Astaldi senior 2020: quer pasticciaccio brutto de via Campo Bruno - Pagina 102
Posizioni nette corte: Banco Bpm la più shortata di Piazza Affari, sul podio anche Maire e Saipem
Dall?aggiornamento del 29 maggio 2020 di Consob sulle posizioni nette corte (PNC) si apprende che il titolo più shortato a Piazza Affari è Banco BPM con 5 posizioni short aperte …
Incontro Opec+ anticipato al 4 giugno? Intanto si scatenato i compratori sul Wti
L?incontro dell?OPEC+ potrebbe essere anticipato di una settimana al 4 giugno. Secondo quanto riporta MPS Capital Services l?Arabia starebbe chiedendo agli alleati di mantenere invariato l?ammontare dei tagli per ulteriori …
Modello IA basato su machine learning porta in dote ritorni strabilianti Ytd per il fondo hedge Volt
L?Intelligenza Artificiale ha permesso ad un hedge fund svedese chiamato Volt Capital Management AB di superare il suo obiettivo di rendimento. Il Volt Diversified Alpha Program è stato creato all’inizio …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1011

    Data Registrazione
    Nov 2017
    Messaggi
    173
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    112 Post(s)
    Potenza rep
    1484463
    Citazione Originariamente Scritto da accident Visualizza Messaggio
    Non è che il debitore può modificare la proposta dopo il voto concordatario.
    La proposta può essere modificata fino a 15 giorni prima dell'adunanza.
    Dopo le operazioni di voto, anche se di non approvazione, non si modifica un bel nulla.
    Il Tribunale convoca udienza e prende atto delle operazioni di voto.
    Se la maggioranza vota a favore, il Tribunale emette decreto di omologa.
    Se la maggioranza vota negativamente, il Tribunale non omologa il concordato e prende atto dello stato di insolvenza, con le ovvie conseguenze della dichiarazione di fallimento.
    Dunque se il concordato non ottiene voto favorevole è verosimile che l'Azienda chieda poi l'ammissione alla procedura di Amministrazione straordinaria.
    Nessuna modifica della proposta è dunque prevista dopo il voto e dopo il decreto di omologa o non omologa.
    Questo per l' ovvia ragione che se si consentisse al debitore di modificare la proposta anche in caso di non omologa , la procedura concordataria durerebbe all'infinito ( nuova proposta, nuova attestazione, nuova relazione commissariale, nuova convocazione creditoria, nuovo decreto di omologa) , cosa che non è ammissibile.
    La procedura concordataria ha tempi ben definiti, si vota una sola volta su quella proposta presentata fino a 15 gg prima dell'adunanza.
    Nessuna modifica successiva, neppure in caso di diniego di omologa è prevista e ammissibile.
    La procedura concordataria deve esaurirsi entro al massimo 18 mesi dal decreto di ammissione, questo perché costituisce una parentesi di blocco delle azioni esecutive individuali da parte dei creditori sul patrimonio del debitore e non può trascinarsi ad libitum.
    lei conosce esattamente quanto " pesano " gli obbligazionisti , quanto i crediti bancari e quanto altri fornitori ? questo al fine di poter fare una stima delle possibilita' concrete di bocciatura della proposta di concordato ?

  2. #1012

    Data Registrazione
    Sep 2001
    Messaggi
    505
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    63 Post(s)
    Potenza rep
    2802707
    Intanto spazzolata da 500.000 pezzi sul ETLX... Secondo me il floor è stato toccato...

  3. #1013
    L'avatar di accident
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Messaggi
    1,155
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    537 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da stefano54 Visualizza Messaggio
    lei conosce esattamente quanto " pesano " gli obbligazionisti , quanto i crediti bancari e quanto altri fornitori ? questo al fine di poter fare una stima delle possibilita' concrete di bocciatura della proposta di concordato ?
    Questa la struttura del passivo concordatario:

    Passivo concordatario Astaldi al 28 Settembre 2018
    • Il debito concordatario di Astaldi alla data del 28 Settembre 2018*
    ammonta a complessivi Euro 3.598 milioni, di cui:
    Debiti prededucibili per complessivi Euro 67,8 milioni
    prevalentemente composti da compensi per i commissari
    giudiziali, compensi per i professionisti della procedura e
    fondi rischi di natura prededucibile;
    Debiti privilegiati pari a complessivi Euro 96,7 milioni,
    prevalentemente riconducibili a (i) debiti tributari per Euro

    28,3 milioni, (ii) fondi rischi privilegiati (i.e. fondo rischi
    contenziosi fiscali) per Euro 22,1 milioni (iii) debiti
    commerciali privilegiati (i.e. artigiani e professionisti) per
    Euro 20,5 milioni, e (iv) debiti verso il personale per Euro
    12,7 milioni;
    Debiti chirografari pari a complessivi Euro 3.433,5
    [B]milioni, prevalentemente riconducibili a (i) debiti verso
    banche e bondholders per Euro 2.557,1 milioni, (ii) debiti
    commerciali per Euro 329,5 milioni, (iii) debiti intercompany
    per Euro 155,8 milioni e (iv) fondi rischi chirografari per
    complessivi Euro 378,6 milioni


    concordato approvato con maggioranza del 50% +1
    trattasi di concordato senza suddivisione in classi.

    maggioranza = 1716 +1
    debito obbligazionario = 750+140=890 ( ossia circa il 30% del totale su 3433 mln)
    debito bancario= 2557 - 890 (debito obbligazionario)=1667 mln
    debiti verso fornitori =329 mln

    Se banche (1667) e fornitori (329 godono del fondo rischi statale) votano a favore = 1996 mln

    Se il Giudice delegato o i Commissari non dovessero ammettere alla votazione alcuni creditori, facile che il giocattolino salti.
    Ma non salterà....poichè.....chi non salta.........
    Ultima modifica di accident; 27-01-20 alle 14:30

  4. #1014

    Data Registrazione
    Nov 2017
    Messaggi
    173
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    112 Post(s)
    Potenza rep
    1484463
    Citazione Originariamente Scritto da accident Visualizza Messaggio
    Questa la struttura del passivo concordatario:

    Passivo concordatario Astaldi al 28 Settembre 2018
    • Il debito concordatario di Astaldi alla data del 28 Settembre 2018*
    ammonta a complessivi Euro 3.598 milioni, di cui:
    Debiti prededucibili per complessivi Euro 67,8 milioni
    prevalentemente composti da compensi per i commissari
    giudiziali, compensi per i professionisti della procedura e
    fondi rischi di natura prededucibile;
    Debiti privilegiati pari a complessivi Euro 96,7 milioni,
    prevalentemente riconducibili a (i) debiti tributari per Euro

    28,3 milioni, (ii) fondi rischi privilegiati (i.e. fondo rischi
    contenziosi fiscali) per Euro 22,1 milioni (iii) debiti
    commerciali privilegiati (i.e. artigiani e professionisti) per
    Euro 20,5 milioni, e (iv) debiti verso il personale per Euro
    12,7 milioni;
    Debiti chirografari pari a complessivi Euro 3.433,5
    [B]milioni, prevalentemente riconducibili a (i) debiti verso
    banche e bondholders per Euro 2.557,1 milioni, (ii) debiti
    commerciali per Euro 329,5 milioni, (iii) debiti intercompany
    per Euro 155,8 milioni e (iv) fondi rischi chirografari per
    complessivi Euro 378,6 milioni


    concordato approvato con maggioranza del 50% +1
    trattasi di concordato senza suddivisione in classi.

    maggioranza = 1716 +1
    debito obbligazionario = 750+140=890 ( ossia circa il 30% del totale su 3433 mln)
    debito bancario= 2557 - 890 (debito obbligazionario)=1667 mln
    debiti verso fornitori =329 mln

    Se banche (1667) e fornitori (329 godono del fondo rischi statale) votano a favore = 1996 mln

    Se il Giudice delegato o i Commissari non dovessero ammettere alla votazione alcuni creditori, facile che il giocattolino salti.
    Ma non salterà....poichè.....chi non salta.........
    Grazie , molto chiaro , mi sembra una battaglia persa a meno che le banche rifiutino l'hair cut .
    Ultima modifica di stefano54; 28-01-20 alle 10:01

  5. #1015

    Data Registrazione
    Feb 2007
    Messaggi
    2,573
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    235 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    la battaglia si può vincere se gli avvocati dei bondisti chiedono con fermezza l'applicazione della par condicio dei creditori anche facendo leva con l'inchiesta penale in corso

  6. #1016
    L'avatar di accident
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Messaggi
    1,155
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    537 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da angy2007 Visualizza Messaggio
    la battaglia si può vincere se gli avvocati dei bondisti chiedono con fermezza l'applicazione della par condicio dei creditori anche facendo leva con l'inchiesta penale in corso
    Giusto per essere chiari, la palla ora è in mano ai Commissari giudiziali che devono redigere e depositare la relazione ex art 172 entro il 10 febbraio.
    Se non si discosteranno dalle valutazioni dei precedenti commissari, da quella dell'attestatore e dalle pronunce della Corte, l'unica via sarà quella delle impugnative ( opposizione all'omologa, reclamo in appello, ricorso in Cassazione).
    La strada sarà lunga e la battaglia potrebbe durare qualche annetto ( per la decisione della Cassazione almeno 7 anni).
    Ma, qualche "Magistrato Illuminato" in Cassazione si potrebbe trovare e le questioni di rito ( non quelle di merito!), che si andrebbero a sollevare, potrebbero trovare adeguata tutela.

  7. #1017
    L'avatar di CharlesIngalls
    Data Registrazione
    Oct 2001
    Messaggi
    101,297
    Mentioned
    14 Post(s)
    Quoted
    9618 Post(s)
    Potenza rep
    42949692
    Come si è arrivati a queste condizioni per la Società Astaldi...??? Non è possibile che la situazione sia degenerata così tutto di colpo... che ne pensate...???

  8. #1018

    Data Registrazione
    Sep 2018
    Messaggi
    237
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    115 Post(s)
    Potenza rep
    4294969
    Astaldi, obbligazionisti contestano legittimita assemblee – Obbligazionisti Astaldi

    Bisogna quanto prima richiedere in banca il certificato di voto al tabulation agent per poter votare no (direttamente o incaricando delegato).

  9. #1019
    L'avatar di Fabrib
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    3,031
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    956 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da giuseppesole Visualizza Messaggio
    Astaldi, obbligazionisti contestano legittimita assemblee – Obbligazionisti Astaldi

    Bisogna quanto prima richiedere in banca il certificato di voto al tabulation agent per poter votare no (direttamente o incaricando delegato).
    Salvataggio Astaldi, gli obbligazionisti sfidano le banche e chiedono la revoca delle assemblee – Business Insider Italia

  10. #1020
    L'avatar di Esmo
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Messaggi
    238
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    104 Post(s)
    Potenza rep
    11218283
    Qualcuno ha ricevuto da Binck informazioni su come procedere al voto?

Accedi