Venezuela e PDVSA (vol.155) Quota "Aran2" .... il sogno risorgente! - Pagina 54
Apple, Microsoft e Tesla alla prova dei conti per tornare a ruggire a Wall Street. Ecco cosa si attende il mercato
L’earnings season americana è cominciata a circa metà gennaio con i colossi del comparto bancario come Jp Morgan, Citi Group e Wells Fargo. Questa settimana fari puntati su Apple, Microsoft …
Mercati, economia e vaccini: il grafico più incoraggiante del mondo viene da Israele
I dati in arrivo da Israele, il paese che più sta premendo sull’acceleratore per una vaccinazione capillare della popolazione, fanno ben sperare. La somministrazione del vaccino sta infatti scongiurando casi …
Italian Certificate Awards 2020: UniCredit vince il premio Emittente dell’Anno
Si è svolta il 20 gennaio, in modalità online, la cerimonia di premiazione dei migliori Certificati, Emittenti e Reti distributrici del 2020 per la quattordicesima edizione dell?Italian Certificate Awards (ICA). …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #531

    Data Registrazione
    Jul 2017
    Messaggi
    2,988
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1796 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Citazione Originariamente Scritto da Gioxx Visualizza Messaggio
    almeno , forse, non faremo la fine degli obbligazionisti dell'Iraq


    ?Por que Citgo esta a punto de ser rematada? | DINERO


    Un tribunale di New York ha affermato la legalità delle obbligazioni PDVSA 2020 e ha respinto la discussione sulla loro legittimità in Venezuela, poiché l'emissione di questo debito è regolata dalla legge di New York. A sostegno della sua sentenza, il giudice Katherine Polk ha citato l'ex avvocato di Guaidó, José Ignacio Hernández, quando ha affermato che AN non ha dichiarato invalido il vincolo. Nel 2016 AN ha rifiutato solo l'utilizzo di Citgo a garanzia del bond PDVSA 2020, ma non ha dichiarato la nullità dell'operazione. Successivamente, questa stessa AN ha autorizzato il pagamento di $ 71 milioni di interessi scaduti e di fatto ha riconosciuto la legalità del debito.

    Se a settembre 2016 l'AN avesse dichiarato illegale l'operazione, il paese non sarebbe sul punto di perdere Citgo, un conglomerato di raffinerie negli Stati Uniti che ha una capacità di raffinazione di 745.000 b / g, 3.500 dipendenti che gestiscono 48 terminali , 9 oleodotti e una rete di 5.000 distributori di benzina, il cui valore è stimato in 8.000 milioni di dollari ed è per questo che è nel mirino dei creditori di PDVSA che vogliono raccogliere - dalle azioni di Citgo - ciò che il Venezuela deve loro.

    Da un lato ci sono i possessori del PDVSA 2020 Bond, a cui sono dovuti 1,7 miliardi di dollari e sono stati offerti in garanzia il 50,1% delle azioni di PDV Holding, proprietaria di Citgo. Ma c'è anche Crystallex, il minatore canadese che chiede un risarcimento di 1,4 miliardi di dollari per l'esproprio della miniera d'oro di Las Cristinas .

    Ricordiamo che negli Stati Uniti gli avvocati di Guaidó sono gli unici che possono agire per conto della Repubblica del Venezuela perché è lui che la Casa Bianca riconosce come presidente ad interim. L'ufficio del procuratore speciale di Guaidó ha presentato una richiesta di nullità delle obbligazioni che è stata respinta e il giudice Polk ha imposto al consiglio ad hoc PDVSA nominato da Guaidó, di pagare le spese legali sostenute dai creditori per fare tale richiesta.

    Tutto ciò rivela l'errore di agire nei tribunali statunitensi facendo appello al quadro giuridico venezuelano, dimenticando che l'emissione di queste obbligazioni era basata sulla legge di New York. D'altra parte, la precedente decisione della Corte Suprema di Giustizia che ha rigettato il ricorso richiesto dal Procuratore di Guaidó e ha ratificato la sentenza della Corte Federale è stata la conseguenza diretta dell'incapacità degli avvocati di Maduro e Guaidó di concordare una strategia comune. a difesa della PDVSA e dei beni della Repubblica all'estero.

    Perché Juan Guaidó, in qualità di presidente dell'AN, non ha processato l'annullamento di questo obbligo prima che il parlamento fosse diviso? Perché i funzionari di Maduro e Guaidó, invece di concordare un'unità di criteri a difesa dell'interesse nazionale, si sono contraddetti dinanzi alla Corte? Chi paga i costi di una causa che era meglio non avviare? Chi è ora responsabile dei danni che sono stati causati ai beni della Repubblica e al patrimonio della Nazione?

    Ironia della sorte, Citgo è protetto dall'Ordine Esecutivo 13.884 che impedisce il sequestro di qualsiasi bene venezuelano senza l'autorizzazione dell'OFAC. Poiché questo Ordine impedisce il trasferimento delle attività venezuelane negli Stati Uniti, né i detentori di obbligazioni del 2020 né Crystallex potranno riscuotere il risarcimento richiesto dall'asta delle azioni Citgo mentre l'Ordine esecutivo è in vigore. L'unico modo per mettere all'asta le azioni è che gli obbligazionisti o Crystallex ottengano un permesso speciale dal Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti.

    Gli avvocati dei creditori e delle società che hanno crediti verso PDVSA e Repubblica sostengono che una decisione del Potere Giudiziario, presa da un Tribunale Federale e ratificata dalla Corte Suprema, non può essere violata da un provvedimento amministrativo adottato da un ente della Ramo esecutivo come OFAC. Nel quadro di questa tensione tra i poteri esecutivo e giudiziario, all'epoca il giudice Stark dichiarò che "Nessun ordine o regolamento del potere esecutivo proibisce a questo tribunale di avanzare nel determinare le modalità di vendita delle azioni" . Questa posizione ora si rafforza con la decisione del giudice Katherine Polk.

    Ciò significa che l'Executive Order non garantisce che Citgo non sarà eseguito. La vendita delle azioni sarà effettuata quando le sanzioni saranno revocate o quando l'OFAC concederà una licenza per metterle all'asta e pagare quanto addebitato a PDVSA e Venezuela. Dato il conflitto tra i poteri esecutivo e giudiziario degli Stati Uniti riguardo al caso Citgo, è probabile che le pressioni rappresentate dagli interessi nordamericani verranno finalmente imposte e l'OFAC concederà finalmente la licenza per mettere all'asta le quote della raffineria.

    La verità è che l'esecuzione di Citgo è entrata in un conto alla rovescia e Maduro e Guaidó non hanno fatto nulla di efficace per impedirlo. Se non sono d'accordo, il Venezuela perderà Citgo quando l'OFAC concederà la licenza per l'asta delle azioni. Governo e opposizione sono chiamati a concordare una strategia comune per salvare Citgo. Da tempo si propone di richiedere urgentemente all'Onu una Risoluzione per proteggere i beni di un Paese che sta attraversando una grave crisi umanitaria dalla predazione dei creditori.

    Un antecedente è il caso Iraq. Dopo il rovesciamento di Saddam Hussein, il Consiglio di sicurezza ha approvato la risoluzione 1483 per proteggere i beni di cui l'Iraq avrebbe bisogno per la sua ricostruzione. Tuttavia, con le ultime decisioni dei tribunali statunitensi, sembra che sia troppo tardi per promuovere una risoluzione simile all'ONU.

    Se si svolgesse l'asta delle azioni Citgo, questo sarebbe un esito sfortunato per l'interesse nazionale in quanto perderebbe un asset importante che servirà per la ricostruzione del Paese. E questa sarebbe la responsabilità delle élite politiche venezuelane che non sono state in grado di accettare di proteggere i beni della PDVSA e della Repubblica all'estero.
    Articolo interessante, però:
    A posteriori facile dire che AN doveva essere più deciso a sconfessare il bonos nel 2016. Forse più corretto sarebbe dire che sia AN che dei forumisti italiani allora non pensavano che le cose potessero finire così male.
    Se ancora l'Ofac non permette che cada Citgo questo continua a farmi pensare ad un possibile finale in stile simil Iraq, con Citgo - unico gioiello ancora funzionante capace di generare dollari - indispensabile per far ripartire un paese in ginocchio.
    Senza Citgo, quando mai arriverà il nostro turno, rimarrà ben poco.
    E lasciamo stare idee fantasiose quanto prive di fondamento di sequestri od altro.

  2. #532
    L'avatar di Dart-Fener
    Data Registrazione
    Jun 2017
    Messaggi
    9,027
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    5157 Post(s)
    Potenza rep
    42520180
    Citazione Originariamente Scritto da Gioxx Visualizza Messaggio
    guarda qua Dart, oltre a citgo c'è ben altro di proprietà venezuelana all'estero...


    Venezuela Opposition Fights Creditors for Control of Billions in Global Assets - WSJ


    L'opposizione venezuelana combatte i creditori per il controllo di miliardi di asset globali
    I nemici del regime di Maduro cercano di proteggere Citgo, oro e altre proprietà, con il passaggio alle amministrazioni statunitensi che complica gli sforzi

    I creditori dagli hedge fund alle compagnie petrolifere si stanno avvicinando al sequestro di miliardi di dollari nelle attività estere del Venezuela, rappresentando una minaccia per un movimento di opposizione che ha cercato di proteggere le risorse per un eventuale cambio di governo.

    Fino a $ 100 miliardi in denaro e proprietà venezuelane sono in palio, tra cui la società di raffinazione del petrolio con sede a Houston Citgo Petroleum Corp., lingotti d'oro ospitati nella Banca d'Inghilterra, conti bancari a New York e immobili e aerei nel sud della Florida , secondo l'opposizione venezuelana ...
    Sarebbero già sotto azione legale di sequestro ... penso che siano pochi e non aggredibili

  3. #533
    L'avatar di Dart-Fener
    Data Registrazione
    Jun 2017
    Messaggi
    9,027
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    5157 Post(s)
    Potenza rep
    42520180
    Citazione Originariamente Scritto da Luisd Visualizza Messaggio
    Mica tanto.
    Ho posto un quesito alla maestra
    ma la risposta non l'ho ancora capita.
    Può essere una di quelle elencate da Esselle
    Siamo in un sito di finanza e il diritto finanziario è competenza di avvocati da 500/1000 ora.
    Se ti vuoi togliere qualche dubbio a NY ci sono abili professionisti. . che ovviamente hanno preso una laurea ad Harvard e non raccogliendo qua e là ( internet) notizie sul diritto civile italiano

  4. #534

    Data Registrazione
    Apr 2015
    Messaggi
    503
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    296 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da Luisd Visualizza Messaggio
    Mica tanto.
    Ho posto un quesito alla maestra
    ma la risposta non l'ho ancora capita.
    Può essere una di quelle elencate da Esselle
    ... significa che non esiste una risposta “a priori” ma che occorre analizzare il caso concreto in cui si inserisce il giudicato, tenendo conto degli aspetti che ho elencato... a farla breve... te serve n’avvocato...

  5. #535

    Data Registrazione
    Apr 2015
    Messaggi
    503
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    296 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da Luisd Visualizza Messaggio
    Esselle ti stò facendo pubblicità
    Per ogni causa mi spetta una provvigione
    ... ma allora mi vuoi davvero male ... ... ma chi lo vuole altro lavoro... già papino mi ha zavorrato con altre cose... io voglio fare il michelasso.....

  6. #536

  7. #537

    Data Registrazione
    Jul 2017
    Messaggi
    2,988
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1796 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Secondo l'agenzia, alcuni venezuelani, alla disperata ricerca di carburante dopo mesi di carenza, hanno iniziato a rubare greggio da campi dormienti di proprietà statale Petróleos de Venezuela ea distillare benzina fatta in casa, secondo due lavoratori della PDVSA e mezza dozzina di persone che hanno familiarità con la pratica. Reuters .

    La quantità di greggio rubato è una piccola frazione della produzione del Venezuela, ma l'attività è segno della crisi della compagnia petrolifera statale PDVSA, che non può più fornire carburante alla popolazione del Paese.

    La rete di raffinazione del Venezuela, un tempo formidabile da 1,3 milioni di barili al giorno (bpd), è crollata, gli impianti petroliferi e di raffinazione hanno poca sicurezza o manutenzione e la società non è in grado di trattenere lavoratori qualificati poiché la produzione si erode. valore dei salari.

    Sotto la pressione delle sanzioni statunitensi, come parte dello sforzo di Washington per rimuovere il presidente Nicolás Maduro dal potere, la produzione di greggio del Venezuela è scesa a soli 397.000 barili al giorno a settembre, da 1,2 milioni di barili al giorno. prima dell'imposizione delle sanzioni nel gennaio 2019 e il livello più basso dagli anni '30.

    Le sanzioni limitano le importazioni di benzina, costringendo i venezuelani ad aspettare in file monumentali fuori dai distributori di benzina. Molti cittadini considerano la carenza come un'amara indegnità in un paese OPEC che ha, secondo alcune misure, le più grandi riserve di greggio del mondo.

    La filiera della cosiddetta “benzina artigianale” inizia in giacimenti petroliferi come La Concepción, nello stato occidentale di Zulia, che 15 anni fa produceva più di 12.000 barili di petrolio greggio leggero di alto valore.

    Il giacimento è rimasto inattivo per due anni a causa del deterioramento di PDVSA, che una volta era una delle prime 10 compagnie petrolifere al mondo per produzione di greggio e un importante esportatore.

    - Attività impegnative -

    Piccoli tubi ora sporgono dai fori praticati nei tubi che sono stati costruiti per trasportare il greggio da La Concepción ai serbatoi di stoccaggio e agli impianti di esportazione.

    I tubi trasportano il petrolio a raffinerie rudimentali in una città vicina, secondo Danny, un operaio della PDVSA che ha chiesto di essere identificato solo con il suo nome.

    I dipendenti della PDVSA, che guadagnano solo pochi dollari al mese, accettano piccole tangenti per chiudere un occhio sul furto, ha detto Danny.

    Le forze di sicurezza difficilmente si preoccupano di proteggere le strutture inattive, un modello che si ripete in tutto il Venezuela, dove il furto di attrezzature dai giacimenti petroliferi è diventato comune durante i sei anni di collasso economico del paese.

    "Ovviamente le persone stanno rubando il petrolio, che è la loro unica ricchezza per risolvere i loro problemi", ha detto Danny.

    Un ex dirigente dell'azienda ha stimato che vengono rubati meno di 1.000 barili al giorno di greggio, meno dell'1% della produzione totale.

    La compagnia petrolifera statale cerca da mesi di riparare raffinerie in cattive condizioni per mancanza di fondi per la manutenzione e per l'acquisto di pezzi di ricambio. Gli sforzi sono stati afflitti da fuoriuscite di petrolio, fughe di gas e incendi che hanno ferito i lavoratori.

  8. #538

    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    1,874
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    1147 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da Esselle Visualizza Messaggio
    ... ma allora mi vuoi davvero male ... ... ma chi lo vuole altro lavoro... già papino mi ha zavorrato con altre cose... io voglio fare il michelasso.....

    Che significa?
    1) Lavori nello studio legale di tuo padre?
    2) tuo padre è un tuo cliente e ti porta molte cause?

  9. #539
    L'avatar di Aran2
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Messaggi
    5,120
    Mentioned
    34 Post(s)
    Quoted
    2247 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Un buon week end do babbi'u a tutti .............Si......................... Va.....................A................ .....100........................... longhi e curti!

  10. #540
    L'avatar di lovebond
    Data Registrazione
    Feb 2016
    Messaggi
    2,438
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    2093 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da Aran2 Visualizza Messaggio
    Un buon week end do babbi'u a tutti .............Si......................... Va.....................A................ .....100........................... longhi e curti!
    Io so solo che andiamo a 100

Accedi