Bond CMA CGM 5,25% 2025 euro callable XS1703065620 - Pagina 8
Italian Certificate Awards 2019: Banca IMI e BNP Paribas tra i più premiati
Ieri sera, presso l?elegante cornice dell?hotel Four Seasons di Milano, si è tenuta la tredicesima edizione dell?Italian Certificate Awards (ICA), la manifestazione organizzata da Triboo e Certificati e Derivati che ha premiato i …
‘Il dramma’ Mes creato dalla coppia sovranista scoppiata Di Maio-Salvini. Le loro tesi smentite e smontate
L'atteggiamento della coppia scoppiata ma sempre sovranista Di Maio-Salvini nei confronti della riforma del Mes Fondo Salva-stati potrebbe essere spiegato nel modo seguente: i due vogliono trasformare ancora di più …
Unicredit detta legge sul Ftse Mib, Equita alza target price e tra analisti dominano i buy
Giornata positiva a Piazza Affari per il titolo Unicredit, tra i migliori del Ftse Mib con un balzo dell’1,57% a quota 12,57 euro. Ieri l’agenzia di rating Moody’s ha dato …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #71

    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    112
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    18 Post(s)
    Potenza rep
    4092752
    Alleanze marittime rispetto a dimensioni eccessive di navi portacontainer


    In un recente rapporto, Xeneta si domanda se le alleanze siano veramente utili per la stabilità delle compagnie di navigazione e degli spedizionieri. Il ruolo di queste entità, in breve, mira a massimizzare i profitti e minimizzare i rischi in modo da supportare entrambi gli attori del settore. In tal senso, il carico riservato a Cosco, ad esempio, può essere trasportato da CMA CGM con la tariffa e il programma confermati con Cosco e questa compagnia di spedizioni mantiene i suoi rapporti con lo spedizioniere, il cui carico viene trasportato in base alle sue esigenze.

    Attualmente l'alleanza 2M è composta da Maersk e MSC. Quest'anno HMM si è ritirato come membro associato (non membro) ed è stato sostituito in quel ruolo da Zim.

    Ocean Alliance è composta da Cosco, CMA CGM, Evergreen, OOCL e APL (nota che Cosco possiede OOCL, mentre CMA CGM ha APL).

    THE Alliance è costituita da Hapag Lloyd, Yang Ming, ONE Alliance (fusione del business container di New York, MOL, linea "K").

    Secondo Xeneta, le alleanze presumono che l'equazione tra l'offerta di capacità e la domanda di offerta sia più o meno equilibrata; Ciò significa che se il carico accettato da Cosco viene spedito su una nave CMA CGM, parte del carico CMA CGM può farlo in Cosco. Con un'offerta di navi portacontainer e una domanda di offerta di capacità, tutto è equilibrato e tutti dovrebbero essere felici.

    Ma questa equazione ignora l'emergere di mega navi e navi ultra mega, che incidono chiaramente su questa relazione che influenza le tariffe di trasporto dei container e la redditività. Peggio ancora, si presume che i volumi di merci aumenteranno e che le economie mondiali continueranno a crescere senza sosta.

    Vale la pena ricordare che solo due mesi fa, un dirigente della Cosco ha negato di aver pianificato di costruire e gestire 25.000 navi TEU. Wang Haimin, vice presidente di Cosco Shipping Holdings, ha ribadito questo rifiuto indicando che l'espansione della flotta di Cosco avrebbe seguito le tendenze del mercato. In ogni caso, si dovrebbe tener conto dell'ambiente attuale dominato dal crollo delle tariffe di trasporto dei container, dalle dichiarazioni politiche combattive e da un'economia mondiale in decelerazione, una flotta di navi di 25.000 TEU potrebbe non essere necessaria.

    MSC come Evergreen la pensa diversamente. Il primo ha annunciato all'inizio di ottobre un ordine di cinque nuove navi di 23.000 TEU, mentre Evergreen ha commissionato la costruzione di sei navi di 27.774 TEU, che spezza l'equilibrio tra container e capacità di carico.

    Mentre le guerre tariffarie degli Stati Uniti - Cina e Stati Uniti - Unione Europea si susseguono, aggiungendosi alle continue estensioni del termine Brexit tra il Regno Unito e l'Unione europea, le economie mondiali ristagnano e gradualmente rallentano.

    Entro il 2024, le tre alleanze avranno tra 147 e 152 navi da 18.000 a 27.774 TEU che cercheranno merci sulle rotte che collegano la Cina e l'Europa. Poiché l'effetto a cascata porta le navi da 12.000 a 17.000 TEU sulle rotte Cina / ASEAN-Stati Uniti, qualsiasi ulteriore aumento delle tariffe, associato al rallentamento delle economie statunitense e cinese, può rendere tali tariffe anche diminuire.

    Si pone quindi la domanda su quali rotte saranno disponibili in modo che le compagnie di navigazione possano ottenere benefici. E non staranno pigramente vicino. In effetti, per i nuovi tempi hanno adottato sia la diversificazione sia una miriade di pratiche di gestione della catena di approvvigionamento basate sulla tecnologia.

    MSC, ad esempio, ha le sue crociere, mentre Maersk offre servizi petroliferi e di rimorchio. CMA CGM ha acquistato CEVA Logistics e ha appena introdotto un servizio di finanza commerciale, ShipFin Trade Finance, al fine di diventare uno sportello unico per facilitare il business dei suoi spedizionieri. Quest'ultimo, seguendo l'esempio di Maersk che ha recentemente annunciato di aver stanziato 500 milioni di dollari a Maersk Trade Finance, una divisione iniziata nel 2015.

    Ancora più importante, la gestione abile rimane della massima importanza, come dimostrato dall'annuncio di Maersk aumentando il suo EBITDA del 2019 da $ 5.000 milioni a $ 5.400-5,8 miliardi.

    Allo stesso tempo, il calendario IMO2020 è estremamente sfortunato. Le compagnie di navigazione che hanno deciso di utilizzare l'LSFO invece di dotare le loro flotte di lavasciuga sono infelici, poiché i premi dell'LSFO sono saliti alle stelle e gli sconti dell'HSFO sono aumentati. Con meno raffinerie del previsto producendo LSFO in un mondo che richiede più produzione di diesel.

    Tuttavia, rimane la domanda se le alleanze possano superare il problema fondamentale della sovraccapacità in un'economia mondiale in decelerazione; Il prossimo "tsunami" di navi ultra mega che entrano nell'oceano sembra creare, piuttosto che risolvere, un problema di sovraccapacità.

  2. #72

    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    112
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    18 Post(s)
    Potenza rep
    4092752
    Questo articolo del 05/11/2019 sarebbe interessante leggerlo perchè dal titolo si intuisce una possibilità di una possibile IPO ma purtroppo per leggerlo bisogna abbonarsi e pagare 12 euro quindi non posso postarlo. Comunque pubblico l'anteprima.


    Sul filo: CMA CGM IPO - finalmente si sta avvicinando il "momento giusto"?

    Allegato 2641127

    CMA CGM prende posizione in Wing per supportare la crescita di un innovativo servizio di logistica urbana dedicato all'e-commerce.
    Non correlato, ma più importante per iniziare qui, la caduta e l'ascesa dei debiti negoziati di CMA CGM attraverso diverse scadenze - 2021, 2022 e 2025 - è stata inspiegabile per molte fonti bancarie nelle ultime settimane.
    A giudicare dalle ultime osservazioni che ho raccolto, anche la gestione CMA CGM non sembra essere ...

  3. #73

    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    112
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    18 Post(s)
    Potenza rep
    4092752
    CEVA Logistics si trasferisce a Marsiglia: perché fa bene all'attrattiva


    Il gruppo logistico specializzato, una consociata interamente controllata di CMA CGM, ha la sua sede globale nella Cité Phocéenne. Un arrivo sicuramente logico dal punto di vista della complementarità con l'armatore francese ma che rafforza anche il posizionamento del territorio. Perché, naturalmente, ci sono spin-off da aspettarsi.
    Questo 14 novembre CEVA Logistics avrà come sponsor, nientemeno che Edward Philippe. Il Primo Ministro come una fata chinata sulla culla, c'è di peggio per l'inaugurazione ufficiale di una sede. Va detto che è una sede mondiale. Questo ovviamente lo spiega.

    Passata all'ovile della CMA CGM a maggio 2019, la CEVA Logistics si è stabilita a Marsiglia, il che consentirà di creare complementarietà con l'armatore francese. Questo è esattamente ciò che spiega Nicolas Sartini, il suo amministratore delegato. " CEVA Logistics opera su tutta la catena di trasporto, gestendo 750 magazzini in tutto il mondo per 9 milioni di m2, completando così la proposta di valore di CMA CGM ".

    Come promemoria, CEVA Logistics è un attore nelle attività di spedizione merci della logistica del contratto e del trasporto su strada. Rivendicando il numero 5 al mondo nella gestione dei contratti logistici, il gruppo con 78.000 dipendenti in tutto il mondo, di cui 1.330 in Francia e 130 a Marsiglia, genera un fatturato di $ 7,4 miliardi. Nel 2018 ha gestito 477.000 tonnellate di merci aviotrasportate, 2,2 tonnellate di merci su strada e 787.000 TEU di merci via mare.

    Continua

    Un attore che è quindi un peso massimo ma che è per CMA CGM un bene di scelta. L'acquisizione di CEVA, in un contesto di concentrazione del mercato, è un punto di forza per l'armatore e il suo CEO Rodolphe Saadé, consentendogli di offrire ai suoi clienti un'offerta di soluzione completa. E così continuano a differenziarsi dalla concorrenza.

    L'arrivo dello specialista della logistica ha anche il vantaggio di evidenziare la città di Phocaean. Situato al Docks, nel cuore del quartiere Euroméditerranée, CEVA è un mattone aggiuntivo che ha contribuito al posizionamento di Marsiglia come polo logistico. Che sembra intelligente come stratega.
    Dei 130 dipendenti attualmente raggruppati a Marsiglia - che rappresentano 25 nazionalità rappresentate - il gruppo conta 200 entro l'inizio del 2020. Assunzioni future che sono sempre buone notizie per un territorio.

    Rafforzare l'appetito per l'innovazione

    Ma oltre a rafforzare l'offerta al cliente, ci sono anche sinergie, accordi, possibili riconciliazioni con startup installate all'interno dell'acceleratore guidato da CMA CGM, Ze Box, guidato da Matthieu Somekh. La digitalizzazione e l'innovazione in senso lato fanno ovviamente parte della strategia di CMA CGM e CEVA. " Lavoriamo con startupuno dei principali attori dell'economia locale con influenza globale sta forgiando, è necessariamente buono per l'attrattiva. In termini di attrattiva delle competenze, immagine globale, posizionamento specifico. Questo è tutto il danno che vogliamo a Marsiglia.

  4. #74

    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    112
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    18 Post(s)
    Potenza rep
    4092752
    Il primo ministro francese Edouard Philippe inaugura la nuova sede della CEVA Logistics a Marsiglia

    In occasione della sua visita a Marsiglia oggi per il Consiglio nazionale dell'industria, il primo ministro Edouard Philippe è venuto per inaugurare la nuova sede globale di CEVA Logistics, una filiale del gruppo CMA CGM, con Rodolphe Saadé, presidente e amministratore delegato della CMA Gruppo CGM. Il Primo Ministro è stato accompagnato dalla Sig.ra Elisabeth Borne, Ministro per la Transizione ecologica e inclusiva, dal Presidente della Regione Sud, Renaud Muselier e Nicolas Sartini, Amministratore delegato di CEVA Logistics, ha dichiarato il Gruppo nel suo comunicato stampa.

    CEVA Logistics: trasferimento della sede in Francia

    Con l'acquisizione di CEVA Logistics a maggio 2019, il gruppo CMA CGM ha deciso di trasferire a Marsiglia il centro decisionale della sua filiale specializzata e di consolidare tutti i team di gestione e le funzioni di supporto. 170 dipendenti di 25 nazionalità diverse stanno già lavorando presso la sede della CEVA Logistics e ulteriori assunzioni e trasferimenti sono previsti per ospitare 200 persone entro la fine del 2019.

    Situata nel cuore dei Docks, la sede centrale offre locali moderni e condizioni di lavoro ottimali con un'area di 2.400 metri quadrati, 5 sale riunioni, 200 postazioni di lavoro e 2 spazi di co-working.

    La vicinanza alla torre Jacques Saadé, sede del gruppo CMA CGM situata nello stesso quartiere, promuoverà le sinergie e lo scambio delle migliori pratiche.

    La decisione di spostare la sede di CEVA Logistics a Marsiglia creerà nuovi posti di lavoro e aumenterà la portata internazionale di Marsiglia. Conferma inoltre la presenza locale del Gruppo CMA CGM e il suo impegno per l'attrattiva della regione, contribuendo a rendere la città un vero e proprio hub logistico.

    Importante sfida industriale: rafforzare la digitalizzazione del settore logistico

    In occasione dell'inaugurazione, Renaud Muselier, Presidente della Regione Sud, ha annunciato che la regione avrebbe partecipato, per un importo di 1,5 milioni di euro, al finanziamento di un cluster di dispositivi digitali e progetti innovativi che trasformeranno il funzionamento delle soluzioni per i clienti di CEVA Logistics. In particolare:

    SmartFREIGHT: una soluzione per Maritime FCL / LCL, Air, Domestic; con uno spazio online unico per gestire la vita completa delle spedizioni, in particolare consentendo prezzi istantanei da origine a destinazione. Questa piattaforma di e-commerce consentirà un trasporto più rispettoso dell'ambiente. È stata stabilita una partnership con start-up ospitate in ZEBOX, l'incubatore e acceleratore internazionale di start-up creato da Rodolphe Saadé, per definire l'impatto del carbonio di ciascun tipo di trasporto e renderlo disponibile per i clienti.
    Iniziativa di ottimizzazione della rete pilotata dalla rete intermodale statunitense. Lo scopo è ridefinire, sulla base del trasporto corrente, l'adeguatezza del posizionamento di HUBS nelle Americhe utilizzando algoritmi di ottimizzazione. Le analisi iniziali hanno portato a un'ottimizzazione di quasi il 3%, ovvero circa 150.000 miglia al mese.

    Questo movimento per rafforzare la digitalizzazione presso CEVA Logistics è pienamente in linea con la strategia di Rodolphe Saadé volta a rendere CMA CGM leader nella trasformazione digitale del settore del trasporto marittimo e della logistica.

    Nel suo discorso, il Primo Ministro Edouard Philippe ha dichiarato: “Indubbiamente, l'installazione di CEVA in Francia e il suo sviluppo futuro sono buone notizie. È una buona notizia per CMA CGM, che è una straordinaria azienda familiare e uno dei principali attori del commercio marittimo globale. È anche un'ottima notizia per l'azienda, la città, l'economia francese e quindi l'intero paese. "

    Rodolphe Saadé, Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo CMA CGM, ha dichiarato:" Non appena è stata completata l'acquisizione di CEVA, noi decise di trasferire la sua sede a Marsiglia. CEVA potrà beneficiare dell'intero ecosistema del gruppo CMA CGM, come l'incubatore ZEBOX o l'università interna. Dalla Francia, costruiremo un leader mondiale nella logistica. "

    Renaud Muselier, Presidente della Regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra, Presidente di Régions de France, ha dichiarato: “Abbiamo avuto l'opportunità di attrarre a Marsiglia la sede di un'azienda di livello mondiale, sulla scia del gruppo CMA CGM , che è perfettamente riuscito in questa operazione. È per questo motivo che la Regione Sud impegnerà 1,5 milioni di euro nello sviluppo di un cluster di innovazione digitale per i processi di CEVA Logistics. Come presidente della regione e presidente di Régions de France, convincere tali aziende a scegliere la regione del sud in quanto la loro posizione è una situazione vantaggiosa per l'intera regione! ”

    A proposito di CMA CGM
    Guidato da Rodolphe Saadé, il gruppo CMA CGM è leader mondiale nelle spedizioni e nella logistica. Le sue 528 navi servono oltre 420 porti in cinque continenti in tutto il mondo e trasportano quasi 21 milioni di TEU (unità equivalenti a venti piedi) nel 2018. Con CEVA, leader mondiale nei servizi logistici, CMA CGM ha gestito oltre 500.000 tonnellate di trasporto aereo e 1,9 milioni di tonnellate di merci interne nel 2018. CMA CGM è in costante innovazione per offrire ai clienti nuove soluzioni marittime, interne e logistiche. Presente in tutti i continenti e in 160 paesi attraverso la sua rete di 755 uffici e 750 magazzini, il Gruppo impiega 110.000 persone in tutto il mondo, di cui 2.400 a Marsiglia, dove ha sede.

  5. #75

    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    112
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    18 Post(s)
    Potenza rep
    4092752
    SPDB Financial Leasing rileva due navi CGM CMA

    La società cinese di leasing finanziario SPDB, l'unità di leasing della Shanghai Pudong Development Bank, ha concluso un contratto di leasing operativo per due container con CMA CGM.

    In base all'accordo, SPDB Financial Leasing ha acquistato 11.380 teu portacontainer CMA CGM Leo e CMA CGM Libra costruite nel 2010 da CMA CGM. Altri dettagli della transazione non sono stati resi noti.

    SPDB Financial Leasing sta aumentando la sua presenza nel settore del leasing navale. Attualmente possiede sette portacontainer CGM CMA e due VLGC.

  6. #76

    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    112
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    18 Post(s)
    Potenza rep
    4092752
    Ceva Logistics rinnova con Michelin per gestire i propri servizi logistici a Valladolid

    La società di logistica fornirà servizi di stoccaggio, gestione delle scorte, raccolta e trasporto merci per altri tre anni.

    L'operatore logistico Ceva Logistics (CMA CGM) e Michelin hanno siglato un nuovo contratto triennale per la gestione dei servizi di stoccaggio e controllo dell'inventario dell'azienda di pneumatici presso le sue strutture di Valladolid. Dopo sette anni di relazioni strategiche, Ceva Logistics ha sottolineato che continuerà a svolgere servizi di stoccaggio, gestione delle scorte, raccolta e carico per clienti Michelin, case automobilistiche, pezzi di ricambio e società di manutenzione. La società di logistica è anche responsabile di una gamma di pneumatici per auto di lusso, veicoli agricoli e camion, che insieme comprendono circa cinque milioni di articoli all'anno.

    Il direttore delle operazioni di CL di Ceva Logistics Iberia, Bruno Guarçone, ha affermato l'orgoglio "del nostro lungo rapporto con Michelin, e siamo lieti che ci abbiano affidato la loro attività per altri tre anni". "I nostri due team", ha sottolineato, "condividono lo stesso obiettivo di una ricerca incessante di qualità e soddisfazione del cliente in tutto ciò che facciamo". Guarçone ha sottolineato che questo rinnovamento "è un'ulteriore prova del nostro impegno a offrire il miglior servizio e le migliori soluzioni, con esperienza in tutto il settore dei pneumatici in tutto il mondo e speriamo di espandere ulteriormente il nostro rapporto".

    Da parte sua, il direttore del magazzino Michelin Valladolid, Jesús Alonso, ha affermato che la società di pneumatici “ha bisogno di un operatore logistico di qualità, che sappia rispondere alle esigenze dei nostri clienti e che sappia adattarsi alla continua evoluzione dei mercati ". "Ceva ha dimostrato di essere in grado di farlo professionalmente ed è per questo che abbiamo deciso di continuare ad affidare loro la logistica del nostro stabilimento di Valladolid per altri tre anni", ha affermato Jesús Alonso.

  7. #77
    L'avatar di pimpernel
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    608
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    26 Post(s)
    Potenza rep
    30842922
    Sta roba non scambia una cippa, non resta che aspettare un eventuale sgrullone per provare un entra-esci sulla debolezza....

  8. #78

    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    112
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    18 Post(s)
    Potenza rep
    4092752
    MARSIGLIA: a Marsiglia, avvio dei lavori di decostruzione al Mirabeau

    Il gruppo CMA CGM e Bouygues Immobilier sono lieti di annunciare l'avvio, all'inizio di dicembre, dei lavori di decostruzione sull'edificio storico del gruppo CMA CGM. Dovrebbero essere completati nel febbraio 2020 e daranno il via alla costruzione della nuova Torre Mirabeau, un edificio per uffici di nuova generazione di 21 piani.

    Qual è l'operazione di decostruzione?

    È stato effettuato per la prima volta dall'estate del 2019 alla pulizia dell'edificio da un capomaestro e aziende specializzate. Questa operazione comporta la rimozione dall'edificio di tutte le strutture specifiche come pareti divisorie, materiali isolanti, vetro, cemento o piastrelle e mobili. Prima della decostruzione, l'edificio è stato completamente ruotato e fissato per consentire ai pedoni di circolare attraverso un percorso dedicato. Infine, l'edificio sarà decostruito livello per livello, dai piani superiori ai piani inferiori secondo la tecnica del ritaglio.

    Decostruzione: oltre il 96% dei rifiuti recuperati e riutilizzati

    Dopo la disattivazione del Mirabeau, che durerà tre mesi, dall'edificio saranno state estratte oltre 7.000 tonnellate di rifiuti, di cui il 96,4% sarà recuperato e riutilizzato.

    Quindi, tra i rifiuti recuperati:

    Il 100% dei rifiuti inerti come cemento, mattoni o vetro verrà frantumato.
    Tubi in PVC al 100% e metalli come scatole elettriche verranno riciclati

    Torre Mirabeau: un edificio per uffici in affitto di nuova generazione consegnato nel 2022

    Su una superficie di circa 21.800 m², i 21 piani degli uffici sono stati progettati per soddisfare nuovi usi e modalità di lavoro. Progettato dall'architetto Hala Wardé, questo edificio di punta è stato concepito sin dalla sua concezione per essere un riferimento in materia ambientale:

    Certificazione HQE Edificio sostenibile
    Livello "Eccellente" Livello "Molto buono" dell'etichetta BREEAM
    Collegamento al circuito dell'acqua di mare "Thassalia" che utilizza energia termica marina per ridurre le emissioni di gas serra del 70%
    Progettazione bioclimatica dell'involucro dell'edificio che riduce il consumo di energia del 40%

    Gesto architettonico unico, offrirà la Torre Mirabeau

    Una facciata di vetro e alluminio che giocherà con la traiettoria del sole e i riflessi del cielo e del mare
    Un insieme di volumi semplici di 85 metri di altezza, che offre una vista mozzafiato sulla baia di Marsiglia
    Due grandi terrazze , situato agli ultimi due livelli e offre una vista panoramica della città e del mare
    Piatti di oltre 1.000 m² divisibili in due e godendo di un'area esterna
    Un luogo emblematico, in cima alla torre, che evoca la forma di un container marittimo e offrendo spazi condivisi (uffici, sale riunioni, area reception)


    Per scoprire la Torre Mirabeau: lemirabeau-marseille.fr

    Informazioni su CMA CGM

    Il gruppo CMA CGM, guidato da Rodolphe Saadé, è leader mondiale nel trasporto marittimo e nella logistica.
    Le sue 528 navi servono oltre 420 porti in tutto il mondo, in 5 continenti. Nel 2018, hanno trasportato quasi 21 milioni di TEU (equivalente a venti piedi). CEVA, un operatore logistico globale, trasporta ogni anno oltre 500.000 tonnellate di trasporto aereo e 1,9 milioni di tonnellate di trasporto terrestre.
    CMA CGM è in costante innovazione per offrire ai propri clienti nuove soluzioni marittime, terrestri e logistiche.
    Presente in tutti i continenti e in 160 paesi attraverso la sua rete di 755 uffici e 750 magazzini, il gruppo impiega 110.000 persone in tutto il mondo e 2.400 a Marsiglia, dove ha sede.

    Informazioni su Bouygues Immobilier, Creatore di una vita migliore

    Bouygues Immobilier, leader nello sviluppo immobiliare privato in Francia e in Europa, ha al 31 dicembre 2018 impiegati nel 1969, per un fatturato di € 2.628 milioni nel 2018. Presente in 39 sedi in Francia e tre negli Stati Uniti. internazionale, Bouygues Immobilier sviluppa progetti immobiliari residenziali, commerciali e commerciali che coprono oltre 250 città da oltre 60 anni. Fortemente impegnata nell'innovazione e nello sviluppo sostenibile, la missione di Bouygues Immobilier è fornire una migliore vita a lungo termine a tutti i suoi clienti, rendendo la loro esperienza il più piacevole possibile durante il processo di acquisto e nell'uso dei prodotti. spazi abitativi e servizi creati per loro. Esigente in termini di qualità e preoccupato per il benessere sul lavoro dei suoi dipendenti

  9. #79

    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    112
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    18 Post(s)
    Potenza rep
    4092752
    Trasporto container, la vera battaglia si gioca sulle attività a terra

    Genova - «Dopo le concentrazioni avvenute negli ultimi anni nel trasporto marittimo di container, i margini per teu delle compagnie sono diventate equivalenti per tutti. La competizione è passata sull’attività a terra», spiega Giordano Bruno Guerrini, segretario generale del Centro internazionale studi container di Genova. L’andamento dei noli a livello internazionale, nell’ultimo periodo, non è stato particolarmente soddisfacente per le compagnie. Secondo la società norvegese Xeneta, «i contratti a lungo termine dei noli per le spedizioni transoceaniche hanno proseguito la loro tendenza al ribasso nel mese di ottobre». Il livello non ha ancora raggiunto quello di un anno fa, ma i dati mostrano comunque un andamento stagnante. Lo Xeneta shipping index sui contratti a lungo termine ha registrato un calo del 2,2 per cento lo scorso ottobre. Il livello raggiunto, di 110,74 punti, è l’1,5 per cento maggiore rispetto allo stesso mese del 2018 e del 2,2 per cento più alto rispetto ai primi giorni del 2019.

    In questo contesto, Lars Jansen di SeaIntelligence consulting nota come alcune compagnie, come Maersk e Hapag Lloyd, abbiano abbandonato quest’anno la strategia di guerra dei prezzi che era mirata a aumentare quote di mercato, per concentrarsi invece sul ritorno alla redditività attraverso una riduzione dei costi. «Entrambe queste compagnie - dice Jansen, riferito a Maersk e Hapag Lloyd - hanno chiaramente mostrato un approccio che funziona, basato sul rendere prioritario il profitto rispetto al market share. Specialmente se confrontato con quello di Evergreen, Yang Ming e Hmm, che stanno chiaramente ancora cercando di fare i conti su come far diventare redditizia la propria attività».

    Nei mesi scorsi, in questa lista di compagnie ancora orientate al market share a discapito dei profitti Jansen aveva inserito anche Cma-Cgm, che ha chiuso il primo semestre 2019 con perdite e costi ancora alti. Il flusso di container mondiale non è però destinato a interrompere la propria crescita. Lo scorso agosto, Drewry ha pubblicato un rapporto che prevede una crescita delle spedizioni mondiali da 784 milioni di teu nel 2018 a 973 milioni nel 2023, con un aumento medio annuo del 4,4 per cento. E’ un andamento che trova conferma nei dati dei container terminal europei per la prima metà del 2019, elaborati da Cemil e Università di Shanghai, che mostrano un andamento complessivo del +4,5 per cento, con picchi del +24 per cento al Pireo, dell’8,5 per cento a Valencia e Algeciras, del 7 per cento circa a Rotterdam e Amburgo. Alla ricerca di redditività, le grandi compagnie stanno quindi espandendo la propria attività a terra. Casi significativi sono l’acquisto di Ceva Logistic da parte di Cma-Cgm o quello di alcuni operatori ferroviari da parte di Msc. «Gli operatori marittimi - afferma Guerrini - stanno scaldando i motori sul trasporto terrestre per offrire servizi ancillari al trasporto marittimo che finora sul mercato erano offerti da figure di intermediari. Maersk, Msc e Cma-Cgm si sono dotati di strutture adeguate, con acquisti o creandole ex-novo, mentre gli altri sono ancora un po’ indietro. Ma è ammissibile la competizione portata da questi vettori?».
    La domanda di Guerrini è motivata dal timore che i vettori marittimi vogliano beneficiare di agevolazioni fiscali, come la tonnage tax, nate in un mondo in cui i ruoli erano divisi e in cui il trasporto marittimo godeva di uno statuto particolare e separato. «Ci sono i problemi dell’Iva e dell’imposta sui redditi. Terminalisti, spedizionieri, doganalisti, imprese ferroviarie, operatori intermodali pagano le tasse nei propri paesi. L’Autorità regolatrice si deve esprimere, a livello europeo, sulle questioni che l’arrivo dei grandi carrier nel mercato della logistica pone riguardo a accesso al mercato e tassazione. Un soggetto che ha molta liquidità può bloccare i propri competitor ad esempio acquistando tracce ferroviarie in eccedenza sui propri bisogni. E’ una situazione pelosa e un tema che terrà banco nel 2020».

  10. #80

    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    112
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    18 Post(s)
    Potenza rep
    4092752
    CEVA Logistics rafforza la presenza in Sri Lanka

    CEVA Logistics ha avviato una nuova operazione in Sri Lanka aprendo la sede CEVA Sri Lanka a Colombo la scorsa settimana. CEVA Sri Lanka fornirà assistenza ai clienti a livello locale e alle Maldive.

    Dalla sua sede principale a Colombo, ai clienti verrà offerta una gamma completa di servizi multimodali, tra cui soluzioni di intermediazione doganale marittima, marittima, aerea e marittima, nonché i vantaggi di servizi aggiuntivi gestiti all'interno di una zona franca.

    I clienti di CEVA avranno quindi accesso diretto alla gamma completa di servizi aggiuntivi dell'azienda insieme alle funzionalità IT leader del mercato.

    Fuat Adoran, vicepresidente esecutivo di CEVA, IMEA, India, Medio Oriente, Africa, ha dichiarato: “Con le nostre operazioni avviate in Sri Lanka, siamo ora in grado di portare le nostre operazioni in Sri Lanka e alle Maldive al livello successivo. I clienti di CEVA Logistics scopriranno che siamo in grado di fornire soluzioni più efficienti in una vasta gamma di servizi.

    "I clienti inbound saranno in grado di sfruttare la forte rete domestica che ora possiamo offrire in tutto lo Sri Lanka, mentre gli esportatori in questa economia in rapida crescita avranno ora un più ampio accesso internazionale per le loro spedizioni", ha affermato.

    CEVA aggiungerà maggior valore all'economia dello Sri Lanka, trainata principalmente dalle esportazioni, servendo industrie come abbigliamento e tessuti, macchinari ed elettronica, tra gli altri. CEVA entra nel mercato in un momento in cui il paese si propone di posizionarsi come un hub logistico regionale, con la sua posizione strategica in Asia.

Accedi