Bond Cmc Ravenna 7,50% 2021 callable eur isin XS1088811432 - Pagina 11
Triboo: ricavi ed ebitda in forte crescita nei primi 9 mesi 2021
Primi nove mesi dell’anno con ricavi e margini in crescita a doppia cifra per Triboo, gruppo attivo nel settore digitale e quotato sul mercato MTA di Borsa Italiana. I ricavi …
Piazza Affari apre dicembre avanti tutta: sprint di Stellantis e Unicredit, il risk-on penalizza Diasorin
Avvio di dicembre a spron battuto per Piazza Affari dopo le tensioni della vigilia dettate dalle parole di Jerome Powell che ha anticipato la possibilità di un tapering accelerato da …
Tavares (Stellantis) lancia allarme elettrificazione forzata e indica due scenari possibili
Ferma presa di posizione dell'amministratore delegato di Stellantis, Carlos Tavares, sulla spinta in atto verso l'elettrificazione del mercato automobilistico. Il ceo di Stellantis ritiene che le pressioni esterne sulle case …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #101
    L'avatar di dulcamara
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    1,715
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    772 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Cosa c'entri la riunione con gli esperti ed il pagamento degli stipendi non mi è chiaro. O meglio l'unica cosa per me chiara è che quelli non hanno soldi per gli stipendi, vale a dire la prima categoria di creditori da pagare.

    Mi verrebbe da dire che siccome di solito i lavoratori sono gli ultimi ad essere sacrificati vuol dire che non sono state versate le imposta, l'iva e le ritenute (oltre che i contributi previdenziali). Ma queste sono mie idee...

    Tensione finanziaria in Cmc, slittano gli stipendi di ottobre

    Tensione finanziaria in Cmc, slittano gli stipendi di ottobre

    Slittano gli stipendi di ottobre in Cmc: "Dipendenti preoccupati, c'è stata poca comunicazione"

    La conferma arriva dopo la riunione aziendale di giovedì, durante la quale la cooperativa di via Trieste ha annunciato che il pagamento degli stipendi di ottobre slitterà a fine mese
    Redazione
    16 novembre 2018 09:36

    Tensione finanziaria in Cmc, slittano gli stipendi di ottobre

    Lo si leggeva, forse, già tra le righe nella nota di qualche giorno fa, in cui Cmc aveva annunciato che non sarebbe stata pagata puntualmente alla scadenza del 15 novembre la rata di interessi in favore dei titolari del prestito obbligazionario emesso il 16 novembre 2017. La conferma arriva dopo la riunione aziendale di giovedì, durante la quale la cooperativa di via Trieste ha annunciato che il pagamento degli stipendi di ottobre slitterà a fine mese. Un'azione che coinvolge ben settemila dipendenti in tutto in mondo.

    "La società sta vivendo una situazione di tensione di cassa - spiegano da Cmc - Per queste ragioni, la società ha nominato primari advisors, Mediobanca e Studio Trombone Dottori Commercialisti Associati, quali advisor finanziari, nonché lo studio di Andrea Zoppini e di Fabrizio Corsini quali advisor legali, per individuare nel più breve tempo possibile le misure necessarie al superamento in continuità aziendale della attuale situazione di difficoltà, per poi negoziare una complessiva manovra di riorganizzazione della propria esposizione finanziaria". Fin tanto che non verrà, quindi, puntualizzata questa manovra di risanamento la situazione in casa Cmc non sarà semplice. Questa situazione di tensione finanziaria non riguarda solo la cooperativa ravennate, ma è caratteristica di tutto il comparto di mercato in cui la Cmc opera. A ottobre, Cmc era finita sotto pressione per il mancato incasso di pagamenti per 108 milioni di euro.

    "Restiamo in attesa di avere notizie più approfondite - commenta Maurizio Bisignani di Filca Cisl Ravenna - Tutti si pongono le stesse identiche domande, ma durante l'incontro dall'azienda ci hanno chiaramente detto che al momento non ci sono risposte e che tutto è in mano agli esperti. Il 26 ottobre [o forse il novembre?] si terrà l'incontro con il consiglio di amministrazione e Cmc spera, per quel giorno, di arrivare a una soluzione. Fino a quel momento non sono in grado di dirci nulla". E naturalmente il clima, tra i lavoratori, non è dei migliori: "Quando abbiamo comunicato l'esito della riunione ai dipendenti ho sentito un clima abbastanza pesante. Personalmente credo sia mancata un po' di comunicazione tra dirigenza e lavoratori: sono rimasti molto spiazzati, perplessi e comprensibilmente preoccupati".

  2. #102

    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    11,094
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    2806 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da dulcamara Visualizza Messaggio
    Cosa c'entri la riunione con gli esperti ed il pagamento degli stipendi non mi è chiaro. O meglio l'unica cosa per me chiara è che quelli non hanno soldi per gli stipendi, vale a dire la prima categoria di creditori da pagare.

    Mi verrebbe da dire che siccome di solito i lavoratori sono gli ultimi ad essere sacrificati vuol dire che non sono state versate le imposta, l'iva e le ritenute (oltre che i contributi previdenziali). Ma queste sono mie idee...".
    Direi che puoi starne certo.

  3. #103
    L'avatar di dulcamara
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    1,715
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    772 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da waltermasoni Visualizza Messaggio
    Articolo del sole di stamani
    Ciao

    ho letto l'articolo del 24 ore.

    Parto dal presupposto che quelli del sole scrivono talvolta delle cose scontate anche se non è colpa loro: qualche anno addietro il sole era la fonte delle notizie finanziarie ora è degradato a riassunto di quelle del giorno prima con alcuni pettegolezzi aggiunti ("persone vicine al dossier") che in quanto tali non si sa quanto fondati.

    Faccio alcune osservazioni forse banali (dovrei meglio studiare il bilancio ma finora non ne ho avuto tempo).

    Innanzi tutto quelli dicono che la società è industrialmente sana ma finanziamente messa male.

    A me questa affermazione è sempre suonata strana.

    Nel senso che un buon management cura sia la parte industriale che quella finanziaria. Ora che non abbiano la liquidità per pagare gli stipendi di ottobre mi sembra un campanello di allarme molto grave. Vuol dire che non hanno fatto pianificazione finanziaria in modo professionale (che non si paghino gli stipendi proprio non esiste: vuol dire che non si riesce più a produrre e quindi la strada verso la liquidazione coatta amministrativa è spianata). In più la mancanza di liquidità è saltata fuori per una cedola abbastanza banale (per una società che gira centinaia di milioni di fatturato) di 10 milioni. Oltre a scoprire che un pagamento di 50 milioni ricevuto dall'Anas è finito dritto alle banche perché hanno fatto anticipi su fatture (cosa della quale si hanno a questo punto pochi sospetti ed alcune certezze: anche i prossimi incassi finiranno per lo stesso motivo in tutto o in parte alle banche).

    Quindi mi pare di capire che il problema sia manageriale. Ricordo a me stesso che quella è una cooperativa e richiamo alla mia mente le altre società cooperative operanti nel settore bancario che moltissimi qui dentro abbiamo imparato a conoscere sulla nostra pelle. Non ho nulla contro il modello cooperativo. Ma a penso che quel modello (nato nell'800 nel Regno unito) sia più consono ad iniziative di piccole dimensioni e non certo a società che girano centinaia di milioni. Quindi finchè non vi è un cambio nel modello di governance (e di amministratori) la vedo dura.

    Resta sempre la speranza che forse qualcuno interverrà in loro soccorso (vale a dire altre cooperative o meglio il movimento cooperativo) per una ristrutturazione. In questo caso tuttavia vi sarà di sicuro un hair cut del capitale e delle cedole non potendosi prospettare una conversione del prestito in capitale (e di questo neanche l'articolista ne parla).

    L'unico fatto positivo in tutta questa storia è che hanno preso come consulente Mediobanca la quale comunque troverà una soluzione (altrimenti perde la sua faccia in un mercato in cui la fiducia e la affidabilità è tutto).

    Chiedo scusa se ho ripetuto concetti che avevo già espresso ma come detto vedo questa storia che andrà avanti ancora per un po' (come peraltro andrà avanti la storia di Astaldi).

  4. #104
    L'avatar di dulcamara
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    1,715
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    772 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    tanto per dire come stanno questi della cmc:

    Raddoppio Ss640. Fornitori nisseni non pagati a rischio default. Il sindaco: “Non lo permetteremo” - Radio CL1

    Il sindaco di Caltanissetta, Giovanni Ruvolo, ha incontrato venerdì sera a palazzo del Carmine una delegazione di imprenditori nisseni, fornitori della Cmc di Ravenna, general contractor del secondo lotto dei lavori raddoppio della Ss640. “La situazione degli imprenditori che hanno effettuato forniture di beni e servizi alla società incaricata da Anas è molto allarmante – afferma il sindaco, Giovanni Ruvolo -. Si è fermato il flusso di pagamenti di forniture peraltro arretrate e relative anche al 2017. Così i nostri imprenditori hanno fatto da ammortizzatore finanziario alla società con il rischio adesso di avere chiusi tutti i rubinetti del credito dagli istituti bancari a causa dei pagamenti che devono ricevere”. Ad ascoltare le problematiche degli imprenditori insieme al sindaco c’era l’assessore alla viabilità, Giuseppe Tumminelli. “Le imprese sane del territorio, tutte inserite in white list prefettizia, rischiano di chiudere i battenti con conseguente perdita di posti di lavoro per aver fatto credito ad un colosso delle costruzioni, ritenendo che dietro vi fosse comunque lo Stato”, afferma il sindaco di Caltanissetta.

    Lunedì 19 novembre alle 10,30 il primo cittadino ha quindi convocato al foyer del Margherita un’assemblea di tutti i fornitori di beni e servizi della città che vantano crediti arretrati con la Cmc, allo scopo di portare al tavolo dell’Anas la problematica. “Lunedì il ministro per le Infrastrutture, Danilo Toninelli, farà un sopralluogo sul viadotto San Giuliano. Consegnerò il documento firmato dai comitati di quartiere che denuncia danni e disagi per la viabilità e anche il documento degli imprenditori per segnalare l’inaccettabile situazione debitoria nei loro confronti”.

    Le due relazioni saranno consegnate dal sindaco al tavolo romano con Anas che si terrà il 21 novembre nella Capitale per fare il punto sullo stato d’avanzamento dei lavori e sulle opere relative alla viabilità primaria e secondaria della città. Giorno 23 novembre il primo cittadino relazionerà sugli esiti dell’incontro ai comitati di quartiere convocati per un’assemblea cittadina nel foyer del teatro Margherita alle 16,00.

  5. #105
    L'avatar di dulcamara
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    1,715
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    772 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Ho dato una occhiata al bilancio consolidato al 30 giugno ma la situazione è da paura (Cmc << Investor Relations disclaimer).

    All'attivo (cfr. pag. 41 del fascicolo) ci sono circa 1,693,492,836 euro di attivo a breve (lavori + crediti). Al passivo ci sono debiti per 1,927,786,029 (lasciando stare la distinzione tra breve e medio lungo). I mezzi propri sono di euro 152,260,498: quindi lavorano con una leva di oltre 12.

    Inoltre la redditività dei lavori è di circa il 7 per cento (37: 549) diminuita rispetto al I semestre del 2017 quando era poco superiore all'8 per cento (45: 549) (crf. pag. 43).

    Mi verrebbe da dire che questi hanno preso troppi lavori e troppo al ribasso ed hanno finanziato questi lavori con un uso massiccio del debito.


    E cmq questi problemi hanno radici non recenti.

    Quanto all'hair cut non riesco a fare previsioni: forse si riesce ad arrivare ad un taglio del 15 - 20 per cento. Ma non basta di certo. Di più non si può andare per l'ovvio motivo che i fornitori non possono restare tutti col cerino in mano. La ricetta è ovviamente abbastanza banale: una ricapitalizzazione da almeno 100 milioni di euro ed una più attenta selezione dei lavori (e quindi un completo ricambio manageriale). Facile a dirsi più che a farsi.

  6. #106

    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    11,094
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    2806 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da dulcamara Visualizza Messaggio
    Mi verrebbe da dire che questi hanno preso troppi lavori e troppo al ribasso ed hanno finanziato questi lavori con un uso massiccio del debito.
    Praticamente uno schema Ponzi...

  7. #107
    L'avatar di dulcamara
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    1,715
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    772 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da laplaz Visualizza Messaggio
    Praticamente uno schema Ponzi...
    da come l'ho capita penso che abbiano fatto il passo più lungo della gamba non pensando che presto o tardi i tassi di interesse sarebbero risaliti.

    Lo stupefacente non è tanto che questi titoli quotino intorno a 14, quanto il fatto che fino a qualche mese addietro quotavano a 100 (ed erano in mano agli istituzionali, quindi gente che sa perfettamente leggere i bilanci).

  8. #108
    L'avatar di virussingolo
    Data Registrazione
    Apr 2011
    Messaggi
    23,153
    Mentioned
    15 Post(s)
    Quoted
    4055 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Titolo: 13:44 DJ CMC Di Ravenna Bondholders Face Harder Hit Than Astaldi's: CreditSights -- Market Talk

    Testo: 1242 GMT - CMC di Ravenna's lack of hard assets is "likely to hamper recovery values if the company ends up filing for full liquidation," says CreditSights, after the Italian building company joined fellow constructor Astaldi in filing for credit protection. Creditors holding CMC di Ravenna bonds may have a harder time recovering their investments than Astaldi bondholders, given that the latter company has hard assets and could be bought by Italian industrial group Salini Impregilo. CreditSights reckons CMC di Ravenna bondholders may already be trying to organize to protect their interests, since the company postponed a coupon payment last month.([email protected]; @Lorena_rbal)

    (END) Dow Jones Newswires
    04-12-18 1244GMT
    Copyright (c) 2018 Dow Jones & Company, Inc.

  9. #109
    L'avatar di waltermasoni
    Data Registrazione
    Aug 2015
    Messaggi
    9,272
    Mentioned
    31 Post(s)
    Quoted
    4598 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Comprato ieri zona 6 e spicci

  10. #110

    Data Registrazione
    Jan 2009
    Messaggi
    1,054
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    48 Post(s)
    Potenza rep
    25572345
    Citazione Originariamente Scritto da waltermasoni Visualizza Messaggio
    Comprato ieri zona 6 e spicci
    ciao scusa..ti hanno fatto pagare rateo cedola nell'acquisto? parlo delle 6,875% 01/08/2022
    grazie

Accedi