Vivere di rendita, posso (Vol. XXVII)? - Pagina 57
Elezioni Usa e volatilità Wall Street: lo scenario che potrebbe portare a un novembre caotico
L?attenzione dei mercati nell’ultima settimana si è iniziata a spostare alle elezioni statunitensi. Il 3 novembre non è ancora alle porte, ma c’è chi come gli operatori in derivati che …
Posizioni nette corte: Saipem capolista degli short di Piazza Affari, subito dietro Maire e Bper
Dall?ultimo aggiornamento disponibile di Consob sulle posizioni nette corte (PNC) si apprende che il titolo più shortato a Piazza Affari è Saipem con 6 posizioni short aperte per una quota pari al …
Piazza Affari archivia una settimana buia: sul Ftse Mib agli inferi Unicredit, Bper ed ENI
Piazza Affari manda in archivio una settimana incolore e anche l?ultima seduta si conclude con segno meno. L’indice Ftse Mib ha chiuso con un calo dell?1,09% a 19.524 punti in …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #561
    L'avatar di bigmad
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Messaggi
    27,520
    Mentioned
    177 Post(s)
    Quoted
    8764 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da caleidoscopio Visualizza Messaggio
    Mah, tra piscina e palestra, Sky e Netflix, Bigmad ha capito bene che meglio magnare ora che hai i denti che mai più
    Se proprio dovesse andare tutto male, via tutti questi sfizi, una casa di proprietà ce l'ha, non rischia di finire sotto un ponte, e una spesa alimentare mensile per 4 persone se la può permettere anche con stipendio o pensione dimezzati.
    Anche questo però... milioni di persone vanno in palestra, e guardano sky e netflix, ma se lo faccio io è solo sperpero inutile.
    Mi sembra una situazione simile a quella che tante volte mi è capitata quando gli amici, che mi vedono in sovrappeso mi chiedono:
    "ma tu che hai mangiato a pranzo?"
    "Un tramezzino!"
    "ah... lo vedi? E grazie al piffero che sei grasso... pane, maionese, intrugli... tu non dimagrirai mai!"

    Stessa situazione con medesima domanda rivolta a uno magro:
    "Ma tu che hai mangiato a pranzo?"
    "Un tramezzino!"
    "Ah... ecco perchè sei così magro... solo un tramezzino, per forza che non prendi mai un etto!"

    E' il film della mia vita!

  2. #562
    L'avatar di Nemor
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    22,230
    Mentioned
    87 Post(s)
    Quoted
    10317 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da gekkozzz72 Visualizza Messaggio
    Buongiorno carissimo Nemor, proprio qui di aspettavo...

    1)hai mai avuto la curiosita' intellettuale di fare il confronto tra i rendimenti del tuo fondo pensione e quelli di un portafogli lazy costituito da etf con la medesima proporzionalita' di asset allocation? sei proprio certo che il fondo pensione "renda"di piu' nonostante gli indubbi vantaggi fiscali? uno dei miei prossimi post avra' ad oggetto" confronto rendimenti fondo pensione e portafoglio etf lazy " al fine di arricchire gli strumenti di analisi e di confronto per il raggiungimento dell'obiettivo "vivere di rendita";
    Ciao @gekkozzz72, in realta' mi sono interessato poco o nulla, principalmente perche' credo che per riuscire a capire veramente cosa si sta facendo, bisognerebbe studiare parecchio e su vari aspetti, economici ( macro ed aziendali ), psicologici e tanto altro. Io ho capito molto tempo fa che sono dal dito "prude", se qualcosa sale o scende in fretta, sono portato a smobilizzare il prima possibile.. E' uno dei motivi che mi portano anche ad investire in qualcosa che non puoi liquidare con un click dall'oggi al domani e devo essere sincero, questa strategia al momento mi ha solo dato soddisfazioni.. Ecco anche uno dei motivi delle case e del FP, tutti investimenti a lungo/lunghissimo termine

    2) un altra cosa,corollario del primo puntoarli sempre di questa rita: che la rendita per 10 anni te la dia il fondo pensione o te la crei tu ,prima di avere la pensione inps, che differenza sostanziale fa? perche' ti fissi con sta Rita? te li gestisci tu i soldi e te li consumi quando vuoi, senza aspettare che una terza parte te li centellini in 10 anni!
    Questo un po' si lega al punto precedente, ma come ho scritto piu' volte, la RITA e' equiparata ad una rendita pensionistica vera a propria.. Stai sicuro che prima di mettere mano a quello ( in caso di estremo bisogno da parte del paese ) metteranno mano a tanto altro..E' importante anche l'aspetto psicologico come dicevo, facessi da me, avendo tutto il capitale a disposizione, sono sicuro che sforerei, sarebbe un grave errore

  3. #563
    L'avatar di Benjamin_Malaussène
    Data Registrazione
    Aug 2019
    Messaggi
    1,651
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1364 Post(s)
    Potenza rep
    42554157
    Citazione Originariamente Scritto da caleidoscopio Visualizza Messaggio
    Mah, tra piscina e palestra, Sky e Netflix, Bigmad ha capito bene che meglio magnare ora che hai i denti che mai più
    Se proprio dovesse andare tutto male, via tutti questi sfizi, una casa di proprietà ce l'ha, non rischia di finire sotto un ponte, e una spesa alimentare mensile per 4 persone se la può permettere anche con stipendio o pensione dimezzati.
    Si, ma non si capisce perché dover fare il moralista sulle famiglie che sostengono economicamente i figli.


    Citazione Originariamente Scritto da bigmad Visualizza Messaggio
    Secondo me hai qualche ragione e sbagliano Benjamin e Alfa quantomeno "a non meravigliarsi". Tuttavia vale sempre il principio che ciascuno si regola come gli pare in casa sua.
    Quello che invece a me non va giù è quella di essere "assimilato" in questa cosiddetta società signorile di massa: va bene, ho avuto una casa in regalo e la possibilità di studiare rimanendo a casa fino a 30 anni (senza stipendio)... ma nella mia famiglia si è sempre tirata la cinghia. E a tutt'oggi l'unico "regalo" tangibile da parte dei miei, oltre a tenere le figlie ogni tanto, sono 10000 euro (a seguito della vendita di un immobile per 100mila euro) che ho utilizzato NON per le vacanze o per un SUV, ma per rifare persiane e finestre a casa.
    Ben altri personaggi sono da assimilare ai "benestanti" 80enni che descrivono Alfa e Benjamin. Magari ex piccoli imprenditori, commercianti, professionisti: gente veramente con conti correnti carichi (ben oltre il milione di euro) e con svariate unità immobiliari a reddito o da regalare al figlio. La mia famiglia sta in una, forse 2 fasce più in basso quanto a patrimoni famigliari disponibili
    Big, da parte mia, nessun giudizio negativo, anzi per quel che vedo nel forum ti stimo come una persona che fa mille sacrifici per permettere le condizioni migliori alla propria famiglia.

    Il colmo di questo thread, e mi soprende doverlo dire io che dispongo solo di reddito da lavoro, è che a volte la gente si senta in dovere di fare a gara a giustificare le proprie uscite ("io ho sempre tirato la cinghia", "i figli vanno mantenuti solo fino agli studi").

    Va riconosciuto che la società attuale si mantiene sui consumi, e gli stipendi oggi non sono sufficienti a sostenere tali consumi. Non capisco perché quindi meravigliarsi che la gente vive dei patrimoni (soprattutto in un thread dove l'obiettivo dei partecipanti è arrivare a vivere delle rendite di un patrimonio).

  4. #564
    L'avatar di alfa71
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Messaggi
    6,651
    Mentioned
    52 Post(s)
    Quoted
    4273 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da bigmad Visualizza Messaggio
    Io non so dire se l'italia degli anni 70/80 (che io peraltro non rimpiango perchè non sono mai stato né democristiano, né socialista e non ho mai partecipato alla "spartizione" della torta attraverso assunzioni facili, licenze facili, pensioni facili, ecc... come invece hanno fatto altri), sia stata uno stato "venezuelano"... certamente è lo stato in cui hai vissuto anche tu e in cui i tuoi genitori hanno costruito il capitale che oggi ti stai godendo. Quindi, in genere bisognerebbe ricordare che è quantomeno maleducazione "sputare nel piatto in cui si mangia (o si è mangiato)"
    Però adesso vediamo un pò di finirla con questa patetica accusa di scarso patriottismo e di ingratitudine che viene rivolta a quelli come me i quali mettono in evidenza le innegabili magagne del paese e le sue inefficienze ormai insostenibili , come ad esempio la tua mamma ed i tuoi amici ex-statali diventati tutti baby-pensionati o come te stesso che in un certo modo li vuoi emulare dichiarando perentoriamente che tu sei disposto ad andare in pensione omassimo a 64 anni fregandotene di cosa lascerai alle tue figlie. Capisco che intimamente sei forse tentato di votare per Salvini (quota100...che poi magari diventa 40) ma la cosa che ti trattiene dal farlo è (giustamente) il ricordo di quando lui andava in giro con le magliette "Padania is not Italy" e sputava sulla bandiera tricolore.

    I privilegi del passato, dei quali tutti abbiamo beneficato chi più chi meno, non possono replicarsi all'infinito poichè oggi tali privilegi ormai insostenibili rischiano di distruggere il paese. Quindi io non sto affatto sputando con maleducazione nel piatto in cui mangio ma sto cercando solo di fare capire che in futuro dovremo accontentarci che nel piatto ci siano quantità di cibo inferiori rispetto al passato se non vogliamo che alla fine non rimanga più nessun piatto nel quale mangiare. Tutto questo sto cercando di farlo capire agli ingordi come te che vorrebbero continuare ad abbuffarsi come in passato senza rendersi conto delle conseguenze drammatiche

  5. #565
    L'avatar di bigmad
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Messaggi
    27,520
    Mentioned
    177 Post(s)
    Quoted
    8764 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da Benjamin_Malaussène Visualizza Messaggio
    In media, se vuoi che tuo figlio abbia un'auto , possa provare a lavorare in una multi-nazionale o prepararsi per un concorso pubblico, e faccia una vacanza all'anno, devi sussidiarlo.

    Senza i sussidi, a parte mosche bianche, i figli non acquisterebbero casa, non andrebbero in vacanza, non avrebbero un mezzo privato e non metterebbero su famiglia (e l'economia consumista/capitalista in cui viviamo starebbe ancora peggio di ora).

    Tutto il resto è come quei boomer che "io ai miei tempi mi sono fatto da solo andando a servire pizze mentre mi pagavo gli studi".

    Non voglio farne un discorso di giusto o sbagliato, solo vorrei ragionare sul fatto che la situazione è questa (e sulla base di tale situazione si regge una società dei consumi), e mettersi bende davanti agli occhi non cambia la situazione.
    Io sono stato a casa fino a 30 anni. fino a 27 ho studiato e dopo i 29 ho iniziato a percepire uno stipendio. Sono fidanzato da quando avevo 22 anni (Aprile 1986), quando, dopo l'anno e mezzo in Marina avevo come unici risparmi circa 10 milioni di lire, derivati dagli stipendi da "sergente" (i diplomati in marina dopo 10 mesi venivano promossi sergenti e percepivano uno stipendio di 900mila lire al mese) e da qualche lavoretto estivo fatto prima del militare, soldi che poi avevo investito acquistando azioni "generali" e che grazie a questo si erano raddoppiati in pochi mesi arrivando appunto ad una decina di milioni di lire.
    Quei soldi mi sono bastati per pagarmi sfizi e vacanze fino al matrimonio, avvenuto a quasi 31 anni.
    Le mie vacanze ancora me le ricordo anno per anno:
    Prima del 1986 3 campeggi "sponsorizzati ovviamente dai miei genitori + casa in Abruzzo
    1986, la primissima insieme alla fidanzata oggi mia moglie, in campeggio a Peschici 1 settimana, dentro a una tenda canadese che aveva comprato mio zio negli anni 60 a Porta portese.
    1987 niente solo casa in Abruzzo
    1988 Londra una settimana
    1989 Bormio 1 settimana in appartamento + casa in Abruzzo
    1989 Austria 2 settimane in albergo
    1990 Cervinia 1 settimana in appartamento + casa in abruzzo
    1991 Tunisia 2 settimane in villaggio
    1992 niente
    1993 niente
    1994 matrimonio
    Dal 1986 in poi le mie vacanze me le sono pagate da solo grazie allo stipendio da marinaio.
    Per gli sfizi, che poi si riassumono in 1 o 2 pizze al massimo ogni mese con la fidanzata (mai aperitivi, mai discoteche, mai shopping, quasi mai cinema, ecc...), un po' ho attinto sempre ai miei risparmi e un po' li ho chiesti a mamma e papà: non avevo una paghetta e dunque quando succedeva ricorreva sempre il: "mamma, stasera dovrei andare a mangiare la pizza (piuttosto che a giocare a calcetto con gli amici), mi dai 30mila lire per favore?" E mamma mi dava 30mila lire...
    Quando mi sono sposato mi hanno dato le chiavi di casa.

  6. #566
    L'avatar di Benjamin_Malaussène
    Data Registrazione
    Aug 2019
    Messaggi
    1,651
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1364 Post(s)
    Potenza rep
    42554157
    Citazione Originariamente Scritto da bigmad Visualizza Messaggio
    Io sono stato a casa fino a 30 anni. fino a 27 ho studiato e dopo i 29 ho iniziato a percepire uno stipendio. Sono fidanzato da quando avevo 22 anni (Aprile 1986), quando, dopo l'anno e mezzo in Marina avevo come unici risparmi circa 10 milioni di lire, derivati dagli stipendi da "sergente" (i diplomati in marina dopo 10 mesi venivano promossi sergenti e percepivano uno stipendio di 900mila lire al mese) e da qualche lavoretto estivo fatto prima del militare, soldi che poi avevo investito acquistando azioni "generali" e che grazie a questo si erano raddoppiati in pochi mesi arrivando appunto ad una decina di milioni di lire.
    Quei soldi mi sono bastati per pagarmi sfizi e vacanze fino al matrimonio, avvenuto a quasi 31 anni.
    Le mie vacanze ancora me le ricordo anno per anno:
    Prima del 1986 3 campeggi "sponsorizzati ovviamente dai miei genitori + casa in Abruzzo
    1986, la primissima insieme alla fidanzata oggi mia moglie, in campeggio a Peschici 1 settimana, dentro a una tenda canadese che aveva comprato mio zio negli anni 60 a Porta portese.
    1987 niente solo casa in Abruzzo
    1988 Londra una settimana
    1989 Bormio 1 settimana in appartamento + casa in Abruzzo
    1989 Austria 2 settimane in albergo
    1990 Cervinia 1 settimana in appartamento + casa in abruzzo
    1991 Tunisia 2 settimane in villaggio
    1992 niente
    1993 niente
    1994 matrimonio
    Dal 1986 in poi le mie vacanze me le sono pagate da solo grazie allo stipendio da marinaio.
    Per gli sfizi, che poi si riassumono in 1 o 2 pizze al massimo ogni mese con la fidanzata (mai aperitivi, mai discoteche, mai shopping, quasi mai cinema, ecc...), un po' ho attinto sempre ai miei risparmi e un po' li ho chiesti a mamma e papà: non avevo una paghetta e dunque quando succedeva ricorreva sempre il: "mamma, stasera dovrei andare a mangiare la pizza (piuttosto che a giocare a calcetto con gli amici), mi dai 30mila lire per favore?" E mamma mi dava 30mila lire...
    Quando mi sono sposato mi hanno dato le chiavi di casa.
    Appunto
    - sei stato mantenuto in casa fino a 29 anni (con sfizi correlati)
    - hai avuto X milioni dallo stato senza produrre nessun ritorno economico (quindi a debito)
    - hai beneficiato di un periodo di crescita dell'economia italiana (crescita fino a 10milioni di Generali) sostenuta da spesa pubblica
    - hai ricevuto in usufrutto una casa a Ostia (valore attuale 250k?) a 31 anni
    - hai iniziato a lavorare in un'epoca (anni 80) in cui le possibilità di ascesa sociale erano infinitamente maggiori rispetto ad oggi

    Nota bene: non c'è nulla di male.
    I figli vengono aiutati dai genitori, ma non capisco perché scandalizzarsene o voler minimizzare l'importanza che la provenienza sociale della famiglia di origine ha nella propria vita.

    Se io avessi soldi che non uso, un buon tenore di vita ed un figlio che guadagna 1200/mese... cosa ci sarebbe di male nel condividere parte del patrimonio per fargli avere un tenore di vita più alto di quello consentito dal suo stipendio (o per fargli iniziare da giovane un piano di risparmio)?

  7. #567

    Data Registrazione
    Feb 2018
    Messaggi
    170
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    151 Post(s)
    Potenza rep
    16218751
    Citazione Originariamente Scritto da bigmad Visualizza Messaggio
    Anche questo però... milioni di persone vanno in palestra, e guardano sky e netflix, ma se lo faccio io è solo sperpero inutile.
    Mi sembra una situazione simile a quella che tante volte mi è capitata quando gli amici, che mi vedono in sovrappeso mi chiedono:
    "ma tu che hai mangiato a pranzo?"
    "Un tramezzino!"
    "ah... lo vedi? E grazie al piffero che sei grasso... pane, maionese, intrugli... tu non dimagrirai mai!"

    Stessa situazione con medesima domanda rivolta a uno magro:
    "Ma tu che hai mangiato a pranzo?"
    "Un tramezzino!"
    "Ah... ecco perchè sei così magro... solo un tramezzino, per forza che non prendi mai un etto!"

    E' il film della mia vita!
    Ma no, il tuo non è uno sperpero inutile, anzi, ben vengano coloro i quali fanno girare l'economia

  8. #568
    L'avatar di alfa71
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Messaggi
    6,651
    Mentioned
    52 Post(s)
    Quoted
    4273 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da bigmad Visualizza Messaggio
    Io sono stato a casa fino a 30 anni. fino a 27 ho studiato e dopo i 29 ho iniziato a percepire uno stipendio. Sono fidanzato da quando avevo 22 anni (Aprile 1986), quando, dopo l'anno e mezzo in Marina avevo come unici risparmi circa 10 milioni di lire, derivati dagli stipendi da "sergente" (i diplomati in marina dopo 10 mesi venivano promossi sergenti e percepivano uno stipendio di 900mila lire al mese) e da qualche lavoretto estivo fatto prima del militare, soldi che poi avevo investito acquistando azioni "generali" e che grazie a questo si erano raddoppiati in pochi mesi arrivando appunto ad una decina di milioni di lire.
    Quei soldi mi sono bastati per pagarmi sfizi e vacanze fino al matrimonio, avvenuto a quasi 31 anni.
    Le mie vacanze ancora me le ricordo anno per anno:
    Prima del 1986 3 campeggi "sponsorizzati ovviamente dai miei genitori + casa in Abruzzo
    1986, la primissima insieme alla fidanzata oggi mia moglie, in campeggio a Peschici 1 settimana, dentro a una tenda canadese che aveva comprato mio zio negli anni 60 a Porta portese.
    1987 niente solo casa in Abruzzo
    1988 Londra una settimana
    1989 Bormio 1 settimana in appartamento + casa in Abruzzo
    1989 Austria 2 settimane in albergo
    1990 Cervinia 1 settimana in appartamento + casa in abruzzo
    1991 Tunisia 2 settimane in villaggio
    1992 niente
    1993 niente
    1994 matrimonio
    Dal 1986 in poi le mie vacanze me le sono pagate da solo grazie allo stipendio da marinaio.
    Per gli sfizi, che poi si riassumono in 1 o 2 pizze al massimo ogni mese con la fidanzata (mai aperitivi, mai discoteche, mai shopping, quasi mai cinema, ecc...), un po' ho attinto sempre ai miei risparmi e un po' li ho chiesti a mamma e papà: non avevo una paghetta e dunque quando succedeva ricorreva sempre il: "mamma, stasera dovrei andare a mangiare la pizza (piuttosto che a giocare a calcetto con gli amici), mi dai 30mila lire per favore?" E mamma mi dava 30mila lire...
    Quando mi sono sposato mi hanno dato le chiavi di casa.
    preparati perchè il tabellino di marcia dei prossimi anni del tuo tenore di vita potrebbe subire sensibili peggioramenti rispetto allo storico

  9. #569
    L'avatar di bigmad
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Messaggi
    27,520
    Mentioned
    177 Post(s)
    Quoted
    8764 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da Benjamin_Malaussène Visualizza Messaggio
    Appunto
    - sei stato mantenuto in casa fino a 29 anni (con sfizi correlati)
    - hai avuto X milioni dallo stato senza produrre nessun ritorno economico (quindi a debito)
    - hai beneficiato di un periodo di crescita dell'economia italiana (crescita fino a 10milioni di Generali) sostenuta da spesa pubblica
    - hai ricevuto in usufrutto una casa a Ostia (valore attuale 250k?) a 31 anni
    - hai iniziato a lavorare in un'epoca (anni 80) in cui le possibilità di ascesa sociale erano infinitamente maggiori rispetto ad oggi

    Nota bene: non c'è nulla di male.
    I figli vengono aiutati dai genitori, ma non capisco perché scandalizzarsene o voler minimizzare l'importanza che la provenienza sociale della famiglia di origine ha nella propria vita.

    Se io avessi soldi che non uso, un buon tenore di vita ed un figlio che guadagna 1200/mese... cosa ci sarebbe di male nel condividere parte del patrimonio per fargli avere un tenore di vita più alto di quello consentito dal suo stipendio (o per fargli iniziare da giovane un piano di risparmio)?
    ok... solo che ho iniziato a lavorare nel 1993 e non negli ani 80, ahimè. Se non avessi fatto l'università e avessi iniziato nell'83, per esempio... con 37 anni di contributi e a 5 anni dalla pensione, mi sarei sentito meglio...
    E' un problema di educazione, secondo me. Certo che non c'è da scandalizzarsi dell'aiuto dei genitori e io addirittura lo allargo pure ai parenti (tipo mia cugina che dalle zie "zitelle" ha ricevuto buona parte dei soldi per comprare casa), però un conto è versare come ho fatto io quando è nata mia figlia, 1200 euro all'anno su un fondo per creare un gruzzolo per il figlio o comprare una casa perchè, prima o poi il figlio ne avrà bisogno, o mantenere il figlio agli studi fino a che non trova lavoro e anche oltre per consentirgli di risparmiare il più possibile, altro è mettergli in mano soldi in più oltre allo stipendio per fare non si sa bene cosa.
    Ora... sicuramente volumista ha la testa sulle spalle... mio cugino con quei soldi ci si sarebbe comprato 3 moto e li avrebbe usati per fare baldoria con gli amici.

  10. #570

    Data Registrazione
    Feb 2006
    Messaggi
    6,803
    Mentioned
    27 Post(s)
    Quoted
    4488 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da Toptrader1970 Visualizza Messaggio
    Infatti non abbismo ancora aperto tutto........ Ci sono limiti importanti per ristoranti, le discoteche sono chiuse, 3 mln di dipendenti pubblici sono in sw, molte azi
    ende private hanno ancora tanto personale con orario ridotto....
    meno male per le mie entrate che la gente e anche gli stranieri sono più risoluti di certe astrusità e di certe fobie che molte persone hanno...nella realtà i limiti di distanziamento per ristornati e discoteche (che per esempio nella mia regione sono già aperte da qualche settimana), o semplicemente nella realtà quotidiana non sono stringenti o maniacali come le normative vorrebbero, eppure guarda un po' in Italia i nuovi positivi sono risibili, in TI NON ci va più nessuno da settimane, i casi sono tutti o quasi su asintomatici. Ripeto crociate contro 100 persone sui Navigli e a Napoli c'erano migliaia e migliaia di persone assembrate...ma guarda un po' passano i giorni e Napoli non diventa un focolaio.

    Ma tranquilli, dopodomani il preliminare dell'Istat (e quello ufficiale potrebbe pure essere peggio come già successo per il I trim.) riporterà alla realtà molti...e spero porti un po' IN TOPIC questo 3D

    sui dipendenti dell PA in smart w. stendiamo un velo pietoso....
    Ultima modifica di mgzr160; 29-07-20 alle 13:18

Accedi