incutere questo?

    BTP 2050 - 2051 - 2067 Capitolo 2 (a.t., news, view, divagazioni)-screenshot_20210516-190626_chrome.jpg

  9. #1409
    L'avatar di asimpleplan
    Data Registrazione
    Nov 2019
    Messaggi
    2,595
    Mentioned
    14 Post(s)
    Quoted
    2259 Post(s)
    Potenza rep
    9350107
    Citazione Originariamente Scritto da enigmista Visualizza Messaggio
    Ma se fa paura per l'inflazione il nostro btp72 2,15% a 92 che rende il 2,2% netto cosa dovrebbe incutere questo?

    BTP 2050 - 2051 - 2067 Capitolo 2 (a.t., news, view, divagazioni)-screenshot_20210516-190626_chrome.jpg
    Sempre più difficile vivere di rendita?

    Però mi chiedo come faranno pensioni e fondi istituzionali o tutti quegli enti che abbisognano di cedole certe per coprire evenienze future?

  10. #1410

    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    987
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    516 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da asimpleplan Visualizza Messaggio
    Sempre più difficile vivere di rendita?

    Però mi chiedo come faranno pensioni e fondi istituzionali o tutti quegli enti che abbisognano di cedole certe per coprire evenienze future?
    Non vedo differenze a vivere di rendita con il 2% sui btp lunghi a inflazione zero o il 4% a inflazione 2%

    Cmq nel 3d dedicato ho già scritto che non bisogna fare attenzione troppo alla rendita lorda ma a quella netta reale presunta.

    Se poi moltiplichi il costo di quanto spendi in un anno x gli anni che ti mancano x arrivare a 90, sai quanto capitale ti serve x vivere senza lavorare. La rendita a quel punto basta che copra l'inflazione e poi aggiungi 150-200 k per gli imprevisti . Se poi vuoi lasciare qualcosina a qualcuno aggiungi al totale la cifra stabilita.

    il calcolo è semplicistico ma cosi non dovresti sbagliare
    Ultima modifica di 6percento; 16-05-21 alle 20:53

Accedi