Consiglio su mutuo prima casa - Pagina 26
Nvidia e il successo dei suoi GPU per il crypto mining. Correlazione sempre più alta con il Bitcoin (Grafico)
Se è vero che sta diventando sempre più evidente la correlazione tra il trend dell’azionario e quello dei cripto asset come Bitcoin et similia, è altrettanto vero che ci sono …
Il Covid-19 ha arricchito i miliardari: ora controllano il 3.5% della ricchezza globale
La quota di ricchezza detenuta dai miliardari a livello globale è salita a livelli record durante l?emergenza Covid-19, almeno stando a quanto riporta nella sua ricerca annuale il World Inequality Lab fondato dall?economista francese …
Su piano Unicredit aspettative molto alte, forse troppo. Ecco cosa Orcel è chiamato a dare in pasto al mercato
Unicredit si presenta all’appuntamento con la presentazione del nuovo business plan, in programma domani 9 dicembre, con il vento in poppa in Borsa. Con il +2,4% di ieri (close a …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #251

    Data Registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    557
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    385 Post(s)
    Potenza rep
    16052350
    Citazione Originariamente Scritto da piliniak Visualizza Messaggio
    Ciao Forum,
    avrei una domanda da porre riguardo la fattibilità di un mutuo.
    In breve, io e la mia compagna(33 anni entrambi) abbiamo netto da 1350e a testa circa(RAL DA 23000), tempo indeterminato, nessun prestito o rate. Abbiamo da parte circa 120k.
    Al momento viviamo in un monolocale da 45mq di proprietà dei miei genitori, ma vorremmo acquistare una villetta a schiera: 250k . Nel caso di un mutuo a 20 anni(che è il massimo che faremmo) sembrerebbe che la rata sia sui 600e al mese e, considerando che al momento non ho nessuna spesa nel monolocale eccetto viveri/alimenti, mi spaventano un poco. Ho una domanda: quanto è fattibile ricevere un mutuo del genere? L'altra è più una curiosità: nei miei panni quale sarebbe il vostro limite di spesa nell'acquisto di un immobile?
    Il mutuo lo hai calcolato sui 130k rimanenti per comprare casa?
    Hai calcolato le eventuali spese di notaio/agenzia?

  2. #252

    Data Registrazione
    Mar 2018
    Messaggi
    19
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    16 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Si, il mutuo lo ho calcolato sui rimanenti 130k e non hi inclusi le spese di notaio e agenzia. Ci resterebbero da parte 10k a testa. A quanto ammonterebbero queste spese all’incirca?

    Per gigios: perdona L’ignoranza, cosa intendi per “se fai il Consap abbassi LTV al 81%” ?

    Intanto grazie per le risposte.

  3. #253

    Data Registrazione
    Mar 2018
    Messaggi
    19
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    16 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Rettifico, da parte ci resterebbero circa 10k in totale. Mi sa che non ci stiamo, o dovrei fare un prestito.

  4. #254
    L'avatar di gigios59
    Data Registrazione
    May 2012
    Messaggi
    747
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    259 Post(s)
    Potenza rep
    9843099
    Citazione Originariamente Scritto da piliniak Visualizza Messaggio
    Si, il mutuo lo ho calcolato sui rimanenti 130k e non hi inclusi le spese di notaio e agenzia. Ci resterebbero da parte 10k a testa. A quanto ammonterebbero queste spese all’incirca?

    Per gigios: perdona L’ignoranza, cosa intendi per “se fai il Consap abbassi LTV al 81%” ?


    Intanto grazie per le risposte.
    Se tramite la banca fai richiesta del fondo di garanzia Consap questo deve avere un LTV superiore all'80%, per tutti coloro che rientrano nelle categorie prioritarie.
    Per Loan To Value (o LTV) si intende quel parametro che indica il rapporto tra l'importo del finanziamento concesso o richiesto e il valore del bene che il mutuatario intende porre a garanzia del prestito. Di fatto, attraverso l’LTV si determina il rischio del finanziamento: maggiore è il capitale erogato, più alto il rischio per chi lo concede.
    Facciamo un esempio: un compratore vuole acquistare una casa del valore di 200.000 euro. Possiede già 100.000 euro, e richiede un mutuo per coprire la cifra rimanente per pagare la casa, vale a dire altri 100.000 euro. Il Loan to Value dunque sarà il risultato del rapporto tra la quantità di soldi prestati e il prezzo totale della casa: 100.000 euro/200.000 euro = 0,5, cioè 50%. Il Loan to Value di questo prestito è, dunque, 50%.
    Oggi le banche possono erogare normalmente mutui per un Loan to Value fino al 80%, cioè mutui che coprono fino al 80% del valore della casa. Esistono tuttavia degli istituti di credito che offrono mutui anche fino al 100%.
    Tuttavia, bisogna sapere che più il Loan to Value è alto e più il prestito è considerato rischioso (dato che è più probabile che una persona priva di un capitale iniziale e con un grosso debito non riesca a ripagarlo). E questo significa che più il Loan to Value è alto, e più il mutuo sarà costoso, con rate più care.
    Nel tuo caso avendo 120K a disposizione e chiedendo un mutuo per 130K per avere un LTV all'80% dovreste destinare 26k di quel capitale.VI rimarrebbero 94K per tutte le altre spese.

  5. #255

    Data Registrazione
    Mar 2018
    Messaggi
    19
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    16 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da gigios59 Visualizza Messaggio
    Se tramite la banca fai richiesta del fondo di garanzia Consap questo deve avere un LTV superiore all'80%, per tutti coloro che rientrano nelle categorie prioritarie.
    Per Loan To Value (o LTV) si intende quel parametro che indica il rapporto tra l'importo del finanziamento concesso o richiesto e il valore del bene che il mutuatario intende porre a garanzia del prestito. Di fatto, attraverso l’LTV si determina il rischio del finanziamento: maggiore è il capitale erogato, più alto il rischio per chi lo concede.
    Facciamo un esempio: un compratore vuole acquistare una casa del valore di 200.000 euro. Possiede già 100.000 euro, e richiede un mutuo per coprire la cifra rimanente per pagare la casa, vale a dire altri 100.000 euro. Il Loan to Value dunque sarà il risultato del rapporto tra la quantità di soldi prestati e il prezzo totale della casa: 100.000 euro/200.000 euro = 0,5, cioè 50%. Il Loan to Value di questo prestito è, dunque, 50%.
    Oggi le banche possono erogare normalmente mutui per un Loan to Value fino al 80%, cioè mutui che coprono fino al 80% del valore della casa. Esistono tuttavia degli istituti di credito che offrono mutui anche fino al 100%.
    Tuttavia, bisogna sapere che più il Loan to Value è alto e più il prestito è considerato rischioso (dato che è più probabile che una persona priva di un capitale iniziale e con un grosso debito non riesca a ripagarlo). E questo significa che più il Loan to Value è alto, e più il mutuo sarà costoso, con rate più care.
    Nel tuo caso avendo 120K a disposizione e chiedendo un mutuo per 130K per avere un LTV all'80% dovreste destinare 26k di quel capitale.VI rimarrebbero 94K per tutte le altre spese.
    Ok direi che è tutto chiaro. Nel caso ci penseremo riguardo al CONSAP, però preferiremmo avere una rata più bassa ma meno liquidità disponibile, piuttosto che il contrario.
    Grazie per le risposte!

  6. #256
    L'avatar di gigios59
    Data Registrazione
    May 2012
    Messaggi
    747
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    259 Post(s)
    Potenza rep
    9843099
    Citazione Originariamente Scritto da piliniak Visualizza Messaggio
    Ok direi che è tutto chiaro. Nel caso ci penseremo riguardo al CONSAP, però preferiremmo avere una rata più bassa ma meno liquidità disponibile, piuttosto che il contrario.
    Grazie per le risposte!
    Se sei CONSAPevole che opti per una rata più bassa chettenefrega del Consap.Nella tua situazione puoi spuntare un tasso anche sotto l'1%
    Ultima modifica di gigios59; 17-07-21 alle 17:45

  7. #257

    Data Registrazione
    Jun 2021
    Messaggi
    10
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    2 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Buongiorno a tutti,
    vorrei fare una domanda sulla fattibilità di un mutuo prima casa:

    - Single, 34 anni, no figli, no finanziamenti
    - Contratto a tempo indeterminato (saranno 4 anni e mezzo al momento della richiesta del mutuo), azienda multinazionale in uno dei pochi settori ancora in crescita, RAL di poco sopra 35.000 e in salita (ho iniziato sui 30.000) + benefit (buoni pasto etc.).

    - Grande città, ho individuato un immobile nuovo a fine costruzione per circa 230.000 (incluso box), ottima posizione (ridosso metropolitana).
    -- Chiedono anticipo del 20%, che ho, restano circa 180.000 per cui vorrei chiedere mutuo alla consegna (probabilmente metà 2022 se si rallenta nuovamente per le chiusure).
    -- Dopo anticipo mi resterebbe una liquidità sopra i 20.000 e ho due piani di investimento che dovrebbero in caso di necessità rendermi disponibili almeno altri 30.000.
    -- Sono flessibile sulla durata del mutuo, cercherei di superare i 30 anni.

    -- In caso di "emergenza" i miei potrebbero darmi una mano con ulteriore liquidità. Mio padre è un po' avanti con gli anni per fare da garante, mia madre rientra come età ma lavora part time, potrebbe fare da garante per il solo fatto di essere cointestataria di un conto discreto?

    Considerato che a conti fatti mutuerei tra 80% e 70% del valore dell'immobile, è fattibile secondo voi? Io e i miei abbiamo CC tutti nella stessa banca, vorrei iniziare a fare richiesta lì perché "corre voce" che anche se non fanno da garante, il fatto che i genitori abbiano un conto con ammontare decente ne potrebbero tenere conto, ma non so quanto sia leggenda metropolitana. Non so se conterebbe qualcosa che il nostro consulente bancario metta "una buona parola".

    Sto trascurando qualcosa? Mi conviene puntare al CONSAP?
    Se al momento sono dovuta tornare a vivere con i miei (la casa che affittavo era stata venduta e tra pandemia e mazzi vari mi conviene restare qui finché non finalizzo acquisto e faccio un trasloco unico) rientro nell'ISEE della famiglia?

    Domanda tecnica: se la banca ritiene che la richiesta dell'ammontare del mutuo potrebbe essere troppo alta, è possibile "fare una controfferta" (es. 180.000 non va bene, chiedo di abbassare a 160.000) o lo rifiutano e devo iniziare daccapo?

  8. #258

    Data Registrazione
    Jun 2021
    Messaggi
    10
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    2 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Tashin Visualizza Messaggio
    Sono flessibile sulla durata del mutuo, cercherei di NON superare i 30 anni.
    Ops, scusate, errore mio.

  9. #259

    Data Registrazione
    Oct 2018
    Messaggi
    78
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    53 Post(s)
    Potenza rep
    900434
    Chiedo un consiglio. Ho da poco stipulato un mutuo di 184.000 euro. Rata mensile 626 euro. Durata 30 anni. Mio padre mi ha donato 30.000 euro grazie ad una vendita. Cosa consigliate di fare? Li metto tutti dentro al mutuo? O li tengo li a scalare ogni mese mantenendo la rata originale?

  10. #260
    L'avatar di ido
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Messaggi
    4,571
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    808 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da matteo1991 Visualizza Messaggio
    Chiedo un consiglio. Ho da poco stipulato un mutuo di 184.000 euro. Rata mensile 626 euro. Durata 30 anni. Mio padre mi ha donato 30.000 euro grazie ad una vendita. Cosa consigliate di fare? Li metto tutti dentro al mutuo? O li tengo li a scalare ogni mese mantenendo la rata originale?
    Se sei all'inizio del mutuo mettendoli sul mutuo risparmi un bel po' sugli interessi, però dipende da che liquidità hai, se hai solo quei 30k non ti consiglio di metterli tutti nel mutuo, una parte la potresti tenere per te, la percentuale dipende poi da tue valutazioni (tipo di lavoro, situazione famigliare, etc etc). ci sono comunque dei siti che ti possono aiutare nel calcolo di quanto andresti a risparmiare, tipo questo Calcolo estinzione anticipata mutuo (parziale o totale)

Accedi