RESIDENZA ALL'ESTERO: per pagare meno tasse sulle rendite finanziarie? VOLUME V - Pagina 175
Il contropiano Del Vecchio-Caltagirone per Generali: osare di più, governance top e Bca Generali polo aggregante del risparmio gestito
Banca Generali sarebbe al centro del contropiano che Francesco Gaetano Caltagirone, Leonardo Del Vecchio e Fondazione Crt intendono presentare dopo il 15 dicembre, data prevista per la presentazione del business …
Torna l’ottimismo e gli investitori fanno il pieno dei pesi massimi di Piazza Affari, +3% Intesa Sanpaolo ed Enel
Gli investitori tornano ad acquistare massicciamente l’azionario con un convinto rimbalzo a inizio settimana. Piazza Affari si accoda all’ottimismo di Wall Street con le confortanti indicazioni circa il tasso di …
Per Musk scoppia la grana pannelli solari, SEC indaga e titolo Tesla esce dal $1 Trillion Club
Tesla è sotto indagine normativa della SEC dopo che un informatore ha affermato che la società di Elon Musk non ha informato adeguatamente i suoi azionisti e il pubblico circa …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1741
    L'avatar di Carib
    Data Registrazione
    Dec 2004
    Messaggi
    18,213
    Mentioned
    51 Post(s)
    Quoted
    5136 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Citazione Originariamente Scritto da swissmade Visualizza Messaggio
    Quale ragionamento ti porta a dirlo? La parte in neretto significa che un reddito maltese non è un motivo sufficiente per considerarti "residente" ai sensi del trattato, ma serve la residenza fiscale. Se hai un Tax Identification Number maltese e compili il formulario W8BEN paghi la ritenuta ridotta...
    Premesso che non mi intendo della materia, non avendo esperienza personale, la parte in neretto afferma che il termine "tax resident" non si applica a chi e' tassabile solo per redditi di origine maltese. I non-dom non sono tassabili su redditi esteri "unless remitted".
    Le banche depositarie, immagino, sapranno se i benefici del DTA si applicano anche a residenti non-dom o meno.

    La logica di un DTA e' di evitare doppie imposizioni, non di ridurre del 50% la tassazione .

    Se sei un intermediario svizzero, e parli per conoscenza di causa, la tua informazione e' senza dubbio esatta, e benvenuta.

    Per chi ha dubbi, basta chiedere al compliance della propria banca.. svizzera.

  2. #1742

    Data Registrazione
    Feb 2008
    Messaggi
    3,067
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    823 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da Carib Visualizza Messaggio
    letto il testo, la ritenuta ridotta non dovrebbe applicarsi ai residenti non domiciliati a Malta.
    Tra l'altro ho provato a vedere anche altri accordi USA, per esempio quello con Italia, e ritrovo lo stesso testo, quindi anche in paesi che non hanno una tassazione agevolata non dom

  3. #1743
    L'avatar di Carib
    Data Registrazione
    Dec 2004
    Messaggi
    18,213
    Mentioned
    51 Post(s)
    Quoted
    5136 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Citazione Originariamente Scritto da 1966 Visualizza Messaggio
    Tra l'altro ho provato a vedere anche altri accordi USA, per esempio quello con Italia, e ritrovo lo stesso testo, quindi anche in paesi che non hanno una tassazione agevolata non dom
    Guarda che in Italia, dal 2017... c'e' la tassazione "agevolata" per i non-dom.

    la differenza, rispetto Malta, e' che in Italia per divenire non-dom, bisogna chiederlo, e pagare l'imposta forfettaria.
    a malta, se uno e' nato altrove e non intende divenire maltese.. uno e' non-dom per definizione.

  4. #1744
    L'avatar di hal
    Data Registrazione
    Dec 1999
    Messaggi
    6,006
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    1042 Post(s)
    Potenza rep
    42949694
    Ho un problema che vorrei sottoporvi: in caso di trasferimento all’estero della residenza e relativo trasferimento delle posizioni titoli come bisogna comportarsi con le plusvalenze maturate ma non ancora realizzate?
    Mi spiego meglio con un esempio: se ho una posizione con 100.000 euro di plusvalenze non ancora realizzate e ad inizio anno mi trasferisco all’estero devo pagare qualcosa al fisco italiano?
    Io pensavo di no, ma qualcuno invece mi ha detto il contrario…

  5. #1745
    L'avatar di russiabond
    Data Registrazione
    Aug 2000
    Messaggi
    21,474
    Mentioned
    22 Post(s)
    Quoted
    4137 Post(s)
    Potenza rep
    42949694
    Citazione Originariamente Scritto da hal Visualizza Messaggio
    Ho un problema che vorrei sottoporvi: in caso di trasferimento all’estero della residenza e relativo trasferimento delle posizioni titoli come bisogna comportarsi con le plusvalenze maturate ma non ancora realizzate?
    Mi spiego meglio con un esempio: se ho una posizione con 100.000 euro di plusvalenze non ancora realizzate e ad inizio anno mi trasferisco all’estero devo pagare qualcosa al fisco italiano?
    Io pensavo di no, ma qualcuno invece mi ha detto il contrario…
    ... Ti auguro buona fortuna
    Se hai una banca poco attenta e poco sveglia... Potresti trovarti con delle tasse non dovute da pagare... A seconda dell'intelligenza o della stupidità dei tuoi intermediari

    Finché tu non vendi con medesimo depositi titoli intestato non cambi intestazione proprietà... Tu non paghi nulla

    A volte certe banche non interpretano questo e creano "danni" collaterali che paghi tu

    Ecco perché la ricerca dell' intermediario più a buon prezzo si scontra molte volte con la qualità dei servizi e dei prezzi OTC... E delle consulenze di studi legali interni degni di questo nome... Informati competenti... Sul pezzo... Che fanno la differenza alla fine

    Ricordati 2 passaggi

    Da conto italiano residente fiscale italiano a conto italiano stessa banca residente fiscale estero iscritto aire in possesso di riferimento numero registrazione fiscale estera presso ufficio tasse estero

    Poi apertura conto e deposito estero da residente fiscale estero non Italia e trasferimento

    Poi chiusura conto italiano residente estero...

    Buona fortuna... Vale sempre chi più spende meno spende

  6. #1746

    Data Registrazione
    Feb 2008
    Messaggi
    3,067
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    823 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da russiabond Visualizza Messaggio
    ... Ti auguro buona fortuna
    Se hai una banca poco attenta e poco sveglia... Potresti trovarti con delle tasse non dovute da pagare... A seconda dell'intelligenza o della stupidità dei tuoi intermediari

    Finché tu non vendi con medesimo depositi titoli intestato non cambi intestazione proprietà... Tu non paghi nulla

    A volte certe banche non interpretano questo e creano "danni" collaterali che paghi tu

    Ecco perché la ricerca dell' intermediario più a buon prezzo si scontra molte volte con la qualità dei servizi e dei prezzi OTC... E delle consulenze di studi legali interni degni di questo nome... Informati competenti... Sul pezzo... Che fanno la differenza alla fine

    Ricordati 2 passaggi

    Da conto italiano residente fiscale italiano a conto italiano stessa banca residente fiscale estero iscritto aire in possesso di riferimento numero registrazione fiscale estera presso ufficio tasse estero

    Poi apertura conto e deposito estero da residente fiscale estero non Italia e trasferimento

    Poi chiusura conto italiano residente estero...

    Buona fortuna... Vale sempre chi più spende meno spende
    Anche a me interessa questo argomento.
    Potresti essere più esplicito facendo nomi di istituti italiani presso cui la normativa è correttamente applicata? Nel caso uno non fosse già cliente di detti istituti potrebbe aggiungere un ulteriore passaggio preliminare da banca italiana ignorante a banca italiana istruita.

  7. #1747
    L'avatar di hal
    Data Registrazione
    Dec 1999
    Messaggi
    6,006
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    1042 Post(s)
    Potenza rep
    42949694
    Per adesso ho chiesto a fineco come si comportano loro ma non mi hanno ancora risposto.
    Cerchiamo di vederci chiaro sul punto, se qualcuno ne avesse esperienza diretta non sarebbe male....

  8. #1748
    L'avatar di russiabond
    Data Registrazione
    Aug 2000
    Messaggi
    21,474
    Mentioned
    22 Post(s)
    Quoted
    4137 Post(s)
    Potenza rep
    42949694
    Citazione Originariamente Scritto da 1966 Visualizza Messaggio
    Anche a me interessa questo argomento.
    Potresti essere più esplicito facendo nomi di istituti italiani presso cui la normativa è correttamente applicata? Nel caso uno non fosse già cliente di detti istituti potrebbe aggiungere un ulteriore passaggio preliminare da banca italiana ignorante a banca italiana istruita.
    Mi spiace non faccio promozione di questa o quella banca, chiedete l'interpretazione al vostro ufficio fiscale interno all'istituto... E carta canta che si assumono responsabilità di quello che comunicano a voce... Avuta la risposta scritta al vostro interpello... Fate le vostre mosse

    Io vi ho dato l'indicazione della strada

  9. #1749
    L'avatar di russiabond
    Data Registrazione
    Aug 2000
    Messaggi
    21,474
    Mentioned
    22 Post(s)
    Quoted
    4137 Post(s)
    Potenza rep
    42949694
    Citazione Originariamente Scritto da hal Visualizza Messaggio
    Per adesso ho chiesto a fineco come si comportano loro ma non mi hanno ancora risposto.
    Cerchiamo di vederci chiaro sul punto, se qualcuno ne avesse esperienza diretta non sarebbe male....
    Il le indicazioni le ho date sta a voi percorrerle e verificare da istituto ad istituto...
    Le mie sono esperienze vissute...
    Non amo dilungarmi su questi argomenti chi è interessato veramente fa'...
    Chi è interessato invece a chattare continuerà a chattare...

    Più o meno è sempre così... Come i rapporti tra uomo e donna
    Ca va sans dire...

  10. #1750

    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    25,551
    Mentioned
    64 Post(s)
    Quoted
    7737 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    secondo me il passaggio spinoso è tra il passaggio in amministrato a quello in dichiarativo.. è lì che molte banche considereranno il tutto come fosse una vendita tra 2 diversi intestatari e quindi addebiteranno eventuali plusvalenze

Accedi