Mi spiegate questo fido
Grecia, New York o Maldive: quanto accantonare ogni mese per la vacanza dei sogni e quanto si risparmia investendo tali somme
Tento di vacanze per milioni di italiani chiamati a scontrarsi con il problema budget. Le ferie estive, qualunque sia la meta, rappresentano probabilmente la spesa extra più importante ogni anno. …
Piazza Affari archivia luglio con una giornata no, balzo PIL non basta. Debacle di Enel e Saipem dopo i conti
Finale di ottava sottotono per Piazza Affari in una giornata cadenzata dal newsflow legato ai conti trimestrali e al riaccendersi della miccia M&A tra le banche con l’avvio dei colloqui …
L’Italia di Draghi corre il doppio del previsto, PIL fa nettamente meglio di Germania e Francia. Rischio frenata in mesi autunnali con variante delta
Sorpresa positiva dal Pil dell'Italia che nel secondo trimestre ha accelerato più del previsto, dando un segnale incoraggiante riguardo la ripresa economica in atto dopo un inizio 2021 in lieve …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    305
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    118 Post(s)
    Potenza rep
    6325894

    Mi spiegate questo fido

    Scusate l’ignoranza in materia ma vorrei capire come funziona questo fido.

    Un mio amico per aprire un’attività ha richiesto un fido di 50k con Fideuram (sono garanti i suoi genitori con dei soldi che hanno investiti in quella banca), il fido è a tempo indeterminato.
    Lui per quanto ho capito può disporre di quel credito e paga a fine anno il 2% della somma utilizzata.

    Se utilizza l’intera somma quindi paga 1k (più o meno) all’anno di interessi, i 1000€ vengono conteggiati per l’estinzione del fido?

    Esempio se pagasse per 25 anni 1k rimarrebbe da dare solo 25k alla banca?

    Ribadisco scusate l’ignoranza in materia ed il fatto che ho poche informazioni in merito al tipo di prodotto ma forse voi potete illuminarmi lo stesso.
    Ultima modifica di rspike12; 12-06-21 alle 19:06

  2. #2

    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    772
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    454 Post(s)
    Potenza rep
    14294537
    Gli interessi vengono calcolati sull’importo capitale che il tuo amico sta usando e, se non possono essere pagati con il fido (perché il fido è già tirato al massimi) il tuo amico dovrà pagarli con soldi suoi.

    Quindi, se usa €50.000 del fido, ipotizzando che li prenda tutti il 1 gennaio fino al 31 dicembre, a quel punto (ipotizzando che gli interessi siano pagabili annualmente) la banca gli chiederà €1000; poi, se non restituisce i €50.000 per un altro anno, di nuovo la banca gli chiederà €1000 di interessi a fine del secondo anno.
    A questo punto ipotizziamo che il 1 gennaio del terzo anno il tuo amico voglia restituire €25000 di capitale, se non ci sono altri movimenti al 31 dicembre del terzo anno la banca gli chiederà atri €500 di interessi.

  3. #3

    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    305
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    118 Post(s)
    Potenza rep
    6325894
    Rispetto ad un prestito che se non erro ha tassi tra 6-8% risulta quindi conveniente ipotizzando di rientrare nel breve-medio periodo
    Ultima modifica di rspike12; 12-06-21 alle 22:15

  4. #4

    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    772
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    454 Post(s)
    Potenza rep
    14294537
    Citazione Originariamente Scritto da rspike12 Visualizza Messaggio
    Rispetto ad un prestito che se non erro ha tassi tra 6-8% risulta quindi conveniente ipotizzando di rientrare nel breve-medio periodo
    Per avergli dato un fido da 50k al 2% vuol dire che le garanzie che ha fornito sono estremamente solide, quindi il confronto con un prestito al 6-8% che viene erogato senza particolari garanzie accessorie non è propriamente corretto.
    Probabilmente sarebbe riuscito ad ottenere tassi simili anche su un prestito se avesse fornito le stesse garanzie.

  5. #5

    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    1,120
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    483 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da rspike12 Visualizza Messaggio
    Scusate l’ignoranza in materia ma vorrei capire come funziona questo fido.

    Un mio amico per aprire un’attività ha richiesto un fido di 50k con Fideuram (sono garanti i suoi genitori con dei soldi che hanno investiti in quella banca), il fido è a tempo indeterminato.
    Lui per quanto ho capito può disporre di quel credito e paga a fine anno il 2% della somma utilizzata.

    Se utilizza l’intera somma quindi paga 1k (più o meno) all’anno di interessi, i 1000€ vengono conteggiati per l’estinzione del fido?

    Esempio se pagasse per 25 anni 1k rimarrebbe da dare solo 25k alla banca?

    Ribadisco scusate l’ignoranza in materia ed il fatto che ho poche informazioni in merito al tipo di prodotto ma forse voi potete illuminarmi lo stesso.

    la messa a disposizione dei fondi è una commissione-spesa che tutte le banche (salvo promozioni particolari) applicano e normalmente è proprio del 2% annuale oppure 0,50% trimestrale...dubito fortemente che la banca gli abbia regalato il denaro senza pretendere interessi...indipendentemente dalle garanzie prestate...ma tutto è possibile....

  6. #6

    Data Registrazione
    Jan 2021
    Messaggi
    236
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    171 Post(s)
    Potenza rep
    4353584
    Citazione Originariamente Scritto da rspike12 Visualizza Messaggio
    Scusate l’ignoranza in materia ma vorrei capire come funziona questo fido.

    Un mio amico per aprire un’attività ha richiesto un fido di 50k con Fideuram (sono garanti i suoi genitori con dei soldi che hanno investiti in quella banca), il fido è a tempo indeterminato.
    Lui per quanto ho capito può disporre di quel credito e paga a fine anno il 2% della somma utilizzata.

    Se utilizza l’intera somma quindi paga 1k (più o meno) all’anno di interessi, i 1000€ vengono conteggiati per l’estinzione del fido?

    Esempio se pagasse per 25 anni 1k rimarrebbe da dare solo 25k alla banca?

    Ribadisco scusate l’ignoranza in materia ed il fatto che ho poche informazioni in merito al tipo di prodotto ma forse voi potete illuminarmi lo stesso.

    Buonasera,
    questo amico ha un consulente/commercialista con il quale ha impostato gli aspetti finanziari relativi all’attività che intende aprire? Dal tenore delle domande sembrerebbe di no ed è abbastanza pericoloso affrontare le tematiche bancarie/finanziarie senza una guida esperta di tali argomenti.
    Di seguito ti espongo una serie di spunti di riflessione che potranno essergli utili:
    1)non si capisce bene quale tipologia di fido è stato richiesto (credito in c/c per elasticità di cassa? Finanziamento rimborsabile a rate?). Scrivi di un fido a tempo indeterminato e quindi penso si tratti di un credito in c/c. Ora non so la finalità della richiesta di questo fido ma se si tratta di finanziare gli investimenti per l’apertura dell’attività non è la tipologia giusta per quella finalità. Infatti il credito in c/c serve per supportare l’azienda in quei momenti, che devono essere transitori, nei quali si verifica una mancanza di liquidità aziendale. Per finanziare gli investimenti normalmente si richiede un finanziamento rimborsabile a rate proprio perché questi investimenti rilasceranno i loro benefici all’interno dell’azienda nel corso del tempo e quindi il rimborso delle rate, se è stato formulato un business plan corretto, non graverà in modo eccessivo sul c/economico aziendale. Tieni inoltre conto che il credito in c/c è soggetto (per disposizione Bankitalia) ad un riesame annuale ove viene esaminato l’andamento dell’azienda (bilancio, dati della Centrale dei Rischi, andamento del rapporto con la banca) al fine di decidere il mantenimento del fido o meno. E’ vero che ci sono delle garanzie importanti ma le attività poste a garanzie sono di proprietà di terzi che un domani possono non essere più d’accordo nel mantenerle o passare in capo ad altri (eventuale successione mortis causa). Quindi in buona sostanza il fido non è davvero a tempo indeterminato ma è “a revoca”.
    2)dal punto di vista del pricing non si capisce se il 2% è il tasso finito o è lo spread applicato dalla banca.
    Normalmente il tasso relativo ad un credito in c/c è composto da un parametro (euribor 1/3 mesi) + lo spread che è il guadagno della banca. Ovviamente il parametro cambia nel corso degli anni e qundi cambia anche il tasso finale che pagherà il tuo amico. Quindi dire che pagherà un determinato tasso uguale per i prossimi 25 anni non è assolutamente vero. Oltre al tasso debitore il tuo amico dovrà pagare la commissione di affidamento pari allo 0,5% trimestrale e la commissione di istruttoria veloce in caso di sconfinamento dal fido. Ovviamente tutte le componenti del pricing possono essere oggetto di trattativa con la banca e la presenza di garanzie reali (in poche parole il tuo amico può sempre dire che sta lavorando con i soldi della famiglia) potrà permettere al tuo amico di spuntare condizioni più favorevoli.

  7. #7

    Data Registrazione
    Oct 2017
    Messaggi
    644
    Mentioned
    11 Post(s)
    Quoted
    352 Post(s)
    Potenza rep
    9770213
    Rispondo conoscendo bene Fideuram. Semplicemente quando un loro cliente manifesta esigenza di un finanziamento, invece di mandarla alla consorella Intesa, gli prendono i fondi e/o titoli che i loro clienti hanno cono loro li mettono a pegno e gli fanno un fido per l'importo garantito. Ovviamente a tassi molto convenienti. Utilizzano in maniera impropria questo strumento (anche per esigenze a medio-lungo termine) per via dell'istruttoria estremamente snella. Alla fine stanno prestando soldi sui soldi dei clienti Pur essendo un fido a revoca, fintanto che gli investimenti saranno a pegno, non revocheranno mai il fido.

  8. #8

    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    772
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    454 Post(s)
    Potenza rep
    14294537
    Citazione Originariamente Scritto da memar Visualizza Messaggio
    Rispondo conoscendo bene Fideuram. Semplicemente quando un loro cliente manifesta esigenza di un finanziamento, invece di mandarla alla consorella Intesa, gli prendono i fondi e/o titoli che i loro clienti hanno cono loro li mettono a pegno e gli fanno un fido per l'importo garantito. Ovviamente a tassi molto convenienti. Utilizzano in maniera impropria questo strumento (anche per esigenze a medio-lungo termine) per via dell'istruttoria estremamente snella. Alla fine stanno prestando soldi sui soldi dei clienti Pur essendo un fido a revoca, fintanto che gli investimenti saranno a pegno, non revocheranno mai il fido.
    quindi alla fine si tratta di un lombard loan

Accedi