Vivere di rendita, posso (Vol. XVII)? - Pagina 33
ENI: analisti vedono terzo trimestre debole, l?impatto della crescita in Norvegia
Tempi difficili per le oil company, strette fra la perdurante debolezza del prezzo del petrolio e la svolta dell?economia globale verso orizzonti sostenibili. Così, analisti e investitori stanno cominciando a …
Banco Bpm incontenibile in Borsa, tutti i pro e i contro di una fusione con UBI
La possibile fusione tra Banco Bpm e Ubi Banca continua a tenere banco a Piazza Affari. L?unione tra il terzo e quarto gruppo bancario italiano porterebbe alla creazione di un …
Trump minaccia sanzioni potenti contro la Turchia, lira scende ma non affonda. Trader scettici
Così il ministro degli Esteri austriaco Alexander Schallenberg: "E' assurdo pensare a sanzioni per un Paese e allo stesso tempo parlare dell'adesione all'Ue".
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #321

    Data Registrazione
    Apr 2019
    Messaggi
    1,944
    Mentioned
    22 Post(s)
    Quoted
    1239 Post(s)
    Potenza rep
    42949673
    Citazione Originariamente Scritto da Manu1972 Visualizza Messaggio
    per un pic meglio Msci volatility
    per un pac meglio Msci momentum

    tra i due ovviamente...sbaglio?
    Si le esigenze e quindi le domande che giustamente mi fanno sono sempre quelle :

    Chi deve fare pac allora consiglio momentum

    Chi deve fare pic volatility

    Chi ha poche cartucce e deve puntare sull’ottimizzazione dei costi di commissione e fiscali il vanguard.

    Che poi sono sfumature il problema non è scegliere uno dei tre ma tenerselo per i prossimi 10 anni

  2. #322
    L'avatar di Antoniano2
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Messaggi
    16,130
    Mentioned
    23 Post(s)
    Quoted
    10272 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Citazione Originariamente Scritto da wolfbalck Visualizza Messaggio
    Si le esigenze e quindi le domande che giustamente mi fanno sono sempre quelle :

    Chi deve fare pac allora consiglio momentum

    Chi deve fare pic volatility

    Chi ha poche cartucce e deve puntare sull’ottimizzazione dei costi di commissione e fiscali il vanguard.

    Che poi sono sfumature il problema non è scegliere uno dei tre ma tenerselo per i prossimi 10 anni
    io il vanguard a distribuzione l'ho messo nel mirino per il momento di rendita ferme tutte le altre condizioni

  3. #323
    L'avatar di -Volumista-
    Data Registrazione
    Mar 2019
    Messaggi
    142
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    87 Post(s)
    Potenza rep
    6796705
    [QUOTE=luca999it;53177702]queste le performance degli ultimi anni del mio ptf (in dollari)
    non e' che siano meraviglie....pero' nel mio piccolo son soddisfatto di ottenere rendimenti molto vicini a quelli di un B&H 100% azionario con una volatilita' tipica di un 100% obbligazionario a duration media. e questo in anni in cui l'azionario ha fatto decisamente bene (a parte il 2018).
    detto questo....fondamentalmente mi diverto a farlo...almeno per ora


    complimenti, io l'anno scorso ho fatto il 5% e quest'anno sono al 5.5% + 0.5 che arriverà a novembre di dividendi... attualmente circa 4.5% flottante (posizioni aperte)....percentuali di ptf e non del conto completo però..... di $ è piccolo come ptf, lo stò usando più come palestra per quando (spero ) di avere un capitale che ne valga la pena tradarlo e non lasciarlo passivo e anche perchè la mia passione da quando ero bambino è questa...

    attualmente è di circa 12k euro, e i 100k restanti sono fermi in attesa di questo benedetto azionario

  4. #324
    L'avatar di -Volumista-
    Data Registrazione
    Mar 2019
    Messaggi
    142
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    87 Post(s)
    Potenza rep
    6796705
    Citazione Originariamente Scritto da obey Visualizza Messaggio
    Questo commento è significativo. Nel piatto della bilancia devi mettere tempo/rischio/emotività/preoccupazioni e dall'altra un incremento di gain (potenziale non assicurato).

    La bilancia che pesa tali elementi è soggettiva.
    e si proprio cosi...... potenziale non assicurato è la cosa peggiore

  5. #325
    L'avatar di alfa71
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Messaggi
    4,683
    Mentioned
    33 Post(s)
    Quoted
    2826 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da mirkosalva Visualizza Messaggio
    Scusa ma con la hybrid Toyoda non c'è praticamente l'obbligo di fare da loro il tagliando annuale, se no cade la garanzia?
    Mi hanno detto che sono di 250/300€ anno di tagliandino.

    L'unica hybrid che mi piace è il CHR ma appunto il tagliandino e la mancanza dell'app connect per Android mi frena in questo momento.

    Tu che hybrid hai se posso chiedere?
    Hai qualche bazza di accesso al centro a Milano con l'hybrid?
    Io ho una Yaris.
    Se ti va bene anche un auto di piccole dimensioni e se fai molti km in percorsi urbani/extraurbani allora la Yaris è l'ideale.
    Se invece fai molta autostrada oppure vivi in luoghi di campagna dove percorri strade statali/provinciali a velocità sostenute la Yaris non fa al tuo caso ma credo nemmeno l'auto ibrida in generale, in questo caso credo risulti più conveniente ancora il GPL.

    Tutte le case automobilistiche ti obbligano a fare il tagliando con loro altrimenti la garanzia decade.
    I tagliandi che faccio con Toyota mi costano come quelli che facevo con la mia precedente Alfa Romeo Mito turbodiesel che prevedeva solo 2 anni di garanzia dopodichè tanti saluti.
    La garanzia Toyota prevede 3 anni o fino a 100.000 km per parti meccaniche e 5 anni o 100.000 km sui componenti ibridi.
    Ovviamente, scaduta la garanzia sui componenti ibridi, se dovessero esserci problemi su questo genere di parti devi comunque per forza di cose rivolgerti a Toyota perchè dubito un meccanico comune sappia metterci le mani.


    L'unico vincolo che rimane dopo la scadenza della garanzia Toyota è quello di portare l'auto da loro ogni anno/15 mila km a fare il tagliando per quanto riguarda lo stato delle batterie di trazione. Se il test delle batterie viene superato ti rinnovano la garanzia ancora per 1 anno/15mila km. Se non viene superato te le sostituiscono (in garanzia). La garanzia sulle batterie dura comunque 10 anni dopodichè Toyota non te le garantisce più.

    Tieni conto che io ho parlato con tassisti i quali mi hanno detto che problemi con la batteria non ne hanno mai avuti anche dopo migliaia e migliaia di km così come anche problemi in generale su tutto il funzionamento dell'auto. Un tassista mi ha detto che lui e molti dei suoi colleghi spendevano più soldi in manutenzione quando usavano le vecchie Fiat Multipla Bifuel rispetto alle ibride Toyota. Il 90% dei tassisti milanesi usano ibrido Toyota anche se adesso sta cominciando a prendere piede anche Kia.

    Se sei interessato ad una ibrida ti consiglio di farti un giretto da qualche concessionaria Kia poicè ti offrono 7 anni di garanzia se non sbaglio.
    Un mio amico ha appena preso una Niro Ibrida e devo dire che non è male. Inoltre l'ibrido Kia è diverso da quello Toyota perchè il motore a benzina usa le marce a rapporti mentre Toyota ha il sistema e-CVT che in pratica sarebbe come uno scooter monomarcia.

    Ci sono agevolazioni per chi acquista un auto ibrida che variano da regione a regione oppure da comune a comune (vieni esentato dal bollo, non ti fanno pagare il parcheggio, ti fanno entrare gratis nelle ztl).
    A Milano fino a poco tempo fa le ibride entravano gratis in Area C ma adesso le fanno pagare.
    Ultima modifica di alfa71; 08-09-19 alle 14:48

  6. #326

    Data Registrazione
    Dec 2015
    Messaggi
    2,025
    Mentioned
    13 Post(s)
    Quoted
    1036 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Citazione Originariamente Scritto da tora64 Visualizza Messaggio
    Semplicemente comprandoseli
    come già fanno molte aziende
    vuoi dire come han fatto le banche ? vedi un po' come son finite....

  7. #327

    Data Registrazione
    Apr 2019
    Messaggi
    122
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    125 Post(s)
    Potenza rep
    1845951
    Citazione Originariamente Scritto da Antoniano2 Visualizza Messaggio
    Partic dalle basi

    1) cosa voglio, cosa mi serve
    2) cosa ho
    3) come mi comporto se x o se y


    Crea un ptf semplice e utilizza regole lineari. Non troppi bizantinismi. Ti aiuta e ti risparmia errori. Ricorda che la strategia buona è quella che decidi non cambia in base al meteo. Quindi cerca l'all in da subito su tutti i prodotti che scegli e persegui quel piano.

    Su just etf ci sono più di 1300 prodotti, te ne bastano 2, 3 o 4. Buona fortuna
    Ti ringrazio ma al momento mi sono rivolto ad un consulente indipendente. Non sentendomi a mio agio con questo mondo, ho evitato le banche per il classico problema del conflitto d'interesse. Ho un portafoglio composto da 7 etf ma l'esposizione sull'azionario è la più forte. Miro un po' alla volta ad apprendere e prendere dimestichezza con questi strumenti nella speranza, spero a breve, di essere autonomo. Per il momento mi sembra un buon compromesso quanto ho fatto.
    Sul cosa voglio non ho le idee chiarissime: al momento, scusate la modestia, non ho problemi economicamente ma non si sa mai: essendo il mio un patrimonio per lo più immobiliare i rischi sono tanti e concreti.
    Diciamo che sto generando un cash flow quasi eccessivo per la persona che sono e piuttosto che vederli sul c.c. ho preferito muovermi con un'ottica molto banale: diversifichiamo e cerchiamo di avere un ulteriore fonte di introiti in futuro.

    Citazione Originariamente Scritto da mgzr160 Visualizza Messaggio
    beh 400€ mensili netti, su 150K è un 4,60% lordo a tassazione vigente, nel lungo periodo, magari con una buona componente azionaria non è impossibile come rendimento medio, sopratutto operando con un pac (io cercherei di tenere i versamenti più costanti possibile, salvo dopo un nuovo scrollone tipo 2008), quello su cui non puoi contare, a meno di non essere tutto sul reddito fisso, è che tale flusso cedolare (i 400€) siano costanti e lineari...
    I versamenti non dovrebbero essere un problema in quanto a costanza: ho già un fondo emergenza e destino circa il 40% dei miei attuali introiti. Inoltre, se non ho sbagliato i calcoli, questi dovrebbero aumentare e non diminuire nei prossimi anni. Rimane comunque il resto delle mie entrate. Avendo una vita davvero spartana, accumulo (al momento) con una facilità disarmante. Speriamo bene!

    Citazione Originariamente Scritto da wolfbalck Visualizza Messaggio
    SPDR S&P Global Dividend Aristocrats UCITS ETF
    iShares Developed Markets Property Yield UCITS ETF
    iShares J.P. Morgan USD Emerging Markets Bond UCITS ETF
    iShares Global High Yield Corporate Bond

    Ti ringrazio ma non capisco se il tuo è un consiglio di investire immediatamente su questi strumenti o aspettare che abbia accumulato un certo capitale e poi spostarmi.

  8. #328
    L'avatar di alfa71
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Messaggi
    4,683
    Mentioned
    33 Post(s)
    Quoted
    2826 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da wolfbalck;53178847.
    il vostro consulente quando costruirà il vostro portafoglio già sa che partirà nettamente svantaggiato rispetto gli indici perché parte con l'handicap che la sua strategia deve prevedere la gestione dell'emotività del cliente.
    Non credo.
    Il consulente calibra il portafoglio del cliente basandolo sul suo livello di rischio, quindi sulla sua emotività.
    Il mio consulente prima di impostare il mio portafoglio mi ha sottoposto ad una lunga chiaccherata (2 ore) durante la quale abbiamo evidenziato tutti gli aspetti della mia vita, patrimonio, aspettative etc oltre alla compilazione della mifid2. Il bravo consulente capisce che tipo di cliente ha di fronte e adegua il portafoglio in base alla sua capacità di sopportare eventuali perdite.

  9. #329

    Data Registrazione
    Aug 2019
    Messaggi
    258
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    172 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da alfa71 Visualizza Messaggio
    Non credo.
    Il consulente calibra il portafoglio del cliente basandolo sul suo livello di rischio, quindi sulla sua emotività.
    Il mio consulente prima di impostare il mio portafoglio mi ha sottoposto ad una lunga chiaccherata (2 ore) durante la quale abbiamo evidenziato tutti gli aspetti della mia vita, patrimonio, aspettative etc oltre alla compilazione della mifid2. Il bravo consulente capisce che tipo di cliente ha di fronte e adegua il portafoglio in base alla sua capacità di sopportare eventuali perdite.
    aspetta il primo storno del 20-25% e poi ci fai sapere :-)

  10. #330

    Data Registrazione
    Apr 2019
    Messaggi
    1,944
    Mentioned
    22 Post(s)
    Quoted
    1239 Post(s)
    Potenza rep
    42949673
    Citazione Originariamente Scritto da alfa71 Visualizza Messaggio
    Non credo.
    Il consulente calibra il portafoglio del cliente basandolo sul suo livello di rischio, quindi sulla sua emotività.
    Il mio consulente prima di impostare il mio portafoglio mi ha sottoposto ad una lunga chiaccherata (2 ore) durante la quale abbiamo evidenziato tutti gli aspetti della mia vita, patrimonio, aspettative etc oltre alla compilazione della mifid2. Il bravo consulente capisce che tipo di cliente ha di fronte e adegua il portafoglio in base alla sua capacità di sopportare eventuali perdite.
    Difficilmente un uomo conosce i propri limiti e molte volte mente a se stesso figuriamoci se un estraneo senza una laurea in psicologica applicata può prevedere le nostre reazioni ad un evento che può presentarsi ora o in futuro prossimo quando anche la nostra emotività stress equilibrio sono modificate da eventi contingenti.

    Detto questo hai fatto super bene ad affidarti ad un consulente.

    Anche io sono uno che si affida sempre al professionista del settore che mi serve.

Accedi