Titoli in dollari mercati otc e utilizzo rating - Pagina 4
Tassi di interesse negativi ci dicono che il futuro vale più del presente in un mondo dove sovrabbonda il risparmio
Cosa si nasconde dietro questa grossa ondata di tassi d?interesse negativi? Da Francoforte  a Zurigo passando per Tokio, più di un terzo dei bond presenti sul mercato offrono ormai ritorni …
Calendario conti 3° trimestre 2019 Ftse Mib: apre Saipem, banche e FCA le più attese
Dopo un inizio poco fortunato, il mese di ottobre ha visto un forte rialzo dei mercati azionari internazionali. Gli indici USA sono tornati sui massimi storici, mentre quelli europei (Ftse …
Descalzi a tutto campo: Eni non sarà preda M&A, dividendo può salire
Eni è diventata la compagnia più efficiente tra le grandi con riserve proprie che sono state scoperte e non comprate, con costi per i nuovi barili molto bassi, a meno …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #31

    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    9,511
    Blog Entries
    61
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    570 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da Cren Visualizza Messaggio
    Non hai capito: le Call non sono di copertura, chi le usa così lo fa per aumentare gli incassi periodici a suo rischio.
    Ok, facciamo l'esempio scolastico della Covered Call.

    Detengo 1.200 unità di HYG @ 85,92 (grossomodo un investimento iniziale di $103.104).

    L'ultimo dividendo mensile è stato di $0,384371.

    Facciamo finta che sia uguale anche per questo mese e quindi a fine giugno/inizio luglio incasso $461,25 (~ 1.200 x $0,384371).

    Su 1.200 unità di ETF ho poi venduto 12 (= 1.200 / 100) opzioni Call che scadono a luglio con prezzo di esercizio $86: diciamo di essere stati un minimo pazienti e di essere riusciti a vendere a metà denaro-lettera @ $0,275 (uso i prezzi di chiusura di ieri sera del CBOE per una opzione che scade tra 35 giorni, è chiaro che un mese fa potevano essere diversi ma probabilmente non troppo).

    Totale premio = $330 (= 12 x 100 x $0,275).

    Quindi a luglio portiamo a casa $791,25 (= $461,25 + $330).

    Ripetere il mese successivo.

    Ovviamente il rischio è quello che, se l'HYG sale oltre $86, io lo consegno @ $86 all'esercizio della Call e rinuncio a tutto il resto del potenziale guadagno: se questo guadagno a cui rinuncio è maggiore del premio che incasso, da un punto di vista finanziario la cosa non è stata vincente (per es. se l'ETF schizza a $90 è chiaro che consegnarlo @ $86 non è stata una furbata perché incasso $330 ma rinuncio a $4.896).

    Poi ovviamente non c'è copertura sui ribassi, ma tanto quella non ce l'avresti nemmeno con le singole obbligazioni.
    Ultima modifica di Cren; 14-06-18 alle 12:25

  2. #32
    L'avatar di waltermasoni
    Data Registrazione
    Aug 2015
    Messaggi
    7,501
    Mentioned
    27 Post(s)
    Quoted
    3840 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da Cren Visualizza Messaggio
    Guarda, è abbastanza semplice.

    Assumendo che tu abbia un portafoglio con i tre ETF che ho indicato, vedrai che esiste un mercato delle opzioni estremamente liquido su di essi.

    Questi ETF distribuiscono sotto forma di dividendi le cedole che incassano dalla detenzione dei titoli che hanno nel portafoglio; la distribuzione avviene con frequenza mensile.

    Allora il retail pigro (ma un po' evoluto) americano solitamente ogni 100 unità di ETF che detiene vende allo scoperto 1 opzione Call: in questo modo rinuncia a parte dei potenziali guadagni in caso di rialzo intenso dell'ETF ma incassa il premio dell'opzione; se lo esercitano, consegna i titoli che ha in portafoglio al prezzo di esercizio altrimenti ripete da capo.


    Da un punto di vista pratico è come se monetizzassi sulle salite, senza farla inutilmente complicata basti dire che nessuno ti regala niente. Però se waltermasoni deve vivere di rendita gli servono flussi di cassa il più possibili periodici e costanti: il dividendo fisso mensile + i premi delle Call vendute gli danno praticamente uno stipendio.

    Sul fatto che il rischio default di quei 3 ETF sia pressoché nullo penso che siamo tutti d'accordo.

    Ciao cren,
    Ti ringrazio per la segnalazione.
    Ti dico la mia : trovo che gli etf siano utilissimi (per il scopo) ma quelli azionari(non ora è nelle giuste proporzioni) perché mi permettono di diversificare a basso costo.
    Non riesco ad utilizzare gli obbligazionari e ti spiego il perché :
    Se io mi faccio un giardinetto di 100\200 bond ad alto rating ho sicuramente lo svantaggio di dovermi sbattere e prendere ogni tanto un default.
    Pero’ In questa fase , dove le obbligazioni sono destinate a perdere in conto capitale(fed \fine qe) io che devo vivere di rendite finanziarie me ne sbatto nel senso che :
    -ho cedole certe mensili quantificabili esattamente
    - non guardo le perdite(o guadagni in conto capitale) perché portò al 99% in scadenza

    Purtroppo l’etf obbligazionario mi da si tranquillità , diversificazione eccc.... pero’

    - le entrate mensili non sono quantificabili esattamente
    - il valore etf tiene conto giornalmente delle, per me certe, perdite in conto capitale(tutto questo si tradurrebbe in un patrimonio ridotto)

    Ps:da gennaio il mio conto \Trading sarà con Credit Suisse.

    Mi dai un tuo pensiero?
    Grazie molte

  3. #33
    L'avatar di Eniforever
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    10,622
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    4351 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da Cren Visualizza Messaggio
    Ok, facciamo l'esempio scolastico della Covered Call.

    Detengo 1.200 unità di HYG @ 85,92 (grossomodo un investimento iniziale di $103.104).

    L'ultimo dividendo mensile è stato di $0,384371.

    Facciamo finta che sia uguale anche per questo mese e quindi a fine giugno/inizio luglio incasso $461,25 (~ 1.200 x $0,384371).

    Su 1.200 unità di ETF ho poi venduto 12 (= 1.200 / 100) opzioni Call che scadono a luglio con prezzo di esercizio $86: diciamo di essere stati un minimo pazienti e di essere riusciti a vendere a metà denaro-lettera @ $0,275 (uso i prezzi di chiusura di ieri sera del CBOE per una opzione che scade tra 35 giorni, è chiaro che un mese fa potevano essere diversi ma probabilmente non troppo).

    Totale premio = $330 (= 12 x 100 x $0,275).

    Quindi a luglio portiamo a casa $791,25 (= $461,25 + $330).

    Ripetere il mese successivo.

    Ovviamente il rischio è quello che, se l'HYG sale oltre $86, io lo consegno @ $86 all'esercizio della Call e rinuncio a tutto il resto del potenziale guadagno: se questo guadagno a cui rinuncio è maggiore del premio che incasso, da un punto di vista finanziario la cosa non è stata vincente (per es. se l'ETF schizza a $90 è chiaro che consegnarlo @ $86 non è stata una furbata perché incasso $330 ma rinuncio a $4.896).

    Poi ovviamente non c'è copertura sui ribassi, ma tanto quella non ce l'avresti nemmeno con le singole obbligazioni.
    Ripeto
    Tutta sta fatica e rischio capitale quando con una bei in usd avresti un rendimento mensile superiore a parità di investimento e rischio 0?

  4. #34

    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    9,511
    Blog Entries
    61
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    570 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da waltermasoni Visualizza Messaggio
    Ciao cren,
    Ti ringrazio per la segnalazione.
    Ti dico la mia : trovo che gli etf siano utilissimi (per il scopo) ma quelli azionari(non ora è nelle giuste proporzioni) perché mi permettono di diversificare a basso costo.
    Non riesco ad utilizzare gli obbligazionari e ti spiego il perché :
    Se io mi faccio un giardinetto di 100\200 bond ad alto rating ho sicuramente lo svantaggio di dovermi sbattere e prendere ogni tanto un default.
    Pero’ In questa fase , dove le obbligazioni sono destinate a perdere in conto capitale(fed \fine qe) io che devo vivere di rendite finanziarie me ne sbatto nel senso che :
    -ho cedole certe mensili quantificabili esattamente
    - non guardo le perdite(o guadagni in conto capitale) perché portò al 99% in scadenza

    Purtroppo l’etf obbligazionario mi da si tranquillità , diversificazione eccc.... pero’

    - le entrate mensili non sono quantificabili esattamente
    - il valore etf tiene conto giornalmente delle, per me certe, perdite in conto capitale(tutto questo si tradurrebbe in un patrimonio ridotto)

    Ps:da gennaio il mio conto \Trading sarà con Credit Suisse.

    Mi dai un tuo pensiero?
    Grazie molte
    Ho capito il tuo ragionamento, però devi capire che si basa su un assunto forte: siccome le obbligazioni mal che vada le porto a scadenza, allora non mi preoccupo di finire in rosso... mentre con gli ETF sì perchè non so quando rivedrò i miei soldi.

    Però io sono uno che ragiona sempre in mark-to-market e quindi valuto le obbligazioni al prezzo di mercato, perciò è un ragionamento che non va bene secondo me:

    • gli ETF obbligazionari ti danno comunque dividendo anche se scendono di prezzo perchè incassano comunque le cedole delle centinaia di obbligazioni che hanno in pancia;
    • rispetto agli ETF azionari, l'entità del dividendo di quelli obbligazionari è molto più stabile e facilmente prevedibile. Ad es. il LQD di cui si parlava prima ha distribuito dividendo annuo dal 2008 da un minimo di $3,81 a un massimo di poco più di $5,50, che non è una variazione esagerata;
    • mi basta inserire una scadenza/rimborso agli ETF e il tuo discorso non regge più

    Esistono ad es. ETF di iShares con la scadenza e rimborso finale e ti faccio solo alcuni esempi:
    Codice:
    Codice	ID_ISIN	        NAME	                        EQY_DVD_YLD_IND_NET
    IBDH	US46434VAA89	ISHARES IBONDS DEC 2018 TERM	1,82
    IBDK	US46434VAU44	ISHARES IBONDS DEC 2019 TERM	2,19
    IBDL	US46434VAQ32	ISHARES IBONDS DEC 2020 TERM	2,40
    IBDM	US46434VBK52	ISHARES IBONDS DEC 2021 TERM	2,72
    IBDN	US46434VBA70	ISHARES IBONDS DEC 2022 TERM	2,92
    IBDO	US46434VAX82	ISHARES IBONDS DEC 2023 TERM	3,30
    IBDR	US46435GAA04	ISHARES IBONDS DEC 2026 TERM	3,48
    Vedi che i rendimenti comunque non sono malvagi considerati i titoli che hanno in pancia (ti ho messo in allegato tutto il portafoglio del IBDC 2020 come esempio) e comunque il rischio di default selettivo è inesistente.

    IBDC_holdings.zip

    Mai provato Credit Suisse.

    Comunque il mio è solo suggerimento per semplificare la gestione trasformandola in una operatività meccanica e ripetitiva, se tu ti trovi meglio a fare ladder di singole obbligazioni in USD ovviamente è giusto che fai quello che ti piace

    Citazione Originariamente Scritto da Eniforever Visualizza Messaggio
    Ripeto
    Tutta sta fatica e rischio capitale quando con una bei in usd avresti un rendimento mensile superiore a parità di investimento e rischio 0?
    Mi sono perso quale EIB in USD ti dà il 9% all'anno di rendimento, se me la indichi mi fai un favore.

    La fatica la vedi solo tu, è una operazione al mese.

  5. #35
    L'avatar di giulioron
    Data Registrazione
    May 2006
    Messaggi
    6,692
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    819 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da waltermasoni Visualizza Messaggio
    Ciao cren,
    Ti ringrazio per la segnalazione.
    Ti dico la mia : trovo che gli etf siano utilissimi (per il scopo) ma quelli azionari(non ora è nelle giuste proporzioni) perché mi permettono di diversificare a basso costo.
    Non riesco ad utilizzare gli obbligazionari e ti spiego il perché :
    Se io mi faccio un giardinetto di 100\200 bond ad alto rating ho sicuramente lo svantaggio di dovermi sbattere e prendere ogni tanto un default.
    Pero’ In questa fase , dove le obbligazioni sono destinate a perdere in conto capitale(fed \fine qe) io che devo vivere di rendite finanziarie me ne sbatto nel senso che :
    -ho cedole certe mensili quantificabili esattamente
    - non guardo le perdite(o guadagni in conto capitale) perché portò al 99% in scadenza

    Purtroppo l’etf obbligazionario mi da si tranquillità , diversificazione eccc.... pero’

    - le entrate mensili non sono quantificabili esattamente
    - il valore etf tiene conto giornalmente delle, per me certe, perdite in conto capitale(tutto questo si tradurrebbe in un patrimonio ridotto)

    Ps:da gennaio il mio conto \Trading sarà con Credit Suisse.

    Mi dai un tuo pensiero?
    Grazie molte
    Walter
    secondo me fai bene a lasciar stare gli ETF che danno cedola mensile/trimestrale perchè tutti hanno un costo non trascurabile ( 0,40 0,50 % )
    Potendo , è molto meglio diversificare il portafoglio e assumersi un microrischio di qualche crack ma incassare il rendimento pieno

    In piu quasi tutti quei prodotti hanno un valore di mercato e non hanno una scadenza fissa ( tranne alcuni ), dunque in un periodo di aumento dei tassi generalizzati rischieresti di trovarti con un flusso di cassa ( non clamoroso perchè se arrivi al 4% netto è una rarità ) ma con un prezzo di mercato sotto al tuo valore di acquisto

  6. #36
    L'avatar di waltermasoni
    Data Registrazione
    Aug 2015
    Messaggi
    7,501
    Mentioned
    27 Post(s)
    Quoted
    3840 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Ringrazio tutti per gli ottimi spunti di grande valore(anche se di visioni fifferenti).

    Ps: oggi un bei decennale in dollari lo compri sui 99 al 3% di cedola e con previsioni di perdita in conto capitale.
    Mi sembra difficile fare solo un bei , vivere di rendita e allo stesso tempo difendersi dall’inflazione

  7. #37

  8. #38
    L'avatar di Peregrino49
    Data Registrazione
    Jan 2015
    Messaggi
    749
    Mentioned
    13 Post(s)
    Quoted
    482 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da Cren Visualizza Messaggio
    Guarda, è abbastanza semplice.

    Assumendo che tu abbia un portafoglio con i tre ETF che ho indicato, vedrai che esiste un mercato delle opzioni estremamente liquido su di essi.

    Questi ETF distribuiscono sotto forma di dividendi le cedole che incassano dalla detenzione dei titoli che hanno nel portafoglio; la distribuzione avviene con frequenza mensile.

    Allora il retail pigro (ma un po' evoluto) americano solitamente ogni 100 unità di ETF che detiene vende allo scoperto 1 opzione Call: in questo modo rinuncia a parte dei potenziali guadagni in caso di rialzo intenso dell'ETF ma incassa il premio dell'opzione; se lo esercitano, consegna i titoli che ha in portafoglio al prezzo di esercizio altrimenti ripete da capo.


    Da un punto di vista pratico è come se monetizzassi sulle salite, senza farla inutilmente complicata basti dire che nessuno ti regala niente. Però se waltermasoni deve vivere di rendita gli servono flussi di cassa il più possibili periodici e costanti: il dividendo fisso mensile + i premi delle Call vendute gli danno praticamente uno stipendio.

    Sul fatto che il rischio default di quei 3 ETF sia pressoché nullo penso che siamo tutti d'accordo.
    Gentilissimo: secondo te è questo discorso è fattibile anche con i relativi etf in euro? I vari IEMB o STHY, per intenderci. A naso (ma potrei dire una cappella clamorosa) avere in ptf questi etf e poi coprirsi con put sugli strumenti "originali" in dollari direi che ha poco senso.
    Resto in attesa che eniforever ci dica con quale BEI in $ è possibile strappare un 9% annuo...o che posi la fiasca

  9. #39
    L'avatar di Eniforever
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    10,622
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    4351 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da waltermasoni Visualizza Messaggio
    Ringrazio tutti per gli ottimi spunti di grande valore(anche se di visioni fifferenti).

    Ps: oggi un bei decennale in dollari lo compri sui 99 al 3% di cedola e con previsioni di perdita in conto capitale.
    Mi sembra difficile fare solo un bei , vivere di rendita e allo stesso tempo difendersi dall’inflazione
    Dell'inflazione ti difendi con una bei, vivere di rendita è un altro discorso
    Fortunatamente sto lavorando e riesco ogni anno ad aumentare il ptf

  10. #40
    L'avatar di Eniforever
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    10,622
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    4351 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da Peregrino49 Visualizza Messaggio
    Gentilissimo: secondo te è questo discorso è fattibile anche con i relativi etf in euro? I vari IEMB o STHY, per intenderci. A naso (ma potrei dire una cappella clamorosa) avere in ptf questi etf e poi coprirsi con put sugli strumenti "originali" in dollari direi che ha poco senso.
    Resto in attesa che eniforever ci dica con quale BEI in $ è possibile strappare un 9% annuo...o che posi la fiasca
    In dollari no
    Avevo confuso stamattina la cedola mensile dell' etf con la semestrale della bei, ma sono anche sotto antibiotici per un brutto ascesso

Accedi