Mutuo al 100% con Fondo CONSAP - 30 anni - TAN 1,10% - Pagina 6
Rissa sul MES, Gualtieri risponde ad accuse Salvini e Meloni. I punti del documento approvato dall’Eurogruppo e il rebus Eurobond
Tre misure dal valore complessivo di 540 miliardi più l’incognita del Recovery Fund che dovrà essere affrontata dal Consiglio Europeo. L’Eurogruppo di ieri, dopo il flop di martedì scorso, ha …
Tecnologia a prova di Covid-19: i titoli più sottovalutati sul price/book value (P/Bv)
In linea con i due articoli dedicati al settore delle Utilities e dell?HealthCare europeo, vi proponiamo uno studio sui titoli del settore tecnologico europeo mirato ad evidenziare quelli che sono …
FCA prepara la ripartenza produttiva in Italia, i punti dell’accordo con i sindacati
Fiat Chrysler Automobiles ha siglato oggi un accordo con le organizzazioni sindacali nazionali FIM-CISL, UILM-UIL, FISMIC, UGLM, AQCFR e FIOM-CGIL per attuare in tutte le proprie sedi italiane ogni possibile …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #51
    L'avatar di sand1975
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    4,558
    Mentioned
    28 Post(s)
    Quoted
    3011 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da TheAlfaRomeo Visualizza Messaggio
    Il problema è proprio quello. Ho quei 30k disponibili, ma non sufficienti a coprire il 20% e le altre spese accessorie. Penso di anticipare il più possibile e poi, quando il capitale rimanente andrà sotto lo 80%, provare a surrogare.


    Oggi i tassi sono bassissimi.
    Quando il capitale sarà sotto l’80% probabilmente ci vorranno anni contanto che è vero che abbatti la quota capitale ma la casa ogni anno si svaluta e probabilmente i tassi saranno parecchio più alti rendendo antieconomica la surroga.
    Comunque ovviamente devi farti i tuoi conti...

  2. #52

    Data Registrazione
    Feb 2020
    Messaggi
    8
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    5 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da sand1975 Visualizza Messaggio
    Oggi i tassi sono bassissimi.
    Quando il capitale sarà sotto l’80% probabilmente ci vorranno anni contanto che è vero che abbatti la quota capitale ma la casa ogni anno si svaluta e probabilmente i tassi saranno parecchio più alti rendendo antieconomica la surroga.
    Comunque ovviamente devi farti i tuoi conti...
    Farò altri preventivi con altri istituti, ma la via percorribile, al momento, pare essere solo quella di ISP.

  3. #53
    L'avatar di sand1975
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    4,558
    Mentioned
    28 Post(s)
    Quoted
    3011 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da TheAlfaRomeo Visualizza Messaggio
    Farò altri preventivi con altri istituti, ma la via percorribile, al momento, pare essere solo quella di ISP.
    Perdonami ma in realtà esistono altre due alternative:

    Ridimensionare l’aquisto Calibrandolo sulle proprie possibilità finanziarie.
    Rimandare l’acquisto a quando le possibilità finanziarie sono più adeguate ad un acquisto immobiliare.

    Di norma un 30/35% liquido si dovrebbe avere altrimenti si andrà in pasto alle banche e si calano le braghe.

    Scusa la franchezza...

  4. #54

    Data Registrazione
    Dec 2019
    Messaggi
    31
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    29 Post(s)
    Potenza rep
    1
    Buongiorno a tutti.

    Ho 34 anni, sto valutando l'acquisto di una casa e mi trovo davanti ad un bivio.

    Per l'acquisto avrei necessità di un mutuo al 100%. In alternativa potrei richiedere al fondo COMETA una parte di quanto ho accantonato, arrivando a coprire nel caso massimo fino a circa il 60% del valore della casa.

    Se guardo alla differenza in interessi medi degli ultimi 10 anni di COMETA (circa il 5% del mio comparto) e la differenza in interessi tra un mutuo al 100% ed uno al 40%, credo non ci sia partita (forse sbaglio io, nel caso correggettemi).

    Penso però anche al fatto che quasi tutti i miei risparmi sono su COMETA e che, tra TFR e contributo personale fino alla massima deducibilità, sto mettendo quasi tutto nello stesso fondo, diversificando nulla e avendo grossi vincoli sul prendere i soldi.

    Non avrebbe forse senso allora sacrificare gli interessi per avere una cifra maggiore mensilmente da investire non solo in COMETA ma anche in altro (CD o ETF)?

    Grazie in anticipo per le vostre opinioni.

  5. #55
    L'avatar di sand1975
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    4,558
    Mentioned
    28 Post(s)
    Quoted
    3011 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da Pieroooo Visualizza Messaggio
    Buongiorno a tutti.

    Ho 34 anni, sto valutando l'acquisto di una casa e mi trovo davanti ad un bivio.

    Per l'acquisto avrei necessità di un mutuo al 100%. In alternativa potrei richiedere al fondo COMETA una parte di quanto ho accantonato, arrivando a coprire nel caso massimo fino a circa il 60% del valore della casa.

    Se guardo alla differenza in interessi medi degli ultimi 10 anni di COMETA (circa il 5% del mio comparto) e la differenza in interessi tra un mutuo al 100% ed uno al 40%, credo non ci sia partita (forse sbaglio io, nel caso correggettemi).

    Penso però anche al fatto che quasi tutti i miei risparmi sono su COMETA e che, tra TFR e contributo personale fino alla massima deducibilità, sto mettendo quasi tutto nello stesso fondo, diversificando nulla e avendo grossi vincoli sul prendere i soldi.

    Non avrebbe forse senso allora sacrificare gli interessi per avere una cifra maggiore mensilmente da investire non solo in COMETA ma anche in altro (CD o ETF)?

    Grazie in anticipo per le vostre opinioni.

    Ho visto stesse banche che applicano tassi del 2.8 sul 100% e poco più dell' 1 con l' 80%. Il 20% imho se si può va sempre anticipato altrimenti è un bagno di sangue, hai poca scelta e il mutuo consapevolezza le banche lo fanno di malgrado e i tempi di istruttoria sono più lunghi.

    Il resto dell'anticipo puoi anche evitarlo.

  6. #56

    Data Registrazione
    Feb 2020
    Messaggi
    8
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    5 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da sand1975 Visualizza Messaggio
    Perdonami ma in realtà esistono altre due alternative:

    Ridimensionare l’aquisto Calibrandolo sulle proprie possibilità finanziarie.
    Rimandare l’acquisto a quando le possibilità finanziarie sono più adeguate ad un acquisto immobiliare.

    Di norma un 30/35% liquido si dovrebbe avere altrimenti si andrà in pasto alle banche e si calano le braghe.

    Scusa la franchezza...
    Tranquillo,
    i forum servono proprio per questo. Il punto, o meglio i punti, sono i seguenti:
    -Nella zona in cui vivo e dove vorrei prendere Casa (Bologna e dintorni), i prezzi degli appartamenti con almeno 2 stanze, non si discostano molto dal prezzo di quello che vorrei comprare. Ridimensionare vorrebbe dire cambiare totalmente tipologia, cosa non fattibile.
    - Il punto è proprio questo. La nostra capacità di risparmio è calata notevolmente per vari fattori, tra i quali cambio lavoro "obbligato" della mia compagna che ha notevolmente innalzato le spese giornaliere. L'accelerata sull'acquisto della casa (evitando l'ennesimo affitto) è pensata proprio per mitigare questa situazione.

    Ho intavolato la pratica con un amico che potrebbe fornirmi il mutuo a tassi "umani". Vedremo.

  7. #57

    Data Registrazione
    May 2016
    Messaggi
    8
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Buonasera,

    Ho 31 anni e ho di recente terminato gli studi magistrali ad ingegneria; dal 3 Marzo 2017 detiene un contratto di lavoro a tempo indeterminato come collaboratore domestico/baby sitter (ufficialmente, solo collaboratore domestico).

    Trattasi di un lavoro part time, di 9 ore a settimana, con una retribuzione mensile di 200,00€

    Vorrei sapere se nel mio caso, è possibile richiedere un mutuo presso la CONSAP, in quanto il mio contratto è sì a tempo indeterminato ma di un importo annuale, irrisorio.

    Ho comunque altri lavori da freelance che contribuiscono al mio reddito totale, pertanto non inciampo nella possibilità di poter venire meno ai pagamenti - che comunque effettuo per un appartamento in affitto, del valore di 350,00€ mensili.

    Potreste cortesemente dirmi la vostra? Nell'ipotesi, sarebbe meglio terminare in via ufficiale o mutare il contratto, verso qualcosa di più "atipico"?

    Grazie

  8. #58
    L'avatar di sand1975
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    4,558
    Mentioned
    28 Post(s)
    Quoted
    3011 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da Tobito Visualizza Messaggio
    Buonasera,

    Ho 31 anni e ho di recente terminato gli studi magistrali ad ingegneria; dal 3 Marzo 2017 detiene un contratto di lavoro a tempo indeterminato come collaboratore domestico/baby sitter (ufficialmente, solo collaboratore domestico).

    Trattasi di un lavoro part time, di 9 ore a settimana, con una retribuzione mensile di 200,00€

    Vorrei sapere se nel mio caso, è possibile richiedere un mutuo presso la CONSAP, in quanto il mio contratto è sì a tempo indeterminato ma di un importo annuale, irrisorio.

    Ho comunque altri lavori da freelance che contribuiscono al mio reddito totale, pertanto non inciampo nella possibilità di poter venire meno ai pagamenti - che comunque effettuo per un appartamento in affitto, del valore di 350,00€ mensili.

    Potreste cortesemente dirmi la vostra? Nell'ipotesi, sarebbe meglio terminare in via ufficiale o mutare il contratto, verso qualcosa di più "atipico"?

    Grazie

    Sinceramente non saprei che dire. In condizioni di mutuo normale non saresti neanche lontanissimamente mutuabile ma non so se il CONSAP può fare di questi "miracoli", lascio la parola a chi è più esperto di me in questo.

  9. #59

    Data Registrazione
    May 2016
    Messaggi
    8
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Ti ringrazio per la risposta.

    Il CONSAP dovrebbe poter intervenire come garante proprio per i casi come i miei, almeno da ciò che ho capito. Resta il dubbio su come verrebbe interpretato il contratto, perché da più fonti io leggo "tempo determinato", quindi se a priori si viene tagliati fuori solo perché il contratto è a tempo indeterminato, sorvolando sul reddito, dovrei lavorare d'ingegno.
    Alla fine il problema di per sé non sono tanto le entrate, ma l'assenza di un garante che mi permetta di mutuare anziché buttare soldi in affitto. Al massimo chiederei 70.000€, e da parte ne ho 20.000€.

  10. #60

    Data Registrazione
    Nov 2008
    Messaggi
    1,048
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    201 Post(s)
    Potenza rep
    36968640
    A prescindere da ogni considerazione sul mutuo (che credo sia infattibile), sei sicuro di voler comprare casa? Guarda che, a meno che non pensi che le tue esigenze (zona in cui vivere, grandezza della casa, ecc) rimangano immutate per anni l'affitto non sono "soldi buttati".
    E se appena comprata casa trovi lavoro da tutt'altra parte? E se avrai dei figli? Hai fatto due conti di quanti soldi si "bruciano" nell'acquisto della casa? Agenzia, notaio, imposte varie, traslochi, ecc ecc. Ci possono volere anni per ammortizzarli rispetto alla soluzione affitto.

Accedi