Bunei Ap20 Eur 1,75 e Oatei Lug20 Eur 2,25
Diasorin ed Hera, le due insospettabili del Ftse Mib con performance da record
Top storici e performance da capogiro per Diasorin ed Hera, entrambe protagoniste oggi a Piazza Affari. Non sono certo tra i titoli più blasonati anche perché sono relativamente nuove per …
Netflix non è più da Oscar a Wall Street, in fumo un terzo del valore in 16 mesi. E minaccia Disney+ fa paura
Netflix risente dell?arrivo di Disney+, la piattaforma di streaming del colosso Walt Disney, che farà concorrenza al colosso dei video online con contenuti nuovi a prezzi più contenuti. Il titolo …
Trading: la competenza trasforma in opportunità le situazioni di stress sui mercati
Conoscere per non temere. “Solo grazie alla conoscenza è possibile assorbire gli urti del mercato senza cedere alla paura, senza compromettere le proprie finanze, ma al contrario sfruttando a proprio …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    43
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    17 Post(s)
    Potenza rep
    9

    Bunei Ap20 Eur 1,75 e Oatei Lug20 Eur 2,25

    Salve a tutti ;
    ho questi 2 titoli di stato DE0001030526 -Bunei Ap20 Eur 1,75 e FR0010050559- Oatei Lug20 Eur 2,25; legati all'inflazione europea con scadenza il prossimo anno .
    Il primo in carico al prezzo medio di 126, 254 ( oggi quota 100,12) ; l'altro 134,078 ( oggi quota 102,706) ; quindi sono in perdita ; ma la cedola non e' male di questi tempi. Secondo voi vale la pena tenerli a scadenza o liquidarli subito ?

    Grazie per i vostri consigli
    A.

  2. #2
    L'avatar di vvv arg gre lib
    Data Registrazione
    Aug 2019
    Messaggi
    21
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    18 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Attento, il prezzo di carico comprende l'inflazione, mentre la quotazione non la comprende, cioè il loro valore attuale reale si ottiene moltiplicando il prezzo (100,12 o 102,706) per un coefficiente che dipende dall'inflazione europea maturata dalla data di emissione del titolo fino ad oggi, quindi in realtà potresti essere anche in guadagno, dipende dal coefficiente stesso.
    La scelta se tenere o vendere prima della scadenza titoli di stato area euro indicizzati all'inflazione poco prima della scadenza stessa deve essere basata prioritariamente su un aspetto poco noto: a scadenza il titolo rimborsa 100, mentre l'inflazione maturata è tassata come una cedola, cioè non può essere utilizzata per compensare eventuali minusvalenze: nel tuo caso al rimborso di DE0001030526 -Bunei Ap20 Eur 1,75 avresti una minusvalenza di 26.254 punti ogni 100 (prezzo di rimborso, trascurando eventuali disaggi relativi al prezzo di emissione) e pagheresti comunque il 12.5% su quanto maturato di inflazione; se invece il titolo è venduto prima della scadenza (per i BTP€i, mi sembra almeno due mesi prima, cioè prima che l'inflazione maturata a scadenza sia fissata definitivamente), l'inflazione maturata si somma al prezzo del titolo e può essere utilizzata per compensare eventuali minusvalenze; nel tuo caso facciamo due ipotesi: se il prezzo attuale comprensivo di inflazione fosse 120, vendendo, si genererebbe una minusvalenza di 6.254 punti (anziché 26.254) e non pagheresti nulla sui circa 20 punti di inflazione maturata dal momento dell'emissione; se il prezzo fosse di 130, invece, pagheresti il 12.5% solo su 130-126.254 = 3.746, invece che su 26.254.
    Spero di essermi spiegato, visto che l'argomento è un poco complesso (oltre che illogico, ma così spiegò l'agenzia delle entrate): riassumendo, visto che - per quanto riguarda titoli di stato area euro indicizzati all'inflazione con scadenza a pochi mesi - vendere ora o tenere fa veramente poca differenza percentuale, a mio personalissimo parere - non professionale, quindi DA VERIFICARE e prendere con somma prudenza e scetticismo - se si vogliono generare minusvalenze bisogna tenere fino a scadenza o poco prima (si paga però il 12.5% su tutta l'inflazione maturata dall'emissione), se invece non si vogliono generare minusvalenze (o generarle in misura nettamente ridotta), evitando di pagare il 12.5% su gran parte dell'inflazione maturata dall'emissione, bisogna vendere con congruo anticipo rispetto alla scadenza (mi pare almeno due mesi, da verificare).
    Riassunto del riassunto: se porti a scadenza, sul c/c prendi meno, ma generi corpose (in %) minusvalenze; se vendi con congruo anticipo, sul c/c prendi di più, ma non generi minusvalenze (o ne generi molte meno).

    Pax et bonum

  3. #3
    L'avatar di vvv arg gre lib
    Data Registrazione
    Aug 2019
    Messaggi
    21
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    18 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Scusa, mi sono dimenticato di specificare che la totale illogicità della tassazione sta nel fatto che mentre l'inflazione maturata al momento dell'acquisto di un titolo indicizzato viene sempre incorporata nel prezzo di carico e lì rimane, la stessa inflazione è considerata cedola supplementare se portata a scadenza (tutta l'inflazione anche quella maturata prima del tuo acquisto), mentre è considerata parte integrante del prezzo del titolo se si vende prima della scadenza (e quindi generatrice di plus- o minusvalenze). Argomento difficile...

    Pax et bonum

  4. #4

    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    43
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    17 Post(s)
    Potenza rep
    9
    Citazione Originariamente Scritto da vvv arg gre lib Visualizza Messaggio
    Scusa, mi sono dimenticato di specificare che la totale illogicità della tassazione sta nel fatto che mentre l'inflazione maturata al momento dell'acquisto di un titolo indicizzato viene sempre incorporata nel prezzo di carico e lì rimane, la stessa inflazione è considerata cedola supplementare se portata a scadenza (tutta l'inflazione anche quella maturata prima del tuo acquisto), mentre è considerata parte integrante del prezzo del titolo se si vende prima della scadenza (e quindi generatrice di plus- o minusvalenze). Argomento difficile...

    Pax et bonum
    Grazie , sapevo anch'io che vendere prima che sia fissata l'inflazione ha dei vantaggi se non si vogliono generare minus ( come nel mio caso ) . Seguiro' il tuo consiglio ; qualcuno conosce le date quando l'inflazione matura e viene applicata ; in modo tale da anticiparla e procedere alla vendita ?

    Grazie
    A10

Accedi