Vivere di rendita, posso (Vol. XIX)? - Pagina 48
Analisi stagionalità non lascia dubbi: concentrarsi su Piazza Affari grave errore. Nasdaq e S&P 500 rulli compressori
Riprendiamo l?analisi recentemente pubblicata sulla stagionalità degli indici europei per analizzare quella degli indici USA (S&P 500 e Nasdaq 100) e tirare le fila del discorso. Il risultato dell?analisi dell?Ufficio …
Tesoretto spread: Bankitalia quantifica l’effetto del calo di 100 pb
Pil in crescita dello 0,9% quest’anno, dello 0,9% nel 2021 e in lieve e ulteriore accelerazione nel 2022 all'1,1 per cento. Così La Banca d'Italia nel suo ultimo Bollettino in …
Posizioni nette corte: si aggiungono due shortisti su Ubi Banca, ingresso di Fincantieri
Dall?aggiornamento di oggi di Consob sulle posizioni nette corte (PNC) si apprende che il titolo più shortato a Piazza Affari è UBI Banca con 8 posizioni short aperte per una …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #471
    L'avatar di Mason Ohio
    Data Registrazione
    Jan 2019
    Messaggi
    81
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    86 Post(s)
    Potenza rep
    12408358
    Citazione Originariamente Scritto da re-rosso Visualizza Messaggio
    Il riferimento agli 82/93 l'ho inteso in maniera diversa. Io posso solo dire come ragiono io. Ripeto che risparmiare (l'italiana sparagninità o l'americana disciplina ferrea sul risparmio), investire (miscelando l'americana fiducia nell'azionario con l'italiana propensione all'introito da cedole) ed essere previdenti (qualche calcolo/simulazione) possono coesistere. Sul pensare che il capitale possa aumentare perchè ho fiducia che il mercato possa salire come da media storica è sempre successo mi sta bene ma dipende dalle proprie necessità: se ho eredi mi sta bene, se non li ho perchè non dovrei sfruttare appieno i rendimenti e dover limitare il mio tenore di vita per diventare il più ricco del cimitero e questo aspetto mi sembra essere più a stelle e strisce che tricolore. Comunque ho capito cosa vuoi dire e non voglio annoiare anche perchè sono essendo discorsi generalisti poco servono.
    Anch'io ho capito cosa vuoi dire e sono assolutamente d'accordo con te sul fatto che i due approcci possano coesistere.
    Pero' dai, e' bello porsi l'obiettivo di essere il piu' ricco del cimitero. Non fraintendermi, non aspiro ad una tomba stile Ramses II. Credo solo che, in un senso piu' astratto, sia giusto avere entusiasmo fino all'ultimo. In fondo e' questo che ci tiene vivi. Ho sempre tratto piu' soddisfazione dalla riuscita degli investimenti che non dallo spenderne i proventi, che poi e' una parafrasi del detto tanto caro a mio suocero "meglio sapere di potere spendere che spendere".
    A ben vedere, anche se non si hanno eredi esistono altri modi nobili per tramandare quello che si e' creato, diventando cosi' in modo spirituale la persona piu' ricca del cimitero.

  2. #472

    Data Registrazione
    Sep 2019
    Messaggi
    236
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    103 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Mason Ohio Visualizza Messaggio
    Anch'io ho capito cosa vuoi dire e sono assolutamente d'accordo con te sul fatto che i due approcci possano coesistere.
    Pero' dai, e' bello porsi l'obiettivo di essere il piu' ricco del cimitero. Non fraintendermi, non aspiro ad una tomba stile Ramses II. Credo solo che, in un senso piu' astratto, sia giusto avere entusiasmo fino all'ultimo. In fondo e' questo che ci tiene vivi. Ho sempre tratto piu' soddisfazione dalla riuscita degli investimenti che non dallo spenderne i proventi, che poi e' una parafrasi del detto tanto caro a mio suocero "meglio sapere di potere spendere che spendere".
    A ben vedere, anche se non si hanno eredi esistono altri modi nobili per tramandare quello che si e' creato, diventando cosi' in modo spirituale la persona piu' ricca del cimitero.
    E' razionale prendersi più rischio di quanto serva?

  3. #473

    Data Registrazione
    Sep 2019
    Messaggi
    236
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    103 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Another problem with p(ruin) is that it is based on a very limited sample of historical equity returns. Robert Shiller has reconstructed equity returns back to 1871, providing a little less than 150 years of data but this historical data contains very few unique long-term sequences of returns of 30 years or more that we need for retirement studies. We simply don't have enough data to draw statistically significant conclusions about the future probability of ruin. Many argue that only the more recent years of Shiller's historic returns are truly reliable.
    "Solo" 150 rendimenti annuali, in diverse decadi, e lo scenario si evolve in continuazione con globalizzazione, finanziarizzazione, cryptocurrency, tassi negativi ecc.

    The point of our ability or inability to intuitively understand probabilities is that many people will round a 5% chance of ruin to zero and feel perfectly safe, while others (like me) will feel that a 1-in-20 chance of ending up destitute in their dotage is completely unacceptable. In either case, p(ruin) is frequently problematic because of our inability to intuit it.
    Anche per me.

    Lastly, probability of ruin is a number that we intentionally try to make as small as practical. It's a measure of "tail risk", or the area of low-probability outcomes of a model. Nassim Taleb, in testimony before Congress no less[6], stated that "the more remote the event, the less we can predict it." Taleb goes on to say, "Financial risks, particularly those known as Black Swan events cannot be measured in any possible quantitative and predictive manner; they can only be dealt with non-predictive ways." But, predicting unlikely events is precisely what p(ruin) purports to do.
    The safety-first strategy is to assume that portfolio failure is a (perhaps) small — Taleb would say unquantifiable — probability of an unacceptable outcome. It deals with the risk of portfolio depletion "in non-predictive ways." The retiree is encouraged to plan for an acceptable standard-of-living in the event of that outcome without having to roll the dice and simply hope the future looks a lot like the past.
    The Retirement Cafe: The Prevalent but Problematic Probability of Ruin

  4. #474
    L'avatar di Antoniano2
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Messaggi
    16,717
    Mentioned
    27 Post(s)
    Quoted
    10647 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Citazione Originariamente Scritto da YiB Visualizza Messaggio
    E' razionale prendersi più rischio di quanto serva?
    Quanto ne serve?

  5. #475
    L'avatar di Antoniano2
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Messaggi
    16,717
    Mentioned
    27 Post(s)
    Quoted
    10647 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Citazione Originariamente Scritto da mgzr160 Visualizza Messaggio
    Il problema che di scontato nella vita c'è solo la morte...diciamo che loro ci provano, poi nella mentalità americana il ricominciare da zero anche in tarda età o il fallimento sono situazione che vengono viste e vissute con un atteggiamento personale e sociale molto diverso che da noi, quindi hanno più la propensione ad azzardare.
    Qui invece si passa la vita a prendersela col nemico esterno. Gran vita

  6. #476
    L'avatar di Antoniano2
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Messaggi
    16,717
    Mentioned
    27 Post(s)
    Quoted
    10647 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Citazione Originariamente Scritto da FraFra85 Visualizza Messaggio
    I trading systems hanno diversi problemi:
    1- a posteriori è facile fare milioni di back test e vedere quali modelli hanno funzionano e quali no. Però se in futuro non si ripeteranno le stesse condizioni si potrebbe fare parecchio peggio dell’indice.
    2- io ho testato personalmente 3 modelli con una piccola parte del capitale e scordatevi i risultati di portafoglio visualizer. Quando il segnale ti fa vendere devi pagarci il 26% (tralascio le commissioni). In più quando ti fa vendere in perdita generi minusvalenze non compensabili con etf.
    Se tu compri a 100 e a 200 vendi perché un falso segnale ti fa vendere per una flessione del mercato e ti fa di nuovo rientrare a 200. Hai comunque perso 26 punti per le tasse mentre con buy&hold no.
    3- I trading systems funzionano bene in mercati con trend definiti come sp500 provatelo su mercati volatili tipo gli emergenti, non funzionano.
    4- funzionano bene quando ci sono bear markets profondi perché il TS ti fa uscire prima ma funzionano male sui mercati toro o volatili,
    5- mentre sui fuori ti perdi i dividendi.

    Io soprattutto per il punto 1 lascerei perdere.
    1. 50xanni di backtest bastano per dire che le settimane sono di 7 giorni?
    2. Contando tasse ma non le transazioni sia Spy che swda segnano 5-6 punti netti opra il buy and hold con il KISS mensile. 50 anni di dati per swda, 175 per Spy. Bastano? Resti dentro il 75% del tempo e fai 1,7 qualcosa operazioni l'anno (entrata uscita). Negli ultimi decenni la strategia si avvicina sempre più al buy and hold. Più movimentati i decenni precedenti
    3. Funzionano in tutti i mercati che ho testato
    4. Funzionano sempre nel lungo periodo
    5. Conta il total return in 30 anni

  7. #477

    Data Registrazione
    Apr 2019
    Messaggi
    230
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    243 Post(s)
    Potenza rep
    3858976
    Citazione Originariamente Scritto da Mason Ohio Visualizza Messaggio
    Ogni giorno nel tragitto casa-lavoro ascolto il podcast "FIRE drill" sull'early retirement. Molte puntate sono incentrate sulla storia di qualcuno che ce l'ha fatta a ritirarsi giovane e ad iniziare la vita di rendita.

    Ovviamente e' un prodotto americano e quindi si dira' che per loro e' piu' facile, che hanno condizioni diverse, che appena l'S&P500 storna torneranno tutti al lavoro con la coda fra le gambe ecc...

    Ma quello che mi colpisce e' la semplicita' e l'ottimismo di chi ha intrapreso questo percorso. Nient'altro che disciplina ferrea sul risparmio per un tot di anni, fiducia incondizionata nell'azionario e abbandono del lavoro appena si arriva ad avere il famoso patrimonio pari a 25 volte la spesa annuale. Per molti tutto questo si traduce nel ritiro prima dei 40 anni con cifre non spaziali, 500K o poco piu'.

    Non posso fare a meno di notare le differenze abissali con l'approccio sparagnino di noi italiani. Qui in nome della ricerca di una sicurezza che nessuno potra' mai darti si concepisce solo l'introito da cedole, ci si avvita su una serie infinita di calcoli e simulazioni, si resta immobili in preda a mille "e se poi crolla questo? e se poi tolgono quello? E Salvini? E Pertini?", si sopprimono sentimenti, si rinuncia ai figli, si resta a vivere coi genitori fino all'eta' in cui si potrebbero avere nipoti, si parcheggiano orgogliosamente i soldi in conti vincolati a cinque anni, li si dividono in tanti conti da 100K per il timore dell'apocalisse, si resta al lavoro fino a 70 anni anche con patrimoni altissimi, si fanno i conti su quanto si puo' erodere il capitale per arrivare a 95 anni, e potrei andare avanti.

    La' si lascia il nido a 19 anni, si cambia stato alla ricerca di un lavoro ben pagato, si risparmia il 75% degli introiti, si investe tutto su uno o due etf azionari, ci si ritira giovanissimi, si vive una vita frugale ma soddisfacente, si gode dell'interesse composto e si vede aumentare il capitale. Nel frattempo si sfornano pizze, si riparano auto, si verniciano case, si viaggia low cost.

    So che si puo' rispondere a questo post con una lunga lista di critiche e obiezioni tecniche, economiche, politiche e sociali. Io pero' volevo solo concentrarmi sulla fiducia. La differenza abissale di ottimismo. Credo che culturalmente, ancestralmente ci manchi tanta fiducia.
    D'accordo su tutta la linea ma è questo welfare paternale che ci ha reso tali di fatto. Ho iniziato a risparmiare e studiare come fruttare gli investimenti a 26 anni e sono stato visto come un mostro qui in Italia. Negli U.S.A. è già tardi interessarsi di ciò e sicuro mi avrebbero detto "ma ci pensi solo adesso?". D'altronde: in un paese dove la sanità è privata e il consumismo è sfrenato, mi sembra lapalissiano che l'attenzione ai soldi diventi maggiore di quanto lo sia stato qui in Italia fino ad oggi. L'interesse da parte mia verso la fnanza è nato da una situazione di incertezza economica: visto che l' El Dorado è finito (quantomeno per le pensioni e parte del welfare) e dopo una grande esperienza formativa mi trovo a casa disoccupato, che mi devo reinventare.
    Laddove avessi trovato un lavoro ben retribuito e con le ulteriori entrate che già possiedo, difficilmente mi sarei approcciato al forum.

    La verità è che il carattere fa tanto, e l'ottimismo americano è una delle (poche) cose che invidio a quel popolo. Qui c'è un pessimismo costante dettato si da condizioni oggettive non facili, ma eccessivamente esposto. Prova ne è il fatto che nel mio piccolo, la situazione economica è decisamente migliorata negli ultimi due anni, di fronte a tasse, imposte e balzelli vari.

  8. #478

    Data Registrazione
    Feb 2006
    Messaggi
    4,077
    Mentioned
    14 Post(s)
    Quoted
    2635 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da Andrluke Visualizza Messaggio
    D'accordo su tutta la linea ma è questo welfare paternale che ci ha reso tali di fatto. Ho iniziato a risparmiare e studiare come fruttare gli investimenti a 26 anni e sono stato visto come un mostro qui in Italia. Negli U.S.A. è già tardi interessarsi di ciò e sicuro mi avrebbero detto "ma ci pensi solo adesso?". D'altronde: in un paese dove la sanità è privata e il consumismo è sfrenato, mi sembra lapalissiano che l'attenzione ai soldi diventi maggiore di quanto lo sia stato qui in Italia fino ad oggi. L'interesse da parte mia verso la fnanza è nato da una situazione di incertezza economica: visto che l' El Dorado è finito (quantomeno per le pensioni e parte del welfare) e dopo una grande esperienza formativa mi trovo a casa disoccupato, che mi devo reinventare.
    Laddove avessi trovato un lavoro ben retribuito e con le ulteriori entrate che già possiedo, difficilmente mi sarei approcciato al forum.

    La verità è che il carattere fa tanto, e l'ottimismo americano è una delle (poche) cose che invidio a quel popolo. Qui c'è un pessimismo costante dettato si da condizioni oggettive non facili, ma eccessivamente esposto. Prova ne è il fatto che nel mio piccolo, la situazione economica è decisamente migliorata negli ultimi due anni, di fronte a tasse, imposte e balzelli vari.
    Quindi dovresti/dovremmo essere tutti felici che l'Eldorado stia finendo visto che ci ha impigriti?!

  9. #479

    Data Registrazione
    Aug 2019
    Messaggi
    433
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    347 Post(s)
    Potenza rep
    6473248
    Citazione Originariamente Scritto da Antoniano2 Visualizza Messaggio
    1. 50xanni di backtest bastano per dire che le settimane sono di 7 giorni?
    2. Contando tasse ma non le transazioni sia Spy che swda segnano 5-6 punti netti opra il buy and hold con il KISS mensile. 50 anni di dati per swda, 175 per Spy. Bastano? Resti dentro il 75% del tempo e fai 1,7 qualcosa operazioni l'anno (entrata uscita). Negli ultimi decenni la strategia si avvicina sempre più al buy and hold. Più movimentati i decenni precedenti
    3. Funzionano in tutti i mercati che ho testato
    4. Funzionano sempre nel lungo periodo
    5. Conta il total return in 30 anni
    Discorso interessante che vorrei approfondire.
    a) che strumenti useresti (SWDA con uscita su AGGH?) e su quale indice prenderesti i segnali?
    b) quale media mobile (200 giorni? 10 mesi? altre?) e con quale frequenza effettueresti i controlli (1 mese? 2 mesi?)?
    c) nei backtest hai contato le tasse, le plusvalenze ed il mancato recupero delle minus le hai considerate? Il cambio USD/EUR?
    d) l'uscita era su cash?
    e) i 5-6 punti di vantaggio su quale periodo li hai ottenuti? annuale!?
    f) quali mercati hai testato?
    g) hai quindi considerato anche i dividendi (presi e mancati)?
    h) quale software/sito hai usato per fare questi backstest?
    Ti faccio queste domande per prendere consapevolezza del metodo che servirà necessariamente se lo dovessi adottare.
    Grazie per la disponibilità
    Ultima modifica di re-rosso; 20-11-19 alle 10:58

  10. #480

    Data Registrazione
    Apr 2019
    Messaggi
    230
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    243 Post(s)
    Potenza rep
    3858976
    Citazione Originariamente Scritto da mgzr160 Visualizza Messaggio
    Quindi dovresti/dovremmo essere tutti felici che l'Eldorado stia finendo visto che ci ha impigriti?!
    Mai detto nulla di ciò. Semplicemente ritengo che a seguito di questa situazione obiettiva due siano gli sviluppi:

    1- gli under 30 (ma facciamo anche under 40), di cui faccio parte, si interessano e si preoccupano maggiormente di argomenti quali finanza personale o entrate di varia natura proprio perchè posti in condizioni non facili. Argomento che le vecchie generazioni hanno iniziato ad affrontare in età più avanzata.

    2-non mi stupisce la mentalità americana dell'arrangiarsi. Di conseguenza, che ci siano esponenti del movimento FIRE a prevalenza americana è un qualcosa di assodato.

    Che l' Italia manchi di spirito di imprenditorialità secondo me è assodato come dato. Ricordo ancora l'esperienza passata (luogo di lavoro impiegatizio): quando dissi che avrei cambiato strada provando a fare una mia attività, mi dettero del pazzo a non tentare il concorso ed entrare nella p.a. dove stai tranquillo e sicuro. Sbagliato come ragionamento? No, diverso. Ma non mi stupisce che davanti ad un'idea di lavoro di questo tipo, lo stato diventi il capro espiatorio di tutti i mali.

Accedi